Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
   Attualità
   Carte deontologiche
   CASAGIT
   Corte di Strasburgo
   Deontologia e privacy
   Dibattiti, studi e saggi
   Diritto di cronaca
   Dispensa telematica per l’esame di giornalista
   Editoria-Web
   FNSI-Giornalismo dipendente
   Giornalismo-Giurisprudenza
   I fatti della vita
   INPGI 1 e 2
   Lavoro. Leggi e contratti
   Lettere
   Ordine giornalisti
   Premi
   Recensioni
   Riforma professione
   Scuole di Giornalismo e Università
   Sentenze
   Storia
   Tesi di laurea
     » TV-Radio
   Unione europea - Professioni
  Documenti
TV-Radio
RAI. USIGRAI: in un ACCORDO SINDACALE appena firmato SULL'UTILIZZO DEL web E DEI SOCIAL c'è IL NO AI MESSAGGI DI ODIO.  (15/12/2016)
Rai. Ecco il testo del ddl: i consiglieri e l'ad saranno "licenziabili"Rai. Il governo ha reso noto l'articolato del ddl di riforma varato otto giorni fa. I membri del cda potranno essere rimossi dall'Assemblea dei soci dopo "valutazione favorevole" dei componenti della Vigilanza. Per l'allontanamento dell'ad servirà il voto del cda. Nonostante sia revocabile, potrà firmare contratti fino a dieci milioni. IN CODA il testo del ddl. di ALDO FONTANAROSA www.repubblica.it  (03/04/2015)
CON GOOGLE IL PC DIVENTA UNA 'CHIAVETTA' LOW COST. CHROMEBIT TRASFORMA OGNI SCHERMO tv IN UN COMPUTER. DI STEFANIA PASSARELLA-ANSA  (01/04/2015)
D.Lgs. 31/07/2005, n. 177. Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici. (Pubblicato nella Gazz. Uff. 7 settembre 2005, n. 208, S.O.) - Testo aggiornato al 15 febbraio 2015.  (15/02/2015)
All-tv: il sogno di una TV multietnica diventa realtà a Milano grazie a Mbede Fouda, un giornalista rifugiato politico di www.articolo21.org  (06/11/2013)
TV. CATRICALA': TORNA NEL SEGNO DELL’INNOVAZIONE IL COMITATO MEDIA E MINORI: VIGILERA' SULL'APPLICAZIONE DELLE REGOLE CHE LE EMITTENTI SI SONO DATE  (23/10/2013)
I processi in tv vanno evitati: ma per fermarli non serve una legge di www.giornalismoedemocrazia.it  (29/10/2012)
Rai, Mediaset e il mercato televisivo La concorrenza che non si vede A gennaio la spesa pubblicitaria è crollata, si dice, del 15-20%. La Rai prevede di perdere 16 milioni. Mediaset non diffonde budget. Ma se perde il 10% della raccolta su base annua - la Spagna va peggio dell'Italia - finirà per bruciare i margini. di Massimo Mucchetti per il Corriere della Sera 23/2/2012  (23/02/2012)
RAI. Augusto Minzolini: i legali pronti al ricorso d’urgenza per ottenere la reintegrazione nelle funzioni di direttore responsabile del Tg1. “Santoro ha fatto bene ad andare dai giudici”.  (26/12/2011)
SENTENZA STORICA. La Corte di giustizia UE rivoluziona i diritti tv: possibile seguire gli eventi calcistici con una scheda di decodificazione di altri Stati membri e a basso prezzo. Decoder senza frontiere. La proprietaria di un piccolo pub di Portsmouth, in Gran Bretagna, ha vinto una battaglia legale che rivoluziona il sistema dei diritti per la diffusione delle partite di calcio in Europa. È anche la fine del «contrabbando» delle schede tra appassionati di calcio: i privati infatti hanno diritto a comprare l'abbonamento di una qualunque emittente satellitare indipendentemente dal loro luogo di residenza in Europa. Per i giudici europei, il sistema che vieta ai telespettatori di seguire le partite con una scheda di decodificazione di altri Stati membri è contrario alla “libera prestazione dei servizi” e alla concorrenza nell’Unione. CAMIGLIERI: A RISCHIO la VENDITA di DIRITTI all’ESTERO. GUERRA dei DECODER: POTREBBERO MANCARE 80 MLN. RICADUTE anche sulle OLIMPIADI di Londra. di Fulvio Sarzana di S. Ippolito  (04/10/2011)
TV. SANTORO: “SONO UN GIORNALISTA RAI, SE MI VUOLE CI SONO IN ESCLUSIVA A TV TALK, DUBITO CHE LA7 DIVENTI LA NUOVA RAI3”  (23/09/2011)
RAI - Ok a Fabio Fazio, no al ritorno di Santoro e resta Lucia Annunziata Il cammino comune tra Michele Santoro e la Rai, almeno per questa prima parte di stagione, si è davvero interrotto. Il collegio dei sindaci ha giudicato valida la rescissione del contratto decisa dal conduttore con il dg Lorenza Lei ed ora l'unica strada aperta, e sottolineata dal presidente Paolo Garimberti, resta quella di una collaborazione. Prosegue, invece, ed anzi si rafforza rispetto alle bozze di accordo precedenti, il rapporto con Fabio Fazio, che, grazie al contratto approvato dal cda, continuerà a condurre 'Che tempo che fa' e in futuro anche 'Vieni via con me' con Roberto Saviano, pur avendo ottenuto una deroga per un programma su altra rete per maggio 2012. Occorrerà attendere la prossima seduta, invece, per conoscere il futuro di Milena Gabanelli.  (07/07/2011)
Il libro bianco del CdR sul Tg1  (10/04/2011)
EDITORIA: ECCO NUOVI LIMITI INCROCI STAMPA-TV, ENTRA SKY  (01/04/2011)
Avetrana-OMICIDIO SARAH SCAZZI: 400 PROGRAMMI Tv sono nel mirino dell'AGCOM e dell’Ordine dei Giornalisti. Il dolore sfruttato per fare audience. Violazioni deontologiche?  (15/03/2011)
Media. Il presidente del Consiglio ha arrotondato la partecipazione al 38,98% Berlusconi sale ancora in Mediaset di Simone Filippetti per Il Sole 24 Ore 1/12/2010  (06/12/2010)
INTERNET. GOOGLE VINCE la CAUSA CONTRO TELECINCO SU YOUTUBE. Il Tribunale commerciale di Madrid ha dato i ragione a YouTube considerando che non ha violato la legge sulla proprietà intellettuale con la pubblicazione sul suo sito di estratti video non autorizzati di programmi di TeleCinco: «E’ materialmente impossibile controllare tutte i video messi a disposizione degli utenti, dato che ve ne sono oltre 500 milioni». YouTube «non è un fornitore di contenuti e quindi non ha l'obbligo di controllare preventivamente la illegalità di quelli che presenta sul suo sito»  (23/09/2010)
La RAI cerca giornalisti. USIGRAI SODDISFATTA "PER la SELEZIONE TRASPARENTE di GIORNALISTI per la TGR". “La Rai si è impegnata a pubblicare il primo settembre sul proprio sito il bando per poter recepire le domande on line”. Oltre all'iscrizione all'Ordine come professionista sono richieste la laurea ed un’età non superiore ai 36 anni.  (06/08/2010)
Europa 7, accordo fatto. In onda dal mese di giugno All'emittente verranno assegnate "frequenze cerotto" per una copertura dell'80% del territorio. E sulla vicenda Sky il viceministro Romani annuncia: chiesto nuovo incontro con la Ue di Margherita Amore per il Corriere delle comunicazioni  (08/04/2010)
MEDIASET: UTILE 2009 CALA A 272,4 MLN, DIVIDENDO A 0,22 EURO. Pubblicità in ripresa quest’anno  (23/03/2010)
TV. BBC chiude due stazioni radio. Produzione di notizie: - 50%. Internet: organici ridotti del 25%.  (26/02/2010)
Quanto pagano i titolari di concessioni radiotelevisive, pubbliche e private (art. 27, c. 9, l. 488/1999).  (31/10/2009)
Calabrò (Agcom): "Rai, Mediaset e Telecom Italia Media perdono un multiplex con il passaggio al digitale" Una gara per cinque reti digitali. Mediaset: "Finalmente una luce nella questione frequenze" ''La Commissione europea ha sospeso la procedura di infrazione'' a carico dell'Italia in materia di assetto del sistema televisivo  (09/04/2009)
RAI. CDA APPROVA MAURO MASI DG. OK al BILANCIO 2008. FRANCESCHINI: PREMIER FA LE NOMINE IN CASA.  (01/04/2009)
Lavoce.info del 10.03.2009 IL TG AL TEMPO DI BERLUSCONI di Riccardo Puglisi  (16/03/2009)
Mediaset mangia spot. Nonostante la crisi economica e il calo di ascolti, Mediaset aumenta la raccolta di spot a danno della Rai. Perché i grandi gruppi investono nelle televisioni del premier Marco Lillo per "L'Espresso"  (13/03/2009)
Tv. Tutta l'Ue abbandona l'analogica: è l'era digitale. Il passaggio completato entro il 2012. Alcuni Paesi hanno oramai solo il nuovo sistema. L'Europa è leader nel mondo per quanto riguarda il passaggio dalla televisione analogica a quella digitale. Il digitale dal 17/2 è in funzione in Trentino, che segue la Sardegna. IN CODA: articolo di Aldo Grasso e articol obbligatorio per lo stop slitta al 12 giugno 2009.o di Massimo Scaglioni sul digitale terrestre negli Usa: 17/2/2009 data storica. Ma dopo le proteste, il termine per lo stop obbligatorio slitta al 12 giugno 2009.  (17/02/2009)
Battaglia decennale per ottenere le frequenze. Europa 7: il Consiglio di Stato dà ragione all’emittente ma il risarcimento è solo per un mln di euro. Per il Cnu: “A pagare saranno gli utenti”. (da: www.key4biz.it e ansa.it) In coda il testo della sentenza.  (21/01/2009)
IL SOLE 24 ORE dell’11.12.2008. Televisione. Il sistema favorirà la concentrazione degli operatori - Emittenza locale in difficoltà Il digitale riapre i giochi in tv: Rai e Mediaset insieme sul satellite. ReteA e La7 in vendita  (12/12/2008)
La Corte dei Conti ha setacciato 6 bilanci della Rai dal 2002 al 2007: il costo del fattore lavoro rappresenta circa il 38% dei costi della produzione. “In definitiva, i risultati della gestione economico-patrimoniale della società RAI, sia prima che dopo la fusione con la Holding Spa, denotano una scarsa propensione dell'Azienda alla realizzazione di margini di reddito che siano sufficienti per la costituzione di un valore patrimoniale adeguato alle crescenti esigenze dell'impresa”.  (10/12/2008)
In: www.affaritaliani.it del 22 novembre 2008 Tv/ Tullio Camiglieri ad Affaritaliani: "Il satellite ha cambiato la televisione. E il suo pubblico 'pesa' più di quello dei canali generalisti"  (22/11/2008)
TV. AERANTI-CORALLO: “CRESCE OCCUPAZIONE GIORNALISTICA NELLE EMITTENTI LOCALI”  (03/09/2008)
Pubblicità: nuova legge (101 del 6 giugno 2008) dà all’Agcom maggiori poteri per sanzionare velocemente e con più rigore  (11/06/2008)
Il pluralismo nel sistema televisivo italiano Pubblichiamo una interessante tesi di laurea su una questione che nel nostro paese non cessa mai di sviluppare discussioni e polemiche (da www.newslinet.it del 24/5/2008)  (24/05/2008)
IL SOLE 24 ORE del 27 aprile 2008 Lettera all’investitore di Alberto Nosari Mediaset, utile 2008 oltre i 520 milioni Ricavi consolidati superiori ai 4,3 miliardi (+5%), di cui oltre 3,2 (+9%) attinenti all'Italia. LE PROIEZIONI L'Ebit dovrebbe risultare sostanzialmente in linea con il 2007 pur avendo assorbito i 70 milioni di rosso del digitale, che è stimato in utile dal 2011  (27/04/2008)
CAMERUN/ PROTESTANO CONTRO CHIUSURA TV, SCONTRI E MORTI. Il corteo si è svolto a Douala, la capitale economica del Paese.  (25/02/2008)
Retequattro a rischio. Mediaset dice di no. Tv, la Corte Ue dà ragione a Europa 7. Le norme “transitorie” hanno protetto gli operatori nazionali. Gasparri: decisione della Corte Ue prevista, basta una piccola modifica alla legge 112/2004. PORTAVOCE REDING: “LA SENTENZA VA A BENEFICIO DELLA CONCORRENZA”. I giudici del Lussemburgo affermano che, in base alla sentenza di oggi, il Consiglio di Stato può "pronunciarsi sulla domanda proposta dalla Centro Europa 7 di risarcimento dei danni da essa sofferti", per l'impossibilità di trasmettere "in mancanza di frequenze di trasmissione assegnate sulla base di criteri obiettivi, trasparenti, non discriminatori e proporzionati".  (31/01/2008)
TV: l’anomalia italiana. Il servizio pubblico nei principali paesi europei (dati tratti da ‘’La Tv in Europa’’, di Pasquale Rotunno, Rubbettino)  (05/01/2008)
Sesto Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione in Italia\2006 LE DIETE MEDIATICHE DEGLI ITALIANI NELLO SCENARIO EUROPEO Sintesi dei risultati Roma, 30 ottobre 2006 INDICE 1. L’evoluzione dei media, e del modo stesso di interpretarla 2. Lo stato dell’evoluzione in Europa “ 3. La dieta mediatica degli europei “ 4. Lo stato dell’evoluzione in Italia “ 4.1. A cosa servono i media? “ 4.2. Con quale grado di soddisfazione vengono usati? “ 4.3. Lo stato dell’evoluzione dei media “ 4.4. La dieta mediatica degli italiani “  (05/01/2008)
RAI: DOPO L'ANNO ORRIBILE LA POLITICA CERCA LA SVOLTA di Elisabetta Stefanelli - ANSA  (04/01/2008)
Si applicano sempre le norme per i messaggi pubblicitari in genere Televendite e pubblicità radio-tv, nuove regole (AGCOM Del. N.162/07/CSP – sito web 10.12.2007)  (13/12/2007)
IL SOLE 24 ORE dell’8 dicembre 2007 Riforma Gentiloni. Forum di «Magna Carta» Filtro o nuova lottizzazione? Divide la fondazione per la Rai PRO E CONTRO. Debenedetti: non bastavano i guasti del duale, ora siamo al ternario o quaternario. Follini: ma sarà un aiuto a ridurre le ingerenze.  (08/12/2007)
Cassazione: “L’attività di montatore non ha natura giornalistica”. PROGRAMMISTI RAI: l'Inpgi vince due cause.  (11/10/2007)
Il “ddl Gentiloni” di riforma della Rai (1588/2007).  (18/05/2007)
Il ddl Gentiloni di riforma delle tv. Una rete Rai e una Mediaset analogiche saranno trasferite sul digitale  (13/10/2006)
Guida al Diritto n. 48/2005 - Il Testo unico della radiotelevisione rafforza le regole deontologiche del giornalismo professionale e ispira un’informazione improntata a verità - di Franco Abruzzo*  (30/11/2005)
Testo unico sulla radiotelevisione - Dlgs 31 luglio 2005 n. 177. Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici.  (30/07/2005)
Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - Relazione annuale sull’attività svolta e sui programmi di lavoro. Presentazione del Presidente Corrado Calabrò | Relazione annuale sull’attività svolta e sui programmi di lavoro: 1. Il sistema delle comunicazioni nel mondo - 2. Il sistema delle comunicazioni in Italia - 3. Gli interventi dell’Autorità - 4. I rapporti istituzionali dell’Autorità - 5. L’organizzazione dell’Autorità (.pdf) - 21 luglio 2005  (21/07/2005)
Tabloid n. 11/2004 Tesi di Roberta Frau, La cavalleria leggera dell’informazione. Storia, attualità e prospettive dell’informazione radiofonica in Italia, Facoltà di Sociologia, Università degli Studi di Milano Bocca, relatore prof. Francesco Abruzzo. Ha vinto (ex aequo) il Premio bandito dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia edizione 2003/2004 (sezione Giornalismo radiotelevisivo). 6 ottobre 1924 – 6 ottobre 2004: la radio in Italia ha 80 anni. Come sta RadioRai? “Si sente male!” Nella classifica delle singole emittenti più ascoltate RadioUno conserva stabilmente il primato, RadioDue lotta con le private per la medaglia d’argento e RadioTre è in coda tra le prime dieci. Radio e Ra, due treni che hanno viaggiato da sempre sullo stesso binario. Oggi sembra, però, che il comparto radiofonico sia per la RAI più che altro un vagone scomodo, un peso inutile, sul quale non vale la pena investire. Che il bivio sia imminente? di Roberta Frau  (30/11/2004)
Sistema televisivo pubblico e privato: diritto dei cittadini all’informazione e diritto dei giornalisti a informare, dalla legge 103/1975 alla legge 112/2004 (“Gasparri”) tra Convenzioni internazionali e sentenze della Corte costituzionale ------------------------------------------------------- Indice 1. Premessa. Sistema radiotelevisivo, cittadini-utenti, giornalisti e principi della Costituzione (nella rielaborazione della Corte costituzionale) in tema di libertà di manifestazione del pensiero. 2. L’articolo 3 della legge 112/2004 (“Gasparri”) amplia i diritti dei cittadini-utenti e dei giornalisti, recuperando principi elaborati dalla Corte costituzionale e presenti nelle Convenzioni internazionali. 3. Le convenzioni e i patti internazionali rafforzano in Italia la tutela dei diritti fondamentali della persona anche nel campo della libertà di manifestazione del pensiero. La tutela dei minori. 4. Segreto professionale dei giornalisti, Convenzione europea dei diritti dell’uomo, sentenze “Goodwin” e “Roemen” della Corte di Strasburgo. 5. Normativa richiamata. ---------------------------------------------------------- analisi di Franco Abruzzo docente di “Diritto dell’informazione e dell’editoria” all’Università degli Studi di Milano Bicocca e all’Università Iulm di Milano.  (30/06/2004)




Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com