Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Cassazione: l'INPGI/1 batte la RAI per i contributi dovuti per il giornalista Stefano Maria Bianchi ed altri programmisti registi che collaboravano con Michele Santoro a Sciuscià e Annozero.

3.12.2020 - Sono dovuti all'INPGI 1 i contributi previdenziali di un gruppo di programmisti registi RAI tra i quali il giornalista Stefano Maria Bianchi per 23 anni collaboratore di Michele Santoro nei programmi Sciuscià e Annozero. Lo ha definitivamente stabilito la sezione lavoro della Cassazione con ordinanza n. 27544 del 2 dicembre 2020 (Presidente Federico Balestrieri, relatore Rosa Arienzo), cliccare su http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20201202/snciv@sL0@a2020@n27544@tO.clean.pdf , confermando il decreto ingiuntivo emesso una dozzina d'anni fa a favore dell'INPGI per la somma di 100 mila euro a titolo di contributi e sanzioni per omissioni contributive dovute dalla RAI, essendo stata riconosciuta - in linea con il servizio ispettivo dell'ente previdenziale - come giornalistica l'attività svolta da Stefano Maria Bianchi e dagli altri programmisti registi.


Il giornalista Bianchi, 57 anni, pugliese di Taranto, é autore di importanti inchieste di rilievo sociale e professionale ed ha ottenuto due volte il Premio Ilaria Alpi. Un anno fa, assistito dall'avvocato Vincenzo Iacovino, ha vinto la sua battaglia giudiziaria contro la RAI, essendogli stato interamente riconosciuto dalla Corte d'Appello di Roma il suo rapporto di lavoro subordinato con l’azienda pubblica, cliccare su https://stamparomana.it/2019/06/22/stefano-maria-bianchi-dichiarazioni-e-video-della-conferenza-stampa/



  1. F.





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com