Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

- CASAGIT. Opposizione all'attacco: tradita l’assemblea dei delegati sui soldi alla Fnsi.

2.2.2021 - Un mese fa l’assemblea dei delegati Casagit ha chiesto la riduzione di un terzo del contributo annuo a favore della Fnsi (da 600 a 400 mila euro) ma oggi - 28 gennaio 2021 - la maggioranza del cda (Cerrato, Giuliani, Summo, Spirito, Artizzu, Napoli, Costante) ha approvato una proposta che stabilisce la somma di 600 mila euro  come “contributo minimo garantito” per 3 anni (l’assemblea proponeva per un solo anno) al Sindacato.


Contro questa decisione che sancisce la totale mancanza di rispetto per il voto dell’assemblea dei delegati, si sono espressi i consiglieri di amministrazione Luciano Azzolini, Paola D’Amico, Carlo Gariboldi e Chiara Roverotto, mentre si è astenuta Marisa La Penna.


La regia della decisione è, ancora una volta, degli attuali vertici della Fnsi che hanno altresì imposto di recuperare un’accordo stipulato 27 anni fa per destinare una parte del contributo delle buste paghe dei giornalisti al fondo di solidarietà, sempre gestito dalla Federazione della stampa. In pratica una parte della trattenuta contrattuale per i servizi sanitari (in totale il  3,6%) finisce subito alla Fnsi (lo 0,1% ) mentre a Casagit fa il restante 3,5%. Poi la cassa pagherà altri 600 mila euro alla Fnsi e 1 milione e 146mila euro alle Associazioni regionali di stampa per i servizi svolti.


Serviva un gesto di buona volontà per cercare di raccogliere, almeno in parte e per un arco di tempo limitato, l’indicazione espressa dall’assemblea dei delegati. Assemblea che, di fronte a esigenze economiche giustificate e motivate della Fnsi, non avrebbe certo negato il proprio sostegno. In fondo l’Assemblea dei delegati non ha fatto altro che chiedere di fare sacrifici tutti.


Noi non siamo contro la Federazione della Stampa e neppure contro i contributi economici a suo favore, dato che buona parte delle risorse di Casagit sono garantite dai contratti giornalistici. Abbiamo chiesto alla Fnsi di fare gli stessi i sacrifici come hanno fatto e stanno facendo tutti i giornalisti italiani. Redazioni semideserte per Covid, casse integrazioni, prepensionamenti e licenziamenti come quelli incredibili di questi giorni al Sole 24 Ore.


 È successo di tutto in questi anni. Pretendere di vivere con i contributi di Casagit e Inpgi, invece che con le tessere dei giornalisti è una strategia che non porterà lontano.


Luciano Azzolini


Paola D’Amico


Carlo Gariboldi


Chiara Roverotto


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com