Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
  » CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  CASAGIT
Stampa

CASAGIT: lettera di
Costantino Muscau
ricca di buone notizie.

CASAGIT: DOPO ANNI TORNA IL TESSERINO - CASAGIT: RIMBORSA I PARAFARMACI (AL 50%) - CASAGIT: NON AUMENTA I CONTRIBUTI PER CASSINTEGRATI E DISOCCUPATI - CASAGIT: AGGIORNA STATUTO E REGOLAMENTO: CONGRESSO A MAGGIO - CASAGIT: HUMANITAS ACCETTA IL PACCHETTO (MA SI PAGA UNA DIFFERENZA) - CASAGIT: GLI ULTRAOTTANTENNI SONO PIU' DI 2000.

Care colleghe, cari colleghi, cari soci tutti della Casagit Lombardia, subito due buone notizie    


TESSERINO


A grande, grandissima, richiesta torna il tesserino Casagit.


Su sollecitazione di tanti soci, Milano ha invitato ripetutamente a Roma a preparare un nuovo tesserino Casagit, ormai sparito dal 2007, ma richiesto da diverse strutture ospedaliere lombarde (Centro diagnostico, Auxologico...). Le resistenze romane erano dovute al fatto che si stava pensando a una unica di categoria, da concordare tra Fnsi, Ordine, Inpgi, Casagit. Purtroppo però gli incontri fra i diversi enti vanno per le lunghe e allora la Presidenza e il Cda Casagit hanno deciso, anche dopo le vostre pressioni di cui mi sono fatto interprete, di rompere gli indugi e di preparare il tesserino, da esibire con medici e strutture convenzionati. Riceverete il documento a casa, a gennaio, dentro il primo notiziario Casagit. Attenti a non buttarlo via quando sfoglierete il giornale (che sarà un vero e proprio organo d’informazione e non un semplice bollettino.


 


PARAFARMACI


Nuove regole per il rimborso delle spese da parte della Casagit per i prodotti parafarmaceutici.


Il Consiglio di amministrazione della Casagit ha deliberato di accogliere, in via sperimentale, per il 2011 e il 2012, le richieste di rimborso per parafarmaci legati a una serie di malattie o disfunzioni, disturbi per i quali l'uso di questi prodotti può costituire un beneficio.


Ecco (giusto a mo' di esempio) una serie di patologie per le quali la Casagit ha ricevuto domande di contributo all'acquisto:


1) Patologie oculari (aniridia congenita bilat, glaucoma, distrofia corneale, trabeculectomia, vitrectomia, blefarite cronica, glaucoma, maculopatia degenerativa, morbo di bechet, sindrome dell'occhio secco, terapia supporta post-operatorio vitrectomia)


2) Patologie ortopediche (artrite reumatoide, artrosi, condropatia, osteoporosi)


3) Patologie apparato digerente (asportazione milza e coda del pancreas, epatite c, gastrite, incapacità di alimentazione autonoma, malassorbimento a seguito di resezione intestinale)


4) Patologie respiratorie allergie, asma intrinseca, insufficienza respiratoria in sarcoidosi)


5) Patologie tiroidee (ipertiroidismo,morbo di basedow, tiroide di hashimoto)


6) Patologie sistema nervoso (distrofia miotonica-genetica,malattia demielizzante)


7) Patologie dermatologiche (psoriasi)


8) Patologie ematologiche (talassemia intermedia)


9) Patologie vascolari


10) Terapie di supporto (terapia marziale per la gravidanza)


11) Cure alternative (cure alternative alle statine per colesterolo, terapia ormonale sostituiva, trapianto di rene, allergia penicillina)


12) Aids


13) Diabete


14) Sclerosi multipla


Le domande di rimborso devono essere presentate alla Commissione permanente. Ricordo che la Commissione permanente si riunisce una volta al mese a Roma ed è composta da Carlo Ercole Gariboldi (presidente), Gabriele Cescutti, Corrado Chiominto, Alfonso Pirozzi, Gianfranco Summo.


Le domande devono essere presentate entro il 31 marzo 2011 e 2012 e devono contenere tutte le spese sostenute dal 1 gennaio al 31 dicembre dell'anno precedente (quindi ora si possono raccogliere tutti gli esborsi dell'anno che si avvia a concludersi e mandarle in commissione entro il 31 marzo prossimo, 2011)


Le richieste devono essere accompagnate da


(1) - relazione medica, che indichi il motivo del ricorso al prodotto parafarmaceutico;


(2) - prescrizione medica che indichi la patologia e le funzioni terapeutiche dei prodotti prescritti;


(3) - fustella (ove presente) e scontrino fiscale.


La Commissione permanente valuta le richieste avvalendosi di un consulente medico e, se il caso, concede l'autorizzazione di rimborso al 50% della spesa sostenuta.


Una volta concessa l'autorizzazione, le spese successive riguardanti lo stesso prodotto saranno rimborsate seguendo la medesima procedura per quanto riguarda i tempi di consegna e la documentazione.


 


CASSINTEGRATI E DISOCCUPATI. E DENTISTI


Il Consiglio di amministrazione ha deliberato di confermare il contributo annuo dovuto dai soci in cassa integrazione nella misura di 224 euro e di 336 dai soci in stato di disoccupazione.(In questo caso si è rinunciato a chiedere un aumento di 12 euro l'anno).


Il Cda ha anche stabilito che per il 2011 il livello di reddito oltre il quale i titolari con meno di 30 anni non godranno della quota contributiva agevolata e i coniugi/conviventi more uxorio saranno tenuti a versare il contributo aggiuntivo individuale sarà di 10.543,7 euro (era di 10.367,62).


In questi giorni si sta concludendo il censimento dei coniugi o conviventi more uxorio, che usufruivano dell'esenzione del pagamento di questo contributo aggiuntivo (972 euro, che dal 2011 si riducono a 936). Questi soci erano 4253. A tutti è stato chiesto di inviare la documentazione fiscale che comprovasse il diritto ad avvalersi di questa .


Solamente 16 le lettere che sono tornate indietro; in 2607 hanno potuto dimostrare di avere diritto all'esenzione, mentre 1366 sono stati invitati a versare il contributo, perchè i coniugi o i conviventi hanno guadagnato,  nel 2009, oltre 10.367, 62 euro o perchè non hanno esibito la documentazione fiscale necessaria.


Il Cda ha in previsione di rivedere alcune voci del tariffario odontoiatrico. A proposito di denti, in provincia di Pavia c'è un nuovo dentista convenzionato con la Casagit: si chiama Marco Vigoni, piazza della Libertà - 11 - Belgioioso - telefono 0382 – 960969


 


STATUTO E REGOLAMENTO E NUOVA CASAGIT 2


E' stato istituito, a Roma, un gruppo di lavoro (di cui fa parte anche il vicefiduciario Casagit di Milano, Paolo Costa) per studiare le incompletezze e incoerenze rilevate nello Statuto e regolamento della Casagit, in modo che si possa poi procedere a una revisione e a un'armonizzazione generale. Ciò avverrà in un'assemblea straordinaria (a maggio) dei delegati di tutta Italia.


Un secondo gruppo di lavoro ha incominciato a esaminare come modificare la Casagit 2, i cui iscritti, come è noto, usufruiscono dei servizi Casagit solo parzialmente. L'obiettivo è di una formula nuova, che consenta di venire incontro alle esigenze dei colleghi senza contratto, senza diritti, precari.


Questi colleghi sono sempre più numerosi e si sentono .


Su segnalazione di molti (quelli non titolari del contratto nazionale di lavoro firmato dalla Fnsi) nell'ultima assemblea dei fiduciari (1 dicembre scorso a Roma), e poi con una recente lettera, ho invitato il presidente nazionale, Daniele Cerrato, e il consiglio di amministrazione a prevedere la possibilità di fissare un contributo più basso per chi guadagna meno di 71.315 euro.


Questa somma, come sapete, è il reddito annuo minimo per i soci volontari per il quale la Casagit chiede il contributo di 231 euro al mese (693 al trimestre e 2772 euro l'anno). Tanti, soprattutto free lance e precari, guadagnano molto meno, da 20mila a 40 mila euro. Molti di questi soci mi hanno scritto per.chiedere la possibilità di fissare un contributo in proporzione al loro reale reddito, quindi più basso di quello attuale. L'ho fatto. Aspettiamo gli (eventuali) sviluppi.


A livello nazionale è in corso anche la messa a punto della strategia per costruire un , in sintonia con il sindacato e l'Inpgi. Un esempio: si comincia a pensare al reperimento di Rsa (residenze sanitarie assistite) per fronteggiare il crescente invecchiamento della popolazione giornalistica assistita da Casagit e alla prevista impossibilità da parte del Servizio sanitario nazionale di farsi carico del fenomeno. Sapete quanti sono in Casagit i soci ultraottuagenari? Oltre 2000: 1200 donne e 850 maschi.


Mi permetto di citare quanto ha dichiarato il presidente dell'Inpgi, Andrea Camporese, il 2 dicembre all'assemblea nazionali dei delegati Casagit : “L’attesa di vita aumenta di alcuni mesi ogni anno e arriverà presto a superare la quota media di 85 anni. È del tutto evidente che una società composta da centinaia di migliaia di ottantenni e novantenni renderà ineludibili richieste di copertura di welfare inedite e crescenti. Sul lungo periodo la sanità pubblica non sarà in grado di soddisfare efficacemente prestazioni verso i non autosufficienti, moltiplicare le strutture protette, affrontare problematiche sanitarie che incideranno fortemente sulla qualità della vita. A questo processo inesorabile si affianca una modificazione sostanziale dello status dei professionisti, in particolare dei giovani. La crisi economica ha accelerato una dinamica conosciuta: si entra nel mondo del lavoro tardi, con redditi molto bassi”.


Un altro tema strategico è la valutazione dell'opportunità di mettere il know how della Casagit a disposizione delle categorie professionali aderenti all'Associazione degli enti previdenziali privati (Adepp) e ipotizzare possibili alleanze che consentano di allargare la base contributiva e garantire alla Cassa di essere più forte e sicura.


Questi e altri argomenti verranno illustrati e discussi in primavera nell'assemblea milanese che, come lo scorso anno, vedrà la partecipazione a Milano del presidente nazionale Daniele Cerrato.


 


HUMANITAS


L’Humanitas ha confermato di aver accettato la proposta Casagit del cosiddeto pacchetto per gli interventi chirurgici non complessi.


L'accoglimento è però parziale, nel senso che maggiora il forfait proposto dalla Casagit.


C'è, quindi, una differenza a carico dell'assistito.


Ad esempio: per l'alluce valgo monolaterale la differenza a carico del socio è di 1352 euro


                     per  il bilaterale di 3065 euro


                     per l'appendicectomia  di 2299 euro


                     per artroscopia con meniscectomia di 498 euro


                     emorroidectomia    161 euro


                     varicocele                10 euro


                     tunnel carpale          96 euro


 


Per il tariffario completo e l'elenco aggiornato degli ospedali e delle cliniche che hanno accolto il pacchetto Casagit (con o senza maggiorazioni) chiedete ai nostri uffici di viale Montesanto.


Un avvertimento importantissimo: nel caso di interventi chirurgici compresi nel pacchetto, informatevi preventivamente sull'utilizzo di tecnologie specifiche, tipo laserterapia. In tal modo si eviteranno eventuali strumentalizzazioni da parte dei chirurghi e delle strutture, e sorprese spiacevoli per i soci (come purtroppo è successo).


Molti colleghi hanno segnalato che spesso è difficile mettersi in contatto per telefono con i nostri uffici. E' vero, ma purtroppo le nostre tre collaboratrici, Antonella, Isabella, Paola fanno quello che possono. E anche di più. In certi giorni è materialmente impossibile accogliere allo sportello i soci (anche cento persone al giorno), e contemporaneamente rispondere alle mail e al telefono. Vi chiedo un po' di comprensione. Ci vorrebbe, in certi momenti, una persona in più, ma dubito che si riesca a farla assumere....


 


REGISTRATEVI AL SITO CASAGIT


Tanti, forse troppi soci Casagit, non si sono registrati nel sito nazionale (i registrati sono 7300 su 28000 giornalisti, un migliaio in Lombardia).


Eppure è semplice e utile. Basta andare nell'accesso area riservata ai soci e seguire le istruzioni.


 


Oppure scrivere a


ars_soci@casagit.it


ars_webmaster@casagit.it


indicando il vostro codice casagit, nome e cognome, telefono e mail e sarete guidati da Roma.


Registrarsi è utile, perché consente di controllare dal computer la propria posizione, lo stato dei contributi e delle pratiche rimborso. A tal proposito l'altro giorno a Roma è stato assicurato che il periodo massimo di attesa per i rimborsi è di 60 giorni.


Sempre sul sito nazionale è possibile leggere come pagare on line i bollettini dei contributi. Giustamente molti soci si sono lamentati di doversi recare agli sportelli Unicredit. In realtà se si ha un attimo di pazienza è possibile pagare standosene in famiglia. Se si è possessori di un conto online, basta cercare nelle diverse opzioni disponibili quella con l'indicazione MAV e inserire il Codice identificativo del MAV che si trova sui bollettini cartacei. Tale codice è composto da 18 caratteri numerici. Lo "0" iniziale non dovrà essere inserito. 


Identico procedimento per chi voglia utilizzare gli sportelli bancomat abilitati.


Infine ricordo a tutti che il 31 dicembre è la data ultima di presentazione dei giustificativi di spesa sostenuti in luglio, agosto, settembre.


Grazie per la pazienza.


E tanti auguri!


 


Costantino Muscau


fiduciario Casagit


Milano, 16 dicembre 2010


www.alg.it


 


 


 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com