Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
   Attualità
   Carte deontologiche
   CASAGIT
   Corte di Strasburgo
   Deontologia e privacy
   Dibattiti, studi e saggi
   Diritto di cronaca
   Dispensa telematica per l’esame di giornalista
   Editoria-Web
   FNSI-Giornalismo dipendente
   Giornalismo-Giurisprudenza
   I fatti della vita
     » INPGI 1 e 2
   Lavoro. Leggi e contratti
   Lettere
   Ordine giornalisti
   Premi
   Recensioni
   Riforma professione
   Scuole di Giornalismo e Università
   Sentenze
   Storia
   Tesi di laurea
   TV-Radio
   Unione europea - Professioni
  Documenti
INPGI 1 e 2
INPGI/ Pensioni (e contributi di solidarietà) tra Parlamento, Ministeri vigilanti (Economia e Lavoro), Corte costituzionale, Cassazione, sezioni Lavoro dei Tribunali e Corte dei Conti. Giurisprudenza minima ragionata dal 2002 in poi. RICERCA DI FRANCO ABRUZZO /presidente di Unpit  (24/04/2017)
Le storture del sistema previdenziale italiano (i favori pensionistici alla casta dei sindacalisti e dei parlamentari dalla "Legge Mosca" al "decreto Treu" e alla errata interpretazione dell'articolo 31 dello Statuto dei Lavoratori). di Guglielmo Gandino/www.unpit.it  (22/03/2017)
EX FISSA INPGI: per la Cassazione é competente esclusivamente il tribunale del lavoro di Roma. Rischiano quindi di essere annullate automaticamente tutte le decisioni di merito adottate da tribunali del lavoro diversi da quello di Roma. Le cause dovrebbero ripartire da zero a Roma?  (22/03/2017)
INPGI - I Ministeri vigilanti approvano la riforma (che avvicina sempre di più l'Inpgi all'Inps), il passaggio al sistema di calcolo contributivo e il provvedimento che introduce per tre anni e per via amministrativa il contributo di solidarietà sulle pensioni superiori ai 38mila euro. FRANCO ABRUZZO (PRESIDENTE DI UNPIT): "I vertici dell'Istituto festeggiano, ma c'è poco da festeggiare da parte di chi ha 30-40-50 anni. L'assegno si allontana, mentre la situazione finanziaria dell'ente resta fortemente critica tra aumento del numero dei pensionati e calo dei redattori che versano i contributi. Una forbice che stritola la Fondazione. Quest'anno dovranno essere smobilitati titoli per 150 milioni per fronteggiare le esigenze di cassa, mentre la dismissione degli immobili è ferma. Il quadro era e resta fosco. Senza pensione giornalisti e giornaliste che, a seguito della cessazione del rapporto di lavoro, sono stati ammessi alla prosecuzione volontaria della contribuzione oppure dipendenti da aziende in stato crisi ovvero disoccupati per cessazione del rapporto di lavoro da aziende in crisi. Inpgi come l'Inps in tema di adeguamento dell'età pensionabile alla speranza di vita. Solo le pensioni Inps sono garantite dallo Stato". In allegato la riforma punto per punto spiegata da Mimma Iorio (dg dell'ente). di www.inpgi.it  (21/02/2017)
PREVIDENZA & GIORNALISTI. L'Inpgi, ente pubblico dal 1951 al 1994, deve tornare ente pubblico. La sua collocazione tra le casse privatizzate è in contrasto con un giudicato costituzionale (sentenza 214/1972 della Consulta) tutelato dall'articolo 136 della Carta fondamentale: “Insussistente l'analogia fra la cassa di previdenza dei giornalisti e quelle degli avvocati, dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei geometri". Esiste il diritto alla pensione (art 38 Cost), ma non al quantum dice la giurisprudenza. Così i giornalisti in caso di default rischiano di ricevere l'assegno sociale (501,89 euro lordi al mese x 13). Da fine settembre 2016 si attende la decisione dei ministri Padoan e Poletti sulla riforma della Fondazione, una riforma che restringe le prestazioni generose del passato. Il disastro vaticinato dall'attuario nel 2004, ma le prime misure sono state adottate soltanto nel 2015. In questo arco lungo di tempo dov'era la vigilanza del Governo? E nello stesso tempo la Corte dei conti controllava i bilanci e inascoltata predicava alla Luna. Così oggi l'Istituto è sull'orlo del commissariamento. di FRANCO ABRUZZO presidente di Unpit (Unione nazionale pensionati per l'Italia)  (18/01/2017)
Casse senza i vincoli della riforma Madia. I pensionati restano nei Cda. di Federica Micardi/ilsole24ore  (16/12/2016)
Cassazione (sentenza 13057/2016): INPGI batte Hachette Rusconi sui contributi previdenziali di 7 giornalisti incentivati all'esodo. Per gli incentivi all’esodo Inpgi l’omessa o infedele denuncia di emolumenti corrisposti al lavoratore soggetto a contribuzione fa presumere l’esistenza di una volontà del datore di occultare i dati per non versare i contributi dovuti. By Avv. Renato D'Isa  (30/11/2016)
INPGI/Cosa sono i contributi da riscatto - Ricongiunzione - Riscatto - Riscatto degli studi universitari - C'è una terza possibilità -Ufficio competente - Modulistica.  (01/11/2016)
Ricongiunzione gratuita, vale anche per le casse professionali? di Noemi Secci/LLpT  (30/10/2016)
Inpgi, il documento aggiornato delle ipotesi per rimettere in equilibrio i conti. L'Inpgi ha trasmesso alla Fnsi e alla Fieg, per i pareri previsti dalla legge, un documento aggiornato con il piano di misure necessarie a mettere in sicurezza i conti dell’istituto e assicurare la sostenibilità della gestione previdenziale.  (23/09/2016)
Doppia vittoria in Cassazione in pochi mesi per l’INPGI sul divieto di cumulo pensione-lavoro: sentenze n. 8067 del 21 aprile 2016 e n. 12671 del 20 giugno 2016.  (15/09/2016)
Obbligo di iscrizione all'INPGI del personale giornalistico addetto all'informazione nella Pubblica Amministrazione, ai fini dell'assicurazione IVS (Invalidità, Vecchiaia e Superstiti). Ministero del Lavoro. Contributi: Circolare PC/12/CO del 28 ottobre 2003.  (09/07/2016)
ANALISI - EX-FISSA: IL SENSO DI UNA PRETESA (GIUSTA). Sempre più spesso, l’Inpgi chiede di estendere il contraddittorio nei confronti del datore di lavoro del giornalista procedente al fine di farlo rispondere in via diretta ovvero in garanzia della somma richiesta a titolo di indennità. La partita della ex-fissa appare, dunque, ancora tutta da giocare. Abdicarvi equivarrebbe ad ammettere che un diritto, ormai entrato definitivamente nel patrimonio del lavoratore, possa essere eliminato o modificato in nome di valori, tanto nobili quanto incontrollabili, e spesso semplicemente evocati per mascherare proprie inefficienze o per giustificare la violazione di impegni precedentemente assunti. di prof. avv. Ugo Minneci e di avv. Sabina Mantovani  (05/02/2016)
Inpgi, il Consiglio di amministrazione indice le elezioni 2016. Al via le procedure per rinnovare gli Organi di amministrazione dell 'Ente.  (17/09/2015)
PENSIONI E SENTENZA 70/2015 DELLA CONSULTA/RENZI TAGLIA - TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 21 maggio 2015, n. 65. Testo del decreto-legge 21 maggio 2015, n. 65 (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 116 del 21 maggio 2015), coordinato con la legge di conversione 17 luglio 2015, n. 109 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 1), recante: «Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR.». (15A05655) (GU Serie Generale n.166 del 20-7-2015).  (20/07/2015)
INPGI. Il presidente Andrea Camporese, tra indennità di carica e altre voci, percepisce annualmente ben 314.647 euro (questo dato è del 2013). Ben 64mila euro in più del Presidente della Repubblica. SECONDO VOI È GIUSTO CHE CAMPORESE INCASSI ANNUALMENTE 314.647 EURO? DITE LA VOSTRA tenendo conto che il 18 giugno il presidente ha annunciato un piano “salvaInpgi” lacrime e sangue che spreme giornalisti attivi e giornalisti pensionati. E soprattutto chiediamo a Camporese di spiegare ai giornalisti pensionati se negli ultimi 10 anni abbia chiesto, come l’Allegato G del Cnlg prevede, alla Fieg di adeguare i contributi per il Fondo exfissa, che, secondo l’ex segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, nel giugno 2014 era sull’orlo del fallimento. Di chi è la responsabilità di questo crack? - (IN CODA TRE ARTICOLI CORRELATI) -  (20/06/2015)
INPGI. Il Cda incontra le parti sociali (Fnsi e Fieg) e avvia la riforma. Il testo definitivo in luglio all’esame dei Ministeri vigilanti (Economia e Lavoro).Ventaglio di ipotesi: abolita la pensione di anzianità a 57 anni, ma con 40 anni di contributi si potrà andare in quiescenza a qualsiasi età. Prelievi sugli assegni in essere (ma i pensionati non hanno la perequazione da 4 anni). Pensione (non penalizzata) a 62 anni nel 2016 con 36 anni di contributi (e con 40 anni nel 2020). Aumentano le aliquote per gli editori e i giornalisti in attività con un gettito di 11 milioni. Riviste reversibilità e rivalutazione. Tagli alla indennità di disoccupazione, ma non alla Cigs e ai contratti di solidarietà. Non è detto che i Ministeri vigilanti (Lavoro ed Economia) approvino e che, invece, non richiedano provvedimenti più incisivi e pesanti. dall’inviato Francesco M. de Bonis  (09/06/2015)
INPGI. LE LINEE DI UNA RIFORMA. I consiglieri di “Inpgi Futuro” sono contrari ad ipotetici interventi sulle PENSIONI IN ESSERE che sono emersi nel corso del dibattito al Consiglio generale del 27 maggio. Interventi che sarebbero anche illegali. Pierluigi Roesler Franz ha sottolineato che lo statuto dell'Inpgi consente agli amministratori modifiche solo ai trattamenti futuri, escludendo quindi nettamente la possibilità di interventi sulle PENSIONI IN ESSERE. "Se nonostante ciò qualcuno volesse seguire questa strada - ha ammonito - le eventuali decisioni sarebbero spazzate via dai ricorsi legali".  (29/05/2015)
PENSIONI - L’articolo 24 (comma 25) del dl n. 201/2011 (convertito nella legge n. 214/2011) sul blocco della perequazione per gli anni 2012 e 2013 dichiarata illegittimo dalla Corte costituzionale con la sentenza n. 70 del 30 aprile 2015 (pubblicata ai sensi dell’art. 136 Cost. nella G.U. n. 18 del 6.5.2015).  (30/04/2015)
2014 - Le vicende legate al dibattito sul tema delle pensioni  (01/01/2015)
VICENDA SOPAF - Il presidente dell’Inpgi indagato per truffa ai danni Istituto. Dalla Gdf la notifica di un'informazione di garanzia (con contestuale avviso al difensore) sulle operazioni immobiliari. L’accusa: Andrea Camporese avrebbe consentito alla Sopaf di realizzare un ingiusto profitto in danno dell'Inpgi, per 7.600.000 euro, attraverso operazioni di trasferimento di quote di Fip (Fondo Immobili Pubblici). Pm Gaetano Ruta: “Camporese aveva rapporti molto stretti con i vertici di Sopaf”. Camporese: “Nessun accordo occulto, assoluta correttezza. Gli inquirenti non hanno mai neppure ipotizzato che io abbia potuto trarre un vantaggio personale dall’operazione”. Il presidente rivendica l’estraneità alle accuse. - IN CODA gli articoli pubblicati da maggio ad oggi.  (14/11/2014)
ADEPP. Legge di stabilità 2015. Andrea Camporese contro il Governo Renzi: “Se fosse confermato l'aumento del prelievo fiscale per le Casse di previdenza (dal 20% al 26%) e per il secondo pilastro (dall'11,5% al 20%) nella legge di Stabilità, si tratterebbe di una gravissima decisione dalle conseguenze pesanti per l’intero sistema della previdenza privata. Insanabile ingiustizia nei confronti di chi produce il 15% del Pil. La scelta del governo potrebbe rimettere in discussione la manifestata intenzione degli enti dei professionisti di impegnare i risparmi in un fondo investimenti nell'economia reale del Paese”. - IN CODA "L'ANALISI. Sulle pensioni un intervento che ipoteca il futuro". – di Maria Carla De Cesari/Il Sole 24 Ore.  (16/10/2014)
PREVIDENZA DEI GIORNALISTI RICERCA DI FRANCO ABRUZZO Numerose sentenze della Consulta dicono che l’Inpgi è ente pubblico: “Le casse privatizzate) mantengono il carattere pubblicistico dell’attività istituzionale di previdenza e assistenza”. “Le casse sono organismi di diritto pubblico” sentenziano le sezioni unite civili della Corte di Cassazione. “Le Casse sono enti pubblici” afferma il Consiglio di Stato. L’uguaglianza di trattamento prevale sulle esigenze di bilancio. Ai pensionati di anzianità spetta (dal primo gennaio 2009) il cumulo dell’assegno con i redditi di lavoro dipendente (o autonomo): la sentenza 437/2002 della Consulta recepita nell’art. 19 del dl 112/2008 (convertito dalla legge 133/2008). La Cassazione (sezione lavoro) con la sentenza 01098/2012 ha deciso: ai giornalisti pensionati di anzianità spetta la libertà di cumulo. Manovra correttiva 2011 (dl 98: art. 14; art. 32, comma 12): cambia la disciplina delle casse dei professionisti sottoposte al controllo della Covip e tenute ad applicare le norme relative al “Codice appalti” . Controllo pubblico sempre più penetrante.  (01/10/2014)
Previdenza. La Cassazione interviene con la sentenza 17892/2014 (si può leggere qui sotto) sul caso dei ragionieri e dà indicazioni che possono essere valide per tutte le gestioni - CASSE, TAGLI SOLO PER IL FUTURO. NEPPURE IL RICHIAMO ALL'INTERESSE GENERALE PUÒ GIUSTIFICARE INTERVENTI RETROATTIVI. GLI ERMELLINI SALVANO I DIRITTI ACQUISITI - La legge di Stabilità 2014 non è di interpretazione autentica e non sana gli «strappi» al pro rata precedenti al 2007. Le Casse dei professionisti non possono tagliare le pensioni attese senza rispettare il principio del "pro rata", ovvero senza considerare quanto maturato fino a quel momento. .di Maria Carla De Cesari - Il Sole 24 Ore 13.8.2014  (07/09/2014)
Il Giornale, domenica 2 marzo 2014 – tipi italiani/FRANCO ABRUZZO: “Le pensioni d’oro? Sudate. Cancellino quelle rubate”. Il giornalista a riposo che ha letto 100mila sentenze e sconfitto i governi. “Grazie a leggi-truffa, 509 italiani incassano fino a 90mila euro mensili”. Dopo una vita al “Giorno” e al “Sole 24 Ore”, fonda l’Unione pensionati per l’Italia (UNP@it). “Versavo 5 milioni di lire al mese: non bastano?”. “I tagli sono illegittimi ha scritto la Consulta. La Meloni ha perso, Renzi sa che abbiamo ragione. Noi siamo 38 mila, i baby pensionati un milione: siccome votano non li toccano”. di STEFANO LORENZETTO  (02/03/2014)
Diritti d’autore. Redditi esclusi dai contributi INPS. L'Istituto, con messaggio n. 19435/2013, ha affermato che è escluso qualsiasi versamento contributivo, anche alla gestione separata (art. 2, comma 26, della legge n. 335/1995), per i compensi percepiti a titolo di sfruttamento economico del diritto d'autore (es. articoli, libri, pezzi musicali, ecc.). Tale orientamento modifica quello sostenuto con il messaggio n. 14712/2013. (Ne consegue che i giornalisti, in virtù dell’iscrizione all’Albo, devono versare i contributi all’Inpgi2). di www.fiscal-focus.info  (07/12/2013)
Strasburgo. “In caso di difficoltà finanziarie, che impediscono per di più il rispetto di obblighi internazionali, uno Stato può imporre alcuni tagli alle pensioni di una determinata categoria di persone”. E’ il principio stabilito dalla Corte europea dei diritti dell’uomo con decisione dell’8 ottobre (DA CONCEICAO MATEUS AND SANTOS JANUARIO v. PORTUGAL). E’ una soluzione, almeno per certi aspetti, di segno opposto rispetto alle conclusioni della Corte costituzionale italiana (sentenza 116/2013). La decisione della Corte di Strasburgo non è di immediata efficacia nel nostro Paese, perché dovrà superare lo scrutinio di costituzionalità. Questo sindacato spetta alla nostra Corte costituzionale che, come detto, sul punto la pensa diversamente. Il Governo italiano deve recuperare i mezzi economici dalla lotta alle mafie e agli evasori, fenomeni sconosciuti tra i 28 Paesi della Unione europea. In coda l’articolo di www.marinacastellaneta.it  (05/11/2013)
INPGI - Aggiudicata la gara indetta per la Sgr che dovrà costituire il Fondo in cui confluiranno gli immobili (1.200 milioni di euro secondo i reali valori di mercato). Il gestore prescelto è “Investire Immobiliare Sgr” in associazione con “Polaris Sgr”  (24/10/2013)
Corte dei conti - Determinazione n. 61/2013 del 12 luglio 2013 - Relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani “Giovanni Amendola” (INPGI) per l’esercizio 2012: "Avanzo economico di 11 milioni, ma ilsaldo tra contributi e pensioni IVS è negativo per 7,391 milioni. La spesa della indennità per i contratti di solidarietà passa dai 2,7 milioni del 2011 ai 7,9 milioni del 2012 conseguenza della perdurante crisi che attraversa il settore dell’editoria". IN CODA il testo della relazione  (20/07/2013)
Approvato all’unanimità il Consuntivo 2012. Avanzo economico di 11,1 milioni di euro, brillante il rendimento del patrimonio. Approvato anche il Bilancio preventivo 2013 da parte dei Ministeri vigilanti – Andrea Camporese: “I rapporti di lavoro in essere al 31 dicembre 2012 sono stati infatti pari a 17.547, con una diminuzione di ben 685 rapporti rispetto a quelli in essere all’anno precedente (18.232: - 3,8%)”.  (28/05/2013)
Inpgi 2. Tutte le norme del nuovo Regolamento: più diritti per freelance e precari di Massimo Marciano - Consigliere d'amministrazione dell'Inpgi in rappresentanza della Gestione separata  (03/02/2013)
GESTIONE SEPARATA DELL'INPGI - REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA' DI PREVIDENZA A FAVORE DEGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA. (Approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con provvedimento Prot. 36 / 0001537 / MA004.A007 del 30/01/2013)  (30/01/2013)
Cassa Previdenza Giornalisti: tutti i numeri secondo “Il Sole 24 Ore”  (21/09/2012)
CASSE – CAMPORESE CONTRO MONTI. L’ADEPP RICORRE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA. NEL MIRINO SPENDING REVIEW E DOPPIA TASSAZIONE. Chiesto incontro al premier. Le Casse non possono essere considerate come parte della Pubblica Amministrazione perché non lo sono né per forma giuridica né per sostanza. Non costiamo un euro allo Stato in quanto privati, facciamo fronte ad una richiesta di welfare sempre più pressante a causa della crisi in atto facendo affidamento unicamente sulle nostre forze, ci viene chiesta la sostenibilità a 50 anni, e lo faremo, non capisco perché si continui ad inserirci in provvedimenti che riguardano solo la Pubblica Amministrazione alimentando, così, la confusione tra natura pubblica e natura privata degli Enti”.  (06/09/2012)
Casse di previdenza (compreso l’Inpgi) in grande allarme: equilibrio a 50 anni da garantire entro il 30 settembre 2012. Il dl 216/2011 è legge. La linea Fornero passa. Il passaggio obbligatorio al contributivo pro rata e il contributo di solidarietà dell'1% richiesto ai professionisti pensionati scatteranno con effetto retroattivo dal 1° gennaio 2012 se l'equilibrio a 50 anni non sarà garantito. Secondo la relazione attuariale del prof Marco Mecocci del luglio 2011, l’Inpgi “è in grado di pagare le pensioni fino al 2059 senza intaccare le riserve”. di Franco Abruzzo  (27/02/2012)
COMMENTO. Gli effetti della sentenza della Cassazione sulla libertà di cumulo: ha una rilevanza che va ben oltre il caso singolo. In altri termini, la sentenza si presta – alla luce degli argomenti addotti - ad essere invocata da tutti i giornalisti che si trovano attualmente a percepire un reddito da lavoro unitamente ad una pensione di anzianità. Per quanto riguarda il passato, si profila la possibilità per i giornalisti di richiedere, anche in via giudiziale, la restituzione delle trattenute subite. Per quanto riguarda il futuro, si apre la possibilità di reagire di fronte all’eventuale pretesa dell’INPGI di continuare ad operare una decurtazione sul trattamento pensionistico. (In coda un articolo di Franco Abruzzo sullo stare decisis) di Avv. Prof. Ugo Minneci e Avv. Sabina Mantovani  (17/02/2012)
NOTA DELLA FONDAZIONE. INPGI: MINISTERI VIGILANTI APPROVANO RIFORMA PREVIDENZIALE. SGRAVI CONTRIBUTIVI per incentivare LE ASSUNZIONI, aumento di 3 punti delle aliquote a carico degli editori, innalzamento dell’età pensionabile delle donne a 65 anni. Solidi i conti dell’ente nei prossimi cinquanta anni (in coda le valutazioni del prof. Marco Micocci). Gli sgravi contributivi, immediatamente operativi per i prossimi tre anni solo per le nuove assunzioni a tempo indeterminato, comporteranno una riduzione del costo del lavoro del 60% per effetto della riduzione di 12 punti percentuali dell'aliquota IVS. Con gli effetti della manovra il patrimonio dell'Istituto continuerà – ha dichiarato il presidente Andrea Camporese - ad essere crescente e, nei prossimi 50 anni, non saranno intaccate le riserve accantonate. Con i provvedimenti adottati, invece, l'Inpgi riuscirà a mantenere prestazioni di gran lunga superiori a quelle dell'Inps. Apporto decisivo, con il CdA, di Fieg e Fnsi. Ministero del Lavoro e ministero dell'Economia hanno dato prova di estrema sensibilità nell'esaminare tempestivamente i provvedimenti.  (09/12/2011)
Manovra Bis. Siddi (Fnsi): “La previdenza obbligatoria Inpgi non è speculazione finanziaria: cancellare subito l’ingiusta tassazione del 20%”  (09/09/2011)
INPGI - Statuto e Regolamento  (31/07/2011)
INPGI/2 Giornalisti: entro il 31 luglio la comunicazione obbligatoria on-line dei redditi prodotti nel 2010 per attività libero – professionale  (04/06/2011)
INPGI&TERNA. Forte tensione con la Fnsi per l’atteggiamento sfuggente di Franco Siddi che ha ritirato la firma dal documento di sostegno del CdA dell’Inpgi al presidente. ANDREA CAMPORESE si dimette dal Cda di Terna: “Dopo i dubbi e le perplessità sollevati per la nomina pongo fine a una questione che rischia di divenire sgradevole e contraria al bene comune”. Il presidente dell’Istituto (che è anche presidente di Adepp) non spiega il retroscena dei “dubbi, delle perplessità e dei sussurri” sulla sua nomina in Terna. Appare evidente ai più che la dirigenza della Fnsi ideologicamente vicinissima al Pd non abbia gradito i rapporti troppo stretti di Camporese con Tremonti e Sacconi, che poi sono i ministri vigilanti sulle casse privatizzate. Basta il sospetto sull’autonomia dell’Inpgi e di Adepp in pericolo per provocare un grande casino. Così vanno le cose nell’Italia di oggi. Ovviamente non esistono prove a sostegno dei sospetti. Bastano i dubbi, le perplessità e i sussurri di personaggi anonimi. In coda tutti i documenti dello scontro. di Francesco M. De Bonis  (28/05/2011)
Terna&dintorni INPGI. LA COMPONENTE GIORNALISTICA (senza Franco Siddi) DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE difende il presidente: “La nomina di Andrea Camporese nel CdA di Terna non lede in alcun modo l’autonomia delle casse privatizzate. Attacchi incomprensibili”.  (25/05/2011)
Camporese, lo strano caso di un giornalista dall’Inpgi all’amministrazione di Terna di Vittorio Malagutti per il Fatto quotidiano 17/5/2011 (Franco Abruzzo: “Andrea Camporese ha fatto bene ad accettare l’incarico in Terna. Il filo diretto con Giulio Tremonti può tornare utile qualora la situazione dell’Inpgi dovesse diventare drammatica. Le qualità professionali, civili ed etiche di Camporese sono indiscutibili. I fatti diranno che la scelta è stata felice").  (23/05/2011)
INPGI - La crisi del mercato del lavoro giornalistico peggiora i principali indicatori Approvato all’unanimità il Bilancio 2010 Attivo di 67,8 milioni di euro, rendimento mobiliare al 9,16 netto Per ogni 100 euro incassati per contributi Ivs, l’Istituto ne ha spesi 101,13 per erogare pensioni, un parametro preoccupante rispetto ai 95 del 2009. Anche nel 2010, si è assistito, ad un incremento degli oneri sostenuti dall’Istituto per far fronte a disoccupazione, cassa integrazione, contratti di solidarietà: la spesa sostenuta è stata pari 13,6 milioni di euro che costituiscono una importante passività futura per l’Ente, con un incremento rispetto al 2009 del 26,80%. “Confido che nelle prossime settimane – afferma il Presidente Camporese – si possa giungere ad una intesa con le Parti Sociali, condivisa dal Cda, che riporti in sicurezza il sistema Inpgi per i prossimi decenni superando la gobba negativa che attraversa gli anni ’20 e 30’ nota da tempo”.  (19/05/2011)
GIORNALISTI. CAMPORESE: “SI PROFILA un’INTESA RILEVANTE con gli editori PER l’INPGI” SIDDI: “Giorni decisivi per il rinnovo del Contratto”  (15/05/2011)
INPGI-Certificazioni on line. Un passo verso la semplificazione  (11/05/2011)
GIORNALISTE: SI INSEDIA CPO FNSI. LUCIA VISCA PRESIDENTE. Fa discutere la pensione a 65 anni, che presto sarà norma Inpgi.  (04/05/2011)
Lettera di Andrea Camporese. INPGI-Mutui. Ecco i tassi fissi di maggio.  (02/05/2011)
Inchiesta del Sole 24 Ore “Mattone a dieta nelle Casse private”. Le criticità dell’Inpgi previste dopo il 2026: l’Istituto entro il 30 giugno presenterà il piano per ristabilire l’equilibrio del rapporto tra contributi e prestazioni. Allo studio tre provvedimenti mirati. Comunicato 24/11/2010 dell’Inpgi: “Il Consiglio di amministrazione, in sede di approvazione del documento attuariale, ravvisando la necessità di assumere nell’arco di qualche mese provvedimenti atti a ristabilire l’equilibrio del rapporto tra contributi e prestazioni, ha assunto l’impegno di adottare le idonee misure, anche sulla base degli incontri e delle eventuali determinazioni delle Parti sociali, entro il 30 giugno 2011. Le ipotesi da approfondire per fare fronte allo squilibrio, di concerto con le Parti sociali, sono un progressivo aumento delle aliquote contributive a carico degli editori, un graduale innalzamento dell’età pensionabile delle donne, la concessione di sgravi contributivi per le assunzioni a tempo indeterminato”. IN CODA i tre articoli del quotidiano economico/normativo sulle Casse private. nota di Franco Abruzzo  (29/04/2011)
Il calcolo della pensione dei giornalisti a cavallo tra sistema retributivo e sistema contributivo.  (20/04/2011)




Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com