Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
   Attualità
   Carte deontologiche
   CASAGIT
   Corte di Strasburgo
   Deontologia e privacy
   Dibattiti, studi e saggi
   Diritto di cronaca
   Dispensa telematica per l’esame di giornalista
   Editoria-Web
     » FNSI-Giornalismo dipendente
   Giornalismo-Giurisprudenza
   I fatti della vita
   INPGI 1 e 2
   Lavoro. Leggi e contratti
   Lettere
   Ordine giornalisti
   Premi
   Recensioni
   Riforma professione
   Scuole di Giornalismo e Università
   Sentenze
   Storia
   Tesi di laurea
   TV-Radio
   Unione europea - Professioni
  Documenti
FNSI-Giornalismo dipendente
28° Congresso Fnsi, Lorusso e Giulietti: «Serve un confronto con il governo per riportare al centro il lavoro». «La politica e l'esecutivo devono farsi carico della situazione del settore, perché l'informazione è cruciale nella democrazia, come ha sottolineato più volte il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella», hanno ribadito i vertici del sindacato dei giornalisti lasciando Levico Terme.  (15/02/2019)
Congresso FNSI, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti riconfermati segretario generale e presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana. Lorusso è eletto, al primo scrutinio, con 243 voti su 308. AlGiulietti sono andate 91 delle preferenze espresse dai 110 consiglieri nazionali presenti alla prima assemblea del nuovo mandato.  (15/02/2019)
28° Congresso Fnsi, Giulietti: «Non c'è futuro senza rispetto della memoria». L'intervento del presidente ha chiuso la sessione pomeridiana del secondo giorno di lavori. Grazie ai colleghi minacciati, «che con il loro coraggio si guadagnano, ogni ora, l'incommensurabile dignità umana e civile», dice, perché «sotto scorta dovrebbero finire i mafiosi e non i giornalisti».  (14/02/2019)
AL CONGRESSO FNSI: MODELLO EDITORI, SVUOTARE LE REDAZIONI E PIU’ PRECARI di Romano Bartoloni, presidente Gruppo romano giornalisti pensionati  (14/02/2019)
Il mercato pubblicitario italiano 2018 vale 8,4 miliardi (+2%). Nielsen: arrivati a fine ciclo. Ora inizia la discesa?  (14/02/2019)
- Congresso Fnsi, don Ciotti: giornalismo sorgente di democrazia. I social? Strumento formidabile di consenso e potere.  (14/02/2019)
Congresso Fnsi, replica conclusiva di Raffaele Lorusso: se il governo vuole dare un’impostazione seria al confronto il sindacato c’è. I  (14/02/2019)
Intervento del Presidente della Fondazione Murialdi, Vittorio Roidi, al XXVIII congresso della stampa italiana: " Dove sono le redazioni dei giornali italiani? Perché i problemi dell’informazione non sono presenti nei giornali? La nostra è una categoria ripiegata su se stessa. Il giornalismo non ha più la fiducia dei lettori, abbiamo una crisi di credibilità”.  (14/02/2019)
Congresso Fnsi, Mentana: la mancanza di ricambio generazionale è il problema del giornalismo in Italia.  (13/02/2019)
LEVICO TERME (TRENTO). Giornalisti: tessera dell'Ordine consegnata alla famiglia di Antonio Megalizzi. dal presidente Carlo Verna.  (12/02/2019)
12.2.2019 - CONGRESSO FNSI DI LEVICO TERME (TN). Raffaele Lorusso: "Dignità e inclusione parole chiave per il futuro della categoria". "Le criticità del modello italiano sono da tempo note a tutti e sono state più volte segnalate anche dagli organismi internazionali. Ancora oggi scontiamo la mancanza di una adeguata normativa antitrust e di regole sui conflitti di interessi, l’assenza di norme sulla regolazione del mercato pubblicitario, dove esiste ancora un’evidente sproporzione fra televisione e carta stampata, il servizio pubblico radiotelevisivo controllato dai governi, IL CARCERE PER I GIORNALISTI E LE QUERELE BAVAGLIO. A questo potremmo aggiungere la necessità di intervenire sul mercato del lavoro e sulla legge istitutiva dell’Ordine, la numero 69 del 1963, soprattutto sotto il profilo dell’accesso alla professione e del rispetto delle regole deontologiche. Il Congresso dedicato alla memoria di Antonio Megalizzi, il giovane cronista rimasto ucciso nell’attentato di Strasburgo dello scorso dicembre. Messaggi di Mattarella, Casellati, Fuco e Tajani. Silenzio del premier Conte (M5S).  (12/02/2019)
Tutto pronto per il XXVIII Congresso FNSI. Lorusso e Giulietti: «Auspichiamo di poterci confrontare. L'evento, dal titolo 'L'informazione non è un algoritmo. Libertà, diritti, lavoro nell'era delle fake news', sarà dedicato ad Antonio Megalizzi. 312 delegali provenienti da tutta Italia si incontreranno a Levico Terme (Tn) dal 12 al 14 febbraio per discutere del presente e del futuro della professione e per eleggere i nuovi vertici che guideranno il sindacato per il prossimo quadriennio. Diretta dei lavori su www.28CongressoFnsi.it  (08/02/2019)
La Consulta boccia il contratto Fieg-Fnsi per l'ufficio stampa della Regione Lazio. Cancellata la legge regionale 9/2017 "perché la contrattazione deve avvenire con l'Aran e quindi deve essere regolata in via esclusiva dal legislatore nazionale". IN ALLEGATO LA SENTENZA.  (25/01/2019)
SENTENZA INNOVATIVA DELLA CASSAZIONE SFAVOREVOLE AD UNA REDATTRICE NON ISCRITTA ALL'ALBO DEI GIORNALISTI CHE DOPO LA RISOLUZIONE D'UFFICIO DEL RAPPORTO DI LAVORO PER EFFETTO DI UNA PRECEDENTE DECISIONE DELLA STESSA SUPREMA CORTE NON AVRA' NEPPURE DIRITTO ALL'INDENNITA' SOSTITUTIVA DEL PREAVVISO.  (22/10/2018)
PENSIONI. ASPETTATIVE DELUSE SULLA PEREQUAZIONE. La Corte costituzionale con l'ordinanza 96/18 (redattore Sciarra) richiama la sentenza 250/17 e salva per il 2014 il principio secondo il quale "La rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici non è riconosciuta con riferimento alle fasce di importo superiori a sei volte il trattamento minimo INPS". La precedente sentenza 70/15 della stessa Corte, che aveva cancellato la legge Monti/Fornero sul blocco della perequazione, era stata svuotata dal dl 65/15 (Bonus Poletti). La ragion di Stato (art 81 Cost) ancora una volta prevale sullo stato di diritto.  (11/05/2018)
Pasticcio Fnsi sul “giornalista pubblico”: in subbuglio gli uffici stampa degli Enti locali e delle Regioni. Le amministrazioni pubbliche vogliono applicare il nuovo contratto (non giornalistico) anche a chi ha il Cnlg Fnsi/Fieg. Documento di protesta dei Cdr di 14 Regioni. La rapidità con cui la Fnsi è passata, nel giro di nemmeno 40 giorni, dall’entusiasmo all’impugnazione di fronte al Tribunale di Roma dell'accordo siglato in sede Aran solo dai sindacati confederali già la dice lunga sul disastro combinato dal segretario Raffaele Lorusso e dalla sua corte sui giornalisti della Pubblica amministrazione. (IN CODA la risposta dei "Sindacati regionali di stampa"). di Daniela Stigliano/Giunta Esecutiva della Fnsi  (02/05/2018)
Inpgi, il Consiglio generale approva il bilancio a maggioranza (43 sì, 11 no). Disavanzo di 100 milioni di euro (ma ora c'è il rischio del commissariamento dell'ente per tre anni ex art. 2, comma 4, del dlgs 509/1994, ndr).  (24/04/2018)
Il disastro italiano delle agenzie di stampa e la necessità dello “statuto dell’impresa editoriale". di Vincenzo Vita/Manifesto  (28/02/2018)
QUEL CHE ACCADE NEI GIORNALI: DOMINA L'ILLEGALITÀ. LA FNSI tace. SINTESI DI MASSIMO BORGOMANERI.  (23/02/2018)
Licenziamento disciplinare: casi di nullità. Il licenziamento è illegittimo in caso di genericità della contestazione disciplinare: la sentenza della Corte di Cassazione. di pmi  (08/02/2018)
Cronistoria del “pasticciaccio brutto dell’ex fissa” di Paolo di Mizio (componente del Comitato Diritto Ex Fissa)  (03/02/2018)
Ex fissa, le verità nascoste della letterina di Natale di Fnsi e Fieg. Entro il 31 dicembre 1.948 colleghi dovranno scegliere se accettare o meno il dimezzamento (o quasi) della cifra originaria. Senza un nuovo prestito da altri 23 milioni da parte dell’Inpgi (o delle banche?), nessuno però otterrà niente. Ecco tutti gli elementi per decidere. di Daniela Stigliano – Giunta Esecutiva Fnsi e Consigliera nazionale Inpgi  (28/12/2017)
EXFISSA. La lettera Fnsi/Fieg (TESTO IN CODA) è in fase di consegna. Ai giornalisti viene proposto di rinunciare al 50, al 45 o al 40 dell'importo che spetta loro in cambio di una liquidazione unitaria entro il 31 gennaio, in tre anni o in cinque anni. La quarta opzione è mantenere la rateizzazione prevista dall'accordo del 2014 (dodici o quindici anni). La rinuncia a fette consistenti della exfissa in cambio del pagamento "rapido" è subordinata "ai limiti delle risorse disponibili". Quindi se le richieste sono superiori alle risorse, che si fa? Chi saranno i prescelti? Quattro domande in attesa di risposte certe. IN CODA LA STORIA DEI FINANZIAMENTI INPGI AL FONDO. di Pierluca Danzi  (20/12/2017)
EXFISSA. Lettera dell'Associazione stampa toscana: la prossima rata entro gennaio 2018. Presto arriverà una lettera a tutti i 1948 giornalisti aventi diritto La proposta sarà dettagliata e personalizzata. Tuttavia, può essere riassunta, per sommi capi con il seguente schema: -chi rinuncerà al 50% dell’intero ammontare potrà ottenere la somma subito; - chi vorrà ottenere il 55% lo avrà in 3 anni;-chi opterà per il 60% lo avrà in 5 anni. Naturalmente, ha spiegato Raffaele Lorusso, le opzioni saranno tutte su base volontaria. Chi sceglierà di avere tutta l’ex fissa che gli spetta potrà continuare a riscuotere le rate per 12 - 15 anni.  (06/12/2017)
La ex fissa sarà pagata a dicembre 2017 o no? Lettera aperta di Paolo Di Mizio a FNSI, INPGI e FIEG. "È allucinante che a cinque giorni dal dovuto pagamento della rata, la FNSI - più ancora che la FIEG e l’INPGI - non senta il dovere di emanare una comunicazione chiara e trasparente. Tutto quello che abbiamo è zero virgola zero comunicazioni. Ero rimasto nell’illusione che il sindacato fosse un civilissimo benché imperfetto strumento di difesa dei lavoratori, e non invece un porto delle nebbie dove la dignità dei lavoratori svanisce e dove questi ultimi vengono assimilati a un gregge di pecore. Un sindacato del genere, scusate, non è un sindacato: è un’allucinazione, un incubo".  (24/11/2017)
Industria 4.0, tre milioni di posti a rischio: Italia in ritardo nella rivoluzione tecnologica. Su FqMillenniuM in edicola. "Non sono solo gli operai a doversi preparare a un cambio epocale. Il mensile del Fatto racconta come software sempre più evoluti e capaci di apprendere siano già entrati nelle professioni intellettuali, come il medico, l’avvocato, il manager, il giornalista. Ha anche fatto scrivere alcuni articoli a un robot. Non questo. Per ora". di il fattoquotidiano  (04/11/2017)
EX FISSA: PER CASO LA FIEG NON VUOLE PAGARLA PIU'? Domanda collegata all'intervento di Raffaele Lorusso (segretario generale Fnsi) al Consiglio nazionale Ungp del 5 luglio 2017. Lorusso ha dichiarato che, se la FIEG non mantenesse più il patto di versare all'INPGI somme sufficienti a garantire puntualmente il previsto pagamento rateale dell'EX FISSA a circa 1500 giornalisti in lista d'attesa (alcuni dei quali già da 8 anni), la Federazione Nazionale della Stampa affiancherà in tribunale i colleghi interessati con propri legali contro la FIEG. di Pierluigi Franz  (29/07/2017)
PREVIDENZA - NO ALLE RIFORME FARLOCCHE! BASTA CONFUSIONE! L'Inpgi/1 (che ha come iscritti solo giornalisti dipendenti), dal 1951 ente sostitutivo dell'Inps, non ha nulla da spartire con le Casse dei liberi professionisti, come afferma la sentenza 214/1972 della Corte costituzionale (testo in coda, ndr), e con le professioni "senza Albo" (legge 4/2013). Inglobare nell'INPGI e nel contratto Fnsi/Fieg mestieri collaterali al giornalismo è una soluzione disperata e giuridicamente sbagliata che non salva, comunque, l'Istituto. La proposta di legge di riforma delle casse (privatizzate dal dlgs 509/1994) in discussione alla Camera può riguardare unicamente la gestione separata dell'Istituto (o Inpgi/2) alla quale sono iscritti i giornalisti liberi professionisti. Il futuro dell'Inpgi/1 ha due prospettive: o torna ente di diritto pubblico (come era fino al 1994) o viene assorbito dall'Inps. La seconda soluzione è sostenuta dalla crisi della Fondazione che si riassume nell'aumento costante del numero dei pensionati e nella diminuzione altrettanto costante del numero dei contribuenti, mentre la vendita degli immobili, per far cassa, appare sostanzialmente in difficoltà. Quest'anno, come si legge nel bilancio preventivo, l'Istituto dovrà smobilitare titoli per 150 milioni di euro per pagare le prestazioni. di Pierluca Danzi  (26/07/2017)
Cassazione. Non derogabile nemmeno con accordo. Cambio di mansioni, la storia professionale deve essere rispettata di Giuseppe Bulgarini d'Elci/ilsole24ore  (25/07/2017)
Statuto dell'ALG (Associazione lombarda dei Giornalisti): 14 giornalisti (prima firma Massimo Alberizzi/senzabavaglio) chiedono al Tribunale di annullare le modifiche approvate da oltre mille colleghi.  (17/07/2017)
EDITORIA. AGCOM: RICAVI -24% IN 5 ANNI. EMERGE CHIARAMENTE UN NETTO SCIVOLAMENTO DELLA PROFESSIONE GIORNALISTICA VERSO LA PRECARIZZAZIONE, UN 'GENDER GAP' SIA NEGLI ASPETTI PURAMENTE REMUNERATIVI, SIA NELL'AVANZAMENTO DI CARRIERA. FORTI BARRIERE ALL'INGRESSO PER LE NUOVE GENERAZIONI".  (11/07/2017)
I big dell’editoria mondiale a Torino per chiudere i festeggiamenti dei 150 anni della ‘Stampa’. La tecnologia non sostituirà i giornalisti, ma serve investire più che tagliare. Google e Facebook devono assumersi la responsabilità di ciò che pubblicano. Il confronto tra John Elkann e Jeff Bezos.  (22/06/2017)
Testate online e giornalisti in Svizzera: Hearst farà da apripista? Ha utilizzato per prima le norme Fornero sul licenziamento economico nel caso di Alba Solaro. E ora fa un altro “strappo”. Mentre Fnsi e Inpgi stanno a guardare… di Daniela Stigliano – Giunta Fnsi e Consigliera generale Inpgi  (20/05/2017)
Smart working, Italia al via: ecco le novità. Il Senato ha dato il via libera al ddl, che regola il lavoro agile: stesso stipendio, parità contrattuale e diritto alla disconnessione i punti chiave. Regole applicabili anche alla PA. Corso (Polimi): "Regole flessibili che aiuteranno la diffusione" di Federica Meta/corrierecomunicazioni  (14/05/2017)
TAGLIO DELLE PRESTAZIONI EROGATE DAGLI ENTI PREVIDENZIALI PRIVATIZZATI. IMPORTANTE ORDINANZA DELLA CASSAZIONE CIVILE (N. 7568 DEL 23/03/2017). DICHIARATA L'ILLEGITTIMITÀ DEL PRELIEVO SUL TRATTAMENTO PENSIONISTICO, OPERATO, PER VIA AMMINISTRATIVA, DALLA CASSA NAZIONALE DL PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI. UN MONITO PER L'INPGI: IL MINISTERO DEL LAVORO DOVREBBE ORA RIESAMINARE IN AUTOTUTELA E CONSEGUENTEMENTE PROCEDERE ALL'ANNULLAMENTO D'UFFICIO DEL CONTRIBUTO STRAORDINARIO SUGLI ASSEGNI DEI GIORNALISTI IMPOSTO CON LA NOTA 36/1945 del 20/2/2017 (che ha recepito la delibera Inpgi 63/2016). - Lo Stato di diritto nell'Italia unita. Legge 2248/1865-Tabella E/Articolo 4: "L'atto amministrativo non potrà essere revocato o modificato se non sovra ricorso alle competenti autorità amministrative, le quali si conformeranno al giudicato dei Tribunali in quanto riguarda il caso deciso".  (01/05/2017)
Enrico Campagnoli (consigliere Alg) scrive ai membri dell’Ufficio di Presidenza del XXVII Congresso FNSI: "Sarebbe gradito conoscere quando l'Ufficio di Presidenza abbia convocato la sessione del XXVII Congresso FNSI per la modifica dello statuto il 19 aprile 2017 a Roma presso l'Hotel Hergife e quando e come sarebbero stati informati i delegati di tale convocazione. Le decisioni sono a rischio di invalidità".  (18/04/2017)
Giornalisti. Cassazione: possibile lavorare fino 70 anni, ma solo se l'azienda è d'accordo.  (15/03/2017)
RAI. FNSI-USIGRAI-ASSOCIAZIONE LIGURE DEI GIORNALISTI: CONFLITTO DI INTERESSI DI MAURIZIO ROSSI COME RELATORE (DI MINORANZA) DELLA CONVENZIONE. IL SENATORE È PROPRIETARIO DI UNA TV LOCALE LIGURE CHE NON APPLICA IL CNLG FNSI/FIEG AI GIORNALISTI. "HA SEMPRE FATTO UNA PALESE BATTAGLIA PER FAR ASSEGNARE ALL'EMITTENZA PRIVATA UNA PARTE DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO PUBBLICO".  (03/03/2017)
TORINO. Tribunale/sezione lavoro (giudice monocratico Aurora Filicetti). L'agenzia di stampa "LaPresse" batte Assostampa subalpina (ed Fnsi): il giudice esclude le condotte antisindacali dell'azienda denunciate dal sindacato. Guido Besana (Giunta Fnsi) "corregge" la versione della Subalpina.  (20/01/2017)
MEDIASET. FNSI: "NESSUN DUBBIO CHE IL TENTATIVO DI VIVENDI DI SCALARE MEDIASET RAPPRESENTI UN'OPERAZIONE CHIARAMENTE OSTILE. TUTELARE UN GRUPPO STRATEGICO. SERVONO NORME SU FUSIONI, ACQUISIZIONI E CONTROLLO DI AZIENDE EDITORIALI E DEL SETTORE DELLE COMUNICAZIONI". -IN CODA articoli del Corriere della Sera e di laRepubblica.  (15/12/2016)
Si é chiusa in Cassazione la lunga e complessa vicenda giudiziaria dei giornalisti dell'Ufficio Stampa della Regione Sicilia cessati dall'incarico per conclusione dell'incarico fiduciario che li legava al precedente Presidente. Respinto il ricorso di Pietro Nicastro.  (08/11/2016)
Accertamenti: dopo l’Agenzia delle Entrate arriva l’Inps (o l'INPGI per i giornalisti, ndr). Sui redditi omessi scattano controlli di Fisco e Inps (e Inpgi, ndr) per il pagamento dei contributi. Ma ci sono delle agevolazioni per i contribuenti che “collaborano”. di laleggepertutti  (08/10/2016)
Contratto, Fnsi e Fieg firmano la proroga: le norme restano in vigore fino al rinnovo. La trattativa proseguirà nelle prossime settimane. Posizioni distanti.  (29/09/2016)
ALG. ALL'ATTACCO le componenti sindacali Movimento Liberi Giornalisti, Senza Bavaglio e Unità Sindacale: “Noi chiediamo che la Presidenza della Lombarda convochi subito un'assemblea - da tenersi all'inizio di settembre - tra comitati e fiduciari di redazione e rappresentanti di collaboratori e freelance, le cui conclusioni vengano portate al Consiglio Direttivo per una valutazione e una presa di posizione ufficiale sui contratti, sulla legge dell’editoria e sulla futura riforma dell'Inpgi”. Gli editori attaccano i giornalisti. E il sindacato tace!  (11/08/2016)
Enti di categoria - Al via l’attività della Fondazione di studi sul giornalismo "Paolo Murialdi". Creata da Fnsi, Cnog, Inpgi e Casagit, la Fondazione ha lo scopo di raccogliere e mettere a disposizione di studiosi e ricercatori la documentazione sulla vita e la storia del giornalismo italiano. Presidente è stato eletto Enzo Iacopino: resterà in carica fino al 22 ottobre 2016. Raffaele Lorusso lascia il posto in Cda a Vittorio Roidi. Giancarlo Tartaglia nominato segretario generale.  (30/05/2016)
INPGI/ELEZIONI. FRANCO ABRUZZO (CANDIDATO SINDACO) SOSTIENE LE LISTE DI INPGI FUTURO E DI INPGI/LA SVOLTA (SONO IN CODA). PREVIDENZA. FRANCO ABRUZZO: “Con l’Unpit sto difendendo le pensioni di oggi e quelle di domani, ma soprattutto le pensioni costruite con 35/40 anni di versamenti d’oro. E denuncio la rapina di 10 miliardi perpetrata ai danni di 5,5 milioni di anziani per effetto della mancata perequazione negli ultimi 5 anni. In Unpit non c’è cittadinanza per le pensioni regalate dalla politica (leggi Mosca e Treu: legge Rumor sulle baby pensioni). La politica non può usare le pensioni come bancomat delle spese pazze della Pubblica amministrazione. Suvvia un po’ di pudore non guasterebbe! E non guasterebbe finalmente una seria repressione dell'evasione fiscale e dell'economia criminale".  (17/02/2016)
SCUOLA: INTESA MIUR-Fnsi, I GIONALISTI IN CLASSE COME PROF. IL PROTOCOLLO, CHE HA UNA DURATA TRIENNALE E SI RIVOLGE AGLI ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, SANCISCE "LA VOLONTA' DELLE PARTI DI ATTIVARE UNA PROGETTAZIONE CONGIUNTA, VOLTA ALL'AMPLIAMENTO E ALL'APPROFONDIMENTO DELL'OFFERTA FORMATIVA SUL TEMA DELL'EDUCAZIONE ALLA CULTURA DELL'INFORMAZIONE".  (12/02/2016)
CASSAZIONE SEZIONE LAVORO. LA "COLLABORAZIONE FISSA" (art. 2 del Cnlg) CONSENTE DI SCRIVERE PER ALTRI GIORNALI. L'obbligo di iscrizione all'Inpgi insorge per il fatto che si sia instaurato un rapporto di lavoro subordinato, anche come collaboratore fisso, con un soggetto che sia giornalista professionista o praticante giornalista (sentenza n. 21264 del 20 ottobre 2015, presidente Roselli, relatore Tricomi). di www.legge-e-giustizia.it  (07/12/2015)
Le novità introdotte dai decreti attuativi del Jobs act in materia di lavoro giornalistico: la circolare inviata dalla Fnsi agli iscritti.  (11/11/2015)
INPGI E INCREMENTO DELLE ENTRATE. OBIETTIVO REALISTICO E POSSIBILE. Le speranze legate al passaggio del personale degli Uffici Stampa dall'Inps all'Inpgi. E' un obbligo di legge. Da 3 a 4mila giornalisti attendono la regolarizzazione previdenziale. Nei primi sei mesi del 2015 recuperate le posizioni di 19 giornalisti utilizzati come comunicatori in grandi aziende private, banche, enti locali e multinazionali. Coinvolti grandi nomi come Fiat Chrysler, Mercedes, Porsche e Volkswagen. In questo caso i contributi versati dalle aziende non editoriali vengono subito direttamente travasati dall'INPS all'INPGI/1 senza interessi, né sanzioni, nè vertenze legali. I giornalisti occupati come addetti stampa si facciano parte attiva: chiedano il passaggio all'Inpgi. Non corrono alcun rischio e le loro aziende spendono qualcosa in meno come oneri sociali. L'Istituto ha appena 18 ispettori (15 dislocati a Roma e 3 a Milano). Sindacati e Ordini regionali si sveglino e facciano una campagna informativa efficace e capillare. di Francesco M. De Bonis  (24/07/2015)




Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com