Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
  » Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Ordine giornalisti
Stampa

Pro memoria professione.
DA FINE NOVEMBRE
POSTA ELETTRONICA
CERTIFICATA
OBBLIGATORIA
PER TUTTI GLI
ISCRITTI ALL'ORDINE.
L’OBBLIGO RIGUARDA
SOLO I PROFESSIONISTI.

Entro il 28 novembre tutti gli iscritti all'Ordine dei giornalisti dovranno comunicare ai Consigli regionali di appartenenza il proprio indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec). E' un obbligo imposto dall'art.16 della legge 2/2009 (vedi http://www.parlamento.it/parlam/leggi/09002l.htm)  che nel comma 7 del suo articolo 16 afferma "i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata o analogo indirizzo di posta elettronica".


L'uso della posta elettronica certificata sostituisce il fax e la raccomandata e dovrebbe permettere notevoli risparmi soprattutto alla pubblica amministrazione e pure ad altri enti ed associazioni come i nostri organismi di categoria. Idem ovviamente anche per imprese e professionisti che potranno utilizzare questa soluzione per spedire e ricevere fatture e tutti gli altri documenti di una certa rilevanza con spese praticamente azzerate.


L'attivazione di una casella di Pec ha un costo tra i 5 e i 25 euro l'anno e può essere facilmente effettuata presso uno dei molti gestori certificati esistenti. Per gli iscritti all'Ordine della Lombardia c'è la possibilità di ottenere l'indirizzo Pec gratuitamente per un anno, Tutte le informazioni sono qui: http://www.odg.mi.it/node/32109  L'indirizzo gratis è messo a disposizione di tutti i cittadini anche dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, vedi http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/nopag.php?id=1286


La Pec, stando ai pochi Consigli regionali che per ora, in un modo o nell'altro, ne hanno dato notizia ai loro iscritti, è obbligatoria per chiunque appartenga all'Ordine. Questo anche se la legge aveva fatto sorgere da subito dei dubbi sul fatto che a questa imposizione fossero soggetti anche i pubblicisti, i praticanti e le altre figure presenti negli elenchi speciali annessi all'Albo dell'Ordine:  stranieri e direttori di pubblicazioni di carattere tecnico, professionale e scientifico. Il testo legislativo sancisce infatti che l'obbligo riguarda i "professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato" e, come tutti sappiamo, i pubblicisti, i praticanti e i direttori responsabili di testate non giornalistiche non sono giuridicamente individuabili come esercenti la professione di giornalista e pertanto  non sono considerati  "professionisti iscritti in albi ed elenchi" come specifica la legge..


 


Amedeo Vergani, presidente Gsgiv dell'Alg


Milano, 15 novembre 2009


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com