Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
  » Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Lavoro. Leggi e contratti
Stampa

Cassazione civile.
IN CASO DI DOMANDA DIRETTA AD OTTENERE L'ACCERTAMENTO DI UN RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO SUBORDINATO CON LA QUALIFICA DI REDATTORE, IL GIUDICE, ANCHE D'UFFICIO, PUO' ATTRIBUIRE LA QUALIFICA DI "COLLABORATORE FISSO" senza violare il principio di corrispondenza tra il chiesto e il pronunciato

Il giudice, adito per il riconoscimento della sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato giornalistico relativo alla qualifica di redattore, ben può, anche d'ufficio, sulla base delle circostanze di fatto acquisite al giudizio in esito a un regolare contraddittorio, accertare la sussistenza della qualifica (meno elevata) di collaboratore fìsso, senza che sia configurabile la violazione del principio di corrispondenza tra il chiesto e il pronunciato. Ad escludere tale possibilità non vale il rilievo, secondo cui sussistono differenze qualitative e non meramente quantitative tra i due tipi di qualifiche giornalistiche, in quanto tali differenze - in effetti sempre in qualche misura ravvisabili tra le diverse qualifiche, anche quando le stesse sono collocate in una sorta di progressione gerarchica nelle classificazioni legali o contrattuali - non incide sul dato sostanziale della maggiore tutela in genere e complessivamente assicurata dalla qualifica di redattore rispetto a quella di collaboratore fisso e della prevalente omogeneità delle varie figure del lavoro giornalistico, cioè sul dato della esistenza di un quadro sostanziale e processuale nell'ambito del quale può dispiegarsi, senza lesioni del diritto di difesa delle parti, il potere dovere del giudice di procedere alla esatta qualificazione dei rapporto giuridico in contestazione. (Cassazione Sezione Lavoro n. 17403 del 19 agosto 2011, Pres. Lamorgese, Rel. Toffoli). 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com