Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Assemblea CASAGIT SALUTE a Torino. Il presidente Giuliani ha sottolineato che “l’INPS a luglio 2022, in via transitoria, effettuerà la trattenuta della quota spettante a Casagit Salute. Successivamente verrà comunicato l’importo che, fino a dicembre 2022, sarà pari a quello calcolato dall’INPGI sulle ultime mensilità”.

di Salvatore Rotondo

Torino, 20 giugno 2022 - Lungo e vivace dibattito durante la conferenza di Casagit Salute tenuta al Circolo La Stampa Sporting a Torino. Ad ascoltare il Presidente nazionale Gianfranco Giuliani oltre sessanta colleghi da tutto il Piemonte. Tra i vari temi al centro dell’attenzione soprattutto le conseguenze operative sui soci della Cassa (in particolare i pensionati), causate dal passaggio degli iscritti da INPGI 1 all’INPS dal 1° luglio 2022.


L’incontro aperto dalla Fiduciaria del Piemonte Daniela Cotto, dopo i saluti del past president Daniele Cerrato, seguito dall’intervento di Carola Vai, componente del Consiglio di amministrazione, è stato dominato dal botta e risposta tra i soci e il presidente. Giuliani ha sottolineato che “l’INPS a luglio 2022, in via transitoria, effettuerà la trattenuta della quota spettante a Casagit Salute. Successivamente verrà comunicato l’importo che, fino a dicembre 2022, sarà pari a quello calcolato dall’INPGI sulle ultime mensilità”. Ancora incerto se analogo sistema sarà adottato anche per il mese di agosto. In ogni modo il presidente ha garantito che “Casagit Salute” manterrà l’abituale assistenza a tutti anche se dovessero sorgere problemi perché il vertice della Cassa ha previsto sei mesi di tempo per il meccanismo di transizione. 


Tra le formule future che i pensionati dovranno adottare per versare alla Cassa la quota della Mutua sono stati indicati il bollettino MAV o l’addebito diretto dal conto corrente bancario con le coordinate già comunicate e comunque da confermare. Al sollecito da parte della platea in merito a eventuali cambiamenti dal punto di vista fiscale, Giuliani ha risposto: “Non lo sappiamo”.   Più volte comunque ha ribadito la volontà del vertice della Cassa di “essere tempestivi nell’informazione”.


Per quanto riguarda i giornalisti in attività, invece, ha annunciato la creazione di un portale da parte di “Casagit Salute” che si occuperà di tutte le aziende che dovranno versare i contributi dei loro giornalisti dipendenti. Le aziende editoriali in collaborazione con la Cassa sono 1470, di queste 30 rappresentano il 70% dei soci. Pertanto nulla cambierà per questi giornalisti.


Durante la conferenza è stata spiegata anche la riforma dello Statuto di “Casagit Salute” approvata all’unanimità sia dall’Assemblea che dal CDA che prevede, tra i molti cambiamenti, l’estensione della copertura della Cassa ai figli fino ai 35 anni (in precedenza era consentito solo fino a 26 anni) anche se impegnati nel lavoro e non a carico dei genitori. Inoltre, c’è la possibilità – sempre per i figli – in caso di uscita dalla Cassa di rientrare.


Infine è stato illustrato il bilancio 2021 chiuso positivamente e il bilancio di previsione 2022 che invece avrà una perdita annunciata di 2 milioni di euro previsti per gli effetti post pandemia. Infatti con il Covid per due anni i soci non hanno potuto beneficiare delle prestazioni sanitarie che sono in recupero già quest’anno. Ecco il motivo della previsione del passivo.


La Fiduciaria del Piemonte, Daniela Cotto


La componente del Cda, Carola Vai


------------------------------------


Consulta Casagit di Torino


c/o Associazione Stampa Subalpina


Corso Stati Uniti 27 - 10128 Torino


tel 011.5623373


fax 011.539129


------------------------------------


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com