Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Libro dei cronisti martiri
 
Libro dei cronisti martiri

I fatti della vita
25/03/2019
• #CrisiInpgi1, prima i giornalisti (e le nostre pensioni) - Diverse le ipotesi per salvare la nostra previdenza. Stati generali dell’Editoria e tavolo tecnico devono essere l’occasione per valutarle e scegliere la più efficace. Sì a una soluzione rapida, non frettolosa.

di Unità Sindacale/Movimento con propri rappresentanti in Fnsi, Inpgi, Casagit, Fondo di previdenza complementare e Ordine dei Giornalisti


25/03/2019
• Parametri per i giornalisti determinabili in via analogica in virtù del richiamo contenuto nella disposizione dell'articolo 40 del decreto del Ministero della Giustizia n. 140/2012 sui "compensi professionali". Lo stesso Ministero ha respinto la richiesta dell'Ordine nazionale dei Giornalisti di fissare parametri specifici per la categoria dei Giornalisti, rinviando appunto all'articolo 40 del dm 140/2012.

23/03/2019
• Crimi spara cifre sbagliate sulla pensione media dei giornalisti dipendenti (75mila euro ieri, 23mila oggi). La realtà è diversa come afferma una inchiesta di Assinews (quotidiano online assicurativo): con circa 77.740 mila euro l’anno sono i notai a essere in cima alla classifica dei pensionati più ricchi. Seguiti dai docenti universitari (65 mila), dai giornalisti (52.060), dai dirigenti di azienda (51.020) e dagli iscritti al fondo Volo, prevalentemente Alitalia (45.580). Ci sono poi i commercialisti (36.220) e più distanziati gli avvocati (27.250), i lavoratori del settore telefonico (26.260) e i ragionieri (25.830). Giornalisti, quindi, al terzo posto dopo aver detenuto per anni la seconda posizione.

22/03/2019
• EDITORIA & INPGI. La Fnsi scomunica il dissenso sull'Istituto di previdenza e attacca Fico (scambiato per il Governo) affossatore dell'emendamento Capitanio, - che puntava ad allargare la base contributiva della Fondazione- , e la maggioranza parlamentare 'colpevole' di aver bocciato il contrasto al precariato attraverso l'abolizione della figura dei collaboratori coordinati e continuativi. - In coda la presa di posizione dei "Giornalisti di Pluralismo e Libertà".

22/03/2019
• INPGI. Marina Macelloni: "Pronti a recepire i cambiamenti del mercato del lavoro". Così la presidente dell'Istituto in un'intervista apparsa sulla newsletter dell'Adepp. Frecciata al presidente della Camera, che ha affossato l'emendamento Capitanio. "Fico ha deciso di dichiarare inammissibile l’emendamento per 'estranietà di materia'. Una decisione 'particolare' visto che l’emendamento era inserito dentro un decreto che conteneva norme di tipo previdenziale". - In coda presa di posizione dei "Giornalisti di Pluralismo e Libertà".

22/03/2019
• INPGI. ADEPP: "Dal Governo espressa la volontà di preservare l’istituto". L’associazione degli enti di previdenza privati esprime soddisfazione per l’esito dell’incontro convocato dal sottosegretario Claudio Durigon al Ministero del Lavoro per discutere sul futuro della Fondazione dei giornalisti. Alberto Oliveti: "Verrà avviato un tavolo a cui prenderanno parte i ministeri del Lavoro e dell’Economia, oltre a rappresentanti dell’Inpgi e dell’Adepp, per esaminare le soluzioni tecniche e la loro percorribilità. Si va verso una soluzione positiva per l’Istituto e per tutti gli iscritti attuali e futuri”. - IN CODA articolo di Federica Micardi/ilsole24ore.

21/03/2019
• INPGI: Durigon convoca domani 22 un tavolo per "avviare un confronto sull'attuale situazione delle Casse di previdenza private, con particolare riferimento alla situazione dell'Inpgi". Invitati i vertici di tutti gli Enti dei professionisti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria Vito Crimi ed esponenti del Ministero dell'Economia.

21/03/2019
• Equo compenso. Tar Lazio: entro 30 giorni il Die (Dipartimento Informazione Editoria di Palazzo Chigi) convochi la "Commissione per la valutazione dell'equo compenso nel lavoro giornalistico". Accolte le richieste dell'Assostampa siciliana, di Stampa Romana e di due giornalisti. IN CODA la SENTENZA.

20/03/2019
• Sull' INPGI si profila uno scontro M5S-Lega (protagonisti due sottosegretari). - VITO CRIMI (M5S): "Via a un tavolo separato per una soluzione rapida ma complessiva. Accelerare con un emendamento non è stato correttissimo". CLAUDIO DURIGON (Lega): "Subito un tavolo tecnico sulle Casse di previdenza. Trattativa al Ministero del Lavoro anche su investimenti e fondo di solidarietà". MASSIMILIANO CAPITANIO (deputato della Lega): "Ampliare la platea dei contribuenti è il nostro impegno. Con il mio emendamento al decretone, condiviso trasversalmente, non ho voluto dare alcuna accelerazione impropria".

20/03/2019
• "PA SOCIAL". Comunicazione pubblica, serve una nuova legge. L'Associazione l con il Presidente Di Costanzo ha appoggiato l'emendamento Inpgi-comunicatori sostenendo "che deve essere presentato nuovamente e approvato, è un primo passo importante per l'organizzazione di un polo professionale che sia la base per una vera apertura dell'Ordine dei Giornalisti, per il riconoscimento di figure professionali tradizionali e nuove, per l'aggiornamento della legge 150".

19/03/2019
• Sky ignora le sentenze di reintegro dei lavoratori licenziati, pignoramenti dell’ufficiale giudiziario a Sky Tg24.

di usb.it


19/03/2019
• GIORNALISTI. CARLO VERNA: "SI AGLI STATI GENERALI DELL’INFORMAZIONE MA IL GOVERNO SOSTENGA L’INPGI E SOSPENDA I TAGLI ALLA PICCOLA EDITORIA".

dichiarazione del presidente dell'Ordine nazionale


19/03/2019
• EDITORIA: E' GUERRA AL 'GIORNALE', DAL 30 APRILE CHIUDE LA REDAZIONE ROMANA. Nota sindacale: "Oggi l'azienda con un vero e proprio ricatto, mette diciannove lavoratori e le loro famiglie davanti alla scelta secca tra le dimissioni e il trasferimento coatto da Roma a Milano". I giornalisti hanno proclamato uno sciopero immediato.

18/03/2019
• Decretone: l'emendamento 'salva Inpgi' non supera l'ammissibilità. Lo stop è arrivato, secondo quanto riferiscono fonti della presidenza della Camera, a causa della mancanza della stretta attinenza con il decreto legge all'esame. "Non c'è - sottolineano ancora le stesse fonti - alcuna valutazione di merito politico rispetto alla norma".

18/03/2019
• INPGI: NECESSARIO INTERVENIRE PER CONTINUARE A TUTELARE L’INDIPENDENZA DELL’INFORMAZIONE A PRESIDIO DEL SISTEMA DEMOCRATICO.

Articolo di Pierluigi Roesler Franz/Componente del Collegio Sindacale del'Istituto.


17/03/2019
• CLAMOROSO - Rinnovo dei vertici del Fondo Pensione Complementare dei Giornalisti Italiani con il voto elettronico: grande vittoria delle opposizioni alla FNSI! Eletti tutti e 4 i candidati per il Consiglio di Amministrazione Simona Fossati, Corrado Chiominto, Marco Lo Conte e Tiziana Stella e il sindaco Lorenzo Giannuzzi. Con 4 su 6 consiglieri e 1 sui 2 sindaci le opposizioni alla FNSI hanno per la prima volta la maggioranza in circa 25 anni della parte giornalistica del CdA del Fondo Pensione Complementare dei Giornalisti Italiani (gli altri 6 componenti del CdA sono infatti nominati dagli editori).

15/03/2019
• Novità per i giornalisti degli Uffici stampa delle Regioni - Precisazioni sul comma 25-bis del decreto legge su pensioni quota 100 (A.C. 1637) all'esame della Camera.

di Pierluigi Franz


15/03/2019
• Editoria: Stati Generali il 25 marzo a Roma. Crimi: confronto per aiutare il settore; prevista una consultazione pubblica.

15/03/2019
• Cairo: debito di Rcs sceso a 160 milioni, ma lavoriamo per ridurlo ancora. Pronti ad acquisti, ma per ora nulla di interessante.

14/03/2019
• Editoria. Mauri: "'Il Giornale' perde soldi, il problema è il costo del lavoro". "'Il Giornale' perde tra i 7-9 milioni: è una cifra importante per noi, una soluzione la dobbiamo trovare e mi auguro la si trovi". CdR Il Giornale: "Profonda preoccupazione per le parole di Mauri".

14/03/2019
• Mondadori Editore chiude esercizio in perdita dopo le rettifiche collegate all'attività in Francia.

14/03/2019
• DECRETONE/dibattito alla Camera. Il ragioniere generale dello Stato contro i giornalisti degli Uffici Stampa delle Regioni. I loro stipendi possono mettere a rischio il bilancio pubblico!!!

12/03/2019
• "DECRETONE" - La Commissione Lavoro della Camera ha dichiarato 'ammissibile' - senza, però, ancora entrare nel merito - l'emendamento "SALVA INPGI" presentato da sette deputati della Lega, primo firmatario l'on.le Massimiliano Capitanio, che, una volta approvato, trasferisce dall'Inps alla Fondazione dei giornalisti coloro che svolgono -e sono migliaia - la professione di comunicatore nel campo sia pubblico sia privato. Oltre che su questo fondamentale emendamento la Camera dovrà ora pronunciarsi su un altro emendamento dell'on.le Capitanio, il 25-bis. 1, che prevede che: " I giornalisti già in servizio presso gli uffici stampa delle Regioni a statuto ordinario con contratto di lavoro giornalistico al momento dell’entrata in vigore della predetta contrattazione collettiva sono inseriti in un ruolo speciale ad esaurimento istituito presso le rispettive amministrazioni". L'Assemblea di Montecitorio dovrà poi votare nel merito altre importanti modifiche in materia previdenziale (come il salario minimo orario, l'equo compenso per i lavoratori autonomi, norme per favorire l’ingresso di giovani professionisti nel mercato del lavoro etc). Gli iscritti agli Albi non possono essere assicurati dall'Inps. Esclusa fino al giugno 2021 l’efficacia delle disposizioni che prevedono il commissariamento dell'Inpgi. Tagliati i compensi dei vertici degli Istituti previdenziali. -

DI PIERLUIGI FRANZ


12/03/2019
• Sole 24 Ore, ok dal cda ad azione di responsabilità contro gli ex vertici. La decisione arriva dopo che la Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per Benedini, Treu e Napoletano.

11/03/2019
• INPGI. UNA CRISI CHE VIENE DA LONTANO.

di Gianni Dragoni/membro del Consiglio generale per 'Inpgi Futuro'/Commissione Bilancio


11/03/2019
• IL FATTO va in Borsa. Atteso per il 14 marzo il primo giorno di quotazione sul mercato Aim.

11/03/2019
• Il Governo impugna davanti alla Corte Costituzionale una legge interpretativa della Regione Molise in tema di informazione, pluralismo e libertà di stampa. L'Assostampa del Molise protesta duramente.

08/03/2019
• BASTA CON LE FAKE NEWS SULL’INPGI/2a PUNTATA. Come promesso proseguiamo con l’analisi puntuale di alcune delle principali false notizie che circolano sull’INPGI e che contribuiscono ad accrescere le difficoltà dell’Istituto in un momento già molto difficile per la nostra sopravvivenza.

di Marina Macelloni/presidente Inpgi


08/03/2019
• IL SOLE 24 ORE: L'EMENDAMENTO DELLA LEGA "salva Inpgi" stimabile a regime in 150 milioni di entrate annuali per la Fondazione dei Giornalisti. La platea in gioco è di 14/20mila lavoratori della comunicazione, cui si aggiungono circa 3mila comunicatori autonomi. IN CODA il testo dell'emendamento della Lega (primo firmatario l'on. Massimiliano Capitanio).

07/03/2019
• INPGI. Marina Macelloni chiede un "incontro urgente" al Presidente Sergio Mattarella e al Governo (CONTE, DI MAIO E TRIA). In Parlamento l'emendamento della Lega al 'Decretone' per l'aumento della platea degli iscritti alla Fondazione dei giornalisti. L'appoggio di altre Casse alla battaglia del sottosegretario Claudio Durigon.

07/03/2019
• Strasburgo, Alessandro Sallusti vince la causa sulla condanna al carcere per diffamazione. La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia per aver violato il diritto alla libertà d'espressione del direttore del Giornale, all'epoca dei fatti alla guida di Libero: pur riconoscendo la giustezza della condanna i giudici hanno ritenuto la pena detentiva «manifestamente sproporzionata». FNSI: «Il Parlamento cancelli il carcere per i giornalisti».

06/03/2019
• Pensioni. Inpgi: oggi la Lega ha presentato un emendamento al "decretone" per salvare la cassa dei giornalisti. Al Senato l'analogo tentativo della Lega è stato stoppato dal M5S. Auspicabile una convergenza di Pd, Forza Italia e Fratelli d'Italia. Va fermata la guerra dei pentastellati al giornalismo professionale, all'Ordine e alla previdenza della categoria. Indebolire i giornalisti, rendendo precario il loro futuro pensionistico, significa indebolire la democrazia e destabilizzare un sistema centrale nella vita della Nazione. Per l'Inpgi, vitale recuperare i contributi di tutti coloro che fanno i giornalisti di fatto e i "comunicatori professionali" e scaricare la spesa (25 mln circa) degli ammortizzatori sociali sulla fiscalità generale. La crisi dell'editoria ha messo in chiara difficoltà i conti dell'Istituto. Aumenta il numero dei pensionati e cala drammaticamente quello dei giornalisti contribuenti. Nel 2017 un disavanzo "previdenziale" di 163,976 milioni. Detto andamento è caratterizzato da un trend di costante peggioramento (anche nel 2018). IN CODA dichiarazioni di Capitanio e Durigon

di Pierluca Danzi


01/03/2019
• BASTA FAKE NEWS SULL’INPGI/1a PUNTATA. LA PRESIDENTE MARINA MACELLONI FA CHIAREZZA
SU ALCUNI TEMI CHE RIGUARDANO L’ISTITUTO: "Salvare l’Inpgi significa continuare a garantire lo
svolgimento della propria funzione istituzionale nell’ambito del sistema previdenziale, intercettando
le trasformazioni in atto nel mondo dell’informazione nonché a garantire l’autonomia al lavoro
dei giornalisti. Confluire nell’Inps non offrirebbe la stessa garanzia e avrebbe un costo per lo stato
di circa 600 milioni all’anno, cioè la spesa per pensioni e welfare che vogliamo continuare a
pagare da soli senza gravare sulla fiscalità generale".


28/02/2019
• INPGI. DURIGON: "SANARE SITUAZIONE PRIMA POSSIBILE E' OBIETTIVO DEL GOVERNO".

28/02/2019
• IL SOLE 24 ORE. Dopo la pronuncia Adepp pro-INPGI Marina Macelloni spinge con forza per l'allargamento della base contributiva ai nuovi soggetti della comunicazione e dell'informazione: "Oggi ha senso che la cassa di previdenza per rimanere al passo con i tempi accolga le nuove professionalità collegate a canali informativi non tradizionali".

di Federica Micardi/ilsole24ore


28/02/2019
• PREVIDENZA. ADEPP: "BENE LA PROPOSTA DI DURIGON DI ALLARGARE LA PLATEA DEI CONTRIBUENTI INPGI. La Cassa dei giornalisti subisce gravi conseguenze dalla crisi dell'editoria".

27/02/2019
• Web e sicurezza. Anche la chat di WhatsApp costituisce una circostanza aggravante del reato di stalking (così la Quinta Sezione Penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 3989/2019).

di newslinet.com


27/02/2019
• Verso un intervento d'urgenza per salvare la Cassa dei giornalisti. Il sottosegretario Durigon al Convegno dei consulenti: "Va allargata la platea dei contribuenti".

di Mauro Pizzin/ilsole24ore


27/02/2019
• Privacy. Boom di reclami a otto mesi dall’applicazione del GDPR. Sono 95.180, per l’esattezza, i reclami presentati dai cittadini europei dall’attuazione del Regolamento che disciplina la privacy o, sarebbe meglio dire, la protezione dei dati personali (GDPR), avvenuta lo scorso 25/05/2018. 4.704 in Italia.

di newslinet.com


26/02/2019
• Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano. La raccolta pubblicitaria online in Italia vale 3 miliardi di euro a fine 2018 (livello del 2009) anche grazie all’utilizzo integrato dei dati di terze parti.

26/02/2019
• DURIGON: 'PREOCCUPATI PER INPGI, PRIMA SI INTERVIENE MEGLIO E''. - Genova, 26 febbraio 2019 - - "Siamo preoccupati per la situazione dell'Inpgi, vedremo se intervenire con lo strumento più idoneo nel 'Decretone' alla Camera o successivamente. Ma io dico che prima si fa meglio è". Così il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, è intervenuto a 'Verso il Festival del Lavoro' in corso a Genova, sulla situazione finanziaria dell'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti che, ha sottolineato il sottosegretario, "è aggravata dall'uscita di tanti iscritti dalle aziende, e quindi dal calare dei contributi". (Adnkronos)
............
FOCUS Editoria, tensione governo-Inpgi. Crimi: "Nessun intervento prima degli Stati generali dell'informazione". Ai giallo-verdi non è stata data ancora la possibilità di inserire nel Cda della Fondazione uomini di propria fiducia, che possano fare il quadro completo della situazione dell'istituto, riferiscono fonti qualificate della maggioranza. Spiegando che questo è un elemento di forte irritazione dell'attuale governo, che si è visto recapitare delle proposte - presentate come risolutive dei gravi problemi economici - prima ancora di poter capire, dall'interno, come 'stanno davvero le cose'.

di Dario Borriello/lapresse


26/02/2019
• Presentazione del libro "Martiri di carta" - Conegliano - Aula Consiliare - 27 febbraio 2019 ore 16,00.

26/02/2019
• Regione Puglia, pubblicati due bandi per addetti stampa elaborati in collaborazione con Odg e Assostampa. «Abbiamo costruito questi avvisi con i rappresentanti dei giornalisti per garantire massima trasparenza e parità di accesso a tutti», ha detto il governatore Emiliano. «Un importante segnale di discontinuità rispetto al passato», è il commento del presidente del sindacato regionale, Martellotta.

25/02/2019
• 25.2.2019. Condanna per il raid al Roxy bar, la solidarietà della Fnsi ai giornalisti insultati dai parenti di Casamonica. «Oggi più che mai è necessario continuare a dare forza e voce ai cronisti impegnati in quei territori e con loro alle associazioni e istituzioni che in questi anni hanno sempre contrastato mafie, corruzione e malaffare». -

25/02/2019
• Gazzetta dello Sport verso il rinnovamento. Cairo: il giornalismo emozionale e umano di Cannavò guida e ispirazione.

25/02/2019
• Taranto Calcio, negato l'accesso allo stadio al cronista della Gazzetta del Mezzogiorno. «Impedire a un giornalista di svolgere il proprio lavoro rappresenta un fatto gravissimo che gli organismi di categoria non smetteranno di denunciare a tutte le istituzioni competenti. La lega serie D intervenga nei confronti della società e del suo presidente», incalzano Odg, Assostampa e Ussi Puglia.

24/02/2019
• Pluralismo, l'Agcom richiama Rai e Sky al rispetto delle regole. All'azienda di servizio pubblico il Garante ribadisce che la programmazione informativa deve prevedere 'effettiva parità di trattamento tra soggetti politici' e assicurare il contraddittorio tra le diverse posizioni. A SkyTg24 i tempi fruiti dai soggetti politici e da quelli istituzionali nel mese di gennaio 2019 sono risultati 'non in linea con il tenore della raccomandazione di dicembre'.

24/02/2019
• DAL 13 AL 16 MARZO 2019 SI VOTA PER IL RINNOVO DEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI DEL FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE DEI GIORNALISTI ITALIANI. MANCANO SOLO POCO PIU' DI 2 SETTIMANE, MA NESSUN GIORNALISTA LO SA.

24/02/2019
• Fallimento TVN, Alg: «Non sia la via per scaricare i giornalisti». Il sindacato si schiera al fianco dei lavoratori della società che ha da poco chiuso le pubblicazioni e annuncia: «Vigileremo affinché i timori ventilati dai colleghi non si traducano in triste realtà». Il comunicato dei redattori.

23/02/2019
• Addio a Enzo Tartamella, signore del giornalismo.

di giornalistitalia


Vai ai Fatti della vita »
Tutti i giornali del mondo Rassegne stampa

Oggi nel mondo

    In primo piano
    STATI GENERALI DELL'EDITORIA. ANNUNCIO DI CONTE E CRIMI: A SETTEMBRE PROPOSTE DI LEGGE DEFINITIVE PER LA RIFORMA. Fra i temi principali: il ruolo delle agenzie di stampa, l'equo compenso, le liti temerarie. Oltre ai soggetti tradizionali che operano nell'editoria, Crimi ha detto che al tavolo saranno presenti "gli over the top, Google, Facebook e Amazon. Contribuiranno in questo confronto per trovare insieme le soluzioni".

    Roma, 25 marzo 2019. - La riforma dell'informazione e dell'editoria si articolerà in 5 fasi: una prima di acquisizione delle proposte che parte da subito e che durerà 30 giorni, aperta non solo agli stakeholder ma anche a tutti i cittadini; nel mese di maggio si apriranno gli incontri di consultazione con ogni singola categoria; la terza fase, che verterà sul dibattito in merito alle proposte, si svolgerà a giugno a Torino; a luglio si arriverà a una sintesi di valutazione politica delle proposte mentre le proposte di legge definitive saranno presentate nel mese di settembre, con il coinvolgimento delle Commissioni parlamentari competenti. Lo hanno annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il sottosegretario con delega all'editoria Vito Crimi, inaugurando nella sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio gli Stati generali dell'informazione dell'editoria. Cinque le macroaree che saranno interessate dal percorso di riforma: l'informazione primaria, con …

    Continua »

    Ordine giornalisti Giornalismo - Giurisprudenza
    Giornalisti. Nel 2019 Ossigeno ha accertato una minaccia al giorno. Dall’1 al 15 gennaio ne ha verificate 15 e ne ha rilevate altre 13 molto probabili. I dati nell’ultima newsletter dell’Osservatorio.


    25.1.2019 - Nei primi 15 giorni del 2019 Ossigeno per l'Informazione ha rilevato e accertate in modo rigoroso 15 ingiustificabili minacce e intimidazioni rivolte a giornalisti e blogger italiani per ostacolare la diffusione di notizie di pubblico interesse. Nello stesso periodo, l'Osservatorio …

      Importante sentenza penale della Cassazione in materia di responsabilità dei direttori accusati di diffamazione.

    di Pierluigi Franz

    22.3.2019 - A distanza addirittura di circa 14 anni dalla pubblicazione su "Il Messaggero" di Roma del 24 giugno 2005 di un articolo ritenuto diffamatorio la 5^ Sezione Penale della Corte di Cassazione con sentenza n. 12548 del 20 marzo 2019 ha in parte accolto il ricorso dell'ex direttore del giornale Paolo Gambescia, fissando una serie di importanti principi in materia di responsabilità dei direttori accusati di diffamazione:


    Continua » Continua »

    INPGI 1 e 2 Tesi di laurea sul giornalismo
    DECRETONE (dl 4/2019): 1.Ai giornalisti in servizio presso gli uffici stampa delle regioni a statuto speciale in via transitoria, sino alla definizione di una specifica disciplina, continua ad applicarsi la disciplina riconosciuta dai singoli ordinamenti; 2. Gli enti erogatori di trattamenti pensionistici (come l'INPGI) hanno l'obbligo di fornire a tutti i soggetti percettori di tali trattamenti precisa e puntuale informazione circa eventuali trattenute relative alle quote associative sindacali.

    Articolo 25-bis. (Disposizioni contrattuali per il personale addetto alle attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni        



    1. All'articolo 9, comma 5, della legge 7 giugno …
      Iphone, attentatori di Capodanno e video pubblicitari, tutti insieme a braccetto. Pur di vendere. di Paola Pastacaldi/giornalista e scrittrice


    11.1.2017. -  Premetto che non bazzico tra i video reali della immensa spazzatura informativa che circola Internet; non mi interessa se sono stati girati proprio mentre accadeva qualcosa di terribile, quasi mai clicco sui link segnalati negli articoli o nel web.  Sono una giornalista, ma nutro una forte avversione per questo eccesso di comunicazione (anche se il citizen journalism a volte può essere utile) che spesso spinge il lettore a rincorrere notizie sempre più false, le tanto discusse fack news, notizie scorrette o peggio fasulle e contraffatte, che ormai vanno a braccetto con la disinformazione …

    Continua » Continua »

    Storia del giornalismo
    IN BASILICATA LA XII EDIZIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA DEI GIORNALISTI UCCISI DA MAFIE E TERRORISMO. L’evento promosso dall’Unci si svolgerà nella Sala “Levi” di Palazzo Lanfranchi a Matera il prossimo 3 maggio


    16.2.2019 - Si svolgerà nella sala “Levi” di Palazzo Lanfranchi a Matera, il prossimo 3 maggio 2019,  la 12.ma Giornata della Memoria dei Giornalisti uccisi da mafie e terrorismo, manifestazione …

    Continua »

    Unione europea - Professioni Editoria - Web
    L'indagine. Parte la valutazione. Focus della Ue sull'accesso alle professioni. Sotto osservazione finiscono gli ostacoli ancora presenti nelle legislazioni dei Paesi europei

    di Marina Castellaneta – Il Sole 24 Ore 3/10/2013

    Parte la valutazione sui sistemi di accesso alle professioni regolamentate voluta dalla Commissione europea. Un percorso a tappe che, nell'intenzione di Bruxelles, dovrebbe servire a individuare gli ostacoli esistenti - ancora troppi - in materia di accesso ad alcune professioni. La tabella di marcia è stata illustrata oggi dalla Commissione Ue …

      Editoria. "La redazione di Lettera43.it e LetteraDonna.it proclama lo stato di agitazione e consegna al Cdr un pacchetto di tre giorni di sciopero da utilizzare nel caso in cui non venisse presentato entro la data di mercoledi' 27 marzo 2019 un piano editoriale compatibile coi nuovi obiettivi di aumento del traffico e della produzione di articoli che viene richiesto al corpo giornalistico".

    Roma, 22 marzo 2019. - "La redazione di Lettera43.it e LetteraDonna.it proclama uno stato di agitazione e consegna al cdr un pacchetto di tre giorni di sciopero da utilizzare nel caso in …

    Continua » Continua »

    FNSI-Giornalismo dipendente
    Dal 13 al 16 marzo si vota per il rinnovo degli organi del Fondo pensione complementare. Hanno diritto di voto i giornalisti iscritti alla data del 30 novembre 2018. Si potrà votare dalle 8 del 13 marzo alle 18 del 16 marzo solo mediante il voto elettronico. L'elenco dei candidati al Consiglio di amministrazione e al Collegio dei Sindaci e tutte le informazioni utili.

    TESTO IN http://www.fnsi.it/dal-13-al-16-marzo-si-vota-per-il-rinnovo-degli-organi-del-fondo-pensione-complementare

    Continua »

    TV-Radio Diritto di cronaca
    CDR LA7: BOOM DI RISULTATI, MA PRECARI NON ASSUNTI, INTEGRATIVO NON APPLICATO.

    22.3.2019 - Boom di ascolti e di raccolta pubblicitaria, giornalisti ancora precari e non pagati secondo i contratti. Questa è la realtà de La7. I dati del 2018 evidenziano circa 140 milioni di ricavi pubblicitari, con circa 100 di costi, e i primi mesi del 2019 registrano un ulteriore incremento di ascolti, con l’emittente che si …

      "In tema di diffamazione a mezzo stampa è configurabile la scriminante putativa dell'esercizio del diritto di critica quando, pur risultando il fatto oggetto dell'elaborazione critica obiettivamente falso, il giornalista abbia assolto all'onere di controllare accuratamente il fatto riferito in guisa che l'errore sulla verità dello stesso non sia frutto di negligenza, imperizia o colpa non scusabile". Lo ha stabilito la quinta sezione penale della Cassazione con sentenza n. 3988 del 28 gennaio 2019 (Presidente Rosa Pezzullo, relatore Giuseppe De Marzo) assolvendo con formula piena il giornalista messinese Roberto Gugliotta che era stato, invece, condannato per diffamazione dalla Corte d'appello di Messina.

    Continua » Continua »

    Sentenze Premi
    Privacy, il Garante a Google: «Il diritto all'oblio va assicurato anche fuori dai confini europei». Accogliendo la richiesta di un cittadino italiano residente negli Stati Uniti, l'authority ha ordinato di deindicizzare le informazioni - pubblicate su forum o siti amatoriali e riportanti dati falsi sullo stato di salute del richiedente - anche dai risultati presenti nelle versioni extraeuropee del motore di ricerca.

    TESTO IN http://www.fnsi.it/privacy-il-garante-a-google-il-diritto-alloblio-va-assicurato-anche-fuori-dai-confini-europei

      Premio giornalistico 'Vera Schiavazzi', online il bando della terza edizione. Tema di quest'anno è 'Ho perso le parole. Il linguaggio della politica nell'età dei populismi'. Possono partecipare gli allievi e gli ex allievi under 35 di uno dei master o scuole in giornalismo riconosciuti dall'Ordine nazionale.

    TESTO IN http://www.fnsi.it/premio-giornalistico-vera-schiavazzi-online-il-bando-della-terza-edizione

    Continua » Continua »

    Carte deontologiche Riforma professione
    Allegato 1 – Regole deontologiche relative al trattamento dei dati personali nell’esercizio dell’attività giornalistica - G.U. n. 3 del 4.1.2019

    Art. 1. Principi generali



    1. Le presenti norme sono volte a contemperare i diritti fondamentali della persona con il diritto dei cittadini all´informazione e con la liberta’ di stampa.

      L'individuazione delle professioni spetta solo allo Stato.

    di Giovanbattista Tona
    www.ilsole24ore.com 14.12.2015

    Ancora uno stop della Consulta alle Regioni che legiferano sulle professioni. Stavolta a cadere sotto la scure di una dichiarazione di illegittimità costituzionale è una legge regionale dell’Umbria, la 19/2014, che conteneva disposizioni in materia di valorizzazione e promozione delle discipline bionaturali e che prevedeva l’istituzione di un elenco regionale ricognitivo degli operatori di tali discipline. 

    Continua » Continua »

    Deontologia e privacy
    Il nuovo Codice della privacy per l’attività giornalistica - Regole deontologiche relative al trattamento di dati personali nell’esercizio dell’attività giornalistica pubblicate ai sensi dell’art. 20, comma 4, del d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101 - 29 novembre 2018 (Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 3 del 4 gennaio 2019) - Registro dei provvedimenti n. 491 del 29 novembre 2018.

    TESTO IN ALLEGATO. Clicca in alto o in basso per scaricare il documento. Prima clicca qui sotto  a destra su "CONTINUA".


    Continua »


    Dibattiti, studi e saggi
    IL DIBATTITO/Il delitto Tobagi, il giudice Salvini: «Nessuno ha il monopolio della verità». La replica all’intervento dei Pm Ferdinando Pomarici e Armando Spataro. di Guido Salvini/corriere.it

    TESTO IN  allegato. Clicca in alto o in basso per scaricare il documento:

    Continua »

    Corte di Strasburgo
    Diritti umani, l'impunità per chi minaccia i giornalisti è una violazione della Convenzione europea. Nuova sentenza della Corte di Strasburgo secondo cui gli Stati non solo devono astenersi dall'ingerirsi nella libertà di stampa, ma devono anche adottare ogni misura per consentire l'esercizio dell'attività giornalistica, per evitare un chilling effect a danno della collettività. di Marina Castellaneta/Fnsi

     


    Continua »


    Lavoro. Leggi e contratti
    La Sezione Lavoro della Cassazione conferma definitivamente la condanna della RAI a pagare alla sua giornalista ed inviata sportiva Francesca Sanipoli un indennizzo di 90 mila euro per il danno biologico da dequalificazione professionale.

    9.3.2019 - La giornalista Francesca Sanipoli, inviata di Rai Sport,  ha definitivamente vinto la sua battaglia …

    Continua »

    CASAGIT
    TORNARE IN CASAGIT UNO: UN VADEMECUM


    Continua »

    Dispensa telematica per l’esame di giornalista
    09/03/2019
    • CEDU. Caso Sallusti. Depositata la sentenza. Condanna all’Italia per la violazione della libertà di stampa. La sanzione inflitta (ossia il carcere per il giornalista) è incompatibile con la Convenzione europea che assicura il diritto alla libertà di espressione. Questo perché la detenzione ha un chilling effect (effetto dissuasivo) sicuro sulla libertà di stampa, anche se la pena non viene eseguita. La sanzione del carcere è sproporzionata e può essere ammessa solo nei casi di incitamento all’odio e alla violenza. Adesso, per evitare nuove condanne, è necessario un intervento rapido del Parlamento che deve procedere alla modifica legislativa delle norme del codice penale sulla diffamazione nonché dell’articolo 13 della legge n. 47/1948 sulla stampa.

    20/02/2019
    • Le convenzioni dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia. Dal 2019 gli iscritti potranno godere di alcune convenzioni con enti, realtà culturali e negozi a Milano e in tutta la regione. Per usufruire degli sconti previsti è necessario essere in regola con le quote associative dell'anno in corso e avere scaricato il bollino dal nostro sito.

    14/02/2019
    • CONGRESSO FNSI DI LEVICO TERME (TN) - Il segretario generale Raffaele Lorusso ha trattato con vigore il tema delle QUERELE BAVAGLIO collocandolo tra le priorità del sindacato: "Non va dimenticata un’altra forma di minaccia ai cronisti, subdola, ma non meno pericolosa. È quella costituita dalle cosiddette QUERELE BAVAGLIO e dalle richieste di risarcimento in sede civile a mero scopo intimidatorio". "Se i magistrati e i pubblici ufficiali hanno l’obbligo di tutelare il segreto istruttorio, è dovere dei giornalisti pubblicare tutte le notizie che hanno una rilevanza sociale. Quelle notizie, cioè, la cui pubblicazione è essenziale per soddisfare il diritto dei cittadini ad essere informati. Anche su questo punto, l’indirizzo della Corte europea dei diritti umani è chiaro e inequivocabile: i giornalisti hanno il diritto-dovere di pubblicare le notizie che hanno rilevanza per l’opinione pubblica, anche quelle coperte da segreto. Per gli enti della categoria si pone il problerma della coerenza tra pensero e azione (Mazzini docet).

    11/01/2019
    • Askanews, i giornalisti respingono il piano di esuberi presentato dall'azienda.«Una proposta inaccettabile, a maggior ragione alla luce dell'apertura di un concordato annunciato e non ancora presentato», si legge in un documento approvato all'unanimità dall'assemblea dei redattori, che chiedono garanzie sul pagamento di quanto dovuto e delle future mensilità e fanno appello a editore e istituzioni «per evitare lo scenario peggiore».

    10/12/2018
    • DECRETO LEGISLATIVO 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali ((, recante disposizioni per l'adeguamento dell'ordinamento nazionale al regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE)).

    31/01/2018
    • EX-FISSA/ IL CASO CHE METTE FNSI E INPGI NELL'ANGOLO. TUTTI GLI ARTICOLI PUBBLICATI DALLA FIRMA DEL CONTRATTO FNSI/FIEG stipulato il 24.6.2014 AD OGGI. L'attesa per l'incasso dell'indennità è salita a 17 anni.

    31/12/2017
    • LA CRONISTORIA DELLA VICENDA SOPAF/INPGI DAL 2009 AD OGGI.

    18/10/2017
    • FRANCO ABRUZZO/MANUALE DI BASE. La legge professionale dei giornalisti aggiornatissima con la normativa di riforma del 2011/2012 e del 2016/2017 (+ il regolamento sulla formazione continua + il regolamento per i ricorsi innanzi al Consiglio nazionale di disciplina).

    05/08/2017
    • I giornalisti professionisti e pubblicisti che intendano candidarsi nelle elezioni al prossimo Consiglio Nazionale dell'Ordine "devono essere titolari di una posizione previdenziale attiva presso l'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (INPGI)".Lo prevede il nuovo testo dell'art. 16 della legge 3 febbraio 1963, n.  69 (Ordinamento  della  professione  di giornalista), modificata dall'articolo 1 del  Decreto Legislativo 15 maggio 2017 n. 67.

    17/07/2017
    • Le sanzioni pecuniarie eccessive a carico dei cronisti sono contrarie alla normativa e alla giurisprudenza della CEDU e producono il chilling effect (=effetto dissuasivo) sulla libertà di stampa. Condannata la Romania a versare a una giornalista 14mila euro per i danni materiali, nonché 4.500 euro per i danni non patrimoniali e 3.369 euro per le spese legali.

    di Marina Castellaneta*


    16/06/2017
    • CEDU.STRASBURGO – SENTENZE. La Convenzione e la Corte europea dei diritti dell’uomo ampliano il diritto di cronaca (“dare e ricevere notizie”) e proteggono il segreto professionale dei giornalisti.No alle perquisizioni in redazione! Il giudice nazionale deve tener conto delle sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo ai fini della decisione, anche in corso di causa, con effetti immediati e assimilabili al giudicato: è quanto stabilito
    dalla Corte di cassazione con la sentenza n. 19985 del 30/9/2011. (In coda la raccomandazione R7/2000 sul segreto professionale dei giornalisti approvata dal Consiglio d’Europa). Il Consiglio d’Europa, nella raccomandazione R(2000)7 sulla tutela delle fonti dei giornalisti, ha scritto testualmente: «L'articolo 10 della Convenzione, così come interpretato dalla Corte europea dei Diritti dell'Uomo, s'impone a tutti gli Stati contraenti». Su questa linea si muove il principio affermato il 27 febbraio 2001 dalla Corte europea dei diritti dell’uomo: ”I giudici nazionali devono applicare le norme della Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo secondo i principi ermeneutici espressi nella giurisprudenza della Corte europea dei Diritti dell'Uomo” (in Fisco, 2001, 4684). Questo assunto è condiviso pienamente dalla Corte costituzionale: le sentenze di Strasburgo hanno un peso ineludibile nel sistema giudiziario italiano. Si legge nella sentenza 39/2008 della Consulta: “Questa Corte, con le recenti sentenze n. 348 e n. 349 del 2007, ha affermato, tra l'altro, che, con riguardo all'art. 117, primo comma, Cost., le norme della CEDU devono essere considerate come interposte e che la loro peculiarità, nell'ambito di siffatta categoria, consiste nella soggezione all'interpretazione della Corte di Strasburgo, alla quale gli Stati contraenti, salvo l'eventuale scrutinio di costituzionalità, sono vincolati ad uniformarsi…Gli Stati contraenti sono vincolati ad uniformarsi alle interpretazioni che la Corte di Strasburgo dà delle norme della Cedu (Convenzione europea dei diritti dell’Uomo)”. Dal 1° dicembre 2009 la Carta dei diritti fondamentali della Ue e la Convenzione europea dei diritti dell’uomo (Cedu) fanno parte della Costituzione europea (Trattato di Lisbona) e sono direttamente applicabili dai giudici e dalle autorità amministrative italiani.

    di FRANCO ABRUZZO
    (dal 1989 al 2007 presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia)


    15/06/2017
    • Jobs Act autonomi operativo: da oggi più tutele per i professionisti. Guida a tutte le novità sulle tutele per malattia, maternità e pagamenti ritardati. Spazio al lavoro agile.

    di leggioggi


    03/03/2017
    • Facebook: no al diritto di cronaca per un post vero ma con elementi lesivi dell’onore. .

    02/02/2017
    • DIRITTO & WEB/ - Diffamazione «attenuata» se via Facebook

    di Alessandro Galimberti/ilsole24ore


    08/01/2017
    • Ma la leva militare è ancora obbligatoria? Sì, anche se è stata sospesa oltre 10 anni fa. Tra commenti sui social network e disegno di legge presentato dalla Lega, sulla leva militare obbligatoria, la confusione regna massima nel Paese ed i siti che diffondono bufale raggiungono picchi di contatti elevatissimi.

    di Dr. Mauro Finiguerra/puntosanremo


    Vai a Dispensa telematica per l’esame di giornalista »
    Social Network - RSS
      

    Walter Tobagi giornalista
    Parte I-II-III Le immagini

    Notizie di Ossigeno

      Attualità
      25/03/2019
      • Offerte di lavoro dal mondo della comunicazione.

      25/03/2019
      • 25.3.2019 - Importante notizia. Nella rubrica "Biblioteca" a pag. 57 della rivista mensile "L'Alpino" del 15 marzo 2019 viene segnalato in testa il volume "MARTIRI DI CARTA. I GIORNALISTI CADUTI NELLA GRANDE GUERRA" a cura di Pierluigi Roesler Franz, Enrico Serventi Longhi, Pagg. 448 - euro 29 Gaspari editore. In tutte le librerie". Infatti "L’Alpino" é una delle riviste più note e prestigiose tra i militari italiani in attività e in congedo. Viene inviata ai soci esclusivamente in abbonamento postale ed ha una diffusione di ben 355 mila copie. Raggiunge gli iscritti anche in molti Paesi del mondo, dall’Australia al Canada, dalla Svezia al Brasile, al Sud Africa. Ed é scaricabile online dal sito Https://www.ana.it/rivista/marzo-2019/
      Nella rubrica "Biblioteca" il libro "MARTIRI DI CARTA. I GIORNALISTI CADUTI NELLA GRANDE GUERRA" viene presentato con la foto della sua copertina a colori su cui é raffigurato il ventenne modenese Franceschi Garibaldi, giornalista del "Corriere di Livorno", eroicamente Caduto nel 1917 a Castagnevizza e decorato con la medaglia d'oro al valor militare alla memoria concessa Motu proprio dal Re Vittorio Emanuele III di Savoia. Vi é poi una sua breve sintesi in cui si legge: "Gli intellettuali in guerra erano giovani ventenni che avevano cominciato a scrivere su giornali e riviste. Sono 264, i loro nomi Stuparich, Serra, Battisti, Gallardi, Boccioni, Niccolai, Umerini, ecc. Tutti gli scritti sono corredati da note esplicative, fotografie d’epoca, ritratti dei protagonisti e mappe dei luoghi delle battaglie. Nel panorama storiografico e giornalistico mancava un lavoro capace di unire biografia, storia sociale, storia militare e politica. Si tratta di contributi d’interesse per storici, giornalisti, appassionati e semplici lettori: sono storie vere, restituite grazie ad una sistematica ricerca storica basata su un’ampia bibliografia, su centinaia di articoli di giornali e su documenti d’archivio".


      24/03/2019
      • Comunicato INPS del 22 marzo 2019 sulla "Rivalutazione annuale delle pensioni: aggiornamenti".

      24/03/2019
      • EDITORIA. Raffaele Lorusso (FNSI): "Gli Stati generali dell'editoria siano l'occasione per mettere a punto misure per sostenere il rilancio del settore, in tutte le sue componenti, ma anche per ridare voce a tutti coloro, testate e giornalisti, che vedono il loro futuro seriamente compromesso a causa dei tagli e dei bavagli". IN CODA CRIMI: "CONFIDO NELLA COLLABORAZIONE DI TUTTI".

      24/03/2019
      • CEDU: violazione della Convenzione se le indagini per stupro non sono adeguate

      24/03/2019
      • Su iniziativa del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Crimi, il 25 marzo h. 9 a Roma, presso la Sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio in Via Santa Maria in Via n. 37 vi sarà la cerimonia di apertura degli Stati Generali dell’Editoria. Il programma.. “Gli stati generali dell’editoria sono un processo che durerà diversi mesi. Immaginiamo una fase di consultazioni fino a giugno-luglio, per arrivare a settembre con i disegni di legge da depositare” ha spiegato Crimi

      23/03/2019
      • Agenzia di stampa per il Comune di Roma? Solo se non si hanno parenti in Campidoglio. Il documento ha scatenato le polemiche. Per Meloni è una «schedatura dei giornalisti». Gasparri: «Siamo al delirio». Anzaldi: «Grave violazione delle privacy».

      di lastampa.it


      23/03/2019
      • Via della Seta. Carlo Verna (Cnog): grave intimidazione di un funzionario cinese a una giornalista del 'Foglio'. Attendiamo spiegazioni dal presidente del Consiglio. L'episodio al Quirinale.

      23/03/2019
      • QUERELE. Il bonus Assistenza Legale di Ossigeno. Chi può chiederlo. Gli ultimi casi presi in carico con la difesa gratuita. Altre iniziative per aiutare i giornalisti accusati pretestuosamente di diffamazione a mezzo stampa. IL NUOVO TIPO DI ASSISTENZA FORNITO DA OSSIGENO

      23/03/2019
      • Editoria: per salvare 'Radio Radicale', Maurizio Bolognetti (giornalista e Segretario di Radicali lucani) ha deciso di proseguire ad oltranza lo sciopero della fame (iniziato dalle ore 23.59 del 27 febbraio) per 'salvare' Radio Radicale che il Governo vuol colpire con un taglio del 50% dei contributi che segnerebbero il destino dell'emittente.

      22/03/2019
      • La Regione Toscana modifica il Bando sui contributi all’editoria locale: “Anche il contratto USPI – FNSI fra quelli accreditati a pieno titolo”.

      22/03/2019
      • Conte: a giugno prossimo, il Consiglio europeo dibatterà un “Rapporto sulle azioni poste in essere a contrasto della disinformazione, con un invito alle piattaforme online e ai social network ad assicurare elevati standard di responsabilità e di trasparenza”.

      di uspi.it


      22/03/2019
      • MONTECITORIO - ORDINE DEL GIORNO del deputato Antonio Pentangelo (Forza Italia) n. 9/1637-AR/135 volto a riconoscere agli enti previdenziali privati una maggiore autonomia nelle scelte in materia di welfare RITENUTO INAMMISSIBILE ALLA CAMERA DALL'ASSEMBLEA DI MONTECITORIO IL 21 MARZO 2019, ai sensi dell'articolo 89, comma 1, del Regolamento, in quanto del tutto estraneo rispetto al contenuto del provvedimento A.C. 1637 - Conversione in legge del decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni:

      22/03/2019
      • MONTECITORIO - Bocciato dalla Camera per inammissibilità l'ORDINE DEL GIORNO Fornaro ed Epifani (Liberi e Uguali) per includere le prestazioni di lavoro di natura giornalistica nell'art. 2 del Dl.vo n. 81 del 2015, che equipara i co.co.co. ai lavoratori subordinati.

      22/03/2019
      • Italia-Cina: la Nuova Via della Seta passa anche dall’informazione.

      Vai a Attualit� »

      Scuole di Giornalismo e Università
      13/07/2018
      • A ottobre parte l’ottavo biennio della Scuola di giornalismo “Walter Tobagi” dell’Università degli Studi di Milano.

      11/07/2018
      • ROMA. A OTTOBRE IL NUOVO MASTER IN GIORNALISMO DELLA LUMSA. Da Annunziata a Floris, due anni per diventare giornalista professionista.

      29/05/2018
      • Master in Giornalismo LUMSA 2018-2020: 14 giugno 2018 Open Day.

      17/11/2017
      • Associazione Tobagi per il giornalismo: Fabio Cavalera nuovo presidente.

      03/03/2017
      • 8 MARZO/LE GIORNALISTE CONTINUANO AD ESSERE PENALIZZATE. Nel 2016 le giornaliste dipendenti hanno guadagnato in media meno dei colleghi maschi. Le giornaliste co.co.co di più

      12/01/2017
      • Al via la terza edizione del premio “Finanza per il sociale”, dedicato ai giornalisti praticanti e allievi delle scuole di giornalismo. L’iniziativa ha l’obiettivo di premiare il migliore articolo o servizio audio/video che abbia affrontato il ruolo dell'educazione finanziaria e al risparmio come strumento di inclusione sociale. IN CODA IL BANDO.

      26/12/2016
      • Nuovo "Quadro di indirizzi" per il riconoscimento, la regolamentazione e il controllo delle scuole di formazione al giornalismo. Lettera di Enzo Iacopino con l'annuncio delle novità.

      14/10/2016
      • Università di Bologna. Riparte il Master a tempo pieno in giornalismo per 25 praticanti. Una sfida alla crisi dell'editoria. Domanda d'iscrizione entro il 14 novembre.

      19/08/2016
      • Prestito d’onore bancario fino a 10 mila euro da restituire in 10 anni per gli allievi della Scuola di Perugia senza borsa di studio.

      13/07/2016
      • I nuovi media, dal storytelling al headline editing, dal data-journalism al social media management, sono tra le competenze sulle nuove frontiere del giornalismo digitale su cui punta il Master Giorgio Bocca di Torino che da quest’anno, alla sua 7/a edizione, conta in particolare sul sostegno di due grandi realtà editoriali giornalistiche: il gruppo Itedi-La Stampa e il gruppo L’Espresso-La Repubblica. Nuova direttrice delle testate è Anna Masera.

      28/06/2016
      • MILANO. Il master a tempo pieno della Scuola «Walter Tobagi». Diventare giornalisti in Università: iscrizioni aperte fino al 27 luglio.

      28/03/2016
      • Roma. AL VIA IL NUOVO MASTER DI GIORNALISMO DELLA LUMSA. Lo dirigono Emilio Carelli e Carlo Chianura. Iscrizioni entro il 7 aprile 2016. L'Ateneo bandisce 9 borse di studio biennali del valore di 5.000 euro l’anno e 12 borse di studio biennali del valore di 5000 euro l’anno riservate ai figli degli iscritti o pensionati INPS/Inpdap (le borse di studio non sono cumulabili tra loro).

      07/03/2016
      • Pubblicato il bando della Scuola di giornalismo di Perugia per la selezione di 25 allievi del XIII biennio di studi.

      12/02/2016
      • FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA. Lettera di Sergio Rizza a Gabriele Dossena (presidente Ogl). "Perché i crediti formativi universitari per corsi, lezioni e master seguiti in passato non possono essere calcolati? Per quale valida ragione il CNOG dovrebbe rispondere negativamente?".

      14/11/2015
      • Master in giornalismo Walter Tobagi, bando di concorso per vice direttore.

      Vai a Scuola di Giornalismo »

      Recensioni
      25/03/2019
      • Importante notizia: il volume "MARTIRI DI CARTA. I GIORNALISTI CADUTI NELLA GRANDE GUERRA" segnalato nella rivista mensile "L'Alpino" del 15 marzo 2019, scaricabile online e stampata in ben 355 mila copie diffuse in tutto il mondo.

      Vai a Recensioni »

      Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
      ---------------------------------
      Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
      ---------------------------------
      Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

      Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com