Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Libro dei cronisti martiri
 
Libro dei cronisti martiri

I fatti della vita
03/12/2016
• Delitto Rostagno, il processo verrà riaperto.

di Rino Giacalone/Articolo21


03/12/2016
• Italiani sempre più social e connessi: nel 2016 sale al 73% il numero degli utenti online, mentre il 56% ha un account Facebook. In meno di 10 anni ridotto del 26% il numero dei lettori di giornali.

03/12/2016
• Rottamazione ruoli: nuovo modello e allargato l’ambito delle somme definibili.

di ipsoa.it


03/12/2016
• Intercettazioni dei bambini sui giornali, col caso Saronno abbiamo passato ogni limite. In un caso di cronaca già di suo allucinante, la trascrizione dei dialoghi tra la madre presunta assassina e il figlio di undici anni non aggiungevano nulla alla comprensione della vicenda. Perché pubblicarle, allora? E perché nessuno s’indigna, se non ci sono di mezzo politici o gente famosa?

di Francesco Cancellato/linkiesta


03/12/2016
• Cedu, la libertà di stampa e di satira va rafforzata nei periodi elettorali La libertà di stampa va rafforzata nei periodi elettorali. E in caso di discorsi politici e di questioni di interesse pubblico va garantita una libertà ancora più ampia, che include satira e parodia. Lo ha chiarito la Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) con la sentenza Grebneva e Alisimchik contro Russia.

di Marina Castelaneta


03/12/2016
• Prepensionamenti, i 23 milioni della Finanziaria lasciano fuori 300 in attesa. A gennaio prime convocazioni al ministero del Lavoro. L’incognita del decreto che cambierà i requisiti e della riforma Inpgi.

di unitasindacalefnsi.it


03/12/2016
• UFFICI STAMPA PUBBLICI: MOZIONE (1/0677) di 10 senatori di Area Popolare per impegnare il Governo a risolvere al più presto un problema che riguarda migliaia di giornalisti.

03/12/2016
• Considerazioni di Pierluigi Franz sulla delibera Inpgi che destina l'una tantum natalizia di 2.000 euro a testa ai giornalisti titolari di basse pensioni fino a 35 mila euro lordi l'anno. Suggerito un metodo classico per evitare il perverso effetto soglia.

03/12/2016
• Corte di Appello di Roma: l'Inpgi batte il Gruppo CAP Holding e recupera i contributi (250mila euro) dovuti per il capo ufficio stampa. La vicenda riguarda il giornalista Franco Maggi. Il Gruppo CAP (condannato anche al pagamento delle spese legali) è una realtà industriale pubblica che gestisce il servizio idrico integrato nelle province di Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese, Como. Pubblichiamo il testo integrale della sentenza.

01/12/2016
• La giornalista professionista Simonetta Faverio, già parlamentare della Lega Nord, dovrà "essere adibita dalla Rai a mansioni di caporedattore o a mansioni professionalmente equivalenti". Lo ha stabilito il Tribunale di Milano. La Rai condannata "a corrispondere alla ricorrente, a titolo di risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali conseguenti alla dequalificazione professionale subita, l’importo complessivo di euro 66.000,00 liquidato in moneta attuale".

01/12/2016
• Tribunale civile di Milano: l'economista Marco Vitale, intervistato da Rodolfo Sala su Repubblica, non ha diffamato Roberto Formigoni (condannato a pagare le spese di lite per 7.254 euro), quando ha sostenuto la candidatura di Umberto Ambrosoli alla guida della Regione Lombardia. Il giudice monocratico Valentina Boroni ha tracciato un'analisi approfondita e aggiornatissima del diritto di cronaca e di critica (politica) alla luce della giurisprudenza nazionale ed europea (Cedu) e afferma: "Il complessivo tenore dell'articolo consente di escludere la sussistenza di una gratuita ed arbitraria aggressione alla persona del Formigoni. Le espressioni (sottolineate dalla difesa dell’ex presidente) contengono un giudizio, severo e icastico, ma contenuto e congruo rispetto all’argomento trattato nell’articolo, sulla figura politica del precedente presidente della Regione Lombardia".

30/11/2016
• Raffaele Lorusso (Fnsi): “Sull’Inpgi gli spacciatori di falsità smentiti dai fatti”.

30/11/2016
• Fondo di Perequazione, anche nelle tredicesime 2016 la liquidazione una tantum. Pensionati diretti: “Una tantum” pari ad euro 2.000,00 lordi alle classi di importo pensionistico fino a 2.500,00 euro lordi mensili (beneficiari circa 482 rispetto ai 439 dell’anno precedente) - Pensionati superstiti: “Una tantum” pari ad euro 1.500,00 lordi alle classi di importo pensionistico fino a 1.000,00 euro lordi mensili riferiti all’intero nucleo (beneficiari circa 33 rispetto ai 51 dell’anno precedente).

29/11/2016
• Avvocati: la sanatoria Equitalia vale anche per i debiti con la Cassa. La rottamazione delle cartelle coinvolge anche le casse previdenziali che hanno affidato la riscossione a Equitalia .

di Marina Crisafi


28/11/2016
• REFERENDUM. Allarme sulla tenuta dell’Italia - Financial Times apocalittico e catastrofico: “Se il 4 dicembre vince il No, otto banche italiane rischiano di fallire” . ll quotidiano inglese torna a difendere le ragioni economiche del SI. Secondo il quotidiano finanziario, lo scenario da incubo sarebbe il seguente: Renzi viene sconfitto, fallisce il salvataggio di Montepaschi e crolla la fiducia in generale "mettendo in pericolo una soluzione di mercato per gli istituti in difficoltà". A Bologna, intanto, il premier si rivolge agli elettori dei 5 stelle: "Votate con il cervello, non con la pancia"

28/11/2016
• L'Ocse dice Sì al referendum: "Passo in avanti sul fronte delle riforme, rafforzerà la governance dell'Italia".

27/11/2016
• Intervista a Juncker: “Sui migranti è scandaloso voltare le spalle all’Italia”. Il presidente della Commissione Ue: “La legge di bilancio non viola le regole. Avanti con le riforme per questo spero non vinca il No al referendum”. «Non so se sarei utile a Renzi dicendo che vorrei che vincesse il Sì. Mi limito a dire che non vorrei vincesse il No. L’Italia è una grande nazione e Renzi ha contribuito a questo. Bisogna ammetterlo. Vorrei che il Paese ritrovasse il suo posto fra i grandi attori dell’Unione. L’Italia fa parte dell’Europa in modo essenziale. Se la perdessimo come architetto, ispiratore, artigiano dell’Europa, non sarebbe più la stessa cosa».

di Marco Bresolin e Marco Zatterin/lastampa


27/11/2016
• La Corte Costituzionale, su richiesta del tribunale di Roma, dovrà decidere sulla possibile disparità di trattamento esistente a danno delle donne lavoratrici obbligate per legge ad andare in pensione ad un'età inferiore a quella degli uomini.

27/11/2016
• Mimmo Lombezzi messo a “Terra”: cacciato per un servizio sul caso Sgrena. Giornalista allontanato dal programma di Rete4.

di Gianni Barbacetto/ilfattoquotidiano


26/11/2016
• REGIONE SICILIA - UFFICI STAMPA PUBBLICI - SENTENZA IMPORTANTISSIMA DELLA CASSAZIONE PER I PRINCIPI GIURIDICI DI CARATTERE GENERALE VALIDI PER TUTTI: LEGGERE I PUNTI 32, 34 e 42 DELLA MOTIVAZIONE.

25/11/2016
• PREVIDENZA - Pensioni, importi fermi due anni. La variazione collegata all'inflazione degli assegni in pagamento è pari a zero sia per il 2016 sia per il 2017. A gennaio dovrebbe scattare il recupero "negativo" (0,1%) una tantum riferito al 2015.

di Fabio Venanzi/il sole24ore


25/11/2016
• BILANCIO: OK AL RIFINANZIAMENTO DEL FONDO PREPENSIONAMENTO DEI GIORNALISTI.

24/11/2016
• ULTIME DALLA MANOVRA - Legge di bilancio, cumulo gratuito esteso anche alle casse dei professionisti.

in Il Sole 24 Ore.


23/11/2016
• Referendum. Bankitalia: atteso forte aumento della volatilità sui mercati

di Gerardo Graziola/ilsole24ore


23/11/2016
• Giuseppe Guzzetti presidente della Fondazione Cariplo. “Io ho notizie anche di recente di contatti con gli investitori. Tutti sono in attesa, tutti dicono che bisogna prendere atto serenamente che un esito negativo potrebbe avere grosse conseguenze sul sistema economico, bancario e sociale. Anche per le nostre fondazioni, basta vedere in questi giorni le nostre partecipazioni in alcune banche. sono giorni e giorni che anche una banca solida come Intesa perde, meno degli altri ma perde, io di questo mi preoccupo ed è per questo che io voterò SI”.

20/11/2016
• REFERENDUM. APOCALITTICA PREVISIONE DEL FINANCIAL TIMES (FT): "SE VINCERA' IL NO DUBBI SULLA PERMANENZA DELL'ITALIA NELL'EUROZONA, MA ANCHE, - EVENTUALITA' PIU' REMOTA -, PROBABILE COLLASSO DELL'EURO TOUT COURT".

20/11/2016
• Il Circolo della Stampa di Milano fuori da Palazzo Bocconi dal 19 dicembre. Il 29 novembre va in scena l’ultima cena in corso Venezia. Mentre resta aperta la domanda: chi pagherà il debito milionario della Società commerciale?

20/11/2016
• Referendum, vince il no? Di Maio premier, sparisce pane e carne. Grillo: “Mangino lattuga, fa bene”. Piccola cronaca surreale (ma non troppo) del dopo Renzi

opinione di Andrea Sperelli/blitzquotidiano


19/11/2016
• Per avere stabilità, va superata l'anomalia che fa dipendere la vita dai Governi dalla fiducia delle due Camere. UNA RIFORMA CHE MODERNIZZA LA NOSTRA DEMOCRAZIA.

di Franco Bassanini/corriere della sera


19/11/2016
• UN VIAGGIO-SONDAGGIO IN TAXI E IL REFERENDUM DI DICEMBRE

Risponde Sergio Romano/corriere della sera


18/11/2016
• MONITO DI VIA NAZIONALE IN VISTA DEL 4 DICEMBRE: LA VITTORIA DEL NO POTREBBE INNERVOSIRE MERCATI ED EURO. LE SCADENZE ELETTORALI DEI PAESI OCCIDENTALI, FRA CUI IL REFERENDUM COSTITUZIONALE ITALIANO, HANNO FATTO AUMENTARE LA VOLATILITÀ DEI MERCATI CON UN ANDAMENTO CHE SEGNERÀ PER IL NOSTRO PAESE "UN FORTE AUMENTO A RIDOSSO DELLA PRIMA SETTIMANA DI DICEMBRE, IN CORRISPONDENZA" CON IL VOTO. E' QUANTO AVVISA LA BANCA D'ITALIA NEL RAPPORTO SULLA STABILITÀ FINANZIARIA DOVE SOTTOLINEA COME L'INDICATORE DEL MERCATO AZIONARIO ABBIA SUBITO UN'IMPENNATA NELLA SECONDA METÀ DEL 2016.

18/11/2016
• Sezioni Unite Civili della Cassazione: "La tutela assicurata alla stampa dall’articolo 21 della Costituzione si applica anche al giornale pubblicato «con mezzo telematico» che possieda gli stessi "tratti caratterizzanti» del «giornale tradizionale» su supporto cartaceo". No al sequestro.

18/11/2016
• MONTECITORIO - Interrogazione di Giorgio Airaudo (Gruppo Si-Sel) a Renzi e Poletti sull'Inpgi: quali iniziative urgenti il Governo intenda predisporre per riportare l'Istituto sui binari della trasparenza nonché della sana e prudente gestione; come si intenda garantire a chi ha versato «fior fiore» di contributi per decenni, a chi è in pensione, a chi sta per andarci e a chi si avvicina o svolge una professione che ha attinenza con i diritti costituzionali quale il diritto all'informazione la certezza di avere una previdenza e un'assistenza degne di questo nome; se, in situazione così gravemente compromessa, il Governo non ritenga indispensabile assumere le iniziative di competenza per il commissariamento dell'ente, qualora tale misura non fosse già tardiva.

17/11/2016
• 'ITALIA RECORD PER PRESSIONI E MINACCE AI GIORNALISTI'.STUDIO UE: CASI IN CRESCITA, 92 NEI PRIMI NOVE MESI DELL'ANNO E 82 NEL 2015..

DI SALVATORE LUSSU/ANSA


17/11/2016
• BOLOGNA. POLIGRAFICI. PIANO DI RISPARMIO ELABORATO DALLA REDAZIONE AL CENTRO DELLA TRATTATIVA. NO AD ALTRI SACRIFICI. L'EDITORE HA RISPOSTO CON LA DISDETTA UNILATERALE DAL PRIMO GENNAIO 2017 DI TUTTI GLI ACCORDI AZIENDALI DI SECONDO LIVELLO. I CDR DI "QUOTIDIANO NAZIONALE, QUOTIDIANO.NET, IL RESTO DEL CARLINO E IL GIORNO" HANNO DECISO "DI CHIUDERE DEFINITIVAMENTE IL TAVOLO DI CONTRATTAZIONE AZIENDALE E DI CHIEDERE SUBITO ALLA FNSI LA CONVOCAZIONE DI UN INCONTRO A ROMA CON LA FIEG".

16/11/2016
• Ecco la cyber propaganda pro M5S.La procura indaga sull’account chiave. Algoritmi, false notizie, bufale. Palazzo Chigi denuncia per diffamazione. (IN CODA la replica di Grillo)

di Jacopo Iacoboni/lastampa


16/11/2016
• Il 4 dicembre turiamoci il naso e votiamo Sì, o lo spread sarà implacabile.

di Giuseppe Ayala/magistrato e politico italiano-huffingtonpost


16/11/2016
• Nuovo attacco informatico al sito ‘BastaunSì’. Il Comitato promotore: un’azione condotta in maniera continua, massiccia e professionale.

15/11/2016
• Referendum, perché il 4 dicembre se non andate a votare e non votate SI vinceranno D’Alema, Berlusconi, Bersani, Monti, Salvini, cioè tutti quelli che sono stati al governo per 20 anni e ci hanno ridotto così; e Beppe Grillo, che ha sfruttato questi anni di recessione per alimentare una campagna di odio sociale che ha spaccato la nostra povera Italia. Renzi ha tanti difetti e colpe, ma è al governo da soli 2 anni e mezzo, impegnato nel titanico sforzo di scardinare quella rete che soffoca l’ Italia. Fallirà, forse è già fallito, ma la colpa non è sua, ma di quegli altri che ora gli fanno la campagna contro.

di Marco Benedetto/blitzquotidiano


15/11/2016
• REFERENDUM. WALTER VELTRONI: "VOTO SI. TEMO L'INSTABILITA' POLITICA CHE POTREBBE APRIRSI SE DOVESSE VINCERE IL NO, PERCHE' UN MOMENTO DI INSTABILITA' SAREBBE MOLTO PERICOLOSO PER L'ITALIA. SONO MOLTO ANGOSCIATO DALLA CRISI DELLA DEMOCRAZIA, CRISI IN PRIMO LUOGO DI CAPACITÀ DI DECISIONE, CHE VEDE UNA TENDENZA A TENERE TUTTO COM'E'".

15/11/2016
• ORDINE DEI GIORNALISTI. - Il decreto attuativo della legge 198/2016 ritarda ed Enzo Iacopino mette spalle al muro il ministro della Giustizia. A GENNAIO LE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CNOG, ma con le vecchie regole (avremo un Consiglio nazionale di 160 teste contro le 60 previste dalla nuova normativa). Urne aperte il 22 e il 29 gennaio, ballottaggio il 5 febbraio 2017. Il presidente del'Ordine ha sottolineato che i Consigli regionali potranno avvalersi della facoltà di indire le elezioni – senza violare alcuna norma – nelle giornate già fissate per il rinnovo del Cnog.

14/11/2016
• CLASS EDITORI: PERDITA DI 13 MLN NEI PRIMI NOVE MESI DELL'ANNO.

14/11/2016
• EDITORIA. FIEG: "NEL RAPPORTO CON IL WEB SERVE IL RISPETTO DELLE REGOLE E DI ALCUNI CRITERI DI TRASPARENZA". BISOGNA MUOVERSI A LIVELLO EUROPEO.

14/11/2016
• INPGI. Ex Fissa: a dicembre la seconda rata.

14/11/2016
• Diminuita per il sesto anno consecutivo la libertà online. Il report di Freedom House: sempre più minacciati gli utenti dei social, mentre aumenta il controllo su app come Whatsapp e Telegram.

di primaonline


14/11/2016
• PUBBLICITÀ. NIELSEN: FRENA A SETTEMBRE, NEI NOVE MESI +2,5%. CON I SOCIAL CRESCITA DEL 4,3%. PREVISTO UN 2016 POSITIVO. SEGNO NEGATIVO PER LA STAMPA: QUOTIDIANI E PERIODICI CALANO NEL SINGOLO MESE RISPETTIVAMENTE DEL 10,1 E DEL 5,3%, ATTESTANDOSI NEL PERIODO CUMULATO A -6% E A -3,8%.

14/11/2016
• “ALBERT CAMUS E LA RIVOLUZIONE UNGHERESE”. Accademia delle Belle Arti di Brera - via Brera 28/Aula 10. Domenica 20 novembre, ore 10.00 (MM 2 - Brera Lanza).

13/11/2016
• - L'intervista a Nando Pagnoncelli. Il re dei sondaggisti chiede una tregua: “Non sparateci più”. "Non siamo oracoli. Diamo i numeri, ma qualcuno devi capirli".

di Giorgio Arnaboldi/La Verità


13/11/2016
• Nei tempi bui del populismo Renzi deve accelerare sulla riforma."Non sono né di sentimenti renziani né antirenziani, ma se il premier fosse costretto alle dimissioni a causa di un No vincente, si aprirebbe un periodo di estrema difficoltà per il nostro Paese con una netta diminuzione della governabilità e una instabilità in Europa".

di EUGENIO SCALFARI/larepubblica


13/11/2016
• REFERENDUM/La riforma in 27 schede/slide. Ecco sintetizzate le modifiche alla Costituzione proposte alla approvazione o al rifiuto dei cittadini con il referendum che si terrà il 4 dicembre prossimo.

di Roberto Bin/lacostituzione.info


Vai ai Fatti della vita »
Tutti i giornali del mondo Rassegne stampa

Oggi nel mondo

    In primo piano
    L’Inpgi non è bancomat delle imprese, dice il segretario Fnsi, Lorusso. Prima degli ammortizzatori sociali serve rivedere i costi aziendali. I decreti per la legge sull’editoria? Oltre a pensare ai prepensionamenti, bisogna rilanciare l’occupazione.

    TESTO IN http://www.primaonline.it/2016/12/02/250718/linpgi-non-e-bancomat-delle-imprese-dice-il-segretario-fnsi-lorusso-prima-degli-ammortizzatori-sociali-serve-rivedere-i-costi-aziendali-i-decreti-per-la-legge-sulleditoria-oltre-a-pensare-ai/

    Continua »

    Ordine giornalisti Giornalismo - Giurisprudenza
    GIORNALISTI. RAFFAELE LORUSSO (FNSI): "VIA DALL'ODG CHI NON PAGA I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI ALL'INPGI/2. BISOGNA RISPETTARE LA LEGGE 103/1996".


    PESCARA, 21 ottobre 2016. CHI SVOLGE ATTIVITÀ GIORNALISTICA, ANCHE COME COLLABORATORE, DEVE PAGARE I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E SU QUESTO È TENUTO A VIGILARE L'Ordine dei Giornalisti AI FINI DEL MANTENIMENTO O MENO NEL PROPRIO …

      ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE - NUOVO PRINCIPIO DI DIRITTO IN TEMA DI DIFFAMAZIONE ONLINE FISSATO DALLE SEZIONI UNITE CIVILI DELLA CASSAZIONE con sentenza n. 23469 del 18/11/2016 (udienza del 25/10/2016, Presidente AMOROSO GIOVANNI, Relatore DE STEFANO FRANCO) SU RICORSO D’UFFICIO SENZA CONTROPARTI PRESENTATO DALLA PROCURA GENERALE DELLA STESSA SUPREMA CORTE CONTRO DECISIONI DEFINITIVE DEL TRIBUNALE DI NAPOLI. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA SENTENZA.

    Continua » Continua »

    INPGI 1 e 2 Tesi di laurea sul giornalismo
    Cassazione (sentenza 13057/2016): INPGI batte Hachette Rusconi sui contributi previdenziali di 7 giornalisti incentivati all'esodo. Per gli incentivi all’esodo Inpgi l’omessa o infedele denuncia di emolumenti corrisposti al lavoratore soggetto a contribuzione fa presumere l’esistenza di una volontà del datore di occultare i dati per non versare i contributi dovuti.

    By Avv. Renato D'Isa

    TESTO IN https://renatodisa.com/2016/ …

      REFERENDUM - Il difficile viene dopo il voto. Quando si parla della necessità di ritrovare la dignità del Parlamento, si intende soprattutto questo: tornare ai meccanismi costituzionali di approvazione delle leggi, alla fisiologia della decretazione d'urgenza e della delegazione legislativa, riportando questi istituti al carattere di legislazione straordinaria ben disegnati nella carta costituzionale. Questo risultato, a nostro parere, è raggiungibile in caso della vittoria del sì, alla condizione ineludibile di una pulizia chirurgica degli archivi parlamentari dalle prassi e dai precedenti in grande parte sostanzialmente incostituzionali. Da farsi subito, con il consenso più ampio possibile. Ed è raggiungibile, con qualche intervento sui regolamenti di entrambe le camere che riproduca un potere reale del governo sui tempi di approvazione di taluni disegni di legge governativi, nel caso di una bocciatura popolare della riforma costituzionale. di Montesquieu/articolo21

    Continua » Continua »

    Storia del giornalismo
    La libertà di stampa è nata in Svezia e oggi compie 250 anni. Stoccolma celebra la prima legge che la tutela. Venne adottata il 2 dicembre 1766.

    di Monica Perosino/lastampa


    2.12.2016 - L’illuminista Anders Chydenius, parlamentare del governo svedese, lo diceva già 250 anni fa: «È di tutta evidenza che la libertà di stampa e di scrittura è uno dei …

    Continua »

    Unione europea - Professioni Editoria - Web
    L'indagine. Parte la valutazione. Focus della Ue sull'accesso alle professioni. Sotto osservazione finiscono gli ostacoli ancora presenti nelle legislazioni dei Paesi europei

    di Marina Castellaneta – Il Sole 24 Ore 3/10/2013

    Parte la valutazione sui sistemi di accesso alle professioni regolamentate voluta dalla Commissione europea. Un percorso a tappe che, nell'intenzione di Bruxelles, dovrebbe servire a individuare gli ostacoli esistenti - ancora troppi - in materia di accesso ad alcune professioni. La tabella di marcia è stata illustrata oggi dalla Commissione Ue …

      La Fieg tentata (a parole) dall'uscita dall'Inpgi perchè i contributi pagati per i giornalisti sono pari a quelli pagati per i dipendenti non giornalisti all'Inps. Ma non è vero. Eppure per decenni gli editori hanno pagato 7-8 punti in meno di contributi in contrasto con i vincoli della "legge Rubinacci" (n. 1564/1951): questa legge stabilisce che i contributi dovuti dai datori di lavoro (e le prestazioni erogate dall'Ente) non possono essere inferiori a quelli stabiliti per le corrispondenti forme di assicurazione obbligatorie (Inps). E' assodato che gli editori hanno violato la legge Rubinacci con la complicità dei dirigenti Fnsi e Inpgi, ma anche dei ministeri vigilanti (Tesoro e Lavoro) e della Corte dei Conti. L'Inpgi ora non dovrebbe essere risarcita dallo Stato? Si calcola che in 65 anni (dal 1951 a tutt'oggi) l'Inpgi sia stato depauperato di almeno un miliardo di euro per il minore incasso di contributi.

    di Francesco M. de Bonis/inviato

    Continua » Continua »

    FNSI-Giornalismo dipendente
    Si é chiusa in Cassazione la lunga e complessa vicenda giudiziaria dei giornalisti dell'Ufficio Stampa della Regione Sicilia cessati dall'incarico per conclusione dell'incarico fiduciario che li legava al precedente Presidente. Respinto il ricorso di Pietro Nicastro.


    TESTO IN Continua »


    TV-Radio Diritto di cronaca
    Rai. Ecco il testo del ddl: i consiglieri e l'ad saranno "licenziabili"Rai. Il governo ha reso noto l'articolato del ddl di riforma varato otto giorni fa. I membri del cda potranno essere rimossi dall'Assemblea dei soci dopo "valutazione favorevole" dei componenti della Vigilanza. Per l'allontanamento dell'ad servirà il voto del cda. Nonostante sia revocabile, potrà firmare contratti fino a dieci milioni. IN CODA il testo del ddl.

    di ALDO FONTANAROSA
    www.repubblica.it



    ROMA, 3 aprile 2015. I consiglieri di amministrazione della nuova Rai saranno "licenziabili". Il loro incarico potrà essere revocato. Lo prevede il disegno di legge di riforma della televisione di Stato, di cui si conosce finalmente l'articolato a otto giorni dal …

      Importante sentenza della Cassazione in tema di art. 21 della Costituzione sul diritto di critica ad un libro. Capovolti i principi affermati dalla magistratura milanese che non aveva ravvisato nel volume un'opera o inchiesta giornalistica, ma un'opera artistico-letteraria che godeva dell'esimente della libera manifestazione del pensiero. Si tratta del libro "Falce e Carrello - Le mani sulla spesa degli italiani", edito da Marsilio.


    CASSAZIONE Sez. PRIMA CIVILE, Sentenza n.22042 del 31/10/2016 (Presidente RAGONESI VITTORIO  Relatore LAMORGESE ANTONIO PIETRO) - TESTO IN

    Continua » Continua »

    Sentenze Premi
    PREVIDENZA IN TRINCEA. Tre sentenze (testi in coda) della sezione Lavoro della Cassazione bocciano inesorabilmente il contributo di solidarietà varato dopo il 2007 dalla Cassa dei dottori commercialisti e che il CdA dell'Inpgi "fattosi Parlamento" vuole introdurre illegalmente sugli assegni di 6.554 giornalisti in quiescenza con redditi superiori ai 38mila euro all'anno. L'Istituto prevede così di risparmiare complessivamente circa 19 milioni di euro nel prossimo triennio. Anche i Ministeri dell'Economia e del Lavoro hanno bocciato il prelievo introdotto dall'Inpgi nella riforma varata il 27 luglio 2015. Pesa anche la mancanza di un quadro normativo ad hoc. L'ultima parola, comunque, spetta a Padoan e Poletti. (Franco Abruzzo/presidente dell'Unpit: "E' l'ora di cacciare Fnsi e Fieg dal Cda dell'ente. I giornalisti pensionati devono confluire nell'Unpit o in Puntoeacapo. Basta con la Fnsi, che non li tutela!").

    di Pierluigi Franz


    25.9.2016 - Nell'ultima bozza della riforma delle pensioni INPGI, che doveva restare “segreta”, ma che è scaricabile sia dal sito della FNSI

      Il giornalista Riccardo Iacona, il ricercatore Valter Longo, il medico Fabrizio Pregliasco e l’ Ufficio Stampa dell’AIFA (l'Agenzia Italiana del Farmaco) hanno ricevuto ieri sera a Milano i 'Premi UNAMSI 2016' (Unione nazionale medico scientifica di informazione).


    MILANO, 2  dicembre 2016. -  Il giornalista Riccardo Iacona, il ricercatore Valter Longo, il medico Fabrizio Pregliasco e l’Ufficio Stampa dell’AIFA (l'Agenzia Italiana del Farmaco) hanno ricevuto ieri sera a Milano i 'Premi UNAMSI 2016' (Unione nazionale medico scientifica di informazione). Iacona, per il giornalismo di inchiesta area Salute, per le due puntate del programma 'Presa Diretta su Rai Tre, 'Il metodo Stamina e 'La battaglia dei vaccini, «autentica lezione di giornalismo medico-scientifico televisivo - dice la motivazione - dove, attraverso la citazione di dati tratti dalle più autorevoli fonti scientifiche e stringenti interviste ai molteplici protagonisti delle due vicende, l’autore fa in modo che sia lo stesso spettatore ad arrivare alla verità dei fatti».

    Continua » Continua »

    Carte deontologiche Riforma professione
    FNSI. Il sindacato dei giornalisti si interroga sulla sua esistenza e sul suo ruolo. Appuntamento di tutte le “anime” a Fiuggi per due giornate di lavoro e riflessione, il 10 e 11 giugno, sulla situazione del settore editoriale e per arrivare ad attuare scelte condivise in un momento difficile per la professione.


    20.5.2015 - Protagonisti del cambiamento: i giornalisti italiani si danno appuntamento a Fiuggi per due giornate di lavoro e riflessione, il 10 e 11 giugno,  sulla situazione del settore editoriale e per arrivare ad attuare …

      L'individuazione delle professioni spetta solo allo Stato.

    di Giovanbattista Tona
    www.ilsole24ore.com 14.12.2015

    Ancora uno stop della Consulta alle Regioni che legiferano sulle professioni. Stavolta a cadere sotto la scure di una dichiarazione di illegittimità costituzionale è una legge regionale dell’Umbria, la 19/2014, che conteneva disposizioni in materia di valorizzazione e promozione delle discipline bionaturali e che prevedeva l’istituzione di un elenco regionale ricognitivo degli operatori di tali discipline.  La legge, impugnata dalla …

    Continua » Continua »

    Deontologia e privacy
    GIORNALISMO. PRIVACY: L'AGGIORNAMENTO DI UN ARTICOLO WEB DEVE ESSERE SUBITO VISIBILE.


    Continua »


    Dibattiti, studi e saggi
    L’equo processo vale anche per la giustizia degli Ordini professionali./ di iusletter

    Continua »


    Corte di Strasburgo
    .Le sentenze della Corte Strasburgo sul giornalismo, raccolte da Franco Abruzzo, si possono leggere......


     


    Continua »


    Lavoro. Leggi e contratti
    Finalmente il correttivo al Jobs Act

    di Riccardo Del Punta (Professore ordinario di diritto del lavoro presso l’Università di Firenze)/ipsoa.it

    TESTO IN

    Continua »

    CASAGIT
    Riaprono i termini per le iscrizioni ai profili Due, Tre e Quattro di Casagit. Dal 1° giugno 2016 al 30 giugno 2017.

    Roma, 22 luglio 2016.   Riaprono i termini per le iscrizioni ai profili Due, Tre e Quattro di Casagit. Dal 1° giugno 2016 al 30 giugno 2017, tutti …

    Continua »
    Dispensa telematica per l’esame di giornalista
    29/09/2016
    • La Riforma Costituzionale del Governo Renzi.

    di wikiversity


    02/07/2016
    • LA CRONISTORIA DELLA VICENDA SOPAF/INPGI DAL 2009 AD OGGI.

    21/06/2016
    • PREVIDENZA DEI GIORNALISTI. L'Inpgi tra pubblico e privato con la Cassazione che smentisce se stessa ignorando leggi e Consulta in tema di libertà di cumulo. Dopo la sentenza 12671/2016, i giornalisti iscritti all'Inpgi sono cittadini di serie B rispetto ai cittadini comuni iscritti all'Inps, agli avvocati e ai ragionieri che possono cumulare in base all'articolo 72 della legge n. 388/2000, all'articolo 19 della legge n. 113/2008 nonché alla sentenza n. 437/2002 della Corte costituzionale. La Corte costituzionale, con la sentenza 437/2002, ha limitato l’autonomia delle Casse, ritenendo prevalente il diritto all’uguaglianza sulle esigenze di bilancio. La Cassazione, appropriandosi dei poteri parlamentari e di quelli della Consulta, nega che l'Inpgi figuri tra gli enti sostitutivi dell'Inps, circostanza affermata dalla legge 1564/1951 e ribadita dalla legge 388/2000. Uno straripamento abnorme del potere interpretativo delle norme". L'articolo 15 del Regolamento dell'Istituto pone alla libertà di cumulo il tetto dei 21.927,03 euro lordi annui.

    RICERCA DI FRANCO ABRUZZO*


    15/06/2016
    • STRASBURGO – SENTENZE.
    La Convenzione e la Corte
    europea dei diritti dell’uomo
    ampliano il diritto di cronaca
    (“dare e ricevere notizie”)
    e proteggono il segreto
    professionale dei giornalisti.
    No alle perquisizioni in redazione!
    Il giudice nazionale deve tener conto
    delle sentenze della Corte europea
    dei diritti dell'uomo ai fini della
    decisione, anche in corso di causa,
    con effetti immediati e assimilabili
    al giudicato: è quanto stabilito
    dalla Corte di cassazione con la
    sentenza n. 19985 del 30/9/2011.
    (In coda la raccomandazione
    R7/2000 sul segreto
    professionale dei giornalisti
    approvata dal Consiglio d’Europa).

    Il Consiglio d’Europa, nella raccomandazione R(2000)7 sulla tutela delle fonti dei giornalisti, ha scritto testualmente: «L'articolo 10 della Convenzione, così come interpretato dalla Corte europea dei Diritti dell'Uomo, s'impone a tutti gli Stati contraenti». Su questa linea si muove il principio affermato il 27 febbraio 2001 dalla Corte europea dei diritti dell’uomo: ”I giudici nazionali devono applicare le norme della Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo secondo i principi ermeneutici espressi nella giurisprudenza della Corte europea dei Diritti dell'Uomo” (in Fisco, 2001, 4684). Questo assunto è condiviso pienamente dalla Corte costituzionale: le sentenze di Strasburgo hanno un peso ineludibile nel sistema giudiziario italiano. Si legge nella sentenza 39/2008 della Consulta: “Questa Corte, con le recenti sentenze n. 348 e n. 349 del 2007, ha affermato, tra l'altro, che, con riguardo all'art. 117, primo comma, Cost., le norme della CEDU devono essere considerate come interposte e che la loro peculiarità, nell'ambito di siffatta categoria, consiste nella soggezione all'interpretazione della Corte di Strasburgo, alla quale gli Stati contraenti, salvo l'eventuale scrutinio di costituzionalità, sono vincolati ad uniformarsi…Gli Stati contraenti sono vincolati ad uniformarsi alle interpretazioni che la Corte di Strasburgo dà delle norme della Cedu (Convenzione europea dei diritti dell’Uomo)”. Dal 1° dicembre 2009 la Carta dei diritti fondamentali della Ue e la Convenzione europea dei diritti dell’uomo (Cedu) fanno parte della Costituzione europea (Trattato di Lisbona) e sono direttamente applicabili dai giudici e dalle autorità amministrative italiani.

    di FRANCO ABRUZZO
    (dal 1989 al 2007 presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia)


    15/06/2016
    • CORTE COSTITUZIONALE, sentenza n. 437/2002. I ragionieri conquistano la libertà di cumulo (dopo la sentenza n. 73/1992 che riconosce lo stesso diritto agli avvocati). "È da osservare anzitutto che il perseguimento dell'obiettivo tendenziale dell'equilibrio di bilancio non può essere assicurato da parte degli enti previdenziali delle categorie professionali - e, in particolare, da parte della Cassa di previdenza a favore dei ragionieri e periti commerciali - con il ricorso ad una normativa che, trattando in modo ingiustificatamente diverso situazioni sostanzialmente uguali, si traduce in una violazione dell'art. 3 della Costituzione. L'iscrizione ad albi o elenchi per lo svolgimento di determinate attività è, infatti, prescritta a tutela della collettività ed in particolare di coloro che dell'opera degli iscritti intendono avvalersi".

    01/06/2016
    • FRANCO ABRUZZO/MANUALE DI BASE. La legge professionale dei giornalisti aggiornatissima con la normativa di riforma del 2011/2012 (+ il regolamento sulla formazione continua + i chiarimenti ministeriali sul Consiglio territoriale di disciplina + il regolamento per i ricorsi innanzi al Consiglio nazionale di disciplina).

    14/04/2016
    • Addio province, nuovo Senato e Federalismo: ecco cosa cambia con la riforma costituzionale. (IN CODA il testo del ddl costituzionale e 9 documenti correlati pubblicati da lexitalia.it ).

    di lastampa.it


    27/03/2016
    • LO ZIBALDONE DEL GIORNALISTA: 1. FORMAZIONE CONTINUA. REGOLE ED EVENTI FORMATIVI; -2.AREA CONTRATTUALE-PROFESSIONALE-NOTIZIE UTILI; - 3. EX FISSA - 4. PENSIONI-PREVIDENZA & FISCO; 5. EQUO COMPENSO; 6. STUDI E RICERCHE SUL GIORNALISMO A CURA DI FRANCO ABRUZZO.

    18/03/2016
    • EQUO COMPENSO - Le notizie del 1° gennaio 2012 ad oggi.

    a cura di Franco Abruzzo


    26/01/2016
    • EX-FISSA/ IL CASO CHE METTE FNSI E INPGI NELL'ANGOLO. TUTTI GLI ARTICOLI PUBBLICATI DALLA FIRMA DEL CONTRATTO FNSI/FIEG 2014/2018 IN POI. L'attesa per l'incasso dell'indennità è salita a 17 anni.

    05/10/2015
    • MATERIALI UTILI ALLO STUDIO DEL DIRITTO COSTITUZIONALE - Dove reperire leggi, decreti, sentenze delle alte magistrature italiane ed europee, i trattati istitutivi della Ue.

    26/06/2015
    • L’avvocato Caterina Malavenda sulla legge sulla diffamazione approvata alla Camera: “Adesso fare i cronisti sarà più difficile”. “Impossibile per il direttore di un giornale online controllare tutto”.

    04/06/2015
    • 5 GIUGNO 2015 - 5° CONVEGNO “GIUSTIZIA E INFORMAZIONE” A LIERNA (LECCO) SUL TEMA “PROPOSTE DI MODIFICA IN MATERIA DI DIFFAMAZIONE E DI INTERCETTAZIONI: RICERCA DI UN GIUSTO EQUILIBRIO O DI UN BAVAGLIO?”.

    RELAZIONE DI FRANCO ABRUZZO

    INDICE:
    1.PREMESSA. INTERCETTAZIONI. SERVE UNA LEGGE DI UN SOLO ARTICOLO CHE ABOLISCA I SEGRETI ISTRUTTORI IN VIGORE E CHE VIETI DI PUBBLICARE SOLTANTO QUEGLI ATTI PROCESSUALI SUI QUALI IL GIUDICE ABBIA DECISO DI APPORRE IL VINCOLO TEMPORANEO DI SEGRETEZZA.
    2. IL GIORNALISTA (COME L’AVVOCATO) DIVENTI PARTE NEL PROCEDIMENTO PENALE.
    3. “PROPOSTE DI MODIFICA IN MATERIA DI DIFFAMAZIONE E DI INTERCETTAZIONI: RICERCA DI UN GIUSTO EQUILIBRIO, NON DI UN BAVAGLIO. IL DIBATTITO IN PARLAMENTO, CHE DECIDERÀ PRIMA DELLA PAUSA ESTIVA. VIA IL CARCERE PER I CRONISTI, MA NON BASTA. LA LEGGE NON ACCOGLIE NUMEROSE RICHIESTE, PRIME FRA TUTTE LO STOP ALL’USO INTIMIDATORIO DELLE QUERELE E DELLE CAUSE PER DIFFAMAZIONE E LA PARAMETRAZIONE DELLE MULTE E DEI RISARCIMENTI ALLE CAPACITÀ ECONOMICHE DEL CONDANNATO. EDITORI E CRONISTI SENZA COPERTURA ASSICURATIVA. ANCORA OGGI CHI DELIBERATAMENTE OSTACOLA L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CRONACA NON INCORRE IN NESSUNA SANZIONE SPECIFICA. IN CODA ESAME ANALITICO DEL DDL DI RIFORMA.
    4. INTERCETTAZIONI. I GIORNALISTI: “NO A SANZIONI PENALI. LA STRADA PIÙ CORRETTA DA SEGUIRE - E SEMMAI DA RAFFORZARE - È QUELLA DI UN MAGGIOR RIGORE SUL PIANO DELLA DEONTOLOGIA PROFESSIONALE E QUINDI DELLA RESPONSABILITÀ”. IL PARADOSSO DI GRATTERI: “SPIARE I CRONISTI”, MA STRASBURGO NON CI STA. NELL’ATTESA DELLA RIFORMA, SOCCORRE LA GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DEI DIRITTI DELL’UOMO VINCOLANTE PER I TRIBUNALI ITALIANI. TRE SENTENZE ILLUMINANTI.
    5. LA CONVENZIONE EUROPEA PER LA SALVAGUARDIA DEI DIRITTI DELL’UOMO E DELLE LIBERTÀ FONDAMENTALI INGLOBATA DAL 1° DICEMBRE 2009, CON L’ARTICOLO 6, NELLA COSTITUZIONE EUROPEA. IL GIUDICE NAZIONALE DEVE TENER CONTO DELLE SENTENZE DELLA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL'UOMO AI FINI DELLA DECISIONE, ANCHE IN CORSO DI CAUSA, CON EFFETTI IMMEDIATI E ASSIMILABILI AL GIUDICATO:COSÌ LA CASSAZIONE.


    18/04/2015
    • PENSIONI-CITTADINI INPS E CITTADINI INPGI – RASSEGNA DEGLI ARTICOLI 2015.

    17/03/2015
    • DIRITTO DEI MEDIA - Diritto di accesso alla rete ed alla libertà d’espressione nella Carta dei diritti di internet e nella Giurisprudenza costituzionale.

    di Fulvio Sarzana
    nova/Il Sole 24 Ore 15/3/2015


    Vai a Dispensa telematica per l’esame di giornalista »
    Social Network - RSS
      

    Walter Tobagi giornalista
    Parte I-II-III Le immagini

    Notizie di Ossigeno

      Attualità
      03/12/2016
      • La risposta del Governo sul mancato uso della PEC (posta elettronica certificata) da parte dei giornalisti.

      03/12/2016
      • Valentina Montanari lascia il Gruppo 24 Ore. L’uscita del cfo è il primo segnale del nuovo corso dell’ad Moscetti. Sostituita da Giancarlo Coppa.

      03/12/2016
      • Merlo lascia l’incarico in Rai dopo sei mesi. Nella lettera di dimissioni in mano a ‘Repubblica’ scrive: clima irrespirabile, il progetto di Verdelli sabotato; noi calunniati e dai vertici nessuna solidarietà.

      01/12/2016
      • BOLOGNA. Addio a Gianni Bettini, uno dei redattori storici della Tgr Emilia-Romagna.

      01/12/2016
      • Referendum, le mie dieci ragioni per il Sì.

      di Michele Carugi/ilfattoquotidiano


      01/12/2016
      • Premio giornalistico "Sara Bianchi″ dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti.

      30/11/2016
      • Stampa romana: la crisi va in archivio, luce oltre la siepe.

      30/11/2016
      • Ufficiali della Guardia di finanza, che partecipano al Corso superiore di Polizia tributaria, in visita di studio al sito di Ciaculli. LEZIONE DI LEGALITA’ AL GIARDINO DELLA MEMORIA DI PALERMO.

      30/11/2016
      • Antenna Tre: vince Rete Veneta. Per consolidare l’aggiudicazione indispensabile l’accordo sindacale.

      30/11/2016
      • La pubblicità sulla stampa in calo del 6% a ottobre. Male quotidiani, a -7,3%, e settimanali, a -4,9%; stabili i mensili, a -0,5%. I dati Fcp.

      30/11/2016
      • IL SOLE 24 ORE. MESSAGGIO DEL CDR AI COLLEGHI: "Conclusa il 18/11 l'ispezione del Ministero del Lavoro presso la nostra azienda. Dalla lettura del verbale ministeriale non è emerso alcun rilievo. E' pienamente in vigore l'accordo sullo stato di crisi ai fini della concessione del trattamento di cassa integrazione straordinaria finalizzata ai prepensionamenti".

      30/11/2016
      • A quasi un anno dall’annuncio della fusione Itedi-Gruppo Espresso inaccettabile parlare solo di tagli, dicono i giornalisti della ‘Stampa’, proclamando lo stato di agitazione. La Fnsi: ricorrere a riduzioni certifica la mancanza di una visione strategica.

      30/11/2016
      • I giornali locali sono garanzia della libertà di stampa ed espressione indispensabile del tessuto sociale, dice il presidente Mattarella. Il radicamento nel territorio un contributo al rafforzamento del nostro Paese.

      30/11/2016
      • Cda de Il Sole 24 Ore: ok al Bilancio intermedio al 30 settembre 2016 redatto sulla base del presupposto della continuità aziendale, che riporta una perdita pari a 57.400.000 euro e un patrimonio netto pari a 18.153.000 euro, a fronte di un capitale sociale di 35.124.000 euro, al disotto del limite previsto dall’art. 2446 del Codice civile. Gli amministratori riconvocheranno un Consiglio al più presto per valutare la situazione patrimoniale della Società e proporre all’Assemblea degli azionisti del 22 dicembre la copertura della perdita e la valutazione dell’adeguamento del capitale sociale.

      30/11/2016
      • Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola . Con il mensile è allegata la nuova edizione del Grande Libro della stampa italiana e dell'informazione online. Entrambi sono disponibili subito in edizione digitale per smartphone e tablet.

      Vai a Attualità »

      Scuole di Giornalismo e Università
      14/10/2016
      • Università di Bologna. Riparte il Master a tempo pieno in giornalismo per 25 praticanti. Una sfida alla crisi dell'editoria. Domanda d'iscrizione entro il 14 novembre.

      19/08/2016
      • Prestito d’onore bancario fino a 10 mila euro da restituire in 10 anni per gli allievi della Scuola di Perugia senza borsa di studio.

      13/07/2016
      • I nuovi media, dal storytelling al headline editing, dal data-journalism al social media management, sono tra le competenze sulle nuove frontiere del giornalismo digitale su cui punta il Master Giorgio Bocca di Torino che da quest’anno, alla sua 7/a edizione, conta in particolare sul sostegno di due grandi realtà editoriali giornalistiche: il gruppo Itedi-La Stampa e il gruppo L’Espresso-La Repubblica. Nuova direttrice delle testate è Anna Masera.

      28/06/2016
      • MILANO. Il master a tempo pieno della Scuola «Walter Tobagi». Diventare giornalisti in Università: iscrizioni aperte fino al 27 luglio.

      28/03/2016
      • Roma. AL VIA IL NUOVO MASTER DI GIORNALISMO DELLA LUMSA. Lo dirigono Emilio Carelli e Carlo Chianura. Iscrizioni entro il 7 aprile 2016. L'Ateneo bandisce 9 borse di studio biennali del valore di 5.000 euro l’anno e 12 borse di studio biennali del valore di 5000 euro l’anno riservate ai figli degli iscritti o pensionati INPS/Inpdap (le borse di studio non sono cumulabili tra loro).

      07/03/2016
      • Pubblicato il bando della Scuola di giornalismo di Perugia per la selezione di 25 allievi del XIII biennio di studi.

      12/02/2016
      • FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA. Lettera di Sergio Rizza a Gabriele Dossena (presidente Ogl). "Perché i crediti formativi universitari per corsi, lezioni e master seguiti in passato non possono essere calcolati? Per quale valida ragione il CNOG dovrebbe rispondere negativamente?".

      14/11/2015
      • Master in giornalismo Walter Tobagi, bando di concorso per vice direttore.

      23/05/2015
      • Donare alla Biblioteca Sormani il Fondo librario (5mila volumi) dell’Ifg “Carlo De Martino” per commemorare il 35° anniversario dell’assassinio di Walter Tobagi. La cerimonia si terrà il 28 maggio (h 18) nella Sala del Grechetto di via Francesco Sforza 9.

      di Alberto Bellotto


      13/05/2015
      • Alla Sormani il fondo librario della Scuola di giornalismo Walter Tobagi (erede dell’Istituto Carlo De Martino per la Formazione al Giornalismo). Cerimonia il 28 maggio nel 35° dell’assassinio del presidente della “Lombarda”.

      28/04/2015
      • La Scuola di giornalismo Walter Tobagi organizza per il 6 maggio il corso di aggiornamento "Capire e raccontare la Cina: società, politica e uso delle fonti". Ci sono ancora alcuni posti a disposizione. Il corso, che è gratuito, eroga 6 crediti formativi e si svolge dalle 9,30 alle 16,30.

      22/04/2015
      • MILANO - La Scuola di giornalismo Walter Tobagi organizza per il prossimo 28 aprile il seminario “Social media e disuguaglianza sociale. Un’analisi quali-quantitativa”. Vale due crediti formaativi per i giornalisti.

      07/12/2014
      • Scuole di Giornalismo riconosciute dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti ed attualmente convenzionate in base al Quadro degli indirizzi del 13.12.2007.

      06/05/2014
      • Perugia e Milano le vincitrici del premio per le scuole di giornalismo italiane.

      31/12/2013
      • Elenco delle Scuole di giornalismo
      riconosciute dal Consiglio
      nazionale dell'Ordine dei Giornalisti
      ed attualmente convenzionate
      in base al Q.I. del 13/12/2007


      Vai a Scuola di Giornalismo »

      Recensioni
      12/11/2016
      • Enrico Campagnoli. I rapporti fra Genova ed il Barbarossa sono strettamente legati al Castello, alla fine di Borgolungo ed alla nascita dell'odierna Chiavari. Il Castello di Chiavari ha tenuto a battesimo la contesa fra Guelfi e Ghibellini. Il Castello, Chiavari ed il Barbarossa.

      Vai a Recensioni »

      Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
      Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

      Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com