Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

CORTE COSTITUZIONALE - SCIARRA: “RISPETTO, TRASPARENZA E FIDUCIA: PASSANO DA QUI L’INDIPENDENZA DELLA MAGISTRATURA E LO STATO DI DIRITTO NEL MONDO”.

Roma, 7 ottobre 2022 - “Rispetto, trasparenza e fiducia: si tratta di tre componenti dell’indipendenza della magistratura, che devono essere valutate e misurate rispetto ad altri poteri. La riflessione su standard comuni che garantiscano un funzionamento indipendente della magistratura dovrebbe essere portata più apertamente in primo piano, in uno sforzo congiunto necessario a rafforzare lo stato di diritto in tutto il mondo”.


È il passaggio finale della relazione inviata alla Conferenza Mondiale sulla Giustizia Costituzionale (WCCJ), in corso a Bali dal 4 al 7 ottobre e dedicata a GIUSTIZIA COSTITUZIONALE E PACE, dalla presidente della Corte costituzionale Silvana Sciarra, impossibilitata a partecipare di persona alla sessione “Rendiconto sull’indipendenza dei tribunali membri”, presieduta dal presidente della Corte costituzionale austriaca Christoph Grabenwarter.


Sciarra, oltre a ricordare il ruolo chiave dell’indipendenza dei media nel promuovere l’indipendenza della magistratura, ha proposto di far circolare il più ampiamente possibile i risultati degli incontri della Conferenza, per esempio attraverso dichiarazioni congiunte da consegnare alla stampa e, se concordato, pubblicate nei siti web dei tribunali membri del WCCJ. 


La Conferenza Mondiale sulla Giustizia Costituzionale riunisce 119 Corti e Consigli Costituzionali e Corti Supreme in Africa, Americhe, Asia, Australia/Oceania ed Europa. Promuove la giustizia costituzionale – intesa come revisione costituzionale inclusa la giurisprudenza sui diritti umani – come elemento chiave per la democrazia, la tutela dei diritti umani e lo stato di diritto.


Lo scopo principale della Conferenza mondiale è facilitare il dialogo giudiziario tra i giudici costituzionali su scala mondiale. 


Poiché questi giudici a volte si trovano in situazioni di conflitto con altri poteri statali a causa delle loro decisioni, la partecipazione alla Conferenza mondiale offre un forum che non solo consente di scambiare liberamente informazioni, ma anche di offrire sostegno alle Corti. Questo può essere importante per difendere i principi costituzionali, che i giudici sono chiamati a proteggere.


 


Qui il link alla relazione della Presidente Sciarra 


Qui il link al programma del WCCJ 


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


IDENTITA’ NAZIONALI E PRIMATO DEL DIRITTO EUROPEO, STATO DI DIRITTO E INDIPENDENZA DEI GIUDICI NAZIONALI: in linea da oggi, in modalità multimediale, tutti i materiali dell’incontro tra la Corte costituzionale e una delegazione della Corte Ue.


 


TESTO IN https://www.cortecostituzionale.it/documenti/comunicatistampa/CC_CS_20221007114849.pdf





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com