Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Libro dei cronisti martiri
 
Libro dei cronisti martiri

I fatti della vita
19/04/2019
• Cassazione (sezione lavoro): é illegittimo il taglio delle pensioni introdotto dalle Casse di previdenza privatizzate senza una specifica norma di legge. La decisione n. 9864/2019 si aggiunge alle 37 sentenze tutte a senso unico e con motivazioni pressoché identiche tra loro, di cui otto nel solo periodo compreso tra il 10 dicembre 2018 e il 24 gennaio 2019.

18/04/2019
• Inpgi: ok al Bilancio 2018, gestione previdenziale -147,6 mln. Dinamiche 'immutate e non rassicuranti' sulla Cassa dei giornalisti.

di Ansa.it


16/04/2019
• Inpgi, il sottosegretario Claudio Durigon: soluzione al più presto, altrimenti l’ente avrà difficoltà. Al lavoro sull’allargamento della platea ai comunicatori. - IN CODA l'audizione di Durigon alla Camera + una dichiarazione dell'on.le Fazzolari (FdI).

14/04/2019
• UN'ALTRA LEZIONE DEL QUIRINALE AI PARLAMENTARI DISTRATTI (CRIMI IN TESTA) SULLA SOPRAVVIVENZA DELLE TESTATE GIORNALISTICHE. I TAGLI ALL'EDITORIA FAVORISCONO I GRANDI GRUPPI ECONOMICI E I CITTADINI RICCHI CHE VOGLIONO FARSI UN GIORNALE - Nel suo messaggio del 4 dicembre 2018 in occasione del Centenario della Fondazione dell'Associazione Stampa parlamentare, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha difeso la stampa: "Com’è noto, la nostra Costituzione non si limita stabilire principi e valori, ma chiede allo Stato di farsi parte attiva per il loro raggiungimento. Questo vale, naturalmente, anche per la libertà di opinione e di espressione. Il pluralismo informativo è un valore fondamentale per ogni democrazia, che va difeso e concretamente attuato e sostenuto".

14/04/2019
• Il caso Sabbah porta la Rai in tribunale. La giornalista israeliana ha fatto carriera senza essere iscritta all’Albo dei professionisti.

13/04/2019
• Giornalisti. Alg: "Insulti, sputi e minacce a una redattrice del quotidiano locale di Cremona impegnata nel racconto della cronaca del territorio e del processo a un esponente del centro sociale Kavarna. Reprimere il clima d'odio verso chi fa informazione".

13/04/2019
• Editoria. Raffaele Lorusso (Fnsi): "Nel mirino del Governo piccole realtà editoriali colpite con il taglio dei contributi pubblici".

13/04/2019
• Editoria. Raffaele Lorusso (Fnsi): "Nel mirino del Governo piccole realtà editoriali colpite con il taglio dei contributi pubblici".

12/04/2019
• EX FISSA FIEG/FNSI: PER DIECI VOLTE LA CORTE D'APPELLO DI ROMA SEZIONE LAVORO DA' RAGIONE ALL'INPGI

10/04/2019
• Agcom: nel primo bimestre 2019 aumenta la disinformazione online. Pubblicato il secondo numero dell'Osservatorio dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. A gennaio +10% nel giorno medio. A febbraio +4%. Sempre più marcata la concentrazione di contenuti fake sugli argomenti di cronaca e politica. Il link al report.

10/04/2019
• Cronisti minacciati, Fnsi: «L'Antimafia convochi i colleghi». L'appello durante la conferenza stampa convocata nella sede del sindacato dopo l'ultimo episodio di intimidazioni ai danni di Floriana Bulfon. «Solo insieme possiamo contrastare chi vorrebbe imbavagliarci», ha ribadito la giornalista di Repubblica e l'Espresso. Lorusso: «Da governo e parlamento solo annunci, nessun atto concreto». Giulietti: «È in atto una escalation di attacchi a chi illumina il malaffare».

09/04/2019
• Bottiglia con liquido infiammabile nell’auto di Floriana Bulfon. Solidarietà alla giornalista di Repubblica e L’Espresso, che ha trovato sul sedile del passeggero della sua auto una bottiglia contenente del liquido infiammabile. La cronista in passato era stata minacciata da alcuni membri del clan Casamonica. Sono in corso le indagini della Polizia di Stato e della Scientifica.

di Alessia Rabbai/fanpage


09/04/2019
• Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi. Ads febbraio: i primi crescono poco, bene Gazzetta e Unione Sarda.

di primaonline.it


08/04/2019
• INPGI: è ripartito il tavolo tecnico al Ministero del Lavoro. I vertici dell'ente hanno consegnato il bilancio tecnico attuariale, che ovviamente ipotizza l'allargamento della platea degli iscritti con l'assorbimento nel'Istituto dei comunicatori dei settori pubblici e privati nonché di coloro che svolgono attività, anche di natura tecnico-informatica, inerente la produzione, il confezionamento o la fruibilità di contenuti a carattere informativo diffusi sul web o su altro canale multimediale. Gli esperti dei Ministeri vigilanti (Economia e Lavoro) e della Ragioneria generale dello Stato ora faranno le loro valutazioni sull'impatto (130/150 mln?) delle nuove iscrizioni sui conti della Fondazione. A fine settimana dovrebbe tenersi una riunione politica con Durigon e Crimi. Il nuovo assetto dell'Istituto potrebbe essere inserito nel "Dl crescita". IN CODA il testo dell'emendamento Capitanio (Lega) destinato al dl 4/2019 ("decretone") e bloccato dal presidente Fico.

08/04/2019
• Cdr de "Il Giornale": azienda conferma la chiusura della redazione romana. "Decisione inaccettabile".

07/04/2019
• INPGI, COME CAMBIA DAL 2019 AL 2021 LA RIVALUTAZIONE DELLE PENSIONI DEI GIORNALISTI. La previdenza Inpgi non si sottrae alle disposizioni della Legge di Bilancio 2019, previste per regolare la materia che deve (dovrebbe) restituire potere di acquisto all’intera platea di chi è uscito dalle redazioni. L’adeguamento automatico rispetto al sistema generale è stabilito nello stesso Regolamento dell’istituto. - di puntoacapo.org

06/04/2019
• Editoria. Crimi: "Basta ipocrisie sui privilegi di Radio Radicale. Nessuno vuole chiuderla, ma è un'anomalia tutta italiana". Il sottosegretario all'Editoria ricorda che "l'art. 25 co. 1 lett. i) del Contratto di Servizio 2018-2022 prevede che la Rai deve per l'appunto fornire un canale tematico dedicato alla comunicazione concernente le istituzioni e cosi prevede il Piano industriale, quindi che senso ha che si provveda ancora a mantenere in piedi una convenzione onerosa con una radio privata?".

05/04/2019
• Se e come ricorrere contro il nuovo blocco della perequazione.

di Salvatore Rotondo


04/04/2019
• Pirateria audiovisiva. Fapav: è business criminale anche di dati. La sua dimensione economica si calcola in 617 milioni di euro di fatturato persi annualmente dall industria audiovisiva italiana, in oltre 1 miliardo di danno per il sistema Paese (di cui 171 milioni di mancati introiti fiscali), mentre e´ di 5.700 la stima dei posti di lavoro a rischio. Poca consapevolezza dei rischi, serve più informazione.

di primaonline.it


04/04/2019
• Classifica Comscore dell’informazione online. A febbraio Citynews in testa; Gedi toglie le testate. Guarda tutte le aggregazioni – TABELLA.

di primaonline


04/04/2019
• EDITORIA. MAURIZIO BOLOGNETTI IN SCIOPERO DELLA FAME PER SALVARE RADIO RADICALE. IL DIGIUNO GIUNTO AL 36MO GIORNO PER "DIRITTO UMANO E CIVILE A POTER CONOSCERE PER DELIBERARE".

04/04/2019
• GIORNALISTI. CARLO CHIANURA CONFERMATO PORTAVOCE DI 'PUNTOEACAPO': “Abbiamo sostenuto per senso di responsabilità l’iniziativa della presidenza sul possibile accorpamento all’Inpgi dei comunicatori. Ma nessuno oggi può escludere che il cammino dell’Inpgi inteso come ente autonomo e privatizzato possa avviarsi a conclusione. Con la conseguente inevitabile confluenza nel sistema generale”.

03/04/2019
• TERMINI IMERESE. AZIONE TEMERARIA? - L'indagata querelò due giornalisti e viene a sua volta accusata di calunnia dalla Procura. La vicenda riguarda due cronisti di LiveSicilia e Repubblica.

03/04/2019
• EQUO COMPENSO. DI MAIO A CONFPROFESSIONI: "Esamineremo quanto prima la norma, partendo dall'aggiornamento dei parametri giudiziali fino a un COMPENSO dignitoso per tutti i professionisti". L'incontro con il presidente Gaetano Stella a margine del lancio della petizione di Confprofessioni e di altre sigle del lavoro autonomo per chiedere l'immediata attuazione della norma sull'EQUO COMPENSO. - IN CODA: Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato all'unanimità la proposta di legge n. 69 "Disposizioni in materia di EQUO COMPENSO e di tutela delle prestazioni professionali". Questa normativa riguarda 175mila professionisti laziali

02/04/2019
• Editoria. Raffaele Lorusso (Fnsi): "Democrazia nel mirino del governo. No a pensiero unico. Se Mattarella interviene 8 volte su questo tema, evidentemente un pericolo c'è".

01/04/2019
• L'ex direttore delle Risorse Umane della Rai Gianfranco Comanducci ha vinto la sua battaglia giudiziaria contro il settimanale L'Espresso per un articolo ritenuto diffamatorio pubblicato ben 12 anni e mezzo fa. La terza Sezione civile della Cassazione ha infatti definitivamente confermato un indennizzo di 18 mila euro liquidato nel 2015 a suo favore dalla Corte d'Appello di Roma.

01/04/2019
• Lettera/sfogo di un 'pensionato d'oro': "Quando noi pensionati dobbiamo avere, non sono sufficienti le sentenze della Corte costituzionale, quando dobbiamo dare si procede “d’ufficio”. Sempre due pesi e due misure".

di Rino Impronta/dirigente della Banca d'Italia in pensione


31/03/2019
• Toscana, due licenziamenti a Radio Blu. Fnsi e Ast: «Basta giornalisti usa e getta». L'emittente rivede il palinsesto e vuole liberarsi dei giornalisti, in forze al gruppo dal 2015 prima a partita Iva e poi, da oltre un anno, assunti. Appello alla Regione perché valuti «se situazioni di questo tipo sono compatibili con la concessione di contributi pubblici».

31/03/2019
• 'Le battaglie di oggi per il dovere di informare', Giulietti: «I tagli sono arrivati, la legge contro i bavagli no». Intervenendo al seminario dedicato a Guido Columba, il presidente Fnsi è tornato sui temi del confronto con il governo, rispetto ai quali «non si può essere moderati perché sono in discussione diritti fondamentali», e sulle querele temerarie: «Vera e propria 'lupara' contro i cronisti», ha ribadito.

29/03/2019
• MARINA MACELLONI in occasione di un convegno organizzato dall’associazione PA Social a Roma, nella sede di Agcom: "L’Inpgi ripresenterà l’emendamento Durigon: vogliamo accogliere i comunicatori".

28/03/2019
• ROMA. Giornalisti dell'Espresso aggrediti: arrestato Giuliano Castellino leader romano di Forza nuova (Fn). Ai domiciliari anche Vincenzo Nardulli, esponente del movimento di estrema destra Avanguardia Nazionale. Accusa di rapina e lesioni. L'episodio in occasione delle celebrazioni di gruppi neofascisti dell'anniversario dei morti di Acca Larentia. Dalle indagini è risultato che i due arrestati "hanno operato in maniera spregiudicata - scrive il gip - aggredendo violentemente chi ha osato intromettersi nelle loro iniziative nonostante si trattasse di manifestazione pubblica".

di Marco Maffettone/ANSA


28/03/2019
• Diritti umani, l'impunità per chi minaccia i giornalisti è una violazione della Convenzione europea. Nuova sentenza della Corte di Strasburgo secondo cui gli Stati non solo devono astenersi dall'ingerirsi nella libertà di stampa, ma devono anche adottare ogni misura per consentire l'esercizio dell'attività giornalistica, per evitare un chilling effect a danno della collettività.

di Marina Castellaneta*


27/03/2019
• INPGI. MARINA MACELLONI: INTENDIAMO RIPROPORRE L’EMENDAMENTO PER L’ALLARGAMENTO DELLA PLATEA DEI CONTRIBUENTI.

26/03/2019
• 26.3.2019 - DIRITTO D’AUTORE.- Copyright, il Parlamento europeo approva la direttiva Ue. Cosa cambia ora. Il via libera dall’aula di Strasburgo all’accordo provvisorio raggiunto a febbraio soprattutto per quanto riguarda internet è passato con 348 sì, 274 no e 36 astenuti. Le nuove norme Ue sul copyright, che includono salvaguardie alla libertà di espressione, consentiranno a creatori ed editori di notizie di negoziare con i giganti del web; equo compenso in Rete. IN CODA Lorusso: «Il lavoro va sempre retribuito».

di ilsole24ore.com


25/03/2019
• Parametri per i giornalisti determinabili in via analogica in virtù del richiamo contenuto nella disposizione dell'articolo 40 del decreto del Ministero della Giustizia n. 140/2012 sui "compensi professionali". Lo stesso Ministero ha respinto la richiesta dell'Ordine nazionale dei Giornalisti di fissare parametri specifici per la categoria dei Giornalisti, rinviando appunto all'articolo 40 del dm 140/2012.

25/03/2019
• #CrisiInpgi1, prima i giornalisti (e le nostre pensioni) - Diverse le ipotesi per salvare la nostra previdenza. Stati generali dell’Editoria e tavolo tecnico devono essere l’occasione per valutarle e scegliere la più efficace. Sì a una soluzione rapida, non frettolosa.

di Unità Sindacale/Movimento con propri rappresentanti in Fnsi, Inpgi, Casagit, Fondo di previdenza complementare e Ordine dei Giornalisti


23/03/2019
• Crimi spara cifre sbagliate sulla pensione media dei giornalisti dipendenti (75mila euro ieri, 23mila oggi). La realtà è diversa come afferma una inchiesta di Assinews (quotidiano online assicurativo): con circa 77.740 mila euro l’anno sono i notai a essere in cima alla classifica dei pensionati più ricchi. Seguiti dai docenti universitari (65 mila), dai giornalisti (52.060), dai dirigenti di azienda (51.020) e dagli iscritti al fondo Volo, prevalentemente Alitalia (45.580). Ci sono poi i commercialisti (36.220) e più distanziati gli avvocati (27.250), i lavoratori del settore telefonico (26.260) e i ragionieri (25.830). Giornalisti, quindi, al terzo posto dopo aver detenuto per anni la seconda posizione.

22/03/2019
• INPGI. ADEPP: "Dal Governo espressa la volontà di preservare l’istituto". L’associazione degli enti di previdenza privati esprime soddisfazione per l’esito dell’incontro convocato dal sottosegretario Claudio Durigon al Ministero del Lavoro per discutere sul futuro della Fondazione dei giornalisti. Alberto Oliveti: "Verrà avviato un tavolo a cui prenderanno parte i ministeri del Lavoro e dell’Economia, oltre a rappresentanti dell’Inpgi e dell’Adepp, per esaminare le soluzioni tecniche e la loro percorribilità. Si va verso una soluzione positiva per l’Istituto e per tutti gli iscritti attuali e futuri”. - IN CODA articolo di Federica Micardi/ilsole24ore.

22/03/2019
• EDITORIA & INPGI. La Fnsi scomunica il dissenso sull'Istituto di previdenza e attacca Fico (scambiato per il Governo) affossatore dell'emendamento Capitanio, - che puntava ad allargare la base contributiva della Fondazione- , e la maggioranza parlamentare 'colpevole' di aver bocciato il contrasto al precariato attraverso l'abolizione della figura dei collaboratori coordinati e continuativi. - In coda la presa di posizione dei "Giornalisti di Pluralismo e Libertà".

22/03/2019
• INPGI. Marina Macelloni: "Pronti a recepire i cambiamenti del mercato del lavoro". Così la presidente dell'Istituto in un'intervista apparsa sulla newsletter dell'Adepp. Frecciata al presidente della Camera, che ha affossato l'emendamento Capitanio. "Fico ha deciso di dichiarare inammissibile l’emendamento per 'estranietà di materia'. Una decisione 'particolare' visto che l’emendamento era inserito dentro un decreto che conteneva norme di tipo previdenziale". - In coda presa di posizione dei "Giornalisti di Pluralismo e Libertà".

21/03/2019
• INPGI: Durigon convoca domani 22 un tavolo per "avviare un confronto sull'attuale situazione delle Casse di previdenza private, con particolare riferimento alla situazione dell'Inpgi". Invitati i vertici di tutti gli Enti dei professionisti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria Vito Crimi ed esponenti del Ministero dell'Economia.

21/03/2019
• Equo compenso. Tar Lazio: entro 30 giorni il Die (Dipartimento Informazione Editoria di Palazzo Chigi) convochi la "Commissione per la valutazione dell'equo compenso nel lavoro giornalistico". Accolte le richieste dell'Assostampa siciliana, di Stampa Romana e di due giornalisti. IN CODA la SENTENZA.

20/03/2019
• "PA SOCIAL". Comunicazione pubblica, serve una nuova legge. L'Associazione l con il Presidente Di Costanzo ha appoggiato l'emendamento Inpgi-comunicatori sostenendo "che deve essere presentato nuovamente e approvato, è un primo passo importante per l'organizzazione di un polo professionale che sia la base per una vera apertura dell'Ordine dei Giornalisti, per il riconoscimento di figure professionali tradizionali e nuove, per l'aggiornamento della legge 150".

20/03/2019
• Sull' INPGI si profila uno scontro M5S-Lega (protagonisti due sottosegretari). - VITO CRIMI (M5S): "Via a un tavolo separato per una soluzione rapida ma complessiva. Accelerare con un emendamento non è stato correttissimo". CLAUDIO DURIGON (Lega): "Subito un tavolo tecnico sulle Casse di previdenza. Trattativa al Ministero del Lavoro anche su investimenti e fondo di solidarietà". MASSIMILIANO CAPITANIO (deputato della Lega): "Ampliare la platea dei contribuenti è il nostro impegno. Con il mio emendamento al decretone, condiviso trasversalmente, non ho voluto dare alcuna accelerazione impropria".

19/03/2019
• GIORNALISTI. CARLO VERNA: "SI AGLI STATI GENERALI DELL’INFORMAZIONE MA IL GOVERNO SOSTENGA L’INPGI E SOSPENDA I TAGLI ALLA PICCOLA EDITORIA".

dichiarazione del presidente dell'Ordine nazionale


19/03/2019
• EDITORIA: E' GUERRA AL 'GIORNALE', DAL 30 APRILE CHIUDE LA REDAZIONE ROMANA. Nota sindacale: "Oggi l'azienda con un vero e proprio ricatto, mette diciannove lavoratori e le loro famiglie davanti alla scelta secca tra le dimissioni e il trasferimento coatto da Roma a Milano". I giornalisti hanno proclamato uno sciopero immediato.

19/03/2019
• Sky ignora le sentenze di reintegro dei lavoratori licenziati, pignoramenti dell’ufficiale giudiziario a Sky Tg24.

di usb.it


18/03/2019
• INPGI: NECESSARIO INTERVENIRE PER CONTINUARE A TUTELARE L’INDIPENDENZA DELL’INFORMAZIONE A PRESIDIO DEL SISTEMA DEMOCRATICO.

Articolo di Pierluigi Roesler Franz/Componente del Collegio Sindacale del'Istituto.


18/03/2019
• Decretone: l'emendamento 'salva Inpgi' non supera l'ammissibilità. Lo stop è arrivato, secondo quanto riferiscono fonti della presidenza della Camera, a causa della mancanza della stretta attinenza con il decreto legge all'esame. "Non c'è - sottolineano ancora le stesse fonti - alcuna valutazione di merito politico rispetto alla norma".

17/03/2019
• CLAMOROSO - Rinnovo dei vertici del Fondo Pensione Complementare dei Giornalisti Italiani con il voto elettronico: grande vittoria delle opposizioni alla FNSI! Eletti tutti e 4 i candidati per il Consiglio di Amministrazione Simona Fossati, Corrado Chiominto, Marco Lo Conte e Tiziana Stella e il sindaco Lorenzo Giannuzzi. Con 4 su 6 consiglieri e 1 sui 2 sindaci le opposizioni alla FNSI hanno per la prima volta la maggioranza in circa 25 anni della parte giornalistica del CdA del Fondo Pensione Complementare dei Giornalisti Italiani (gli altri 6 componenti del CdA sono infatti nominati dagli editori).

Vai ai Fatti della vita »
Tutti i giornali del mondo Rassegne stampa

Oggi nel mondo

    In primo piano
    Libertà di stampa, Italia 43/a, migliora e supera gli Usa. Rapporto Rsf: Norvegia in testa, ultimi Corea Nord e Turkmenistan. Fnsi: "Non si deve abbassare la guardia".

    ROMA, 18 aprile 2019. - L'Italia continua a guadagnare posizioni e supera gli Stati Uniti nella classifica mondiale di Reporters sans frontie'res (Rsf) sulla liberta' di stampa, che vede il nostro Paese al 43mo posto (su 180) rispetto al 46mo dell'anno scorso e al 52mo del 2017: gli Usa, intanto, indietreggiano al 48mo posto contro il 45mo del 2018. In testa alla graduatoria annuale pubblicata oggi dalla Ong francese c'e' di nuovo la Norvegia, seguita dalla Finlandia (+2 posizioni) e dalla Svezia (che perde una posizione). Ultimi la Corea del Nord e il Turkmenistan. (ANSA).


    .....................


    Continua »


    Ordine giornalisti Giornalismo - Giurisprudenza
    Giornalisti. Convegno degli ingegneri di Napoli. Carlo VERNA (Odg): "La tecnologia 5G vedrà l'Ordine dei giornalisti ancor più impegnato in attività di formazione e qualificazione professionale dei colleghi di oggi e di domani, per valorizzare al meglio le potenzialità di questa tecnologia ed evitare la disintermediazione selvaggia dell'informazione". Vito CRIMI: "Va chiarito che per il 2019 non ci saranno tagli all'editoria che invece opereranno progressivamente dal 2020, ma solo per le imprese che percepiscono oltre 500mila euro l'anno. Ciò significa che non penalizzeremo le realtà piccole, locali, indipendenti dai poteri forti e dai grandi gruppi economici".

    NAPOLI, 13 aprile 2019 - "La tecnologia 5G vedra' l'Ordine dei giornalisti ancor piu' impegnato in attivita' di formazione e qualificazione professionale dei colleghi di oggi e di domani, per valorizzare al meglio le potenzialita' di questa tecnologia ed evitare la disintermediazione …

      Importante sentenza penale della Cassazione in materia di responsabilità dei direttori accusati di diffamazione.

    di Pierluigi Franz

    22.3.2019 - A distanza addirittura di circa 14 anni dalla pubblicazione su "Il Messaggero" di Roma del 24 giugno 2005 di un articolo ritenuto diffamatorio la 5^ Sezione Penale della Corte di Cassazione con sentenza n. 12548 del 20 marzo 2019 ha in parte accolto il ricorso dell'ex direttore del giornale Paolo Gambescia, fissando una serie di importanti principi in materia di responsabilità dei direttori accusati di diffamazione:


    "1) il direttore responsabile di un giornale non risponde del reato di cui all'art. 595, comma 3, del codice penale in relazione al titolo dal tenore diffamatorio che accompagni l'articolo pubblicato, in assenza di prova di aver realmente contribuito a formare (o addirittura egli solo formato) detto titolo ovvero di …

    Continua » Continua »

    INPGI 1 e 2 Tesi di laurea sul giornalismo
    INPGI: DAL 6 MAGGIO ISTANZE DI DISOCCUPAZIONE ON LINE.

    TESTO IN https://inpginotizie.it/inpgi-dal-6-maggio-istanze-di-disoccupazione-on-line/

      La sentenza 11/1968 della Corte costituzionale sulla professione di giornalista. L’Ordine dei Giornalisti è legittimo A) perché “lascia integro il diritto di tutti di esprimere il proprio pensiero attraverso il giornale”. B) perché l’Albo è obbligatorio soltanto per coloro che “manifestano il pensiero” per professione. C) perché tutela, con la deontologia, “la libertà degli iscritti nei confronti del contrapposto potere economico del datori di lavoro”. D) perché “i poteri disciplinari conferiti ai Consigli non sono tali da compromettere la libertà degli iscritti”.

    Continua » Continua »

    Storia del giornalismo
    IN BASILICATA LA XII EDIZIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA DEI GIORNALISTI UCCISI DA MAFIE E TERRORISMO. L’evento promosso dall’Unci si svolgerà nella Sala “Levi” di Palazzo Lanfranchi a Matera il prossimo 3 maggio


    16.2.2019 - Si svolgerà nella sala “Levi” di Palazzo Lanfranchi a Matera, il prossimo 3 maggio 2019,  la 12.ma Giornata della Memoria dei Giornalisti uccisi da mafie e terrorismo, manifestazione …

    Continua »

    Unione europea - Professioni Editoria - Web
    L'indagine. Parte la valutazione. Focus della Ue sull'accesso alle professioni. Sotto osservazione finiscono gli ostacoli ancora presenti nelle legislazioni dei Paesi europei

    di Marina Castellaneta – Il Sole 24 Ore 3/10/2013

    Parte la valutazione sui sistemi di accesso alle professioni regolamentate voluta dalla Commissione europea. Un percorso a tappe che, nell'intenzione di Bruxelles, dovrebbe servire a individuare gli ostacoli esistenti - ancora troppi - in materia di accesso ad alcune professioni. La tabella di marcia è stata illustrata oggi dalla Commissione Ue …

      UNA LETTURA CONSIGLIATA AI PARLAMENTARI (CRIMI IN TESTA) - Articolo 21 della Costituzione - Pubblichiamo il testo integrale del messaggio (il primo dal suo arrivo al Quirinale) inviato alle Camere il 23 luglio 2002 dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi a garanzia del pluralismo e dell'imparzialità dell'informazione, mondo che, purtroppo, é oggi attraversato da una crisi gravissima e quasi strutturale senza precedenti. E' un documento di straordinaria importanza su un tema di grandissima attualità che molti deputati e senatori smemorati ignorano o fingono di dimenticare, mentre dovrebbero, invece, rileggere con attenzione e meditare soprattutto sul principio affermato dall'allora Capo dello Stato, secondo cui "Non c'è democrazia senza pluralismo e imparzialità dell'informazione". -

    Continua » Continua »

    FNSI-Giornalismo dipendente
    ROMA. Contratto Fieg - Fnsi, respinto in appello il ricorso per l'annullamento. Quattro giornalisti condannati a pagare le spese. Per la Corte «non sussiste la legittimazione degli attori-appellanti ad agire per far valere l'invalidità delle deliberazioni della Giunta esecutiva, né sussiste l'interesse degli stessi attori-appellanti ad agire, giacché l'eventuale rimozione di dette deliberazioni non farebbe venir meno gli accordi collettivi».

    di fnsi.it

    TESTO IN http://www.fnsi.it/contratto-fieg-fnsi-respinto-il-ricorso-per-lannullamento-quattro-giornalisti-condannati-a-pagare-le-spese

    Continua »

    TV-Radio Diritto di cronaca
    CDR LA7: BOOM DI RISULTATI, MA PRECARI NON ASSUNTI, INTEGRATIVO NON APPLICATO.

    22.3.2019 - Boom di ascolti e di raccolta pubblicitaria, giornalisti ancora precari e non pagati secondo i contratti. Questa è la realtà de La7. I dati del 2018 evidenziano circa 140 milioni di ricavi pubblicitari, con circa 100 di costi, e i primi mesi del 2019 registrano un ulteriore incremento di ascolti, con l’emittente che si …

      Carcere per i giornalisti, la parola alla Corte Costituzionale. Il tribunale di Salerno ha accolto l'eccezione di incostituzionalità sollevata dall'avvocato del Sugc, Giancarlo Visone, nel processo a carico di un ex collaboratore e del direttore del 'Roma'. Secondo la tesi del sindacato, condivisa dal giudice, anche la sola previsione della possibile pena detentiva in caso di diffamazione a mezzo stampa è incompatibile con la Costituzione e con la Convenzione europea dei diritti umani.

    TESTO …

    Continua » Continua »

    Sentenze Premi
    Privacy, il Garante a Google: «Il diritto all'oblio va assicurato anche fuori dai confini europei». Accogliendo la richiesta di un cittadino italiano residente negli Stati Uniti, l'authority ha ordinato di deindicizzare le informazioni - pubblicate su forum o siti amatoriali e riportanti dati falsi sullo stato di salute del richiedente - anche dai risultati presenti nelle versioni extraeuropee del motore di ricerca.

    TESTO IN http://www.fnsi.it/privacy-il-garante-a-google-il-diritto-alloblio-va-assicurato-anche-fuori-dai-confini-europei

      Premio 'è Giornalismo' a Mattia Feltri (e il papà si emoziona). Il riconoscimento fondato da Giancarlo Aneri con Biagi, Bocca e Montanelli. La figlia Stella va in giuria.

    di Candida Morvillo/corrieredellasera

    4.4.2019 - Ieri, a Milano, è stato Enrico Mentana a consegnare a Mattia Feltri il Premio «è Giornalismo», che lui aveva vinto lo scorso anno. Cerimonia all'Hotel Principe di Savoia per il riconoscimento fondato da Indro Montanelli, Enzo Biagi, Giorgio Bocca e da Giancarlo Aneri, produttore di vini amati da Obama e Putin. Mentana il battutista porge l' assegno al vincitore e giura, serissimo: «L'ho preservato dalle rapaci mani di Mario Calabresi». Quest'ultimo racconta che i giurati hanno …

    Continua » Continua »

    Carte deontologiche Riforma professione
    Allegato 1 – Regole deontologiche relative al trattamento dei dati personali nell’esercizio dell’attività giornalistica - G.U. n. 3 del 4.1.2019

    Art. 1. Principi generali



    1. Le presenti norme sono volte a contemperare i diritti fondamentali della persona con il diritto dei cittadini all´informazione e con la liberta’ di stampa.

      L'individuazione delle professioni spetta solo allo Stato.

    di Giovanbattista Tona
    www.ilsole24ore.com 14.12.2015

    Ancora uno stop della Consulta alle Regioni che legiferano sulle professioni. Stavolta a cadere sotto la scure di una dichiarazione di illegittimità costituzionale è una legge regionale dell’Umbria, la 19/2014, che conteneva disposizioni in materia di valorizzazione e promozione delle discipline bionaturali e che prevedeva l’istituzione di un elenco regionale ricognitivo degli operatori di tali discipline. 

    Continua » Continua »

    Deontologia e privacy
    Il nuovo Codice della privacy per l’attività giornalistica - Regole deontologiche relative al trattamento di dati personali nell’esercizio dell’attività giornalistica pubblicate ai sensi dell’art. 20, comma 4, del d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101 - 29 novembre 2018 (Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 3 del 4 gennaio 2019) - Registro dei provvedimenti n. 491 del 29 novembre 2018.

    TESTO IN ALLEGATO. Clicca in alto o in basso per scaricare il documento. Prima clicca qui sotto  a destra su "CONTINUA".


    Continua »

    Dibattiti, studi e saggi
    IL DIBATTITO/Il delitto Tobagi, il giudice Salvini: «Nessuno ha il monopolio della verità». La replica all’intervento dei Pm Ferdinando Pomarici e Armando Spataro. di Guido Salvini/corriere.it

    TESTO IN  allegato. Clicca in alto o in basso per scaricare il documento:

    Continua »

    Corte di Strasburgo
    Diritti umani, l'impunità per chi minaccia i giornalisti è una violazione della Convenzione europea. Nuova sentenza della Corte di Strasburgo secondo cui gli Stati non solo devono astenersi dall'ingerirsi nella libertà di stampa, ma devono anche adottare ogni misura per consentire l'esercizio dell'attività giornalistica, per evitare un chilling effect a danno della collettività. di Marina Castellaneta/Fnsi

    11.1.2019 - Ritardi nelle indagini. Inerzia nell’accertare le responsabilità e gli autori di una campagna denigratoria contro …

    Continua »

    Lavoro. Leggi e contratti
    La Sezione Lavoro della Cassazione conferma definitivamente la condanna della RAI a pagare alla sua giornalista ed inviata sportiva Francesca Sanipoli un indennizzo di 90 mila euro per il danno biologico da dequalificazione professionale.

    9.3.2019 - La giornalista Francesca Sanipoli, inviata di Rai Sport,  ha definitivamente vinto la sua battaglia …

    Continua »

    CASAGIT
    CdA Casagit approva il bilancio 2018 che chiude con un attivo di 1 milione e 683 mila euro, portando a quota 42 milioni e 933 mila euro il fondo di garanzia dell’ente. Il bilancio verrà proposto alla ratifica dell’Assemblea nazionale dei delegati il prossimo 11 giugno.

    TESTO …

    Continua »
    Dispensa telematica per l’esame di giornalista
    09/03/2019
    • CEDU. Caso Sallusti. Depositata la sentenza. Condanna all’Italia per la violazione della libertà di stampa. La sanzione inflitta (ossia il carcere per il giornalista) è incompatibile con la Convenzione europea che assicura il diritto alla libertà di espressione. Questo perché la detenzione ha un chilling effect (effetto dissuasivo) sicuro sulla libertà di stampa, anche se la pena non viene eseguita. La sanzione del carcere è sproporzionata e può essere ammessa solo nei casi di incitamento all’odio e alla violenza. Adesso, per evitare nuove condanne, è necessario un intervento rapido del Parlamento che deve procedere alla modifica legislativa delle norme del codice penale sulla diffamazione nonché dell’articolo 13 della legge n. 47/1948 sulla stampa.

    20/02/2019
    • Le convenzioni dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia. Dal 2019 gli iscritti potranno godere di alcune convenzioni con enti, realtà culturali e negozi a Milano e in tutta la regione. Per usufruire degli sconti previsti è necessario essere in regola con le quote associative dell'anno in corso e avere scaricato il bollino dal nostro sito.

    14/02/2019
    • CONGRESSO FNSI DI LEVICO TERME (TN) - Il segretario generale Raffaele Lorusso ha trattato con vigore il tema delle QUERELE BAVAGLIO collocandolo tra le priorità del sindacato: "Non va dimenticata un’altra forma di minaccia ai cronisti, subdola, ma non meno pericolosa. È quella costituita dalle cosiddette QUERELE BAVAGLIO e dalle richieste di risarcimento in sede civile a mero scopo intimidatorio". "Se i magistrati e i pubblici ufficiali hanno l’obbligo di tutelare il segreto istruttorio, è dovere dei giornalisti pubblicare tutte le notizie che hanno una rilevanza sociale. Quelle notizie, cioè, la cui pubblicazione è essenziale per soddisfare il diritto dei cittadini ad essere informati. Anche su questo punto, l’indirizzo della Corte europea dei diritti umani è chiaro e inequivocabile: i giornalisti hanno il diritto-dovere di pubblicare le notizie che hanno rilevanza per l’opinione pubblica, anche quelle coperte da segreto. Per gli enti della categoria si pone il problerma della coerenza tra pensero e azione (Mazzini docet).

    11/01/2019
    • Askanews, i giornalisti respingono il piano di esuberi presentato dall'azienda.«Una proposta inaccettabile, a maggior ragione alla luce dell'apertura di un concordato annunciato e non ancora presentato», si legge in un documento approvato all'unanimità dall'assemblea dei redattori, che chiedono garanzie sul pagamento di quanto dovuto e delle future mensilità e fanno appello a editore e istituzioni «per evitare lo scenario peggiore».

    10/12/2018
    • DECRETO LEGISLATIVO 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali ((, recante disposizioni per l'adeguamento dell'ordinamento nazionale al regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE)).

    31/01/2018
    • EX-FISSA/ IL CASO CHE METTE FNSI E INPGI NELL'ANGOLO. TUTTI GLI ARTICOLI PUBBLICATI DALLA FIRMA DEL CONTRATTO FNSI/FIEG stipulato il 24.6.2014 AD OGGI. L'attesa per l'incasso dell'indennità è salita a 17 anni.

    31/12/2017
    • LA CRONISTORIA DELLA VICENDA SOPAF/INPGI DAL 2009 AD OGGI.

    18/10/2017
    • FRANCO ABRUZZO/MANUALE DI BASE. La legge professionale dei giornalisti aggiornatissima con la normativa di riforma del 2011/2012 e del 2016/2017 (+ il regolamento sulla formazione continua + il regolamento per i ricorsi innanzi al Consiglio nazionale di disciplina).

    05/08/2017
    • I giornalisti professionisti e pubblicisti che intendano candidarsi nelle elezioni al prossimo Consiglio Nazionale dell'Ordine "devono essere titolari di una posizione previdenziale attiva presso l'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (INPGI)".Lo prevede il nuovo testo dell'art. 16 della legge 3 febbraio 1963, n.  69 (Ordinamento  della  professione  di giornalista), modificata dall'articolo 1 del  Decreto Legislativo 15 maggio 2017 n. 67.

    17/07/2017
    • Le sanzioni pecuniarie eccessive a carico dei cronisti sono contrarie alla normativa e alla giurisprudenza della CEDU e producono il chilling effect (=effetto dissuasivo) sulla libertà di stampa. Condannata la Romania a versare a una giornalista 14mila euro per i danni materiali, nonché 4.500 euro per i danni non patrimoniali e 3.369 euro per le spese legali.

    di Marina Castellaneta*


    16/06/2017
    • CEDU.STRASBURGO – SENTENZE. La Convenzione e la Corte europea dei diritti dell’uomo ampliano il diritto di cronaca (“dare e ricevere notizie”) e proteggono il segreto professionale dei giornalisti.No alle perquisizioni in redazione! Il giudice nazionale deve tener conto delle sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo ai fini della decisione, anche in corso di causa, con effetti immediati e assimilabili al giudicato: è quanto stabilito
    dalla Corte di cassazione con la sentenza n. 19985 del 30/9/2011. (In coda la raccomandazione R7/2000 sul segreto professionale dei giornalisti approvata dal Consiglio d’Europa). Il Consiglio d’Europa, nella raccomandazione R(2000)7 sulla tutela delle fonti dei giornalisti, ha scritto testualmente: «L'articolo 10 della Convenzione, così come interpretato dalla Corte europea dei Diritti dell'Uomo, s'impone a tutti gli Stati contraenti». Su questa linea si muove il principio affermato il 27 febbraio 2001 dalla Corte europea dei diritti dell’uomo: ”I giudici nazionali devono applicare le norme della Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo secondo i principi ermeneutici espressi nella giurisprudenza della Corte europea dei Diritti dell'Uomo” (in Fisco, 2001, 4684). Questo assunto è condiviso pienamente dalla Corte costituzionale: le sentenze di Strasburgo hanno un peso ineludibile nel sistema giudiziario italiano. Si legge nella sentenza 39/2008 della Consulta: “Questa Corte, con le recenti sentenze n. 348 e n. 349 del 2007, ha affermato, tra l'altro, che, con riguardo all'art. 117, primo comma, Cost., le norme della CEDU devono essere considerate come interposte e che la loro peculiarità, nell'ambito di siffatta categoria, consiste nella soggezione all'interpretazione della Corte di Strasburgo, alla quale gli Stati contraenti, salvo l'eventuale scrutinio di costituzionalità, sono vincolati ad uniformarsi…Gli Stati contraenti sono vincolati ad uniformarsi alle interpretazioni che la Corte di Strasburgo dà delle norme della Cedu (Convenzione europea dei diritti dell’Uomo)”. Dal 1° dicembre 2009 la Carta dei diritti fondamentali della Ue e la Convenzione europea dei diritti dell’uomo (Cedu) fanno parte della Costituzione europea (Trattato di Lisbona) e sono direttamente applicabili dai giudici e dalle autorità amministrative italiani.

    di FRANCO ABRUZZO
    (dal 1989 al 2007 presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia)


    15/06/2017
    • Jobs Act autonomi operativo: da oggi più tutele per i professionisti. Guida a tutte le novità sulle tutele per malattia, maternità e pagamenti ritardati. Spazio al lavoro agile.

    di leggioggi


    03/03/2017
    • Facebook: no al diritto di cronaca per un post vero ma con elementi lesivi dell’onore. .

    02/02/2017
    • DIRITTO & WEB/ - Diffamazione «attenuata» se via Facebook

    di Alessandro Galimberti/ilsole24ore


    08/01/2017
    • Ma la leva militare è ancora obbligatoria? Sì, anche se è stata sospesa oltre 10 anni fa. Tra commenti sui social network e disegno di legge presentato dalla Lega, sulla leva militare obbligatoria, la confusione regna massima nel Paese ed i siti che diffondono bufale raggiungono picchi di contatti elevatissimi.

    di Dr. Mauro Finiguerra/puntosanremo


    Vai a Dispensa telematica per l’esame di giornalista »
    Social Network - RSS
      

    Walter Tobagi giornalista
    Parte I-II-III Le immagini

    Notizie di Ossigeno

      Attualità
      19/04/2019
      • Reggio Calabria. Intimidazione a un giornalista con l'incendio della sua autovettura: solidarietà di Ordine e Ussi.

      19/04/2019
      • EDITORIA: SOTTOSCRITTO IL CONTRATTO PER LA CESSIONE DI MONDADORI FRANCE A REWORLD MEDIA.

      19/04/2019
      • La sentenza della Cassazione penale n. 15838 del 10 aprile sul caso del giornalista siciliano Francesco Viviano ex Repubblica condannato ad un anno di reclusione con la condizionale e pena sospesa.

      19/04/2019
      • Giornalisti. Oristano: attentato incendiario contro l'auto della cronista dell'Unione Sarda Valeria Pinna. Ordine e Fnsi: "Atto vigliacco".

      19/04/2019
      • Giornalisti. Oristano: attentato incendiario contro l'auto della cronista dell'Unione Sarda Valeria Pinna. Ordine e Fnsi: "Atto vigliacco".

      19/04/2019
      • FNSI. Giornata mondiale della libertà d'informazione. 48 ore di mobilitazioni in tutta Italia. In particolare, il 2 maggio manifestazione a Trento e il 3 maggio, insieme a Usigrai, NoBavaglio e tutte le realtà e le persone che vorranno aderire, a Roma con un presidio dalle 12 sotto l'Ambasciata di Malta.

      18/04/2019
      • Querele. Corso di Ossigeno. 10 maggio a Roma.

      18/04/2019
      • Giornalisti: nuove minacce di morte a Paolo Borrometi, cronista sotto scorta e presidente di Articolo 21. La solidarietà della Fnsi e dell'Unci.

      18/04/2019
      • Nuova grana per Salini. Esplode la rabbia dei giornalisti precari. Centinaia di lavoratori mai inquadrati dalla Rai. La stabilizzazione promessa non arriva.

      di Francesco Carta/lanotiziagiorale.it


      16/04/2019
      • 16.4.2019 - Premi Pulitzer a Nyt, Wsj e Wp per le inchieste su Trump. L’italiano Tugnoli premiato per la fotografia.

      14/04/2019
      • Rosà (Vicenza). Gomme squarciate a troupe Rai che indagava su area inquinata. L'azienda parla di atto intimidatorio gravissimo, inaccettabile ed intollerabile ai danni del giornalista e dell'operatore che stavano realizzando un servizio televisivo in un'area inquinata da idrocarburi e cromo esavalente in un ruscello nel Vicentino.

      di Tiziana Di Giovannandrea/rainews


      14/04/2019
      • Un quotidiano fiorentino nel segno di La Pira. La ventennale storia del Giornale del Mattino.

      di Mario Talli/ilgalileo


      14/04/2019
      • EXFISSA FIEG/FNSI: PER L'UNDICESIMA VOLTA LA CORTE D'APPELLO DI ROMA SEZIONE LAVORO DA' RAGIONE ALL'INPGI.

      14/04/2019
      • Addio alla classe media: così lavoro a basso costo e robot hanno svuotato il motore della società. Il declino di una fetta fondamentale per lo sviluppo economico e culturale: trent'anni fa, messi tutti insieme, i redditi delle classi medie valevano quattro volte quelli dei ricchi. Oggi, meno di tre volte.

      di MAURIZIO RICCI/larepubblica


      14/04/2019
      • Contributi 2017, pubblicata la graduatoria definitiva delle tv locali commerciali.

      Vai a Attualit� »

      Scuole di Giornalismo e Università
      13/07/2018
      • A ottobre parte l’ottavo biennio della Scuola di giornalismo “Walter Tobagi” dell’Università degli Studi di Milano.

      11/07/2018
      • ROMA. A OTTOBRE IL NUOVO MASTER IN GIORNALISMO DELLA LUMSA. Da Annunziata a Floris, due anni per diventare giornalista professionista.

      29/05/2018
      • Master in Giornalismo LUMSA 2018-2020: 14 giugno 2018 Open Day.

      17/11/2017
      • Associazione Tobagi per il giornalismo: Fabio Cavalera nuovo presidente.

      03/03/2017
      • 8 MARZO/LE GIORNALISTE CONTINUANO AD ESSERE PENALIZZATE. Nel 2016 le giornaliste dipendenti hanno guadagnato in media meno dei colleghi maschi. Le giornaliste co.co.co di più

      12/01/2017
      • Al via la terza edizione del premio “Finanza per il sociale”, dedicato ai giornalisti praticanti e allievi delle scuole di giornalismo. L’iniziativa ha l’obiettivo di premiare il migliore articolo o servizio audio/video che abbia affrontato il ruolo dell'educazione finanziaria e al risparmio come strumento di inclusione sociale. IN CODA IL BANDO.

      26/12/2016
      • Nuovo "Quadro di indirizzi" per il riconoscimento, la regolamentazione e il controllo delle scuole di formazione al giornalismo. Lettera di Enzo Iacopino con l'annuncio delle novità.

      14/10/2016
      • Università di Bologna. Riparte il Master a tempo pieno in giornalismo per 25 praticanti. Una sfida alla crisi dell'editoria. Domanda d'iscrizione entro il 14 novembre.

      19/08/2016
      • Prestito d’onore bancario fino a 10 mila euro da restituire in 10 anni per gli allievi della Scuola di Perugia senza borsa di studio.

      13/07/2016
      • I nuovi media, dal storytelling al headline editing, dal data-journalism al social media management, sono tra le competenze sulle nuove frontiere del giornalismo digitale su cui punta il Master Giorgio Bocca di Torino che da quest’anno, alla sua 7/a edizione, conta in particolare sul sostegno di due grandi realtà editoriali giornalistiche: il gruppo Itedi-La Stampa e il gruppo L’Espresso-La Repubblica. Nuova direttrice delle testate è Anna Masera.

      28/06/2016
      • MILANO. Il master a tempo pieno della Scuola «Walter Tobagi». Diventare giornalisti in Università: iscrizioni aperte fino al 27 luglio.

      28/03/2016
      • Roma. AL VIA IL NUOVO MASTER DI GIORNALISMO DELLA LUMSA. Lo dirigono Emilio Carelli e Carlo Chianura. Iscrizioni entro il 7 aprile 2016. L'Ateneo bandisce 9 borse di studio biennali del valore di 5.000 euro l’anno e 12 borse di studio biennali del valore di 5000 euro l’anno riservate ai figli degli iscritti o pensionati INPS/Inpdap (le borse di studio non sono cumulabili tra loro).

      07/03/2016
      • Pubblicato il bando della Scuola di giornalismo di Perugia per la selezione di 25 allievi del XIII biennio di studi.

      12/02/2016
      • FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA. Lettera di Sergio Rizza a Gabriele Dossena (presidente Ogl). "Perché i crediti formativi universitari per corsi, lezioni e master seguiti in passato non possono essere calcolati? Per quale valida ragione il CNOG dovrebbe rispondere negativamente?".

      14/11/2015
      • Master in giornalismo Walter Tobagi, bando di concorso per vice direttore.

      Vai a Scuola di Giornalismo »

      Recensioni
      12/04/2019
      • “Viaggio tra i destini paralleli della mia terra”, il nuovo libro del giornalista calabrese Antonio Cannone.


      Vai a Recensioni »

      Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
      ---------------------------------
      Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
      ---------------------------------
      Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

      Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com