Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

27.10.2018 - Il Notiziario (in 15 capitoli), curato da Franco Abruzzo/portavoce del MIL, trova ispirazione negli artt. 4 (II c.) e 21 Cost. nonché 10 Cedu. In coda la "Privacy Policy" di questo sito.

26 ottobre 2018 - Lettera di notizie sui mass media/direttore Franco Abruzzo (https://www.francoabruzzo.it ). - Cell: 3461454018 - redazione Tel/fax: 022484456  -  Mail: FABRUZZO39@YAHOO.IT,  fabruzzo39@gmail.com, francoabruzzo@icloud.com



 



§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§



I.     ATTUALITA'. FATTI DELLA VITA.



26.10.2018 - INPGI: IN MENO DI DUE ANNI 230 MILIONI DI EURO DALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI. Il piano vendite attuato nell'interesse di tutti i giornalisti e non di pochi inquilini delusi.  TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25485



 



 



26,10.2018- È morto Roberto Renzi, l'inventore di Akim e Tiramolla. Già presidente del'Associazione lombarda dei Giornalisti, ha diretto per vari anni l'ufficio stampa della Fiera di Milano e il Circolo della Stampa di Milano. Aveva 95 anni- TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25486



 



 



26.10.2018 - Il Comandante della Legione carabinieri Sicilia in visita al Giardino della Memoria di Palermo. GEN. CATALDO: "QUI I CRONISTI ED I MAGISTRATI DANNO VITA AD UN PERCORSO DI LEGALITA' CHE VA OLTRE LA SEMPLICE PIANTUMAZIONE DEGLI ALBERI". - TERSTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25488



 



 



 



25.10.2018 - Giornalisti: da  Primo Di Nicola (M5S) due pdl  per la libertà di stampa.  Proposte contro liti temerarie e per la tutela della segretezza delle fonti. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25483



 



 



25.10.2018 - Nelle edicole e in Rete arriva Il Paese Sera, quotidiano eticamente e socialmente responsabile. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25482  



 



 



25.10.2018 - Editoria: Le Monde, industriale ceco nuovo azionista di peso. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25484



 



 



25.10.2018 - VERONA, Premio Giornalistico Nazionale "Natale UCSI 2018" alla memoria di Giuseppe Faccincani XXIV EDIZIONE. Mancano solo 6 giorni alla scadenza del bando: 31 ottobre ultimo giorno utile. Testo IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25481



 



 



25.10.2018 - Messina, Cateno De Luca ha definito "informazione spazzatura" il lavoro del cronista Sebastiano Caspanello. IL SINDACO CONTRO IL  GIORNALISTA DELLA GAZZETTA DEL SUD. UNCI SICILIA: "DAL PRIMO CITTADINO PAROLE INACCETTABILI". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25480



 



 



25.10.2018 - Riepilogo delle prossime presentazioni in Italia del libro di 448 pagine "Martiri di carta - I giornalisti caduti nella Grande Guerra" a cura di Pierluigi Roesler Franz e di Enrico Serventi Longhi, edito da Gaspari, Udine, 2018, per conto della Fondazione sul giornalismo "Paolo Murialdi" - Dove si può consultare e acquistare. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25470



 



 



25.10.2019 - L'evento promosso dall'Unci si svolgerà il prossimo 3 maggio 2019 in Basilicata. A MATERA LA XII EDIZIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA DEI GIORNALISTI UCCISI DA MAFIE E TERRORISMO. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25289



 



 



21.10.2018 - Convegno in Cassazione sulle pensioni. L'intervento di  Corrado Calabrò:  la manovra del Governo Conte, che anticipa l'età pensionabile e che  pensa di imporre un pesante prelievo sulla retribuzione differita costituita dai contributi di chi ha lavorato per diversi decenni, contraddice il principio cardine della nostra Costituzione sancito nell'articolo 1 per il quale la Repubblica è fondata sul lavoro. Il lavoro, invece, diventa un disvalore a vantaggio del non lavoro. Il non lavoro è il nuovo valore fondante dello Stato. Una lezione magistrale su 70 anni di storia del sistema pensionistico nazionale. Spiegato perché  per la Lega Nord è così importante l'anticipo dell'età pensionabile. - di Corrado Calabrò/magistrato, presidente di Agcom dal 2005 al 2012. - TESTO IN  https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25467



 



 



19.10.2018- Il pensionato d'oro vince la causa. ECCO LA SENTENZA CHE IMPEDIRÀ IL TAGLIA-PENSIONI. La sezione centrale d'appello della Corte dei Conti ha  dato ragione a Mario Cartasegna, 77 anni, di Perugia, che con 651mila euro annui guida la classifica dei superpensionati italiani, superato solo dal mitico Mauro Sentinelli, l'ex ingegnere Telecom che incassa 1,2 milioni. - di Mauro Suttora/Libero - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25455



 



 



12.10.2018 - EXFISSA. La rata annuale di 3mila euro lordi andrà a tutti i pensionati   creditori dell'indennità. Il sito dell'Unione nazionale Giornalisti Pensionati (Ungp-Fnsi) ha cambiato l'ultima riga del vecchio comunicato che  non comprendeva coloro che avevano optato per l'indennità ridotta. L'ultima frase del documento Ungp ora afferma: "Poiché la Fieg continua ad alimentare il fondo ex fissa con versamenti che ammontano ad importi tra i 6 e 9 milioni l'anno, alla scadenza prevista, la Commissione paritetica si esprimerà sulla corresponsione della rata annuale minima di 3.000 Euro lordi a favore di quanti non hanno manifestato interesse alla proposta di pagamento anticipato e ridotto e a quanti non abbiano ancora sottoscritto l'atto di conciliazione". La frase che ha suscitato, invece, lo sdegno di tutti i giornalisti pensionati creditori era la seguente, visibile sul sito dell'Ungp fino alle 17 di venerdì 12 ottobre:  "Alla scadenza prevista verrà corrisposta la rata annuale minima di 3000 euro lordi a quanti NON HANNO MANIFESTATO INTERESSE ALLA PROPOSTA DI PAGAMENTO ANTICIPATO E RIDOTTO". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25430



 



 



 



30.9.2018 - DIAMANTE (COSENZA), IL DELITTO DEL 22 AGOSTO 2018. APPELLO AI GIORNALISTI ITALIANI DEL MOVIMENTO "GIUSTIZIA PER FRANCESCO".Tanti hanno assistito alla sequenza di gesti folli di quella notte di sangue, preferendo, però, il ruolo di spettatori mascherati dietro un cellulare, per riprendere le macabre scene, piuttosto di impedire che venisse sparso il sangue innocente. E' L'ORA DI AIUTARE LA MAGISTRATURA A RINTRACCIARE I CRIMINALI. IL RUOLO DECISIVO DELLA STAMPA. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25375



 



 



25.9.2018 - Giornalisti, M5s: "L'abolizione dell'ordine è già sul tavolo del Governo". Sul blog delle Stelle un post in difesa di Rocco Casalino, portavoce del governo Conte, dopo il caso dell'audio diffuso dai media. FNSI: «Ritorsioni e liste di proscrizione non fermeranno la stampa». L'opposizione: "Rappresaglia in piena regola". Miceli (Pd): "Tempistica quantomeno sospetta. Aboliscono l'Odg per non radiare Casalino?". Savino (Fi): "I grillini si confermano allergici alla democrazia". Verna: «Giusta la verifica su Casalino. No a minacce». - di larepubblica - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25363



 



 



11 MARZO 2012 - VECCHIO PALLINO DAL 2008. Beppe Grillo vuole abolire l'Ordine dei Giornalisti. L'Ordine può essere anche cancellato, ma dopo il varo della legge 4/2013 i giornalisti, anche senza l'Ordine, resterebbero professionisti sia pure senza Albo. Nessun rischio per Inpgi e Casagit. Giudici disciplinari diventerebbero Consob, Agcom, Antitrust e Garante della privacy. Nuovo ruolo per la Fnsi. IN CODA il testo della legge 4/2013. La Fnsi potrebbe far parte dell'elenco delle associazioni professionali (vigilate dal Ministero dello Sviluppo economico) dopo il riconoscimento da parte del Cnel come associazione professionale dei giornalisti. L'iscrizione alla Fnsi rimarrebbe facoltativa e non obbligatoria per chi esercita la professione di giornalista. La Fnsi dovrebbe far rispettare le regole deontologiche. - di Franco Abruzzo/consigliere Ordine - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=11662



 



 



20.9.2018 - GIORNALISTI. GRILLO DOCET. NUOVA FUCILATA DI VITO CRIMI: "L'abolizione dell'Ordine di giornalisti è un tema presente sul tavolo del governo" e "l'essere giornalista di per sè non è garanzia di esenzione dalla possibilità di veicolare fake news", che sono un fenomeno che riguarda non solo la rete ma anche la carta stampata. E' "sempre più urgente adeguare l'Italia agli altri paesi del mondo dove la figura professionale del giornalista è libera da ordini e condizionamenti, ma risponde solamente a regole che garantiscono autonomia e piena indipendenza sul lavoro". LA RISPOSTA DI FRANCO ABRUZZO (portavoce del MIL): "Crimi, che vive nel mondo delle favcle, non vuol capire che, tolto l'Ordine, resteranno vincolanti soltanto gli ordini degli editori. Oggi, grazie alla deontologia fissata per legge, i giornalisti, se  credono, possono opporre qualche no. Domani non sarà più possibile, perché saranno degli impiegati  tenuti, Codice civile alla mano, a essere 'fedeli' ai padroni". IN CODA l'articolo di Franco Abruzzo che difende l'Ordine. - TESTO IN  https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25341



 



 



6.9.2018 - INPS (e INPGI) - Gli adeguamenti della pensione e gli aumenti dell'età pensionabile nel biennio 2019-2020 per effetto dei dati rilevati dall'ISTAT. Novità che comporteranno una maggiore permanenza, di 5 mesi, nel mercato del lavoro da parte dei lavoratori prima di poter avere diritto all'assegno. - di pmi - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25275



 



 



5.9.2018 - Salvini boccia il taglio delle pensioni d'oro. Per il Carroccio accettabili modifiche solo sugli assegni sopra i 5.000 euro netti e calcolati con il metodo retributivo. La Fornero verrà cambiata introducendo quota 100. Possibili la flessibilità per i disoccupati oppure condizioni ad hoc per alcune categorie. - di Claudio Antonelli/LaVerità - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25270



 



 



3.9.2018 - PENSIONI & DI MAIO. Lettera di Antonio Del Giudice a Franco Abruzzo: "Mi viene il sospetto che i pensionati condannati al taglio siano una prova di scardinamento delle regole, delle leggi e della Costituzione. Una prova-finestra, che ha il vantaggio di soddisfare invidie e odio sociale, di confermare al popolo che il 4 marzo scorso è stato votato un governo di esproprii proletari". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25259



 



 



29.8.2018 -PREVIDENZA. Michele Carugi torna a sfidare Luigi Di Maio: "Lei è riuscito a cumulare nelle sue esternazioni dall'Egitto, in tema di pensioni, due cose non vere in una breve dichiarazione. Lei parla di tagli alle pensioni  superiori ai 4.000 euro netti/mese, ma il contratto di governo parla di 5mila euro. La seconda bugia, che riguarda invece direttamente noi pensionati, è nella sua insistenza a dichiarare che le pensioni sarebbero tagliate sulla base dei contributi versati; le ho già ripetutamente sottolineato nelle precedenti comunicazioni come il progetto presentato in Parlamento non preveda affatto questo ma miri a decurtare gli assegni, anche quelli pienamente giustificati dai contributi, sulla base dell'età dei percettori all'atto del pensionamento. Non le darò tregua su questo argomento sino a che la verità non sarà ristabilita e torno a invitarla a un confronto pubblico sull'argomento, certo anche che lei continuerà a sfuggirlo". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25254



 



..............................................



8.7.2018 - PENSIONI & RICALCOLO. UNA PAGINA DI CRONACA DIMENTICATA DA DI MAIO EPPURE RISALE AL 15 MARZO 2016. IL RICALCLO NON E' ATTUABILE (DICE L'INPS).



15.3.2016 - COMMISSIONE LAVORO DELLA CAMERA. AUDIZIONE DEI VERTICI Inps: "La Proposta Meloni del ricalcolo delle pensioni superiori ai 5mila euro lordi, così come concepita, non è attuabile". Dal confronto è emerso che: "i dati per il ricalcolo - nel settore privato - mancano o sono parziali o sono inutilizzabili per vari motivi"; che "i dati per il ricalcolo - nel settore pubblico - sono del tutto assenti"; che "molte pensioni, se ricalcolate con il contributivo, aumenterebbero". L'on. Meloni, presente all'audizione, non senza qualche resistenza,  ha dovuto prendere atto di quanto è emerso dal confronto. (IN CODA DICHIARAZIONE DI CESARE DAMIANO).  - di CIDA - TESTO IN  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=20236



......................................



 



II - PREVIDENZA. INPGI.INPS. EDITORIA. CONTRATTI. RIFORME.



20/8/2018 -Inpgi: il Tar respinge i ricorsi contro il contributo di solidarietà "adottata nel perseguimento del fine di riequilibrio finanziario, giustificato, se non imposto, dalla crisi contingente e grave del sistema previdenziale nel quale l'Istituto  opera".  Il contributo "è previsto come misura una tantu, durando tre anni, senza possibilità di reiterazione". Pubblichiamo le sentenze.- TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25242  



 



 



25.6.2018 - INPGI. La relazione del presidente Marina Macelloni al bilancio 2017 inizia così: "Il bilancio consuntivo 2017 dell'Inpgi è un bilancio molto  semplice. E' quello di un'azienda sana, gestita correttamente che vede i propri ricavi scendere ormai da un decennio senza poter incidere in alcun modo su questa dinamica". Franco Abruzzo da tempo indica - scontrandosi con i vertici Inpgi ed Fnsi - la soluzione dell'assorbimento dell'Inpgi nell'Inps come è già avvenuto per Inpdai, Inpdap ed Enpals. Secondo Marina  Macelloni  per l'Inpgi  la soluzione "non è l'Inps, che non ci vuole, perché ci vede come un debito prospettico. La prospettiva più concreta è l'accorpamento con un'altra cassa". Nessuno, però, vede avvocati, medici, notai o commercialisti pagare la pensione ai giornalisti. Pubblichamo la relazione. - TESTO IN  https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25137



 



21.6.2018 - INPGI, ARRIVA (IN RITARDO) LA CORTE DEI CONTI PER DIRE CHE BISOGNA FARE PRESTO. La capacità dell'Istituto di continuare in futuro a pagare le pensioni ai giornalisti e le altre prestazioni è in pericolo. Sono necessari "ulteriori, severi interventi" per evitare il collasso dell'ente. Lo dice il giudice contabile, nell'ultima relazione al Parlamento sulla gestione della Fondazione, fresca di stampa. - di Gianni Dragoni/consigliere generale Inpgi -  TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25126



 



18.6.2018. E' ALLARME.   Relazione della Corte dei Conti (Sezione Controllo Enti) sul bilancio dell'INPGI/1 al 31 dicembre 2016. Le considerazioni conclusive (pagg. 70-73): "Il quadro che emerge dai risultati del 2016 è reso, dunque, ancor più preoccupante dall'andamento prospettico della gestione". Sollecitati "severi interventi per rimediare ad una situazione che, altrimenti, rischia di compromettersi seriamente". In coda il testo della determinazione trasmessa al Parlamento. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25111



 



19.7.2018 - Pensioni, no di Strasburgo alla class action di diecimila italiani contro il decreto Poletti. Il dispositivo limitava le perequazioni delle pensioni per il 2012 e il 2013, ma per la Corte europea dei diritti dell'uomo non ha violato i diritti perché "non ha avuto impatto significativo". - di repubblica.it -  - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25200



 



19.7.2018 - ECONOMIA&FINANZA - Pensioni d'oro, gli ex super manager subiranno una stangata del 50%.  - di Paolo Russo/lastampa - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25201



 



16.7.2018 - L'ARENA/Controcronaca - Come è nata la leggenda delle pensioni d'oro. Da un titolo, comparso nel 1974 su un giornale del pomeriggio per censurare uno scandalo, si è arrivati alla caccia alle streghe di oggi. Brutta faccenda quando lo Stato si rimangia i patti stipulati con i cittadini. - di STEFANO LORENZETTO/L'Arena - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25189



 



11.7.2018 - Editoria, la crisi scaricata su lavoratori e previdenza. Numeri che fanno paaura.  E gli editori ringraziano. - di Luciano Cerasa/Il Fatto Quotidiano - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25173



 



10.7.2018 - La classifica dei quotidiani più diffusi in Italia. Trend in calo rispetto al 2017: solo Avvenire, Il Gazzettino e il Fatto Quotidiano fanno registrare il segno positivo. Tracollo per le testate di Cairo: Corriere sempre primo, ma perde l'11%: -17% per La Gazzetta. - di lettera43.it - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25165



 



16.7.2018 - Pensioni d'oro e non, dagli slogan al confronto. I manager ci stanno. - di Giorgio Ambrogioni/CIDA -  TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25192



 



14.7.2018 - Tagli alle pensioni cd. d'oro - Lettera aperta (in 10 punti) di Guglielmo Gandino al Ministro del Lavoro  Luigi Di Maio cn l'elenco dei veri "parassiti sociali". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25187



14.7.2018 - Pensioni, saranno tagliate quelle sopra i 4 mila euro. Cosa cambia in 5 punti. L'accordo tra M5S e Lega prevedeva un intervento sugli assegni al di sopra dei 5 mila euro netti al mese. Ma quell'asticella è troppo alta per ricavare risorse sufficienti da destinare alle pensioni più povere. Così la soglia è scesa a 4 mila euro netti al mese. - di Lorenzo Salvia/corrieredellasera - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25188



 



 



13.7.2018 - Cassese stronca il taglio ai vitalizi: "Misura illegittima e ingiusta". Per il presidente emerito della Corte Costituzionale il provvedimento è a rischio bocciatura da parte della Consulta. - By Huffington Post- ("Solo nella Republichetta di Salò fu varata una legge retroattiva per fucilare coloro che il 25 luglio 1943 avevano tradito il Duce e l'Idea"). -  TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25179



 



 



3.6.2018 - Vitalizi, la riforma rischia Il «tetto» finisce alla Consulta. Il giudice Massimo Morandini (Tribunale di Trento) ha sollevato questione di costituzionalità sul limite di 9 mila euro al cumulo di assegni per ex consiglieri ed ex parlamentari. In bilico pure il taglio del 20% - di Ubaldo Cordellini/TRENTINO - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25029



 



 



31.5.2018 - Inpgi, pubblicato il 'Rapporto sulle dinamiche occupazionali nel settore': in cinque anni persi 2.704 posti di lavoro. Presentato in commissione Lavoro e Tutela Occupazionale l'approfondimento curato dall'Ufficio Studi dell'ente. «Il tasso di contrazione dei livelli occupazionali in ambito giornalistico è in controtendenza di circa 10 volte rispetto alla tendenza del Paese», si legge sul blog inpginotizie.it. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25021



 



 



29.5.2018 - INPGI / MACELLONI AL FORUM DELL'INFORMAZIONE DI TRENTO: "NECESSARIO UN INTERVENTO SUL SISTEMA PER SALVARE LA PROFESSIONE". "La crisi ormai strutturale del settore dell'editoria in Italia, arrivata con forza anche in trentino Alto Adige, si vede in maniera evidente nei conti dell'Inpgi che ha chiuso il 2017 per la prima volta nella sua storia con una perdita di 100 milioni". "Solo lo scorso anno abbiamo perso circa 900 rapporti di lavoro attivi, 3mila negli ultimi cinque anni".  - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25008



 



28.5.2018 - Più lavoro, meno soldi, minori tutele. E niente assunzioni. Guida ragionata alle 25 richieste della Fieg sul contratto   - di Daniela Stigliano/Giunta Esecutiva Fnsi - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24998



 



9.2.2018 - INPGI/Pensioni (e contributi di solidarietà) tra Parlamento, Ministeri vigilanti (Economia e Lavoro), Corte costituzionale, Cassazione, sezioni Lavoro dei Tribunali e Corte dei Conti. Giurisprudenza minima ragionata dal 2002 in poi. RICERCA DI FRANCO ABRUZZO/portavoce del Mil (Movimento Informazione e Libertà). - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23191



 



24.4.2018 - Inpgi, il Consiglio generale approva il bilancio a maggioranza (43 sì, 11 no). Disavanzo di 100 milioni di euro (ma ora c'è il rischio del commissariamento dell'ente per tre anni ex art. 2, comma 4, del  dlgs 509/1994, ndr). - TESTO IN  https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24831



 



19.4.2018 - INPGI. Il Consiglio di amministrazione ha approvato - con 13 voti favorevoli e 2 contrari - il bilancio 2017 che chiude con un disavanzo di gestione di 100,613 milioni di euro. Il risultato della gestione previdenziale è pari a -134 milioni ed è determinato dal complessivo perdurare dell'andamento negativo degli indicatori principali dell'attività caratteristica dell'Ente: anche quest'anno, infatti, il numero degli attivi registra una diminuzione di ulteriori 865 unità, che porta il numero totale degli stessi a 15.011 (con una flessione del 5,45% rispetto allo stesso dato del 2016). Si evidenzia quindi una contribuzione IVS corrente in diminuzione del 2,33% rispetto al 2016, mentre si continua a registrare un aumento della spesa per le pensioni IVS pari nel 2017 a 511 milioni di euro con un incremento, rispetto al 2016, del 5,19%. La spesa complessiva per gli ammortizzatori sociali nel 2017 - pari a 24,2 milioni di euro - pur risultando in diminuzione rispetto al 2016, continua a rappresentare una voce rilevante del bilancio dell'Istituto. La gestione del patrimonio ha inoltre consentito di realizzare un avanzo di 64,7 milioni di euro. Questa è in estrema sintesi la fotografia del primo bilancio in perdita della storia dell'Istituto. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24805



 



Allarme Inpgi. I contributi versati non coprono le spese per le pensioni. A ricordarlo è il Quinto Rapporto sul Bilancio del Sistema Previdenziale italiano per l'anno 2016 a cura del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali. Lo studio ripreso anche dal notiziario online a cura dell'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (Inpgi).  - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24554



 



L'INPGI E LE ALTRE CASSE. "L'INPGI TORNI ENTE PUBBLICO". - Sentenza 214/1972 della Corte costituzionale (presidente Costantino Mortati): "Insussistente l'analogia fra la Cassa di previdenza dei giornalisti e quelle degli avvocati, dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei geometri. In sostanza, la cassa dei giornalisti costituisce un settore autonomo del complesso sistema previdenziale predisposto a tutela dei lavoratori dipendenti e i cui compiti sono assolti principalmente dall'INPS". Governo e Parlamento hanno tradito quel giudicato costituzionale (art. 136 Cost.) quando, con il dlgs 509/1994, hanno deliberato la collocazione dell'Inpgi tra le casse privatizzate dei liberi professionisti. Conclusione: l'Istituto di previdenza dei giornalisti deve tornare pubblico come è stato dal 1951 al 1994, quando le pensioni dei giornalisti erano garantite dallo Stato. L'Inpgi era, è e rimane ente sostitutivo dell'Inps, peculiarità che non appartiene alle altre casse privatizzate dei liberi professionisti. FRANCO ABRUZZO/portavoce del MIL e già presidente di UNPIT: "L'Inpgi/1 oggi è sull'orlo del commissariamento. Con riferimento alla sentenza 214/1972 della Consulta, Governo e Parlamento devono al più presto rispolverare lo 'schema Inpdai' del 1995/1996: da ente privatizzato come l'Inpgi/1 con il dlgs 509/1994, l'Inpdai (che navigava in brutte acque) tornò prima ente pubblico per poi essere assorbito dall'Inps. Questa storia dovrebbe ripetersi con l'Inpgi/1 che oggi accusa una gestione fallimentare sotto la regia di Fnsi e Fieg. Solo così le pensioni dei giornalisti sarebbero al sicuro". - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=22488



 



3.2.2017 - INPGI/ FNSI E FIEG: DITE LA VERITÀ AI GIORNALISTI SUI CONTI E SULLE PENSIONI. La situazione economico/finanziaria della Fondazione è pesante: il bilancio 2017 presenta un disavanzo di gestione di 100 milioni. La Fnsi e la Fieg, come parti sociali operanti in base al dlgs 509/1994 con responsabilità nella gestione dell'Istituto,  devono trovare il coraggio di dire la verità ai giornalisti italiani. E' inutile tenere la testa sotto la sabbia. I bilanci e le relazioni della Corte dei Conti sono pubblici. La Fnsi e la Fieg devono trovare anche il coraggio di spiegare che la strada dell'Inpgi è quella percorsa in anni recenti da Inpdai, Inpdap ed Enpals: la confluenza (veloce) nell'Inps. Il giornalismo è il cuore del sistema democratico e non può essere abbandonato alla deriva con ricadute terribili sulla qualità dell'informazione. Il futuro incerto limiterebbe ancora di più l'autonomia e l'indipendenza dei cronisti e delle redazioni. - di Franco Abruzzo/portavoce del MIL e già presidente di UNPIT - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=22616



 



20.4.2018 - PRELIEVO SULLE PENSIONI INPGI. ORE DECISIVE. IL TAR LAZIO il 20 febbraio ha deliberato, ora deve scrivere motivando. La sentenza sarà depositata nei prossimi giorni (10-15 giorni?). Il provvedimento dell'Istituto, che ha imposto il contributo di solidarietà per 3 anni, poggia su una norma (art. 3, comma 12, della legge 335/1995) inapplicabile espressamente agli enti sostitutivi dell'Inps qual è l'Inpgi. L'Avvocatura generale dello Stato è di quest'avviso. L'Inpgi, in caso di sconfitta, ricorrerà al Consiglio di Stato. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24510



 



5.1.2018 - Ammortizzatori. Le nuove regole. Cigs per l'editoria solo con un piano di interventi mirati. Nel piano non deve mancare un'evidenza di come l'azienda intenda attuare il recupero occupazionale dei lavoratori interessati dalle sospensioni o dalle riduzioni di orario pari o superiori al 70 per cento. - di Antonino Cannioto e di Giuseppe Maccarone/ilsole24ore - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24262



 



4.1.2018 - Ammortizzatori sociali. Dal 1° gennaio. Nell' editoria la Cigs apre la strada a esodo e prepensionamenti. (Pubblichiamo il decreto interministeriale e la circolare 21/2017 del Ministero del Lavoro sul punto). - di Antonino Cannioto e di Giuseppe Maccarone/ilsole24ore - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24260



 



22.7.2017 - Pensioni dopo le riforme: una guida (minima) per non fare confusione  - Manovra Inpgi e decreto Lotti (con la "manovrina" d'estate) hanno rivoluzionato la nostra previdenza. Raccapezzarsi tra regole, deroghe e salvaguardie non è facile. E non tutto è come appare... -di Daniela Stigliano/Giunta Fnsi e Consigliera generale Inpgi - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23635 



..................................................



13.4.2018 - .FRANCO ABRUZZO/portavoce del MIL: "Colleghi, occhio ai numeri e chiedetevi quali potranno essere, con il CROLLO DELLE VENDITE dei giornali, le conseguenze sull'occupazione e sui conti dell'Inpgi. Vogliamo parlarne senza schemi ideologici? Si profila un futuro incerto e drammatico per i giornalisti pensionati e anche per i giornalisti oggi attivi. Siamo nella stessa barca e abbiamo un destino comune. Prenderemo tutti l'assegno sociale?  SVEGLIA!!!! La Fnsi batta un colpo per dire che c'è e che vuole finalmente lottare per convincere il Parlamento a interventi di sostegno radicali  come è già avvenuto per Inpdai, Inpdap, Enpals assorbiti nell'Inps. Non siamo cittadini di serie B !!!". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24331



.................................................



18.2.2018 - LA CORTE COSTITUZIONALE ADESSO SMENTISCE LA SUA SENTENZA SUL BLOCCO DELLA PEREQUAZIONE!! - di Michele Iacoviello/avvocato in Torino - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24504



 



 24.9.2017 - INPGI. PENSIONI & PRELIEVI PER VIA AMMINISTRATIVA E NON PER VIA PARLAMENTARE.  21.9.2017: va in scena alla  Commissione Bicamerale Parlamentare di controllo sulle attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale l'attacco di Concetta  Ferrari, dg del Ministero del Lavoro, a Franco Abruzzo (presidente di Unpit). La colpa di Abruzzo?  "Ha fatto impugnare quella che è la delibera su un contributo che non è di solidarietà ma è di straordinarietà". Eppure Abruzzo si muove in linea con numerose sentenze della Cassazione  che negano al Cda dell'Inpgi il potere di imporre prestazioni patrimoniali (potere che appartiene solo alle Camere ex art. 23 Cost.). Abruzzo, quindi, chiede una legge e in sostanza un dibattito in Parlamento sul futuro dell'Inpgi, non escludendo il suo passaggio all'Inps. Tesi esposte in sede informale anche alla Commissione Lavoro della Camera. - di Pierluca Danzi - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23833



 



18.6.2017 - .PREVIDENZA & GIUSTIZIA. LE CASSE NON HANNO POTERI PARLAMENTARI.   - Pubblichiamo la sentenza n. 7516/2017 e l'ordinanza n. 7568/2017 con le quali la Corte di Cassazione (VI sezione civile) ha censurato i prelievi sulle pensioni deliberati sia dalla  Cassa dottori commercialisti sia dalla Cassa Ragionieri. I provvedimenti violano l'articolo 23 della Costituzione secondo il quale  "nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge" (è il principio classico delle democrazie liberali "no taxation without representation"). La trattenuta non può essere introdotta con un atto amministrativo come ha fatto anche l'Inpgi. La giurisprudenza della Corte costituzionale è costante nel ritenere illegittima la norma che violi "l'affidamento del cittadino nella sicurezza giuridica, quale elemento essenziale dello Stato di diritto" e che questo limite costituzionale imposto al legislatore induce, a maggior ragione, a ritenere contrario al principio di ragionevolezza l'atto infralegislativo, amministrativo o negoziale, con cui l'ente previdenziale debitore riduca unilateralmente l'ammontare della prestazione mentre il rapporto pensionistico si svolge. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23526 



 



11.8.2017 - IL CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA' NON PUO' ESSERE IMPOSTO DALLE CASSE PROFESSIONALI (COME L'INPGI) IN QUANTO E' UNA PRESTAZIONE PATRIMONIALE SOGGETTA A RISERVA DI LEGGE EX ART. 23 COST. La natura di prestazione patrimoniale è stata ribadita di recente a chiare lettere dalla Corte costituzionale con la sentenza n.  173/2016, punto 10, del seguente tenore: "Si è dunque, nella specie, in presenza di un prelievo inquadrabile nel genus delle prestazioni patrimoniali imposte per legge, di cui all'art. 23 Cost., avente la finalità di contribuire agli oneri finanziari del sistema previdenziale (sentenza n. 178 del 2000; ordinanza n. 22 del 2003)". Il legislatore, comunque, può utilizzare il prelievo soltanto "COME MISURA UNA TANTUM". - di ANNA CAMPILII/AVVOCATA PREVIDENZIALISTA IN PARMA. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23703



 



1.6.2017 - Pierluigi Franz, eccezionale cacciatore di atti giudiziari, scopre altre due sentenze (n. 6702 e 12338/2016) della sezione Lavoro della Cassazione che rafforzano incredibilmente la linea di quanti sostengono  che il prelievo sulle pensioni varato per via amministrativa dall'Inpgi il 28 settembre 2016 ed avallato il 20 febbraio 2017 solo dal Ministero del Lavoro (e non dal Ministero dell'Economia) violi Costituzione, leggi ordinarie e giurisprudenza costante della stessa Cassazione  e della Consulta. "La giurisprudenza della Corte costituzionale è costante nel ritenere illegittima la norma che violi "l'affidamento del cittadino nella sicurezza giuridica, quale elemento essenziale dello Stato di diritto". Questo limite costituzionale imposto al legislatore induce, a maggior ragione, a ritenere contrario al principio di ragionevolezza (art. 3 Cost., comma 2) l'atto infralegislativo, amministrativo o negoziale, con cui l'ente previdenziale debitore riduca unilateralmente l'ammontare della prestazione mentre il rapporto pensionistico si svolge, ossia non si limiti a disporre pro futuro, con riguardo a pensioni non ancora maturate; in tal caso l'iniziativa unilaterale, e non legislativa, colpirebbe più gravemente la sicurezza dei rapporti giuridici". - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23484



 



19.11.2017 - Aggiornamento sulla giurisprudenza in tema di affidamento del cittadino nella sicurezza giuridica quale elemento essenziale dello Stato di diritto dopo la sentenza delle Sezioni Unite Civili della Cassazione n. 27090 del 15 novembre 2017. Ciò induce, a maggior ragione, a ritenere contrario al principio di ragionevolezza (art. 3 Cost., comma 2) l'atto infralegislativo, amministrativo o negoziale, con cui l'ente previdenziale debitore riduca unilateralmente l'ammontare della prestazione mentre il rapporto pensionistico si svolge. -  di Pierluca Danzi - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24063



 



 



5.12.2017 - INTERVENTO IN "DIRIGENTI SENIOR INDUSTRIA" (rivista di Federmanager Lombardia) - Corte Costituzionale e perequazione delle pensioni. Le contraddizioni di una sentenza che punisce i cittadini in quiescenza. La ragion di Stato vince sullo Stato di diritto. Il pareggio di bilancio (art 81 Cost) schiaccia i diritti fondamentali dei cittadini. La Consulta, stabilendo un principio sinistro, ha consentito al Governo di disattendere una sua sentenza (70/15) che aveva abrogato la legge Fornero sul blocco della rivalutazione degli assegni Inps, Inpgi e Casse. - di FRANCO ABRUZZO/Consigliere nazionale Ordine dei Giornalisti (*) - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24155



 



12.4.2017 - L'INPGI HA NEGATO L'ACCESSO, MA LA DIREZIONE PREVIDENZA DEL MINISTERO DEL LAVORO HA MESSO A DISPOSIZIONE DEL PRESIDENTE DELL'UNPIT, FRANCO ABRUZZO, LE NOTE NN. 36/1944 E 36/1945 (compresi i pareri correlati del Ministero dell'Economia)  CON LE QUALI IL 20 FEBRAIO SONO STATE APPROVATE IN PARTE O IN TUTTO LE DELIBERE nn. 62 E 63/2016 DELL'ISTITUTO SULLA RIFORMA REGOLAMENTARE E SUL PRELIEVO A CARICO DEI GIORNALISTI PENSIONATI. LE NOTE (con gli allegati) VENGONO SUBITO MESSE A DISPOSIZIONE DEI PENSIONATI PERCHÉ SE NE AVVALGANO IN SEDE GIUDIZIARIA EX  ARTT. 23 E  24 DELLA COSTITUZIONE.  Le due NOTE del LAVORO con i pareri del MEF sono in allegato (clicca in alto  o in basso per scaricare i documenti). - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23133



 



 3.9.2017 - PREVIDENZA CRUDELE. Ultimi aggiornamenti sulle pensioni di vecchiaia fino al 2050: i requisiti di età anno per anno e verifica dal proprio giorno di nascita. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23707



 



10.8.2017 - PREVIDENZA E ASSISTENZA. Cassazione/ordinanza 19711-2017. Le Casse private non possono imporre contributi di solidarietà per via amministrativa . La Corte costituzionale, con la sentenza n. 173/2016 (punto 10), ha statuito che il prelievo è una prestazione patrimoniale soggetta a riserva di legge - di Maria Carla De Cesari/ilsole24ore - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23701



 



26.7.2017 - PREVIDENZA. NO ALLE RIFORME FARLOCCHE! BASTA CONFUSIONE! L'Inpgi/1 (che ha come iscritti solo giornalisti dipendenti), dal 1951 ente sostitutivo dell'Inps,   non ha nulla da spartire con le Casse dei liberi professionisti, come afferma la sentenza 214/1972 della Corte costituzionale (testo in coda, ndr), e con le professioni "senza Albo" (legge 4/2013). Inglobare nell'INPGI e nel contratto Fnsi/Fieg mestieri collaterali al giornalismo è una soluzione disperata e giuridicamente sbagliata che non salva, comunque, l'Istituto.  La proposta di legge di riforma delle casse (privatizzate dal dlgs 509/1994) in discussione alla Camera  può riguardare unicamente  la gestione separata  dell'Istituto (o Inpgi/2) alla quale sono iscritti i giornalisti liberi professionisti. Il futuro dell'Inpgi/1 ha due prospettive: o torna ente di diritto pubblico (come era fino al 1994) o viene assorbito dall'Inps. La seconda soluzione è sostenuta dalla crisi della Fondazione che si riassume nell'aumento costante del numero dei pensionati e nella diminuzione altrettanto costante del numero dei contribuenti, mentre la vendita degli immobili, per far cassa, appare sostanzialmente in difficoltà. Quest'anno, come si legge nel bilancio preventivo, l'Istituto dovrà smobilitare titoli per 150 milioni di euro per pagare le prestazioni. - di Pierluca Danzi - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23606



 



2.7.2014 - .CONTRATTO FNSI-FIEG: tutti i documenti dell'accordo del giugno 2014. Il protocollo d'intesa Governo/Fieg/Fnsi/Inpgi. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=15082



 



31.5.2017 - Riforma editoria: pubblicati i decreti n. 69 e n. 70 su stati di crisi, prepensionamenti e contributi alle imprese. Rivisti i criteri per il riconoscimento alle imprese degli stati di crisi e innalzati i requisiti per l'accesso dei giornalisti alla pensione anticipata. Confermati, nelle disposizioni transitorie, i requisiti per l'accesso al trattamento da parte dei giornalisti interessati da piani di crisi non ancora recepiti in sede di ministero del Lavoro: un'anzianità contributiva pari a 25 anni interamente accreditati presso l'Inpgi e un'età anagrafica pari, negli anni 2017 e 2018, ad almeno 58 anni per le donne e 60 anni per gli uomini. Ridefinita anche la disciplina dei contributi diretti alle aziende editrici di quotidiani e periodici. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23440



 



22.7.2017 - NOVITA' INPGI. DAL 1° GENNAIO 2017 MASSIMALE CONTRIBUTIVO E PREVIDENZIALE A 100.324 EURO. QUESTO TETTO NON VALE PER CHI AVEVA GIA' CONTRIBUTI AL 31 DICEMBRE 2016. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23423



 



21.2.2017 - INPGI/I Ministeri vigilanti approvano la riforma, il passaggio al  sistema di calcolo contributivo  e il provvedimento che introduce per via amministrativa e per tre anni il contributo di solidarietà sulle pensioni superiori ai 38mila euro. FRANCO ABRUZZO (PRESIDENTE DI UNPIT): "I vertici dell'Istituto festeggiano, ma c'è poco da festeggiare da parte di chi ha 30-40-50 anni. L'assegno si allontana, mentre la situazione finanziaria dell'ente resta fortemente critica tra aumento del numero dei pensionati e calo dei redattori che versano i contributi. Una forbice che stritola la Fondazione. Quest'anno dovranno essere smobilitati titoli per 150 milioni per fronteggiare le esigenze di cassa, mentre la dismissione degli immobili è ferma. Il quadro era e resta fosco. Senza pensione giornalisti e giornaliste che, a seguito della cessazione del rapporto di lavoro, sono stati ammessi alla prosecuzione volontaria della contribuzione oppure dipendenti da aziende in stato crisi ovvero disoccupati per cessazione del  rapporto di lavoro da aziende in crisi. Inpgi come l'Inps in tema di adeguamento dell'età pensionabile alla speranza di vita. Solo le pensioni Inps sono garantite dallo Stato".  In allegato la riforma punto per punto spiegata da Mimma Iorio (dg dell'ente). - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=22731



 



15.4.2017 - Pubblichiamo la Nota n. 36/1945 (del 20/2/2017) con la quale il ministro vigilante del Lavoro ha approvato il contributo straordinario sulle pensioni dei giornalisti dai 38mila euro in su come richiesto dal Cda dell'Inpgi (delibera n. 63/2016). Alla Nota è allegato il parere del Mef (a firma del Ragioniere generale dello Stato). La Cassazione ha bocciato il prelievo imposto per via amministrativa dalle Casse dei dottori commercialisti e dei ragionieri. Le prestazioni patrimoniali possono essere deliberate solo per legge come recita l'articolo 23 della Costituzione. Il Ragioniere generale dello Stato nella sua Nota 27.1.2017 (prot n. 15917) indirizzata al Ministero del Lavoro ha richiamato le "criticità sul prelievo" già espresse dai Ministeri vigilanti (Lavoro e Mef) con la Nota 2.2.2016 n. 36/1379 quando hanno bocciato il prelievo sulle pensioni dei giornalisti previsto dalla delibera n. 24 del 27 luglio 2015. - di Franco Abruzzo/presidente di Unpit - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23150



 



III. PENSIONI. PEREQUAZIONE.



8.1.2018 - (Dalla rivista "DIRIGENTI SENIOR INDUSTRIA"/Federmanager-Aldai - n1/2018)  -  PENSIONI, PEREQUAZIONE E CORTE COSTITUZIONALE. IL SUICIDIO DEI GIORNALI. Negli ultimi anni i cittadini anziani hanno subito una rapina a mano armata da parte dello Stato. E nessuno ne parla. I quotidiani fanno finta di ignorare che pescano i loro lettori in quell'esercito di 20 milioni di cittadini dai 55 anni insù colpiti dalle politiche punitive dei Governi Monti, Letta e Renzi. - di FRANCO ABRUZZO/Consigliere nazionale dell'Ordine dei Giornalisti e già presidente per 18 anni dell'Ordine della Lombardia. Portavoce del Mil. (*) - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24270



 



2.12.2017 - PENSIONI, PEREQUAZIONE NEGATA & CONSULTA. Anche lo studio Iacoviello promette battaglia davanti alla Corte europea dei diritti dell'Uomo. Le tante contraddizioni della sentenza 250/2017 rispetto alle sentenze  70/2015 e 173/2016. Lo Stato di diritto sottomesso alla ragion di Stato (il pareggio di bilancio a spese dei cittadini in quiescenza). - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24126



 



1.12.2017 - PENSIONI & MANCATA PEREQUAZIONE 2012/2013. Depositata la sconcertante ed iniqua sentenza 250/2017 con la quale la  Corte costituzionale spiega perché il "bonus Poletti" è bello: il legislatore ha  destinato "le limitate risorse finanziarie disponibili in via prioritaria alle categorie di pensionati con i trattamenti pensionistici più bassi", "limitando il blocco a quelli medio-alti (che hanno margini di resistenza maggiori contro gli effetti dell'inflazione)". Dalla Consulta  parte un messaggio devastante verso i giovani e l'intera comunità nazionale: è meglio non impegnarsi, tanto chi ha studiato,  fatto carriera e  assunto responsabilità ora e sempre da anziano viene e verrà punito. Tra i pensionati poveri, che  incassano la rivalutazione dell'assegno, ci sono anche quelli che hanno lavorato poco, magari  in nero, o che hanno evaso le tasse e i contributi all'Inps. La Consulta sorvola: i "ricchi" devono piangere in nome della "ragionevolezza" (una parola magica che giustifica tutto e il contrario di tutto). PUBBLICHIAMO (IN ALLEGATO) IL TESTO INTEGRALE DELLA SENTENZA perché i cittadini capiscano che lo Stato di diritto in Italia va verso il tracollo, cedendo il passo alla ragion di Stato (l'articolo 81 Cost., con il pareggio di bilancio imposto dalla Ue, prevale sui diritti fondamentali delle persone). - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24121



 



1.12.2017 - BRICIOLE, MISERIE  E PANNICELLI CALDI. Rivalutazione (stracciona) delle  pensioni: i tassi 2018. Pubblicato il decreto del ministero dell'Economia sulla rivalutazione delle pensioni 2018: gli assegni salgono fino all'1,1%, ecco i calcoli per ogni fascia e tipologia di pensione.- di pmi.it - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24122



 



29.11.2017 - PENSIONI, PEREQUAZIONE, BONUS POLETTI & CONSULTA - Il Re è nudo a Strasburgo. Ragionando ad alta voce sui rapporti tra la sentenza della Corte Costituzionale del 24 ottobre 2017 (ancora non depositata) e la violazione dei parametri della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo in punto di giusto processo. - di Pietro L. Frisani, avvocato in Firenze - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24103



 



25.10.2017 - Pensioni, la Consulta: "Legittimo il bonus Poletti su rivalutazione parziale degli assegni. Salva diritti e finanza pubblica". La Corte costituzionale ha sancito che i pensionati dovranno accontentarsi dei rimborsi previsti dal governo Renzi nel 2015, dopo la sentenza che aveva bocciato lo stop delle perequazioni deciso dalla Fornero. Si tratta di un "bilanciamento non irragionevole" tra diritti e esigenze di bilancio, scrivono i giudici. L'avvocato dei ricorrenti: "Danneggiati 6 milioni di persone" - di fattoquotidiano - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23972



 



28.10.2017 - PENSIONI. RIVALUTAZIONE BOCCIATA. Cosa non va nella sentenza  della Corte costituzionale 25 ottobre 2017.  "Confusione di ruoli" rispetto a Governo e Parlamento. Speriamo ora che, almeno in Europa, le magistrature competenti, cui ci rivolgeremo, non abbiano subito e non subiscano la stessa velenosa contaminazione, patita dalla nostra Corte, da parte della cattiva politica, capace di distruggere diritti e principi, indistintamente a danno di persone giovani o anziane. - di  Michele Poerio* e  Carlo Sizia*/formiche - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23955



 



11.5.2018  PENSIONI. ASPETTATIVE DELUSE SULLA PEREQUAZIONE. La Corte costituzionale con l'ordinanza 96/18 (redattore Sciarra) richiama la sentenza 250/17 e salva per il 2014 il principio secondo il quale "La rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici non è riconosciuta con riferimento alle fasce di importo superiori a sei volte il trattamento minimo INPS". La precedente sentenza 70/15 della stessa Corte, che aveva cancellato la legge Monti/Fornero sul blocco della perequazione,  era stata svuotata dal dl 65/15 (Bonus Poletti). La ragion di Stato (art 81 Cost) ancora una volta prevale sullo stato di diritto. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24907



 



IV - EXFISSA



30.1.2018 - EXFISSA/ IL CASO CHE METTE FNSI E INPGI NELL'ANGOLO. TUTTI GLI ARTICOLI PUBBLICATI DALLA FIRMA DEL CONTRATTO FNSI/FIEG 2014/2018 IN POI. L'attesa per l'incasso dell'indennità è salita a 17 anni. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=17342



 



26.6.2018 - EXFISSA. Anche il Tribunale di Napoli ordina all'Inpgi di pagare l'indennità a un giornalista pensionato. Nel giudizio sono intervenuti la FIEG e la FNSI che, sposando la posizione dell'INPGI, chiedevano ugualmente il rigetto del decreto ingiuntivo ottenuto dal giornalista contro l'Istituto di previdenza. "Tutti gli accordi successivi all'anno 2013  - si legge nella sentenza - non possono alterare i "diritti quesiti" del lavoratore". Si consolida così un indirizzo dagli esiti imprevedibili. - IN CODA LA SENTENZA. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25138



 



28.2.2018 - EXFISSA: la sezione lavoro del Tribunale di Roma (giudice monocratico  Eliana Pacia) ha condannato l'Inpgi al pagamento (a titolo di exfissa)  di 56.400 euro a un giornalista difeso dagli avvocati Ugo Minneci e Sabina Mantovani del Foro di Milano. La motivazione della sentenza sarà depositata entro un termine di 60 giorni. Nei Palazzi di Giustizia il vento è cambiato a favore dei giornalisti. Era ora.



 



16.4.2018 - EXFISSA. Pubblichiamo la sentenza della Corte d'Appello che riforma in gran parte quella del Tribunale e condanna Inpgi al pagamento dell'ex fissa  e in solido con Fnsi delle spese di primo e secondo grado. Sui temi generali la sentenza contesta a Inpgi il fatto di non aver rispettato quanto previsto da contratto, regolamento e convenzione sul tema dell'accantonamento nominativo per ciascun giornalista almeno per la parte dei versamenti nominali dei datori di lavoro per ogni singolo giornalista. Appare questo un principio estremamente importante e di carattere generale sul quale Inpgi aveva sempre glissato sostenendo che la parola "accantonamento" andava intesa come termine "atecnico". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24799



 



24.4.2018 - Exfissa, iniziato il pagamento delle transazioni. Al via nella sede della Fnsi le sottoscrizioni dei primi atti di conciliazione. I relativi accrediti avverranno entro 10 giorni dalla firma sulle medesime coordinate bancarie usate per il versamento della pensione. Dal 1° febbraio sono state gestite dallo Sportello 'ex fissa' circa 600 richieste di informazioni.  - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24826



 



24.4.2018 - Exfissa, iniziato il pagamento delle transazioni. Al via nella sede della Fnsi le sottoscrizioni dei primi atti di conciliazione. I relativi accrediti avverranno entro 10 giorni dalla firma sulle medesime coordinate bancarie usate per il versamento della pensione. Dal 1° febbraio sono state gestite dallo Sportello 'ex fissa' circa 600 richieste di informazioni.  - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24826



 



4.5.2018 - EXFISSA. Nuova sconfitta per Inpgi ed Fnsi (più Rcs) davanti al Tribunale di Roma: "La contrattazione collettiva non può incidere in  senso peggiorativo sui diritti già maturati  ovvero entrati a far parte del patrimonio del prestatore di lavoro per essersi già verificati i fatti costitutivi del diritto ed essendo questi già divenuti esigibili". Commento dell'avv. Sabina Mantovani: "L'Inpgi condannato al pagamento del dovuto in ragione della fissa. Una breccia che si allarga all'interno del Tribunale di Roma, anche dopo la sentenza resa dalla Corte d'Appello". -TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24873



 



23.1.2018 - La storia dell'exfissa dal 1985 ad oggi (23 gennaio 2018). Leggi, norme contrattuali, convenzioni Fnsi/Fieg, sentenze della Corte dei Conti. bilancio tecnico attuariale DELL'INPGI/1 AL 31.12.2015 REDATTO DAL PROF. MARCO MICOCCI. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24377



 



25.1.2018 -IL COMMENTO.  EX FISSA, NELLA COMMISSIONE PARITETICA FNSI-FIEG VA IN SCENA UN'ALTRA COMMEDIA. Ecco la sorpresa delle sorprese: dopo tante rassicurazioni, anche da parte dello stesso segretario Raffaele Lorusso, si scopre che la rata minima del 31 gennaio verrà sì pagata a tutti, anche a chi "ha esercitato l'opzione di incasso anticipato" (la cosiddetta rottamazione), ma per costoro si tratterà di "un'anticipazione della prestazione rimodulata". Ovvero la somma verrà sottratta a quella che sarà versata con lo sconto (del 50, 55 o 60 per cento) a chi firmerà la transazione proposta con la raccomandata di Natale a tutti i giornalisti in attesa. -di Paola Cascella/Cda Inpgi - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24387



 



 



3.2.2018 - Cronistoria del "pasticciaccio brutto dell'ex fissa"  - di Paolo di Mizio (componente del Comitato Diritto Ex Fissa) - TESTO IN  https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24435



 



 



29.11.2017 - EX FISSA, ECCO GLI ACCORDI SEGRETI FNSI-FIEG CHE TRADISCONO I GIORNALISTI. - di Puntoeacapo - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23924



 



15.5.2018 - EX FISSA, UFFICIALE: IL CDA INPGI HA EROGATO UN NUOVO PRESTITO (tasso: 4,6%) DI 14 MILIONI ALLA FIEG PER SALDARE I 1029 GIORNALISTI CHE HANNO RINUNCIATO ALLA METÀ DEI LORO CREDITI. POI SERVIRA' L'OK DEI MINISTERI VIGILANTI DELL'ECONOMIA  E DEL LAVORO,  CHE DOVRANO TENER CONTO DEL BILANCIO 2017 IN ROSSO (- 100 mln) DELL'ISTITUTO. PERDURANDO LA CRISI POLITICA, È DIFFICILE CHE I MINISTRI IN CARICA PER IL DISBRIGO DEGLI AFFARI CORRENTI DECIDANO QUALCOSA. LA STRADA E' IN SALITA. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24924



 



V. VARIE. ORDINE DEI GIORNALISTI.



17.10.2018 - Approvate le linee guida di riforma dell'Ordine, Verna: «Difendiamo il diritto dei cittadini ad essere informati». «Una proposta condivisa da tutta la categoria che pone al centro l'articolo 21 della Costituzione in un momento drammatico per la professione», ha detto il presidente del Cnog. Lorusso e Giulietti: «Serve una grande iniziativa pubblica per respingere gli attacchi della politica alla libertà di espressione». Il documento, approvato a larghissima maggioranza, è stato inviato al dipartimento per l'Editoria di palazzo Chigi. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25446



 



9.10.2017 - MILANO. ELEZIONI DELL'ORDINE REGIONALE: vincono Alessandro Galimberti e la sua squadra. 6 consiglieri professionisti su 6 + 2 revisori professionisti su 2.  Un successo clamoroso dell'alleanza Franco Abruzzo (Mil), Massimo Alberizzi (Senza bavaglio) e Daniela Stigliano (Unità sindacale) con il microsostegno di settori minoritari di Nuova informazione. Asfaltati Stampa democratica e i "gallizziani" (che hanno  3 consiglieri pubblicisti). CONSIGLIO NAZIONALE: FRANCO ABRUZZO PRIMO ELETTO CON  6 COLLEGHI DI LISTA (SU 7). UN TRIONFO! L'ex maggioranza cancellata. Franco Abruzzo ringrazia i giornalisti professionisti (attivi e pensionati), che hanno votato le liste di "Prima la professione". - di Pierluca Danzi -   TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23868  



 



15.8.2017 - NUOVO REGOLAMENTO PER L'ORGANIZZAZIONE DEL CONSIGLIO NAZIONALE DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI E LA TRATTAZIONE DEGLI AFFARI DI SUA COMPETENZA. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23901



 



15.8.2017 - NUOVO REGOLAMENTO DELLE FUNZIONI DISCIPLINARI DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI.  - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23900



 



23.7.2018 - Carcere per i giornalisti e querele temerarie, l'Osce ammonisce l'Italia. Gli osservatori internazionali giunti in occasione delle elezioni del 4 marzo hanno stilato un rapporto contenente raccomandazioni, da attuare al più presto, anche nel campo della libertà di stampa. «Vanno abrogate le norme penali sulla diffamazione», da sostituire con «sanzioni proporzionate al danno effettivamente arrecato», riassume la professoressa Marina Castellaneta. - di Marina Castellaneta/Fnsi - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25208



 



23.7.2018 - Deontologia, in vigore la nuova Carta dei doveri dell'informazione economia e finanziaria. Il documento sottrae i giornalisti che dovessero incorrere in violazioni previste dalla normativa a sanzioni pesanti che vanno da 500mila a 5 milioni di euro. Quindi, salvo i casi di dolo, chi dovesse violarne le norme sarà sottoposto al giudizio dei Consigli di disciplina. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25209



 



VI. NOTIZIE, STUDI, DIBATTITI E INCONTRI ANCHE FORMATIVI.



.FRANCO ABRUZZO/MANUALE DI BASE. La legge professionale dei giornalisti aggiornatissima con la normativa di riforma del 2011/2012 e del 2016/2017 (+ il regolamento sulla formazione continua + il regolamento per i ricorsi innanzi al Consiglio nazionale di disciplina). - TESTO INhttp://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=14323



 



2017. NORME per le ELEZIONI dei CONSIGLI REGIONALI e del CONSIGLIO NAZIONALE. IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23847



 



19.6.2016 - Giancarlo Tartaglia, Lineamenti di diritto del lavoro giornalistico -  testo di 156 pagine  in http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=20970



 



.Rivista "Il diritto dell'informazione e dell'informatica" n. 4/5 del 2007 (pagg. 871-894). FRANCO ABRUZZO:"La commistione informazione/pubblicità nella giurisprudenza ordinaria e disciplinare  vista attraverso le sentenze dei tribunali". - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=1517



 



 ."PUNTOEACAPO TUTELA":  PER I GIORNALISTI DI MILANO e ROMA . CONVENZIONE PER LE CAUSE DI LAVORO con lo studio di diritto del lavoro  di affermati legali. IN CODA la rete delle convenzioni. - TESTO IN  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=18251



 



 .MATERIALI UTILI ALLO STUDIO DEL DIRITTO COSTITUZIONALE  - Dove reperire leggi, decreti, sentenze delle alte magistrature italiane ed europee, i trattati istitutivi della Ue.  TESTO IN  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=18709



 



.Testo unico dei doveri del giornalista approvato dal Cnog nelle riunioni del 15-17 dicembre 2015 e del 26-28 gennaio 2016. -  TESTO IN  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=19817



 



.Il Codice della privacy (dlgs 196/2003) con tutti gli aggiornamenti  dal 2004 al 2015 - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=94



 



.Le novità introdotte dai decreti attuativi del Jobs act in materia di lavoro giornalistico: la circolare inviata dalla Fnsi agli iscritti. - TESTO IN  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=19079



 



.Scaricabile il Quaderno del Cnog, "Cause di lavoro, quando si vince e quando si perde". E' un  vademecum che raccoglie 53 sentenze e conciliazioni di cause di lavoro giornalistico da tutta Italia, dalla carta stampata alle tv, alle agenzie di stampa, al fotogiornalismo. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=18974



 



 



22.7.2016 - Obbligo di iscrizione all'INPGI del personale giornalistico addetto all'informazione nella Pubblica Amministrazione, ai fini dell'assicurazione IVS (Invalidità, Vecchiaia e Superstiti). Ministero del Lavoro. Contributi: Circolare PC/12/CO del 28 ottobre 2003. - TESTO IN  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=21209



 



11.7.2016 - Come verificare le notizie pubblicate dai social media ed evitare le bufale. La guida di Craig Silverman tradotta in italiano. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=21226



 



8.7.2016 - Società tra professionisti: guida completa sulle regole per costituire una StP, dalla contabilità all'iscrizione agli Albi e all'atto costitutivo. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=21198



 



3.7.2016 - Come accedere ai nuovi fondi europei per i professionisti. - di Elena Secci/www.laleggepertutti.it - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=21175



 



30.6.2016  - FNSI/Fondo solidarietà - Regolamento per l'attribuzione dei contributi da parte del Fondo di solidarietà sindacale (Fss) approvato dalla Giunta Esecutiva del 11 marzo 2015. Interviene a sostegno di colleghi singoli o di gruppi di colleghi, prioritariamente disoccupati o cassintegrati i quali si trovino in situazioni di particolare difficoltà economica a seguito del determinarsi di circostanze eccezionali. L'entità del contributo individuale non può superare i 1.500 euro. - TESTO IN  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=21138



 



30.6.2016 - FNSI/Fondo di sostegno alle spese legali - Regolamento del Fondo di sostegno al pagamento delle spese legali e/o delle parcelle degli avvocati a giornalisti imputati in procedimenti penali o citati in cause civili per pubblicazioni di articoli su testate il cui editore è fallito, in liquidazione o in stato di comprovata insolvenza.  (approvato dalla Giunta esecutiva nella riunione del 9 settembre 2015) - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=21139



 



27.6.2016 - PEC, convenzione per i giornalisti promossa dal Cnog. Il prezzo concordato è di euro 4,50 per la durata di tre anni (1,50 per anno) oltre Iva. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=21112



 



6.12.2017 - GUIDA AL DIRITTO/Il Sole 24 Ore - GIUSTIZIA. Nuove intercettazioni, cronaca e difesa sono messe in difficoltà. - Editoriale di Franco Abruzzo/consigliere nazionale dell'Ordine dei Giornalisti - TESTO IN  https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24156



 



31.1.2018 - IL DIBATTITO/Il delitto Tobagi, il giudice Salvini: «Nessuno ha il monopolio della verità». La replica all'intervento dei Pm Ferdinando Pomarici e Armando Spataro. - di Guido Salvini/corriere.it - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24417



 



29.6.2018 - Giornalisti. Crimi (M5S): "Vogliamo portare avanti l'abolizione dell'Ordine". COMMENTO: "Se viene meno l'Ordine, vengono meno anche le ragioni dell'esistenza dell'Inpgi con il risultato dell'assorbimento automatico dell'Istituto di previdenza nell'Inps. Così le pensioni dei giornalisti non correranno rischi. In base al dlgs 509/94, l'Inpgi esiste perchè è la cassa  dei giornalistri iscritti agli Albi dell'Ordine". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25148



 



VII. Contratto USPI-FNSI



28/8/2018 - Il contratto nazionale per il lavoro giornalistico Fnsi/Uspi parte dalla Calabria. L'8 settembre a Cosenza prima tappa del "Giro d'Italia" con un corso di formazione mirato. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25260



 



24.5.2018 - CONTRATTO USPI-FNSI. NUOVE FIGURE PROFESSIONALI.    FNSI e USPI hanno, concordato che "rientrano tra le mansioni affidabili al redattore web anche quelle del redattore digitale (web editor), che si occupa della buona leggibilità e facilita l'indicizzazione degli articoli sui motori di ricerca; del videomaker e del web imagine editor, che realizzano e trasformano immagini (sia foto che video) adattandole alla pubblicazione su internet; del social media e community manager, che veicolano i contenuti del giornale attraverso il canale dei differenti social network; dello sviluppatore digitale (web deloveper) che ricerca e sviluppa le soluzioni per incrementare performance e usabilità del sito; del web designer che si occupa del layout e dello stile grafico dei prodotti editoriali digitali". Stipendi mensili da 1300 a 1600 euro lordi. - TESTO DEL CONTRATTO IN CODA con il commento  di Asr.  - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24985 



 



28.5.2019 - Il nuovo contratto Fnsi-Uspi: colpo basso a periodici, online (e non solo). Non bastava l'AerAntiCorallo: la maggioranza di Lorusso crea un nuovo Cnlg di serie B. Con meno diritti e retribuzioni ridotte. Eccolo punto per punto - di Daniela Stigliano/Giunta Esecutiva Fnsi. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24997



 



VIII. CASO SOPAF ( e querele 2018)



22.12.2017 - Caso Sopaf: definitiva la sentenza di assoluzione per Andrea Camporese (ex presidente dell'Inpgi). La Procura della Repubblica presso il Tribunale penale di Milano non ha impugnato la decisione. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24219



 



31.10.2017 - Depositata la motivazione della sentenza (PUBBLICATA QUI SOTTO). È per mancanza di testimoni e di documenti a sostegno dell'ipotesi della Procura di Milano che l'ex presidente dell'Inpgi Andrea Camporese è stato assolto con formula piena dalle accuse di corruzione e truffa nel processo con al centro il crac della finanziaria Sopaf. - di ilmattino.it - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23980



 



17.6.2017 - SOPAF. BRUCIANTE SCONFITTA PER LA PROCURA DI MILANO. ASSOLTO L'EX PRESIDENTE DELL'INPGI ANDREA CAMPORESE CON FORMULA PIENA, "PERCHÉ IL FATTO NON SUSSISTE", DALLE ACCUSE DI CORRUZIONE E TRUFFA. IL PM GAETANO RUTA AVEVA CHIESTO PER LUI UNA CONDANNA A 4 ANNI E MEZZO. NEL PROCESSO DI MILANO 6 CONDANNE, 8 ANNI A GIORGIO MAGNONI. - IN CODA dichiarazioni di Camporese all'Ansa e le reazioni Fnsi, Casagit e Usigrai. - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23518



 



21.6.2017 - INTERVISTA. Parla il padovano Andrea Camporese, 48 anni, ex presidente dell'Inpgi - I MIEI TRE ANNI DI CALVARIO E L'ASSOLUZIONE - Assolto con formula piena dalle accuse di corruzione e truffa. L'ente di previdenza dei giornalisti aveva investito 43 milioni nella società di partecipazioni finanziarie Sopaf, poi insolvente - di Ivano Tolettini/ilgiornaledivicenza - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23534



 



31.12.2017 - LA CRONISTORIA DELLA VICENDA SOPAF/INPGI DAL 2009 AD OGGI. TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=17216



 



.CRONACA GIUDIZIARIA. CASSAZIONE: "Il giornalista  NON È NÈ GIUDICE NÉ  POLIZIOTTO. DIA le NOTIZIE SENZA SUGGESTIONARE E NON ANTICIPI  I POSSIBILI SVILUPPI". "Ciò posto, nell'ambito della cronaca giudiziaria si ritiene che sia certamente legittima l'esposizione di fatti recanti discredito all'onore ed alla reputazione altrui, purché i "fatti in questione trovino rispondenza in quanto espresso dalle autorità inquirenti ovvero nel contenuto degli atti processuali, dovendosi altresì considerare che per il cronista giudiziario il limite della verità delle notizie si atteggia come corrispondenza della notizia al contenuto degli atti e degli accertamenti processuali compiuti dalla magistratura, con la conseguenza che il fatto da dimostrarsi vero, al fine dell'accertamento della scriminante, è unicamente la corrispondenza della notizia agli atti processuali a prescindere dalla verità dei fatti da questi desumibili". In CODA il commento di Sabrina PERON e il testo della sentenza. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=6135



 



.CEDU. Diffamazione, il giornalista non è un Pm. Se i tribunali condannano il cronista senza tener conto di quest'aspetto e senza valutare il diritto della collettività a essere informata su questioni di interesse generale è certa la violazione della Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Tanto più nei casi di una sanzione pecuniaria elevata. -  di Marina Castellaneta/www.quotidianodiritto.ilsole24ore.com - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=16977



 



.CASSAZIONE. Nell'ambito della cronaca giudiziaria la verità della notizia mutuata  da un provvedimento giudiziario sussiste ogni qualvolta essa sia fedele al contenuto del provvedimento stesso, senza alterazioni o travisamenti; pertanto per il riconoscimento  dell'esimente del diritto di cronaca è sufficiente che l'articolo pubblicato corrisponda al contenuto di atti dell'autorità giudiziaria, senza che sia richiesto al giornalista di dimostrare la fondatezza delle decisioni e dei provvedimenti da essa adottati. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24299



 



Corte di Strasburgo. Giornalisti. La sanzione sproporzionata  limita la libertà di stampa. IL PRINCIPIO - Per scagionare il giornalista dall'accusa di diffamazione il giudice deve solo verificare se il comportamento professionale è stato corretto - di Marina Castellaneta per Il Sole 24 Ore 17/7/2011. - I giudici nazionali non possono adottare un approccio eccessivamente rigoroso nell'esaminare la condotta dei giornalisti nei procedimenti per diffamazione e non possono imporre sanzioni pecuniarie eccessive e sproporzionate rispetto alle entrate dei reporter. I tribunali interni chiamati a valutare la condotta di un giornalista devono tener conto dell'impatto che la decisione potrebbe avere non solo nei confronti del singolo reporter, ma sui media in generale. È quanto stabilito dalla Corte europea dei diritti dell'uomo con la sentenza Kasabova e Bozhkov contro Bulgaria del 19 aprile che segna un'ulteriore vittoria



 



.Nella cronaca giudiziaria relativa a fatti oggetto di un processo penale anche se non ancora concluso, e a  maggior ragione nel resoconto del processo stesso, il giornalista adempie l'obbligo di controllo delle fonti quando fonda la notizia sulla lettura degli atti processuali, fonte più attendibile e certa nel momento della redazione dell'articolo (Trib. Milano 11 gennaio 1991, Postiglione, Dir. inf., 1991, 606).



 



24.6.2018 - Giornalisti. Unci: "Intimidatoria richiesta di danni dell'Inpgi a 14 colleghi".  Querela/bavaglio nel silenzio della Fnsi. Aver raccontato l'inchiesta Sopaf dal 2009 al 2017 con correttezza e puntualità non può essere un crimine. La Cassazione e la CEDU insegnano sul punto. IN CODA a questo Notiziario il paragrafo 7 sulla vicenda Sopaf. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25135



 



25.6.2018 - Diffamazione, lite temeraria, bavaglio ai cronisti & dintorni - Pubblichiamo un vecchio saggio di Franco Abruzzo sul quale i massimi vertici dell'Inpgi dovrebbero riflettere prima di avventurarsi in cause boomerang. I doveri del giornalista connessi all'esercizio del diritto di cronaca e di critica: 1. Premessa. Il rispetto della dignità della persona umana fondamento della nostra Costituzione. L'interesse dello Stato all'integrità morale della persona. Il concetto (giuridico) di giornalismo; 2. I padri costituenti e i limiti del diritto di cronaca nella legge sulla stampa del 1948; 3. Diritto di cronaca, diritto dei cittadini all'informazione e Corte costituzionale; 4. La professione giornalistica, come quella degli avvocati e dei medici, è nella Costituzione; 5. Il "decalogo" della Cassazione sui limiti del diritto di cronaca; 6. Il diritto di cronaca (e di critica) ancorato a "notizie vere"; 7. Diffamazione e responsabilità civile di editore, direttore e articolista; 8. Quando scatta l'interdizione della professione: 9. Il ruolo moderno dell'Ordine posto a tutela degli interessi della collettività; 10. Diffamazione, quotidiani e tribunale competente: da Monza una sentenza che declassa il giudice del luogo dove il giornale viene stampato; 11. Diffamazione online: Cassazione ribalta le regole. Competente il tribunale in cui risiede il presunto danneggiato. -  ricerca di FRANCO ABRUZZO - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25136



 



26.7.2018 - Mattarella riceve i rappresentanti degli enti di categoria. «La libertà di informazione diritto fondamentale». Al termine della cerimonia del Ventaglio, il Capo dello Stato ha incontrato il coordinatore Giovanni Negri e i vertici di Fnsi, Cnog, Inpgi, Casagit e Fondo pensione complementare, che hanno espresso apprezzamento per i riferimenti all'articolo 21 e preoccupazione per gli attacchi al ruolo dell'informazione e al segreto professionale e per la perdurante crisi del settore, auspicando una riforma delle leggi di sistema. (A questo punto, per rispetto verso il Capo dello Stato, l'Inpgi dovrà ritirare le citazioni contro i 14 giornalisti accusati ingiustamente. I 14 cronisti, occupandosi della vicenda Sopaf, hanno esercitato il diritto di cronaca ex artt. 51 Cp e 21 Cost.. Giulietti e Lorusso non possono far finta di nulla. Il comportamento dell'Inpgi è di una gravità senza eguali, perchè «La libertà di informazione è diritto fondamentale»). TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25220



 



IX. UFFICI STAMPA



2.5.2018 - Pasticcio Fnsi sul "giornalista pubblico": in subbuglio gli uffici stampa degli Enti locali e delle Regioni. Le amministrazioni pubbliche vogliono applicare il nuovo contratto (non giornalistico) anche a chi ha il Cnlg Fnsi/Fieg. Documento di protesta dei Cdr di 14 Regioni. La rapidità con cui la Fnsi è passata, nel giro di nemmeno 40 giorni, dall'entusiasmo all'impugnazione di fronte al Tribunale di Roma dell'accordo siglato in sede Aran solo dai sindacati confederali già la dice lunga sul disastro combinato dal segretario Raffaele Lorusso e dalla sua corte sui giornalisti della Pubblica amministrazione. - di Daniela Stigliano/Giunta Esecutiva della Fnsi - (IN CODA la risposta dei  "Sindacati regionali di stampa") - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24862



 



25.2.2018. UFFICI STAMPA NELLA P.A.: dopo il "decreto Tremonti" 112/2008 cittadinanza piena  soltanto per i giornalisti professionisti assunti  "con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa". Ma anche assunti a termine per la durata del mandato  del capo  dell'amministrazione. Per i professionisti iscritti agli Albi "si prescinde dal requisito della comprovata  specializzazione universitaria, ferma restando la necessità di accertare la maturata esperienza nel settore".



Concorso pubblico per l'assunzione a tempo indeterminato. L'UTILIZZO DEI COLLABORATORI COME LAVORATORI SUBORDINATI E' CAUSA DI RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA PER IL DIRIGENTE CHE HA STIPULATO I CONTRATTI. Nel mirino uffici stampa e redazioni della Pubblica amministrazione (di cui gli Ordini professionali fanno parte). La figura del portavoce.



INDICE



1. Urp, portavoce e uffici stampa nella P.A..



2. L'articolo 9 della legge 7 giugno 2000 n. 150 (Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni)  inquadra sul piano normativa l'Ufficio stampa.



3. Ufficio stampa: analisi dell'articolo 9 della legge n. 150/2000 e del suo  Regolamento (Dpr 442/2001) nonché dell'articolo 7 (nuovo comma 6) del dlgs 165/2001. Soltanto giornalisti  professionisti assunti come collaboratori e in via "temporanea".   - di Franco Abruzzo/presidente emerito dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia - Testo in: http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=3028



 



22.2.2018 - Il contratto Enti locali apre al "giornalista pubblico". Fnsi: «Risultato importante. Ora il confronto con l'Aran su diritti e garanzie», - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24521



 



23.2.2018 - Pa, il profilo del 'giornalista pubblico' entra anche nel comparto Sanità. Sottoscritta da Aran e sindacati l'Ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro 2016-2018. Il rinnovo riguarda i lavoratori di Aziende sanitarie e ospedaliere del SSN, policlinici universitari, Arpa, istituti zooprofilattici sperimentali e altri istituti di cura. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24529



 



X. VITALIZI  & PRIVILEGI.



20.4.2018 - Vitalizi e doppie pensioni, una verità sconveniente. Il finto problema dei vitalizi ai parlamentari e il vero problema delle doppie pensioni. E dei contributi previdenziali che da decenni lo Stato non versa nelle casse dell'Inps. - di Dimitri Buffa/opinione - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24810



 



16.4.2018 - Il Disegno di legge S. 2888 sull'abolizione dei vitalizi non risolve affatto lo scandalo della doppia pensione a spese di "Pantalone" in vigore da circa 48 anni e costato sinora agli italiani oltre 5 miliardi di euro. Tutto é legato all'erronea interpretazione estensiva-manipolativa dell'art. 31 dello Statuto dei lavoratori (legge 20 maggio 1970 n. 300) che consente l'accredito dei contributi previdenziali figurativi, cioé gratuiti, per deputati, senatori, parlamentari europei, consiglieri e Governatori regionali e Sindaci di grandi città. La soluzone e potete leggerla qui sotto. - Lettera di Pierluigi Franz a Franco Abruzzo/presidente del MIL (Movimento Informazione e Libertà). - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24798



 



15.4.2018 - ECONOMIA. Tito Boeri a Mezz'ora in più: "Non solo vitalizi, gli onorevoli hanno un altro privilegio". Il presidente dell'Inps spiega il meccanismo degli oneri figurativi (a carico della collettività): "Ho scritto a Fico ma non ho ricevuto risposta". - di huffingtonpost.it - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24797



 



9.4.2018 - TUTTI I PRIVILEGI DELLA CASTA. NON C'E' SOLO IL VITALIZIO DEGLI EX PARLAMENTARI.  Vero scandalo  sono le "doppie pensioni" dei parlamentari. Logica vuole che un dirigente o un giornalista che venga eletto in Parlamento, vada in aspettativa e versi i contributi soltanto per l'attività di parlamentare. Non è così. Grazie ad una distorta interpretazione dell'articolo 31 dello Statuto dei Lavoratori, i parlamentari in questo caso possono continuare a versare la loro quota di contributi alla Cassa di provenienza, e la quota spettante al datore di lavoro (di norma i 2/3), essendo loro in aspettativa, resta a carico della Cassa Previdenziale interessata (INPS, INPGI, ecc.). E naturalmente continuano ad avere diritto in parallelo anche al vitalizio da parlamentare. Vogliamo cancellare una volta per tutte questa palese indecenza? - di GUGLIELMO GANDINO - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24747



 



2.4.2017 - Vitalizio, la Cassazione ribadisce: non è una pensione.  Gli ermellini hanno dato torto al politico molisano Michele Iorio che aveva dedotto le trattenute dalle tasse anni fa. -  di Rita Iacobucci/primopianomolis - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23079



 



27.7.2017 - Pubblichiamo il testo della lettera aperta inviata da Pierluigi Franz ai Presidenti delle Camere: "No alla doppia pensione per gli ex parlamentari a spese di "Pantalone" (=Stato italiano) grazie alla distorta interpretazione dell'articolo 31 dello Statuto dei Lavoratori". Nessuna risposta, silenzio imbarazzante. E così gli on. incassano vitalizio e assegno Inps (o Inpgi o Casse). E' l'effetto di una subdola interpretazione del significato del termine "vitalizio" che - in virtù della cosiddetta "autodichia" ed autonomia assoluta di bilancio di Montecitorio e di palazzo Madama che impedisce sul nascere qualsiasi successivo controllo da parte della Corte dei Conti - la Camera e il Senato hanno elargito alla fine del loro mandato anche agli ex deputati ed ex senatori che avevano mantenuto la copertura previdenziale grazie all'articolo 31. - di PIERLUIGI FRANZ - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23653



 



XI. MIL (Movimento informazione e Libertà)



14.10.2010 - E' nato il MIL (Movimento "Informazione e Libertà"). Manifesto in 31 punti. Centralità della deontologia - Giornalisti solo per via universitaria - Conferma del praticantato d'ufficio soprattutto per i pubblicisti che vivono di giornalismo - "Banchieri, giù le mani dai giornali" - "La pubblicità stia al suo posto e non sostituisca l'informazione" -"Si pubblica tutto ciò che non è temporaneamente vietato dal Gip, salvaguardando la dignità della persona e la verità sostanziale dei fatti" - Dobbiamo tornare a fare inchieste, che facciano male a qualcuno - Garantire ai redattori addetti al desk, come prevede il Cnlg, il diritto alla firma almeno settimanalmente - Tabella di compensi relativi agli articoli, ai servizi giornalistici e fotogiornalistici depositata presso le Camere di commercio e che valga come uso o consuetudine - Attuazione dell'articolo 45 ("Aggiornamento culturale e professionale") del Cnlg con il gettito assicurato dall'articolo 116 della legge 388/2000 oggi incamerato dall'Inpgi in mancanza di un'intesa Fnsi/Fieg: è una priorità la costituzione del "Fondo nazionale paritetico interprofessionale per la formazione continua dei giornalisti" - Creazione della figura del "MEDIATORE" all'interno dei Consigli dell'Ordine prevista dal dlgs 28/2010 per risolvere in via "amichevole" le vertenze civili (status professionale, deontologia, tariffe, lavoro autonomo, diffamazione a mezzo stampa, abusivismo, rettifiche e periodici tecnici) - Ritorno all'Inpgi pubblico? -di FRANCO ABRUZZO/portavoce - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=5284



 



 



XII. TRIBUNA STAMPA PORTAVOCE DELLA FEDERAZIONE PUBBLICISTI.



5.12.2017 - IL GIORNALE ONLINE "WWW.TRIBUNASTAMPA.ORG" E IL BLOG "tribuna stampa 2.0" SONO LA VOCE DELLA NEONATA   FEDERAZIONE NAZIONALE GIORNALISTI PUBBLICISTI ITALIANI (FNGPI). ENRICO CAMPAGNOLI, CONSIGLIERE DELL'ALG, NE È L'ANIMA E IL DIRETTORE. Franco Abruzzo, portavoce del MIL:"Tribuna Stampa è la voce storica del pubblicismo italiano. E' un ritorno importante per reagire alla politica della Fnsi che ha oscurato la rappresentanza dei pubblicisti". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24149



 



6.9.2018 - Lettera a Franco Abruzzo/portavoce de Mil. Enrico Campagnoli (presidente della Federazione Nazionale Giornalisti Pubblicisti Italiani): "Predisposto un documento con  alcune  idee sul futuro del nostro ordinamento professionale in vista dell'incontro con Crimi. Chiedo ai colleghi di leggerlo e di pronunciarsi". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=25277



§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§



XIII - L'autore del messaggio: FRANCESCO ("FRANCO")  ABRUZZO, giornalista professionista dal 3/2/1963, già in forza per lunghi anni a IL GIORNO e a IL SOLE 24 ORE,  dal 9 ottobre 2017 consigliere nazionale dell'Ordine dei Giornalisti, dal marzo 2016 sindaco dell'Inpgi, dal 2007 portavoce prima del Movimento "Giornalisti per la Costituzione" e poi del  del MIL (Movimento Informazione e Libertà), dal novembre 2013 al 25 ottobre 2017 presidente dell'Unpit (Unione nazionale pensionati per l'Italia),  dal giugno 1986 al settembre 2017  consigliere dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia (di cui è stato presidente per 18 anni, dal 1989 al 2007), nel 1978 tra i fondatori di "Stampa democratica" con Walter Tobagi e Massimo Fini, olim consigliere dell'Associazione lombarda dei Giornalisti e olim docente universitario a contratto di Diritto dell'Informazione e Storia del Giornalismo.  - cell 3461454018, redazione telef/fax 022484456, skype: fabruzzo39, mail: fabruzzo39@yahoo.it  - fabruzzo39@gmail.com - (il "CHI E'" è in http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=5 ).



...............................



.TRASPARENZA/La biografia di Francesco ("Franco") Abruzzo sindaco dell'Inpgi  (con il certificato generale penale e civile del Casellario giudiziale e il certificato dei carichi  pendenti rilasciati dalla Procura della Repubblica di Milano).  - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23187



............................



18.5.2013 - Risposta. Franco Abruzzo: "Dicono che sono calvinista. Se calvinista significa far rispettare le regole dellaprofessione, ebbene io sono calvinista convinto e lotto contro l'ingiustizia". "Se il giornalismo non recupera in fretta il rispetto della deontologia è destinato ad affondare travolto dagli interessi della pubblicità e dei poteri politico/bancari". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=5318



§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§



XIV. RICHIESTA AI LETTORI DEL NOTIZIARIO -  Per adeguarci alla nuova normativa europea sulla privacy (GDPR) in vigore dal 25 maggio 2018 Vi chiedo gentilmente di manifestare la propria volontà di ricevere il notiziario da me diretto.  Se acconsentite non rispondete . In caso contrario, invece, inviate una email a FABRUZZO39@yahoo.it . Vi ringrazio per l'attenzione. Cordiali saluti, Francesco (detto Franco) Abruzzo (cell 3461454018)



§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§



XV - Privacy Policy - APPELLO DI  FRANCO ABRUZZO. VOGLIO ESSERE UTILE FACENDO CIRCOLARE LE NOTIZIE SUL MONDO DEI MEDIA avvalendomi dei diritti riconosciuti ai cittadini italiani ed europei  dagli articoli 4 (II comma) e 21 Cost. nonché  dall'art. 10 Cedu.  Recita l'articolo 4 (II  comma) della Costituzione: "Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, una attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società". Per realizzare (senza lucro personale) questo precetto costituzionale, HO BISOGNO DI NUOVE EMAIL. L'obiettivo è quello di raggiungere una platea sempre più vasta di  operatori dell'informazione e della comunicazione. Voglio essere utile, fornendo notizie (anche in controtendenza) sul mondo dei media in modo da sviluppare il senso critico e il dibattito nella società italiana.  Ho bisogno di altre email di giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti o di persone interessate al dibattito sui temi dei media. MI DATE UNA MANO?  Scrivetemi SOLO all'indirizzo FABRUZZO39@YAHOO.IT - Anche una sola mail nuova è utile! Gli indirizzi mail presenti nell'archivio provengono  da elenchi di pubblico dominio e anche da contatti personali: "il consenso non è richiesto quando il trattamento riguarda dati provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque" (art. 24, lettera c, del dlgs 196/2003 sulla privacy). A ogni destinatario  è assicurato il diritto di  "opposizione" (art. 7, punto 4, del dlgs 196/2003) e di  essere pertanto cancellato dalla mailing list: in tal caso basta segnalare tale volontà, scrivendo CANCELLAMI a FABRUZZO39@YAHOO.IT e  precisando l'indirizzo da rimuovere con procedura immediata. I dati sono trattati nel rispetto delle vigenti norme sulla riservatezza. Tutti i destinatari delle mail sono in copia nascosta.  Si precisa che il presente documento costituisce, nel rispetto della normativa europea, la "Privacy Policy" di questo sito che sarà soggetta ad aggiornamenti. Si precisa, infine, che per non ricevere alcun messaggio basta anche cliccare qui sotto...


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com