Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
   Attualità
   Carte deontologiche
   CASAGIT
   Corte di Strasburgo
   Deontologia e privacy
   Dibattiti, studi e saggi
   Diritto di cronaca
   Dispensa telematica per l’esame di giornalista
   Editoria-Web
   FNSI-Giornalismo dipendente
   Giornalismo-Giurisprudenza
     » I fatti della vita
   INPGI 1 e 2
   Lavoro. Leggi e contratti
   Lettere
   Ordine giornalisti
   Premi
   Recensioni
   Riforma professione
   Scuole di Giornalismo e Università
   Sentenze
   Storia
   Tesi di laurea
   TV-Radio
   Unione europea - Professioni
  Documenti
I fatti della vita
MILANO. Processo Sopaf, Andrea Pezzi si difende: "Misi a disposizione la casa per avere un finanziamento".  (23/01/2017)
“Fake news”. Impariamo a distinguere un fatto da un’invenzione, una notizia da un annuncio pubblicitario. di Roberto Natale/articolo21  (23/01/2017)
LICENZIATI 3 REDATTORI DI TRENTINO TV. SINDACATO: "PROVVEDIMENTO ILLEGITTIMO". I CdR dei giornali TRENTINO E ALTO ADIGE solidali.  (23/01/2017)
DIRITTO DI CRONACA. Senato della Repubblica. Presentato ddl sulle querele temerarie dalla senatrice Lucrezia Ricchiuti (Pd). Querele temerarie utilizzate in maniera spregiudicata e pretestuosa dai "potenti" per tappare la bocca ai cronisti scomodi. DIBATTITO IL 30 GENNAIO A MONZA PRESSO LA SEDE DE 'IL CITTADINO', VIA LONGHI 3, SALA TALAMONI, ALLE ORE 17. Con la senatrice Ricchiuti interverrà anche Franco Abruzzo presidente emerito dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia. La proposta di legge è volta a recepire il principio per cui un’azione giudiziaria palesemente in contrasto con il diritto vivente, vale a dire con i principi di diritto consolidati nelle giurisdizioni superiori, è inammissibile e – nel nostro caso – illecita. Così la proposta di legge ha una specifica mira preventiva e deterrente contro chi vuole ostacolare l’esercizio serio e rigoroso del diritto di cronaca.  (23/01/2017)
LA VERITA' - La DISFATTA DEI GIORNALI. Tutti criticano l'Inps ma si rischia di più con le pensioni Inpgi. L'Istituo di previdenza dei giornalisti sull'orlo del dissesto. La Corte dei conti: il patrimonio potrebbe azzerarsi nel 2030. - di Franco Abruzzo/presidente Unpit  (22/01/2017)
Facebook e industria delle notizie – Fidji Simo director of product della piattaforma. di Francesco Ferrigno/media2000  (20/01/2017)
GIORNALISTI. INPGI: MISURA 'UNA TANTUM' PER RICCARDO ORIOLES. ENTE PREVIDENZA: 'NON CONTRASTA CON CONCESSIONE LEGGE BACCHELLI'.  (20/01/2017)
Risarcimento danni per diffamazione: no di Strasburgo a sanzioni punitive. di marinacastellaneta.it  (20/01/2017)
La giornalista non diffamò l’editore, rispedita al mittente la richiesta di danni da 260mila euro Le richieste del querelante sono infondate e vanno rigettate perché Marilù Mastrogiovanni ha scritto la verità. Con questa motivazione il giudice del tribunale di Lecce ha archiviato oggi una vicenda che durava da oltre 11 anni e per la quale l’editore Pagliaro aveva chiesto 260mila euro di risarcimento per presunta diffamazione. di fnsi  (20/01/2017)
PEREQUAZIONE automatica delle pensioni: anche la Corte dei Conti del Veneto, come la Corte dei Conti della Lombardia, respinge le pretese dell'Inps e, con ordinanza, sospende il giudizio in attesa della pronuncia della Corte Costituzionale sulle questioni di legittimità collegate al dl 65/2015 che ha sostanzialmente eluso gli effetti della sentenza 70/15 della Consulta. Note a cura dell’Avv. Prof. Lorenzo Camarda del Foro di Vicenza che ha patrocinato i ricorsi dinnanzi alla Corte dei Conti di Milano e di Venezia.  (19/01/2017)
INPGI. I Ministeri del Lavoro e dell'Economia da 110 giorni devono pronunciarsi sulla riforma dell'Istituto. Interrogazione del senatore Salvatore Margiotta (Pd) al Governo: risolvere la questione (paralizzante) con una iniziativa "immediata". Scrive il parlamentare: "Si determina in questi giorni una situazione paradossale, con incertezza sia per le aziende che per i giornalisti dipendenti". Sotto accusa la Direzione generale per le politiche previdenziali e assicurative del Ministero del Lavoro, cha ha fatto pressioni insistenti sul Cda dell'Istituto perché varasse in tempi stretti la riforma da rendere operativa dal 1° gennaio 2017. Perplessità sulle clausole di salvaguardia e sui diritti quesiti nonché sulla delibera che prevede prelievi (illegali) sulle pensioni: il Cda non ha poteri parlamentari. In passato i ministeri vigilanti hanno bocciato i prelievi. Padoan e Poletti (con Renzi) hanno promesso di non mettere le mani nelle tasche dei pensionati.  (19/01/2017)
CORTE D'APPELLO DI ROMA. Se non si offende l'onore si può criticare il politico. di Selene Pascasi/ilsole24ore  (19/01/2017)
Contributi non versati, condannato l'ex editore de La Voce di Romagna. Giovanni Celli risulta tuttora indagato per i reati di malversazione a danno dello Stato, falso in bilancio e bancarotta fraudolenta.  (19/01/2017)
Stato di agitazione per la redazione di SkyTg24: pronto un pacchetto di 4 giorni di sciopero contro il trasferimento a Milano. Convocato dal ministro Calenda un tavolo al Mise.  (19/01/2017)
CASSAZIONE/È legittimo criticare aspramente il datore di lavoro, purché i fatti narrati corrispondano a verità e le espressioni utilizzate rimangano nell’ambito della correttezza e della civiltà. E del diritto di criticare il datore di lavoro di cui alla sentenza 996/2017 della Suprema Corte ci parla anche l’articolo pubblicato oggi (19.1.2017) dal Sole 24 Ore (Firma: Angelo Zambelli; Titolo: “Critiche dell’azienda legittime se corrette e per fatti veri”) che vi proponiamo.  (19/01/2017)
Licenziamento disciplinare, quando c’è reintegra. di LLpT  (19/01/2017)
L'INPGI E LE ALTRE CASSE. "L'INPGI TORNI ENTE PUBBLICO". - Sentenza 214/1972 della Corte costituzionale (presidente Costantino Mortati): “Insussistente l'analogia fra la Cassa di previdenza dei giornalisti e quelle degli avvocati, dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei geometri. In sostanza, la cassa dei giornalisti costituisce un settore autonomo del complesso sistema previdenziale predisposto a tutela dei lavoratori dipendenti e i cui compiti sono assolti principalmente dall'INPS". Governo e Parlamento hanno tradito quel giudicato costituzionale (art. 136 Cost.) quando, con il dlgs 509/1994, hanno deliberato la collocazione dell'Inpgi tra le casse privatizzate dei liberi professionisti. Conclusione: l'Istituto di previdenza dei giornalisti deve tornare pubblico come è stato dal 1951 al 1994, quando le pensioni dei giornalisti erano garantite dallo Stato. L’Inpgi era, è e rimane ente sostitutivo dell’Inps, peculiarità che non appartiene alle altre casse privatizzate dei liberi professionisti. FRANCO ABRUZZO/presidente di UNPIT: "L'Inpgi/1 oggi è sull'orlo del commissariamento. Con riferimento alla sentenza 214/1972 della Consulta, Governo e Parlamento devono al più presto rispolverare lo 'schema Inpdai' del 1995/1996: da ente privatizzato come l'Inpgi/1 con il dlgs 509/1994, l'Inpdai (che navigava in brutte acque) tornò prima ente pubblico per poi essere assorbito dall'Inps. Questa storia dovrebbe ripetersi con l'Inpgi/1 che oggi accusa una gestione fallimentare sotto la regia di Fnsi e Fieg. Solo così le pensioni dei giornalisti sarebbero al sicuro".  (17/01/2017)
PREVIDENZA. DA FRANCO ABRUZZO (PRESIDENTE DI UNPIT) DIFFIDA AI MINISTRI DELL'ECONOMIA E DEL LAVORO dall'approvare la delibera del Cda dell'Inpgi 28/9/2016 (affetta da vizi di legittimità) in cui è prevista l'applicazione del contributo di solidarietà sugli assegni. La riduzione forzosa dei vitalizi dei giornalisti pensionati italiani è arbitraria perché l’Istituto non ha titolo di sostituirsi al legislatore; perché adottata unilateralmente in mancanza di una autorizzazione legislativa a monte e perché in contrasto con le sentenze 116/2013 e 173/2016 della Corte Costituzionale. Censurabile il comportamento della Fnsi che ha dato disco verde ai "tagli" tradendo lo Statuto e una parte dei suoi rappresentati. Il prelievo bocciato in passato dalla Cassazione. I giornalisti pensionati hanno già dato prova di solidarietà generazionale negli ultimi anni con il blocco delle perequazioni e con il contributo di solidarietà, con un esborso di oltre 30 milioni di euro rimasti nelle casse dell’Inpgi, che alla fine del 2017 saliranno a 36 milioni.  (16/01/2017)
Palazzo dei giornalisti subaffittato da Scarpellini al Comune, Campidoglio deve risarcire l’Inpgi: 900 mila euro. Il Tribunale ha accolto la richiesta di risarcimento dell’INPGIente di previdenza proprietario dell’immobile di Largo Loria che l’amministrazione pubblica ha preso in locazione dal costruttore a prezzi record. - Articolo di Maria Rosaria Spadaccino sul Corriere della Sera del 16 gennaio 2017  (16/01/2017)
L’Iraq si conferma come uno dei paesi più letali al mondo per i giornalisti. Secondo dati pubblicati dal Sindacato dei giornalisti iracheni, nel corso del 2016 ne sono stati uccisi 20, mentre altri 23 sono rimasti feriti.  (16/01/2017)
Ci sono programmatori che potrebbero insegnare giornalismo a tanti, dice Smorto di Repubblica.it innescando un interessante dibattito sulle differenze tra giornalismo su web e carta. Bonini: il giornalismo non è packaging, servono vent’anni di professione.  (16/01/2017)
Palazzo dei giornalisti subaffittato da Scarpellini al Comune, Campidoglio deve risarcire l’Inpgi: 900 mila euro. Il Tribunale ha accolto la richiesta di risarcimento dell’INPGIente di previdenza proprietario dell’immobile di Largo Loria che l’amministrazione pubblica ha preso in locazione dal costruttore a prezzi record. - Articolo di Maria Rosaria Spadaccino sul Corriere della Sera del 16 gennaio 2017  (16/01/2017)
Del Sette, ancora un anno alla guida dell’Arma, killeraggio mediatico fallisce il suo obiettivo. di Enrico Fedocci/tgcom24  (16/01/2017)
Pensioni,blocco della perequazione. Al via l'iter alla Consulta.  (15/01/2017)
Torino, il tribunale rinvia alla Consulta il decreto che blocca le pensioni: "Elementi di incostituzionalità".  (15/01/2017)
Il Tribunale di Cuneo con Ordinanza del 18 novembre 2016, ha dichiarato altresì che il blocco della perequazione pensioni ha violato l'art. 6 della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo. -  (15/01/2017)
Clamorosa sentenza della Consulta. Pensioni dei professionisti a rischio. di Chiara Merico/LaVerità  (13/01/2017)
PARLAMENTO UE. Economia e occupazione, l'Europa vuole le prime "leggi della robotica". Un'anagrafe per i robot più avanzati, indennità per i lavoratori sostituiti dalle nuove macchine, codice etico per gli ingegneri: la commissione giuridica del Parlamento Ue approva una relazione che punta a formulare un primo quadro giuridico per automi e intelligenza artificiale. di corcom -  (13/01/2017)
Classifiche e trend di quotidiani, settimanali a novembre e mensili a ottobre – INFOGRAFICHE. Quotidiani bene Corriere, Avvenire e Qn; settimanali positivi Espresso e Nuovo; tra i mensili crescono Touring, Io e il mio bambino, Silhouette e Amica.  (13/01/2017)
Il giornalista Mario Campanella, che protestava contro l’Asp di Cosenza «per il riconoscimento del diritto alla immissione in servizio e alla stabilizzazione», "si trova attualmente sotto osservazione presso l’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza a seguito di un malore avuto dopo l’inizio dello sciopero della fame, domenica sera, 8 gennaio».  (13/01/2017)
Spreco capitale. Il Campidoglio e quei 30 milioni regalati a Scarpellini per l' affitto di Largo Loria. L' immobiliarista affittava i locali a 2,1 milioni dall' Inpgi e li subaffittava a 5,5 più Iva al Campidoglio. E ora l' Anac contesta al Comune anche il trasloco costato 225 mila euro solo per l'agenzia. Tutti i misteri (e le domande) su un' operazione maleodorante. di Sergio Rizzo/corriere-roma  (12/01/2017)
L'Inps spiega il cumulo di periodi assicurativi.  (12/01/2017)
Smaltimento ferie, ecco le regole: no a sostituzioni con stagisti.  (12/01/2017)
Corte Costituzionale: ammissibili i referendum su voucher e responsabilità solidale. Non si voterà sull’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.  (11/01/2017)
Stop all' obbligo di versare allo Stato i risparmi delle casse professionali. - La Corte Costituzionale ha ritenuto illegittimo il prelievo forzoso deciso dal governo Monti nel 2012 a carico delle Casse privatizzate di previdenza in applicazione delle norme sulla Spending Review. E' stata così accolta un'eccezione sollevata dal Consiglio di Stato su ricorso della CNPADC - Cassa di Previdenza in favore dei Dottori Commercialisti e da due professionisti in proprio. §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ La Corte costituzionale, con la sentenza n. 7 pubblicata l'11 gennaio 2017, cancella la norma (art. 8, comma 3, d.l. n. 95/2012) che impone alle Casse di previdenza privatizzate (in quanto amministrazioni pubbliche) di adottare interventi di razionalizzazione per la riduzione della spesa per consumi intermedi in modo da assicurare risparmi corrispondenti al 5 per cento per il 2012 ed al 10 per cento a partire dal 2013, nonché di riversare annualmente i risparmi di spesa, così conseguiti sui propri consumi intermedi, al bilancio dello Stato. (L'Inpgi/1 così non sborserà ogni anno 447mila euro e l'Inpgi/2 altri 49mila). La norma censurata "altera il vincolo funzionale tra contributi degli iscritti ed erogazione delle prestazioni previdenziali". La Consulta parla della "assoluta esclusione – a differenza della previdenza dei pubblici dipendenti – di qualsiasi contribuzione a carico dello Stato nel momento in cui il flusso finanziario proveniente dai versamenti contributivi non risulti sufficiente al pagamento delle prestazioni dovute". FRANCO ABRUZZO (PRESIDENTE DI UNPIT): "Dopo questa sentenza, è urgente che l'Inpgi torni pubblico per dare la garanzia delle pensioni agli iscritti, garanzia oggi gravemente compromessa. L'inclusione nel 1994 (dlgs 509) dell'Istituto tra le casse privatizzate è stato un errore/abuso del Governo, decisione aggravata dalla violazione di un giudicato costituzionale (sentenza 214/1972 che definì “insussistente l'analogia fra la Cassa di previdenza dei giornalisti e quelle degli avvocati, dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei geometri”). L'Inpgi/1, che inquadra solo dipendenti, è l'Inps dei giornalisti e ne è, unica cassa, ente sostitutivo. Quell'errore di 23 anni fa va corretto e in fretta". CASSA FORENSE: "Possiamo chiedere allo Stato il rimborso delle somme versate". PUBBLICHIAMO LA SENTENZA. IN CODA DOCUMENTAZIONE SULL'INPGI.  (11/01/2017)
L’Osservatore Romano apre a tutte le confessioni cristiane, agli altri credi e anche ai laici. Presentata la nuova edizione settimanale. Vian: la tiratura è il nostro punto debole.  (10/01/2017)
Google pronta a versare 270 milioni al fisco italiano. Imminente la firma di un accordo dopo l’inchiesta per dichiarazione fraudolenta contro cinque manager.  (10/01/2017)
20 indizi per scoprire se il tuo capo ti odia. di Mike Nudelman/businessinsider.com  (10/01/2017)
TAR LAZIO - È pubblicità ingannevole imputare alle gomme da masticare effetti salutari per l'igiene orale. E' legittimo il provvedimento con il quale l'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha inflitto ad alcune ditte produttrici di chewing gum una sanzione (di 180mila euro) per pratica commerciale scorretta.  (10/01/2017)
Il direttore di BuzzFeed: "Nel 2017 le bufale diventeranno più sofisticate che mai e le storie false, ambigue e ben imbastite si diffonderanno ampiamente. Le bufale avranno un maggiore valore di produzione. Ad esempio, sta diventando sempre più semplice creare video facendo dire a una persona qualcosa che non ha mai detto; uno strumento utile sia per notizie false sia per false smentite". di Oliver Darcy/ businessinsider.com  (10/01/2017)
Il nuovo accesso civico previsto dal decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97. Le amministrazioni hanno l’obbligo di adeguarsi. di Giuseppe De Luca/filodiritto  (10/01/2017)
Phishing: le dritte del Garante Privacy per difendersi dai “pescatori” di dati personali.  (10/01/2017)
Perché l’INPGI è tenuto all’osservanza della vigente normativa in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. DELIBERA ANAC del 2008.  (09/01/2017)
Patronati esteri, esposto dei pensionati truffati: “Falsificazioni continue. Il ministero sa ma non reprime”. Il primo firmatario: "Siamo davanti a un business di 35-40 milioni di euro l’anno che dal 2001 a oggi ha fruttato oltre mezzo miliardo a un ristretto numero di soggetti. Con troppe irregolarità. E senza alcun controllo". di Anna Morgantini/ilfattoquotidiano  (09/01/2017)
LUGANO - Il chirurgo sbaglia, il giornale denuncia e finisce sotto accusa. A processo per aver diffamato la clinica dei vip, dove a una donna erano stata praticata per errore una mastectomia totale. Il direttore fa uscire una copertina sulla libertà di stampa. di FRANCO ZANTONELLI/repubblica  (09/01/2017)
Da domani la pagina delle lettere ‘Lo dico al Corriere’ è firmata da Aldo Cazzullo: lavoro, ingiustizie, amore e storie di vita.  (09/01/2017)
(Roma/l’immobile di Largo Loria) - Il palazzo dell’Inpgi affittato a Scarpellini: dieci anni di omertà. Il palazzo, proprietà dell’Istituto di previdenza dei giornalisti, era stato affittato a 2 milioni di euro al costruttore che lo aveva a sua volta subaffittato al Comune di Roma per 9 milioni. Così, in otto anni, l’immobiliarista ha incassato 71 milioni di euro. "Dobbiamo un sentito ringraziamento a Pierluigi Franz". di Sergio Rizzo/corriere  (08/01/2017)
«Lo dico al Corriere»: domande, racconti. Un nuovo spazio aperto per i lettori. - di Aldo Cazzullo/corriere  (08/01/2017)
IL CASO. AFFITTOPOLI, esposto sul palazzo di Largo Loria (di proprietà dell'INPGI) subaffittato a prezzi record (9,5 mln/anno) da Scarpellini al Comune di Roma. Pierluigi Franz, consigliere dell’Ordine dei giornalisti e sindaco dell'ente previdenziale, ha chiesto come è possibile che il Campidoglio per anni abbia pagato al costruttore un canone troppo alto rispetto ai valori di mercato. Scarpellini a sua volta versava 2,1 mln/anno all'Istituto di previdenza. di www.corriere.it  (07/01/2017)
Attenzione alle offese su Facebook! Per la Cassazione é diffamazione aggravata di esclusiva competenza del tribunale penale. di Pierluigi Franz  (06/01/2017)




Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com