Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

CASAGIT SALUTE - MILANO – DICEMBRE 2020. A Roma è in funzione un indirizzo di posta elettronica assistenza@mail.casagit.it, che è l’unico punto di riferimento per tutti e per TUTTE le richieste riguardanti contributi e prestazioni.

di Costantino Muscau/fiduciario lombardo



SCADENZA PRATICA SPOSTATA DAL 31 DICEMBRE 2020 AL 31 GENNAIO 2021 – Le spese per le prestazioni datate luglio, agosto e settembre 2020 possono essere presentate a Casagit per il rimborso entro 31 gennaio 2021. Il termine regolamentare di scadenza è stato infatti prorogato dal 31 dicembre alla fine di gennaio per venire incontro alle difficoltà di spostamento legate alla pandemia Covid 19.


Le note di spesa presentate dopo la scadenza potranno essere rimborsate al 50% soltanto per una volta (non ripetibile).


Naturalmente potranno essere presentate anche le note di spesa datate ottobre, novembre e dicembre 2020 e gennaio 2021


 


PROROGATO ANCHE PAGAMENTO CONTRIBUTI –


La scadenza del pagamento dei contributi del I trimestre 2021 è stata prorogata dal 31 gennaio al 28 febbraio 2021


 


DA GENNAIO 2021 STOP AGLI ORIGINALI: FOTOCOPIE PER LE PRATICHE – 


Da gennaio, le note spesa emesse con data 2021 potranno essere presentate a Casagit in fotocopia: non sarà più necessario presentare gli originali. Attenzione, però: abbiate cura di conservare gli originali per almeno 5 anni, nella eventualità che la Agenzia delle Entrate voglia procedere ad un controllo sulle ricevute portate in detrazione nella dichiarazione dei redditi. Questa misura - presentare le fotocopie e non più gli originali, di scontrini o fatture emesse nel 2021 - rende più semplice la procedura delle richieste di rimborso.


E’ il primo passo verso la digitalizzazione del servizio: Casagit ha infatti in programma di avviare entro il 2021 la procedura per la presentazione online delle richieste di rimborso, in alternativa al tradizionale invio cartaceo, che comunque resterà operativa.


Gli scontrini, o le fatture, datati 2020 DEVONO ANCORA ESSERE PRESENTATI IN ORIGINALE.


 


 


OCCHIO AGLI…OCCHIALI, ALLE ORECCHIE E AI DENTI


 Da gennaio 2021 entrano in vigore alcuni cambiamenti in melius per tutti noi (vedi sito Casagit).


Eccone alcune.


 


Occhiali: 190 euro da vicino, 190 euro da lontano, 190 euro lenti a contatto, ogni due anni per tutti (socio e familiari) a partire dalla conclusione del rispettivo periodo attualmente in corso.


Protesi acustiche: abolita la decurtazione di 75 euro in caso di acquisto contestuale apparecchi destra e sinistra.


Ortodonzia: abolita la distinzione tra apparecchi fissi e mobili; plafond di spesa elevato a 6.000 euro (3.000 euro per arcata) con massimale di 1.000 euro annui per arcata.


Riforma contribuzione figli: contributo unico dopo i 26 anni e fino ai 35 pari a 1.140 euro (in precedenza quote di 1.260 e 1.668 euro); dopo i 35 anni, il figlio non potrà più essere assistito nel nucleo familiare ma potrà iscriversi a Casagit come volontario con un contributo agevolato pari a 1.848 euro fino ai 40 anni.


Visite gnatologiche: rimborsate se effettuate da specialisti non odontoiatri.


 


 


 


PROVVIDENZE COVID - Nel corso del 2021 è previsto un contributo complessivo annuo fino a 60 euro per accertamenti clinici o diagnostici (tamponi e test sierologici validati dal Ssn) nonché per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti monouso) e acquisto di saturimetro, o pulsossimetro. Per il rimborso è necessario presentare a Casagit prescrizione medica e fattura (per tamponi e test) o lo scontrino parlante con l'indicazione del dispositivo acquistato. Questo provvedimento resta in vigore fino al 31 dicembre 2021 e interessa tutti gli associati alla Cassa (Casagit 1; Nuovi Profili 2, 3 e 4; Profilo Uspi; Profilo W-In) e i familiari assistiti.


 


VIDEOCONSULTO AXA - Dal I dicembre (tutti giorni, h 24) è possibile effettuare il videoconsulto con il servizio AXA. La procedura è semplice. Il socio chiama il numero verde 800 902 908; l'operatore verifica la titolarità dell'assistito Casagit e passa la chiamata al medico; il medico decide se far intervenire uno specialista, il quale chiamerà l'assistito entro un'ora dalla segnalazione; il sanitario propone – se il caso - il videoconsulto, inviando all'assistito il link per scaricare la App My Doctor, in modo da attivare la videochiamata; se necessario, il sanitario prescrive farmaci (inviando la ricetta direttamente alla farmacia desiderata), visita specialistica, o esami diagnostici. Questo servizio si aggiunge a quelli già prestati da AXA: consulto telefonico tradizionale, servizio di ambulanza da e per strutture sanitarie, rimpatrio assistito dall'estero.


 


 


CASAGIT BILANCIO: UN FALSO POSITIVO


Nel corso dell’Assemblea nazionale di Casagit Salute, tenutasi da remoto martedì 15 dicembre 2020, è stato illustrato l’aggiornamento di bilancio preventivo 2020. Esso presenta un attivo di 8 milioni e 313 mila euro, di gran lungo superiore a quanto preventivato.


Occhio però: siamo di fronte a un falso positivo (per stare in sintonia con l’epoca attuale). Non perché il dato non sia vero, ma perché il risultato è dovuto soprattutto agli effetti della pandemia. In parole povere: c’è stato un crollo degli interventi e la Casagit ha il 14,4%. Di fronte a una spesa preventivata di 65 milioni di euro, le prestazioni sono costate 59 milioni.


E’ chiaro che buona parte degli interventi ora sospesi verranno recuperati non appena finita questa emergenza e quindi i costi andranno ad aggiungersi a quelli per le prestazioni abituali. Il prossimo bilancio, quindi, sarà, quasi certamente in rosso. Anche perché c’è un altro elemento preoccupante: i proventi delle contribuzioni continuano a calare. Nel 2020 scendono di poco (meno 0,7%) ma la regressione appare costante e inarrestabile.


 


SERVONO NUOVI SOCI


 


Per questo la Casagit si è trasformata in Società di Mutuo soccorso. Per allargare il suo perimetro, la sua platea, attirare altre popolazioni, non giornalistiche.


La dirigenza Casagit ha illustrato le linee guida per la società di mutuo soccorso le ambizioni e il posizionamento della Casagit Salute, il modello di offerta commerciale e organizzativo, l’offerta di 4 profili ritagliati per il mercato.


Tutto però è apparso ancora in fieri. Dall’assemblea nazionale non si è avuta una risposta esauriente a questi interrogativi: ci sono alle porte nuovi soggetti concreti?  Arriveranno? Non arriveranno? Come? Quando? La dirigenza Casagit ha assicurato che nel giro di pochi mesi saranno resi pubblici il materiale promozionale e le strategie concrete per entrare sul mercato. L’unica modalità avanzata finora è stata quella di suggerire a ogni socio attuale di trasformarsi in reclutatore, in piazzista a fin di bene, così da portare un nuovo associato in Casagit Salute. In tal modo nel giro di 3 – 5 anni gli iscritti potrebbero raddoppiarsi (oggi siamo circa 50 mila) e aggiungere nuova linfa alle esangui casse della Cassa.


 


L’ASSEMBLEA NAZIONALE BOCCIA IL CONTRIBUTO ALLA FNSI COSI’ COM’E’


 


Uno dei temi più caldi dell’Assemblea è stato il controverso contributo finanziario della Casagit alla Federazione Nazionale della Stampa.


Forse non tutti i soci sanno, o ricordano, che in base a un protocollo di accordo del 1994, sostituito nel 2002 (e da allora mai modificato), la Casagit attribuisce al sindacato dei giornalisti (FNSI) un importo annuale di denaro.


Lo si definisce in quanto il sindacato attraverso il contratto nazionale assicura l’iscrizione dei giornalisti alla Casagit.


Nel contratto 2009 la Federazione garantiva circa 52 milioni di euro alla Casagit, che erogava alla Fnsi 568 mila euro. Nel 2020 Casagit incassa dai contributi legati al contratto 39 milioni di euro (ben 13 milioni in meno rispetto al 2009) ma versa circa 630 mila euro al sindacato, ovvero 62 mila euro in più. (Nel 2002 la cifra era di 464.811 euro). Ora questa situazione è difficilmente sostenibile. Sul piano formale sta per essere rinnovata la Convenzione tra Casagit e FNSI, ma – evidentemente - su basi diverse.


Infatti, dopo la trasformazione del nostro ente in Società di Mutuo Soccorso il vecchio accordo non regge in quanto le nuove popolazioni non iscritte al sindacato potrebbero contestare il fatto che una parte della loro quota associativa sia usata per sostenere un sindacato cui non appartengono.


Sul piano delle cifre, già nel 2017 fa il collegio sindacale aveva cominciato a denunciare il fatto che 630 mila euro l’anno apparivano <eccessivi, difficili da giustificare in vista delle difficoltà cui la Casagit andava incontro e invitava il consiglio di amministrazione ad abbattere questa spesa>.


Invito rimasto disatteso. Per questo, nell’assemblea del 15 dicembre, 33 delegati Casagit hanno presentato una mozione in cui si chiede al presidente della Casagit . La mozione è stata al centro di un vivacissimo dibattito ed è stata approvata dalla maggioranza dell’assemblea: 39 sì contro 37 no.


Ora, quindi, per la prima volta viene bocciato il contributo di oltre 600 mila euro annui al sindacato nazionale dei giornalisti.


E la Presidenza e il consiglio di amministrazione sono stati impegnati a rivedere l’accordo e a ridimensionare la somma versata senza discutere da 18 anni.


 


 


CHIUSURA UFFICI CASAGIT E POLIAMBULATORIO


DI VIALE MONTE SANTO A MILANO PER LE FESTIVITA'


Gli uffici di viale Monte Santo 7, a Milano, saranno chiusi il 23, il 24, 25, 26, 27 dicembre. Riaprono il 28 dicembre (lunedì), il 29 e il 30 e poi saranno nuovamente chiusi il 31dicembre.


Il Poliambulatorio dell’Associazione Lombarda Giornalisti di viale Monte Santo non è operativo il 23, 24, 25, 26, 27 dicembre. Riapre (dalle 9 alle 17) il 28, 29 e 30 dicembre, e sarà chiuso nuovamente il 31 dicembre.


 


Ricordo che a Roma è in funzione un indirizzo di posta elettronica assistenza@mail.casagit.it, che


è l’unico punto di riferimento per tutti e per TUTTE le richieste riguardanti contributi e prestazioni.


 


Costantino Muscau


muscau@mail.casagit.it


costantino.muscau@pec.giornalistilombardia.it


 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com