Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

3.1.2018 - EXFISSA. Il decreto legge 76/2013 ha consentito a Fnsi e Fieg di "superare" i precedenti criteri di gestione e di erogazione dell'indennità: "...le fonti istitutive possono rideterminare la disciplina, oltre che del finanziamento, delle prestazioni, con riferimento sia alle rendite in corso di pagamento sia a quelle future. Tali determinazioni sono inviate alla Covip per le valutazioni di competenza. Resta ferma la possibilità che gli ordinamenti dei fondi attribuiscano agli organi interni specifiche competenze in materia di riequilibrio delle gestioni". Fnsi e Fieg non hanno mai spiegato ai giornalisti la normativa del 2013 che può portare (come avviene per il Fondo Casella dei poligrafici) a tagli anche drammatici degli assegni previsti nell'articolo 27 e nell'allegato G del Cnlg Fnsi/Fieg (che incorpora una "Convenzione per la gestione transitoria delle prestazioni previdenziali a carattere integrativo in favore dei giornalisti professionisti"). "La vicenda riguarda oggi 1.948 giornalisti. Ci sono inoltre altri 5.436 giornalisti tra i 35 e i 70 anni che, secondo i dati Inpgi, da qui ai prossimi 30 anni andranno in pensione avendo diritto all'indennità exfissa rivista secondo le regole del 2014". -

di Franco Abruzzo/portavoce del MIL -

 3.1.2018 - Il contratto di lavoro giornalistico Fnsi/Fieg (2013/2016), stipulato il 24 giugno 2014,  contiene un "accordo", l'allegato G (a pag. 75),  che tratta la gestione speciale e l'erogazione dell'indennità exfissa  a tutti i giornalisti con una anzianità, alla data  del 31 dicembre 2014,  di almeno 15 anni nella stessa azienda  e calcolata in cifra fissa con un tetto massimo di 65mila euro (in http://www.fnsi.it/upload/9b/9bf31c7ff062936a96d3c8bd1f8f2ff3/2a9757177a8d16992d38a494e1fc1c75.pdf). Nel testo c'è un riferimento al comma 2 dell'articolo 10 del decreto legge 28 giugno 2013 n. 76 (convertito, con modifiche, dalla legge n. 99/2013). Questo comma (voluto dal Governo Letta) ha consentito nel giugno del 2014 a Fnsi e Fieg di  "superare"  le precedenti clausole  relative alla portata economica della ex fissa in presenza di "un divario crescente tra uscite (prestazioni) ed entrate (aliquote a carico delle aziende)". Praticamente Fnsi e Fieg, "in modo tale da consentire il ritorno ad un equilibrio di gestione",  hanno adottato misure anche draconiane pur sotto la vigilanza della Covip. Il comma 2 recita: "All'articolo 7-bis del decreto legislativo 5 dicembre  2005,  n. 252, dopo il comma 2 e' aggiunto il seguente: "2-bis. Qualora i fondi pensione di cui al comma 1  che  procedono  alla  erogazione  diretta delle rendite  non  dispongano  di  mezzi  patrimoniali  adeguati  in relazione al complesso degli impegni finanziari esistenti,  le  fonti istitutive  possono  rideterminare  la  disciplina,  oltre  che   del finanziamento, delle prestazioni, con riferimento sia alle rendite incorso di pagamento sia a  quelle  future.  Tali  determinazioni  sono inviate alla Covip per le valutazioni di competenza. Resta  ferma  la possibilità che gli ordinamenti dei fondi attribuiscano agli  organi interni  specifiche  competenze  in  materia  di  riequilibrio  delle gestioni".  Il Fondo exfissa è gestito, secondo una Convenzione incorporata nell'Allegato G,  da una Commissione paritetica, formata da 4 dirigenti (2 di nomina Fnsi e 2 di nomina Fieg), cui sono attribuiti compiti di natura interpretativa e consultiva in merito alle materie regolamentate dalla Convenzione 31.7.2014. La Commissione inoltre "definisce con proprio atto la periodicità delle verifiche intermedie, d'intesa con l'Inpgi, e sulla base dei dati forniti dalla contabilità della gestione separata" (tenuta dall'Inpgi). La Covip  è l'Autorità amministrativa che ha il compito di vigilare sul funzionamento delle casse previdenziali privatizzate (qual è l'Inpgi) e sui  fondi pensione complementari. La Covip vigila sull'Inpgi  e, quindi, anche sul Fondo speciale exfissa gestito dall'Inpgi stesso su delega delle parti sociali Fnsi e Fieg, che, governando l'Inpgi,  hanno nominato, come detto,  due rappresentanti a testa nella Commissione paritetica. Non bisogna dimenticare che il dl  76/2013 (con il comma 2 dell'articolo 10) affida alla Covip un ruolo di "guardiano" anche per i Fondi speciali come quello della exfissa. Così il cerchio si chiude.  La Covip, su delega dei Ministeri vigilanti (Lavoro ed Economia/Finanze), ha avuto un ruolo condizionante nella concessione del finanziamento dell'Inpgi (pari a 12  milioni sui 35 deliberati) al Fondo exfissa. "I colleghi in pensione e in attesa del pagamento dell'exfissa  - ha scritto Daniela Stigliano in https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=24242 - sono attualmente 1.948, secondo i dati comunicati dalla Fnsi, in aumento di oltre 270 persone rispetto a fine 2016. Tutti quelli che hanno appunto ricevuto la lettera con la "proposta" di abbattimento dell'indennità residua. Ci sono inoltre altri 5.436 giornalisti tra i 35 e i 70 anni che, secondo i dati Inpgi, da qui ai prossimi 30 anni andranno in pensione avendo diritto all'indennità exfissa rivista secondo le regole del 2014. Due terzi sono uomini, l'età media è di 52,6 anni e l'anzianità media è di 22,1 anni. Questi colleghi rappresentano il 35% e più dei 16mila giornalisti attivi che contribuiscono con i contributi sulle proprie retribuzioni ad alimentare i flussi del Fondo ex fissa".


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§











30.12.2017 - EX-FISSA/ IL CASO CHE METTE FNSI E INPGI NELL'ANGOLO. TUTTI GLI ARTICOLI PUBBLICATI DALLA FIRMA DEL CONTRATTO FNSI/FIEG stipulato il 24.6.2014 AD OGGI. L'attesa per l'incasso dell'indennità è salita a 17 anni. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=17342 





































 


 



 





 












 


 


 


 


 


 


 


 


 






 


 



 



 



 



 



 






 


 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 


 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 






 


 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 






 


 



 



 



 



 



 



 



 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 



 


 


 


 


 


 


 




 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 







 





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com