Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
  » Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Sentenze
Stampa

Libertà di sfottò! La Cassazione assolve Vittorio Feltri per le battute sul cognome di Woodcock (“cock” in inglese vuol dire pisello): “E’ una villania ma non è penalmente rilevante”. L'articolo di Feltri, pubblicato il 17 giugno 2006, era incentrato sull'arresto di Vittorio Emanuele di Savoia. “Gli educatori insegnano che burlarsi del cognome altrui è atto di villania: ma la villania non è sanzionata penalmente”.


Roma, 2 febbraio 2014. "Gli educatori insegnano che burlarsi del cognome altrui è atto di villania: ma la villania non è sanzionata penalmente". Con questa affermazione la Cassazione ha bacchettato Vittorio Feltri, ma lo ha assolto dall'accusa di diffamazione rivoltagli dal pm Henry John Woodcock per un articolo dal titolo "Che bordello, hanno arrestato il re..." in cui il giornalista accostava il cognome del magistrato alla parola "cock" (che in inglese gergale indica l'organo sessuale maschile). L'articolo di Feltri, pubblicato il 17 giugno 2006, era incentrato sull'arresto di Vittorio Emanuele di Savoia disposto nell'ambito dell'inchiesta condotta dal magistrato. Secondo quest'ultimo lo sfottò contenuto nel testo avrebbe indotto il lettore a dubitare di tutta l'inchiesta e delle sue qualità professionali. Per l'episodio Feltri era stato condannato dal Tribunale di Monza per diffamazione aggravata, accusa poi confermata dalla Corte d'Appello di Milano che aveva escluso l'aggravante. Per la Cassazione (sentenza n. 4628 della quinta sezione penale), però, "nella lettura del testo giornalistico non emerge affatto che l'autore abbia commentato la notizia dell'arresto di Vittorio Emanuele di Savoia in termini tali da mettere dubbio la correttezza dell'operato del dott. Woodcock, o più genericamente le sue qualità professionali". L'articolo - a giudizio del collegio - non ha contenuto offensivo ma è piuttosto "intriso di ironia indirizzata nei confronti della famiglia un tempo regnante sull'Italia e non certo di Woodcock". Non ci sono gli estremi del delitto di diffamazione, ma la corte non manca di rimproverare Feltri per la "caduta di stile": "L'accenno al significato volgare che nella lingua inglese si ricollega ad una delle tante accezioni del termine cock (le altre richiamano concetti del tutto neutri: gallo, capo, banderuola, rubinetto) non soltanto è fuori luogo dal punto di vista lessicale, atteso che nella lingua inglese esiste l'intero vocabolo 'woodcock' che designa un voltatile chiamato in italiano 'beccaccia', ma è soprattutto una grave caduta di stile in un pezzo giornalistico che senza di essa avrebbe avuto ben altro sapore". (ANSA)



http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/libert-di-sfott-la-cassazione-assolve-feltri-per-le-battute-sul-cognome-di-woodcock-71081.htm





 




 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com