Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

METRO: l'assemblea di redazione stigmatizza il licenziamento di una collega e sfiducia all'unanimità il direttore.. I Giornalisti di Metro entrano pertanto in assemblea permanente e affidano al CdR un pacchetto di 5 giorni di sciopero.

4.11.2020 - L’Assemblea dei Giornalisti di Metro all’unanimità stigmatizza il licenziamento per asserita giusta causa di una collega alla quale era stata negata l’aspettativa. Le motivazioni contenute nella lettera inviata dall’Azienda sono assolutamente pretestuose perché poggiano su basi non corrispondenti al contratto in essere tra la collega (collaboratore fisso ex art.2) e l’Azienda. Si cita una fantomatica esclusiva che non era prevista nel contratto di assunzione e comunque ormai da anni, non ricade più nemmeno sui giornalisti ex art.1 in stato di solidarietà prima, e in Cassa Covid poi. Il Direttore, dal canto suo, ha avallato e sostenuto le tesi dell’Azienda dimenticando forse che se la collega ha lavorato, lo ha fatto seguendo le sue direttive. Pertanto, l’Assemblea dei Giornalisti sfiducia all’unanimità il Direttore, Stefano Pacifici. Malgrado le rassicurazioni ricevute dal CdR da parte del Rappresentante per i rapporti sindacali di Metro, rassicurazioni che portavano verso l’archiviazione di questa faccenda, NME ha deciso, senza alcuna comunicazione ufficiale inviata né dall’Editore né dal Direttore per quanto riguarda rispettivamente il cambio dell’organico e l’organizzazione del lavoro, di licenziare una collega che a Metro ha portato ben quattro premi giornalistici.


Sia il Direttore che il Rappresentante dei rapporti sindacali dichiarano di non saper nulla mentre invece appare chiaro dalla lettera di licenziamento il loro coinvolgimento. Tanto più che la collega – lo ripetiamo - ha sempre lavorato in stretta collaborazione con il Direttore, rispettando le sue richieste e inviando i pezzi così come con lei concordati. I Giornalisti di Metro entrano pertanto in assemblea permanente e affidano al CdR un pacchetto di 5 giorni di sciopero. Inoltre, tutti i Giornalisti per quanto riguarda lo svolgimento e l’organizzazione del lavoro si atterranno solo ed esclusivamente a quanto previsto dal CCNLG. È la prima volta nella storia di Metro che viene inviata una lettera di licenziamento. Una lettera priva di ogni fondamento che i Giornalisti all’unanimità non possono far passare sotto silenzio.


L’Assemblea dei Giornalisti di Metro





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com