Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
  » Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Storia
Stampa

Premio Acqui Storia : incredibile successo di pubblico. Particolare risalto è stato dato da TV ed inviati speciali alla presenza di Yves De Gaulle, nipote dell’ex Presidente della Repubblica Francese Charles de Gaulle. Il riconoscimento speciale “Testimone del Tempo 2016” ha premiato cinque figure di straordinario rilievo nel panorama culturale e artistico contemporaneo: Giorgio Albertazzi, la cui targa è stata ritirata dalla moglie Pia de’ Tolomei, Manuela Arcuri, Maurizio Belpietro, Maurizio Molinari e Vittorio Sgarbi.


20.10.2016 - La  cerimonia  conclusiva  della  49°  edizione  di  Acqui  Storia  ha  riscosso  un  grande  successo, visto  l’elevata  qualità  delle  opere  vincitrici,  dei  personaggi  insigniti  dei  Premi  speciali  e  dei presentatori  Mauro  Mazza  ed    Antonia  Varini  che  hanno  condotto  la  cerimonia,  oltre  che  del crescente  interesse  sul  premio  documentato  tutto  l’anno  sui  più  importanti  quotidiani  e  settimanali, italiani  e stranieri.  Un’attenzione dimostrata dall’eccezionale partecipazione di pubblico, molti in piedi, pur in un capiente  teatro  come  l’Ariston,  che  i  conduttori  dell’  intera  giornata  hanno  saputo  coinvolgere, alternandosi con ironia e ritmo incalzante. I servizi sulla premiazione sono già andati in onda sui principali  telegiornali  nazionali  pubblici  e  privati,  a  dimostrazione  della  crescente  risonanza  del Premio, che riconferma il suo prestigio a livello nazionale ed europeo.


Concorde  il  giudizio  sulla  sempre  maggiore  credibilità  internazionale  del  Premio  in  questi ultimi  anni.  Particolare  risalto  è  stato  dato  da  TV  ed  inviati  speciali  alla  presenza  di  Yves  De Gaulle, nipote dell’ex Presidente della Repubblica Francese Charles de Gaulle, che ha presentato in anteprima europea il suo volume, edito in  Francia da Plon, “Un autre regard sur mon grand-père Charles de Gaulle” e che è stato insignito di una speciale targa da Carlo Sburlati, Presidente del Premio Acqui Storia.


 Dopo un’intera giornata di iniziative culturali, iniziate alle ore 9.30, al Caffè delle Terme, con l’ormai tradizionale “Colazione con l’Autore”, un incontro diretto fra i vincitori ed il pubblico, alle  ore  10,30,  nella  Sala  Belle  Epoque  del  Grand  Hotel  Nuove  Terme,  Carlo  Sburlati,  patron  sia dell’Acqui  Storia  che  dell’altro  premio  internazionale  Acqui  Ambiente,  ha  introdotto  l’incontro dibattito con la stampa ed i lettori, presenti i vincitori Vladimiro Satta, Luigi De Pascalis e Stenio Solinas.  Alle  17,15,  si  è  svolta la  cerimonia  di  premiazione  del 49° Premio Acqui Storia,  condotta  da Mauro Mazza,  già direttore di  Rai 1  e Tg2 ed Antonia Varini,  di Uno Mattina.  Alla cerimonia erano presenti  storici,  giornalisti, fotografi e inviati speciali delle più importanti reti televisive non solo nazionali. Particolarmente affollata la platea anche di ambasciatori, giornalisti, inviati speciali, parlamentari,  personalità  del  mondo  civile  e  militare  e  di  personaggi  del  jet-set  internazionale, compresa  una  splendida  signora  giapponese  in  kimono,  moglie  del  Ministro  Plenipotenziario Mario Vattani. Stenio Solinas con il volume “Il corsaro nero. Henry de Monfreid l’ultimo avventuriero” Neri Pozza Editore ha prevalso nella sezione storico divulgativa. Vladimiro Satta ha  vinto i 6500 euro della sezione storico-scientifica con il volume “I nemici della repubblica”,  Rizzoli Editore. Luigi de Pascalis ha prevalso nella sezione romanzo storico con il volume “Notturno Bizantino”  La Lepre edizioni Roma.  


 Il  riconoscimento  speciale  “Testimone  del  Tempo  2016”  ha  premiato  cinque  figure  di straordinario rilievo nel panorama culturale e artistico contemporaneo: Giorgio Albertazzi, la cui targa è stata ritirata dalla moglie Pia de’ Tolomei, Manuela Arcuri, Maurizio Belpietro, Maurizio Molinari e Vittorio Sgarbi.


 Giorgio  Albertazzi,  ricoprendo  il  ruolo  di  interprete  e  regista  di  teatro  e  di  raffinate  produzioni  cinematografiche,  si  è  distinto  per  la  sua  innata  abilità  nel  toccare  temi  concreti, esistenziali  e  poetici,  ma  anche  di  problematica  attualità,  per  poi  restituirli  al  grande  pubblico arricchiti di una personale ed originale interpretazione.  Manuela  Arcuri,  considerata  dal  grande  pubblico  una  delle  attrici  più  popolari  e  amate dagli  italiani,  e  da  poco  mamma,  ha  anche  parlato  del  suo  prossimo  film,  diretto  dai  fratelli Vanzina. Maurizio Belpietro, ha saputo svolgere un ruolo importante di capo redattore e di direttore di  testate  nazionali,  che  entreranno  nella  storia  del  giornalismo  italiano,  dall’Europeo all’Indipendente, dal Giornale al Quotidiano Nazionale, da Panorama, al Tempo e a Libero, oltre ad aver iniziato da poco l’avventura del suo nuovo quotidiano “La Verità”. Maurizio  Molinari,  giornalista,  inviato  speciale,  corrispondente  da  importanti  capitali estere  ed  attualmente  direttore  del  quotidiano  “La  Stampa”,    intervistato  da  Mauro  Mazza  ha parlato della pericolosità dell’ISIS e come gli altri cinque personaggi ha espresso il suo pronostico sulle prossime elezioni presidenziali americane e sull’esito del referendum istituzionale italiano. Vittorio Sgarbi, ha saputo porsi e proporsi, con intelligenza, passione e spirito critico, come “segno di contraddizione” nel dibattito culturale italiano, andando all’assalto di ogni consolidato sistema  di  potere,  per  difendere  il  cuore  vivo  e  pulsante  dell’identità  italiana  e  per  tutelare  il  patrimonio  di  bellezze  naturali  e  artistiche,  ed  è  stato  particoarmente  effervescente  durante l’intervista con Antonia Varini e Mauro Mazza.  Il Premio speciale “Alla Carriera” è stato conferito a Simona Colarizi, storica e saggista, attenta all’importanza della verifica delle fonti e dei documenti e  della qualità dell’informazione, quanto  consapevole  della  forza  del  pensiero,  veicolato  attraverso  i  suoi  molti  volumi  e  le  pubblicazioni di storia  e cultura politica.


Il “PREMIO LA STORIA IN TV 2016”, inserito per la prima volta nei palmares dell’Acqui Storia nel 2003 e giunto quest’anno alla sua tredicesima edizione, ha reso un significativo omaggio ad Alessandra Gigante e Fabio Andriola.


 “Il numero delle  opere partecipanti al  concorso quest’anno è stato di  218  a  fronte  di  una media di circa 25 - 30 delle prime quaranta edizioni” -  ha rimarcato il Responsabile Esecutivo del Premio  Carlo  Sburlati,  artefice  in  questi  ultimi  anni  di  uno  spettacolare  rilancio  scientifico,culturale, mediatico e mondano del Premio.  Negli  ultimi  anni  hanno  calcato  il  Teatro  Ariston di  Acqui  Terme  per  ritirare  i  premi  registi come Carlo Verdone, Pupi Avati, Folco Quilici, Enrico Vanzina, Pier Francesco Pingitore, Claudia Cardinale,  Stefano  Zecchi,  Mario  Cervi,  Giuseppe  Vacca,  Bruno  Vespa,  Vittorio  Feltri,  Ezio Greggio,    Livio  Berruti,  Marcello  Veneziani,  Gabriella  di  Savoia,  Uto  Ughi,  Gianpaolo  Pansa, Valerio Massimo Manfredi, Franco Battiato, Massimo Ranieri, Simone Cristicchi, Franco Cardini, Mario Orfeo, Paolo Isotta, Pietrangelo Buttafuoco, Dario  Ballantini, Gigi Marzullo, Piero Angela, Antonio Patuelli, Italo Cucci, Giuseppe Galasso e tanti altri.


Il Premio Acqui Storia nei suoi quasi cinquant’anni di storia ha ottenuto il  patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana,  del  Presidente del Consiglio, del Presidente  del  Senato, del Presidente della Camera dei Deputati  e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è sostenuto dai suoi enti promotori la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, massimo Ente finanziatore  del  Premio,  la  Regione  Piemonte,  la  Fondazione  Cassa  di  Risparmio  di  Torino,  il Comune di Acqui Terme, cui fa capo la concreta organizzazione della manifestazione.





 





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com