Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Giornalisti: al vaglio l'abolizione dell'Ordine. Il Governo valuterà ad ottobre dopo il processo di autoriforma l'abolizione dell'ordine dei giornalisti. Lo annuncia il sottosegretario Vito Crimi durante l'audizione in commissione cultura alla Camera.CONSEGUENZA IMMEDIATA: l'Inpgi salta e confluirà nell'Inps. Oggi l'Inpgi esiste perché esiste l'Ordine (dlgs 509/1994). La replica di Carlo Verna e quella di Crimi.

(StudioCataldi.it -  8.8.2018 - di Redazione – Abolire l'ordine dei giornalisti? Se ne riparlerà ad ottobre, dopo il processo di autoriforma in corso. Solo allora si potrà decidere se abolire o meno l'Odg. Ad annunciarlo, nel corso della sua audizione in Commissione Cultura della Camera, è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'informazione e all'editoria, Vito Crimi. "Ha senso ancora che l'Ordine dei giornalisti esista? Ha svolto la funzione che dovrebbe avere?" sottolinea, ma ribadisce "anziché fare subito un decreto di abolizione dell'Odg ho avuto l'accortezza di incontrare i nuovi vertici dell'Ordine dei giornalisti". La prima preoccupazione, spiega Crimi, "è stata quella di attendere questo processo di autoriforma generale che stanno cercando di mettere in atto. Una proposta ad ampio raggio che non riguarda solo la governance ma anche l'accesso alla professione" Ad ottobre, questi interventi dovrebbero essere proposti e solo in seguito, afferma il sottosegretario "faremo le nostre valutazioni se ancora ci sono i presupposti per abolire l'Ordine del giornalisti sarò qui a proporvelo". Se si deciderà in tal senso, spiega ancora Crimi, "ovviamente andrà rivisto tutto il sistema perché è chiaro che oggi l'iscrizione all'Ordine comporta automatismi che oggi sono legati all'iscrizione e domani no". Bisogna parlare oggi "delle nuove professioni, di un nuovo modo di fare informazione. C'è l'insieme dei comunicatori, dei social media manager, tutto un nuovo tema: non è solo l'informazione condivisa, ma un'informazione nuova e diversa con strumenti diversi" precisa davanti alla commissione. "Va poi affrontata la professionalità di queste persone, il riconoscimento, come gestirle, come inquadrarle – inoltre conclude - c'è il tema, ancora irrisolto, dei giornalisti nell'ambito delle amministrazioni pubbliche, dei loro contratti". IN https://www.studiocataldi.it/articoli/31471-giornalisti-al-vaglio-l-abolizione-dell-ordine.asp


.La replica di Carlo Verna in https://www.primaonline.it/2018/08/07/276045/verna-cnog-replica-a-crimi-no-a-minacce-abolizioniste-proseguire-nella-riforma-dellordine-senza-condizionamenti



8.8.2018 -Crimi su Odg: nessuna minaccia di abolizione. Aspetto di valutare la proposta di autoriforma. TESTO IN https://www.primaonline.it/2018/08/08/276074/crimi-su-abolizione-odg-nessuna-minaccia-aspetto-di-valutare-la-proposta-di-autoriforma/


 


 


 


 


 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com