Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Scarica il documento   Stampa

FORUM DELLE ASSOCIAZIONI DEI PENSIONATI: un movimento (promosso da Unpit) che punta in alto. Unirsi per contare di più. Quattro le principali priorità individuate dall’assemblea: 1) garantire il mantenimento del potere d’acquisto alle pensioni in essere; 2) salvaguardare le pensioni di reversibilità; 3) mantenere il Servizio Sanitario Nazionale entro l’orbita pubblica; 4) sollecitare una riforma strutturale e organizzativa della Previdenza che dia ai giovani la certezza di poter contare domani su una pensione che consenta loro una vecchiaia dignitosa e, soprattutto, che la stessa conservi, nel tempo, il potere d’acquisto raggiunto negli anni di lavoro. IN CODA LO STATUTO DEL FORUN. TESTI ANCHE IN ALLEGATO (clicca in alto o in basso per scaricare i documenti).


Venerdì 6 ottobre 2017 si è svolta a Roma la prima assemblea del Forum delle associazioni dei pensionati, un nuovo organismo (promosso da UNPIT) rappresentativo che intende portare le innumerevoli sigle associative dei pensionati a parlare con una sola voce per far valere meglio e di più l’autorevolezza di quel segmento della popolazione che tutto insieme vale il 35% circa dei cittadini con diritto di voto.





Dieci le associazioni che hanno già aderito al nuovo movimento per un totale di diverse centinaia di migliaia di soci e altre sono in via d’iscrizione. Il traguardo è fissato ad oltre tre milioni di pensionati che parlino con una sola voce. Se le adesioni continueranno al ritmo attuale il Forum potrebbe arrivarci in tempi piuttosto brevi.





Quattro le principali priorità individuate dall’assemblea: 1)garantire il mantenimento del potere d’acquisto alle pensioni in essere; 2)salvaguardare le pensioni di reversibilità; 3) mantenere il Servizio Sanitario Nazionale entro l’orbita pubblica; 4) sollecitare una riforma strutturale e organizzativa della Previdenza che dia ai giovani la certezza di poter contare domani su una pensione che consenta loro una vecchiaia dignitosa e, soprattutto, che la stessa conservi, nel tempo, il potere d’acquisto raggiunto negli anni di lavoro.





Il Forum raccomanda inoltre ai media di riportare sempre non accorpate le voci di spesa dell’assistenza (che è a carico della fiscalità generale) e della previdenza. Sarà così chiaro a tutti che l’incidenza della spesa pensionistica sul Pil è in Italia in linea (10,6%) con quella media dell’UE.





E’ necessario più rispetto per chi ha dato e più rispetto per chi sta dando al Paese. Il Forum delle Associazioni dei Pensionati ha iniziato con questo messaggio un percorso che lo vedrà d’ora in poi impegnato in prima linea a difesa di quelle fasce di popolazione ormai prive di capacità contrattuale. - Alessandro Seracini (www.unpit.it)





...........................................





FORUM DELLE ASSOCIAZIONI





CHE TUTELANO I CITTADINI IN PENSIONE





unirsi per contare di più





STATUTO





ART.1 – COSTITUZIONE





E’costituito in Milano   il “FORUM ASSOCIAZIONI PENSIONATI - unirsi  per contare di più”, Organo consultivo delle Associazioni e dei Movimenti d’Opinione che tutelano la Previdenza e i Cittadini in pensione. Di seguito FORUM.





 





ART.2 – ORGANI DEL FORUM





Organo unico  è il  Consiglio consultivo costituito dai presidenti  delle associazioni  e dei movimenti  che aderiscono al FORUM.





Possono far parte del Consiglio consultivo anche  membri  delle associazioni e/o movimenti aderenti nominati dai  loro presidenti.





 





ART.3 – NATURA E SCOPI DEL FORUM





Il FORUM ha natura puramente consultiva. Non ha scopi di lucro. E’ apartitico. L’adesione non prevede quota associativa e si formalizza con una semplice lettera  di dichiarazione d’adesione inviata al Consiglio consultivo  dal presidente dell’associazione/movimento che intende aderire.





Il FORUM non ha soci diretti. I soci delle associazioni/movimenti aderenti continuano a rispondere esclusivamente ai  propri  organi direttivi.





Scopo prevalente del FORUM è quello di creare sinergia, e dunque più forza contrattuale nei confronti della politica e delle istituzioni,  sugli argomenti che di volta in volta sono considerati prioritari per la Previdenza  attuale e futura, con particolare attenzione alla salvaguardia del potere d’acquisto delle pensioni in essere e future.





 





ART.4 – ORGANIZZAZIONE





Il  presidente del FORUM è nominato dal Consiglio consultivo fra i propri membri e dura in carica due anni .  Può essere rieletto.  Non sono consentiti più di tre mandati consecutivi.





Il mandato di presidente decorre dal primo gennaio e scade al 31 dicembre dell’anno successivo.





I contatti all’interno del FORUM  saranno  prevalentemente tenuti  attraverso  vie telefoniche e/o informatiche.





Le riunioni del Consiglio consultivo  si terranno in prevalenza nella città in cui risiede il presidente in carica.





Le riunioni  e relative delibere del Consiglio consultivo potranno anche avvenire via web.





Le decisioni prese in seno al Consiglio consultivo vincolano esclusivamente  le associazioni/movimenti  i cui presidenti le hanno approvate.





L’eventuale uscita dal FORUM potrà avvenire con semplice comunicazione del presidente dell’associazione/movimento dimissionario al presidente del Forum in carica.





Le associazioni/movimenti che aderiranno al FORUM nel corso dei primi tre mesi dalla data di approvazione del presente statuto avranno lo status di cofondatori del FORUM.





 





ART.5 – NORMA TRANSITORIA





Per consentire in termini organizzativi il corretto avvio del FORUM, per il primo anno a decorrere dall’approvazione del presente statuto la presidenza è assunta dal Presidente dell’UNPIT.





Il primo anno di presidenza scade alla data convenzionale del 31.12.2017. 





E’ consentita una eventuale proroga di mese in mese  fino al termine massimo del 30 giugno 2018.





Milano, 06 febbraio 2017   -  Con  modifiche  approvate dal Consiglio consultivo dello  06 ottobre 2017





§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§





29.9.2017 - PREVIDENZA. FRANCO ABRUZZO (presidente di Unpit): “Con l’Unpit sto difendendo le pensioni di oggi e quelle di domani, ma soprattutto le pensioni costruite con 35/40 anni di versamenti d’oro. E denuncio la rapina di 10 miliardi perpetrata ai danni di 5,5 milioni di anziani per effetto della mancata perequazione negli ultimi 5 anni. In Unpit non c’è cittadinanza per le pensioni regalate dalla politica (leggi Mosca e Treu: legge Rumor sulle baby pensioni). La politica non può usare le pensioni come  bancomat  delle spese pazze della Pubblica amministrazione. Suvvia un  po’ di pudore non guasterebbe! E non guasterebbe finalmente una seria repressione dell'evasione fiscale e dell'economia criminale".





 








Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com