Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

MASTER IN COMUNICAZIONE
E GIORNALISMO MULTIMEDIALE

2ª EDIZIONE 2008


Con il patrocinio di:
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento per l'informazione e l'editoria
Ministero delle Comunicazioni
Consiglio Regionale della Lombardia
Provincia di Milano
Comune di Milano – Cultura

Il costo di iscrizione è di 1.200 euro (esente iva, ex art. 10, comma 1, n. 20, del D.P.R. 633/1972). Per gli studenti universitari, in virtù delle convenzioni stipulate con l’Università degli Studi di Milano, con l’Università degli Studi di Bergamo, con il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi dell’Insubria, con la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Torino, e con il Collegio di Milano, sono previste borse di studio a copertura parziale dei costi (il costo per gli studenti è di 900 euro, previa presentazione di idonea documentazione attestante l’iscrizione per l’anno accademico 2007/8).

Premessa


Innovazione culturale e Fondazione Cova (centro di formazione professionale accreditato dalla Regione Lombardia), bandiscono un concorso per titoli per la partecipazione alla seconda edizione del Master in comunicazione e giornalismo multimediale.


 


Presentazione


Sempre più il giornalista si sta profilando come una tra le figure professionali coinvolte dall'avanzare di internet. La diffusione della rete spinge verso un'innovazione radicale nel modo di fare informazione e di conseguenza nell'identità culturale del giornalista. La differenza canonica tra giornalisti professionisti dipendenti di un'azienda editoriale e pubblicisti o collaboratori saltuari, sta diventando sempre più obsoleta e di fatto negli ultimi anni corrisponde sempre meno alla realtà del settore dell'informazione. La domanda e l'offerta del mondo dei new media chiede figure che lavorino per veicolare contenuti attraverso i media digitali. Su internet è prassi avvalersi anziché del giornalista del "content producer", cioè colui che produce contenuti da immettere sui siti internet o sui dispositivi digitali. Spesso queste figure si formano da sole una professionalità senza passare per i canali tradizionali del giornalismo. Questi ultimi d’altronde sono spesso inefficaci poiché ancorati a vecchi standard.


Il nuovo giornalismo si presenta infatti come un lavoro "multi-tasking": chi lavora online deve valutare l’importanza di una fotografia, saper utilizzare un file audio o video, e saper misurare la leggibilità e fruibilità complessiva del prodotto multimediale, deve cioè sapere svolgere un lavoro in buona parte differente da quello del giornalista classico, deve avere competenze, anche tecniche, che sicuramente un tempo non facevano parte .


 


Obiettivi


Il “Master in comunicazione e giornalismo multimediale” si propone appunto di contribuire a far coincidere domanda ed offerta del mondo dei media attualizzando il lavoro di giornalista e, insieme professionalizzando, anche dal punto di vista deontologico, queste nuove figure emergenti. Il Master costituisce un importante arricchimento curriculare, che offre ai partecipanti opportunità di inserimento nelle funzioni di comunicatore online, giornalista online, web writer.


Il mondo universitario, infatti, non sempre appare in grado di fornire competenze pratiche (“il saper fare”) che solo l’esperienza acquisita sul campo è in grado di dare. Il Master si prefigge appunto di fornire le competenze relative a questo “saper fare” nel campo del giornalismo e della comunicazione multimediale, coniugando le conoscenze teoriche ad una ampia e approfondita  preparazione tecnico-pratica. Il Master prevede l’utilizzo di metodi didattici avanzati e interattivi, e in particolare l’uso sistematico di esercitazioni e simulazioni pratiche, l’esposizione di vere “case histories”, l’interazione fra i partecipanti, la verifica in tempo reale dell’apprendimento delle nozioni esposte. Al termine del Master, dopo una prova finale di verifica, verrà consegnato ai partecipanti l’attestato di partecipazione, subordinato alla frequentazione del monte ore minimo previsto (80%).


 


Programma e docenti


Il Master, che avrà inizio il 18 marzo 2008 e terminerà il 19 giugno, sarà basato su due lezioni settimanali di 3 ore ciascuna in orario serale (ogni martedì e giovedì, con esclusione dei giorni festivi e prefestivi, dalle 19 alle 22). Il Master sarà strutturato in due parti e avrà una decisa impronta pratica. Nella prima si analizzeranno, studieranno e metteranno in pratica le caratteristiche della comunicazione e del giornalismo online. Moduli speciali sono previsti in materie specifiche del giornalismo online quali la ricerca delle fonti in rete, la tracciabilità e l’indicizzazione delle notizie, il funzionamento dei motori di ricerca, la gestione e organizzazione di una redazione online, e la scrittura delle notizie per internet. Una parte del Master verterà sulle  problematiche legate ad internet ed ai cyber-reati, con interventi di  esperti della Polizia Postale e delle comunicazioni, di avvocati,  docenti ed esperti di diritto dell'informazione e del diritto d’autore, che illustreranno le norme in  materia di privacy, stampa,  diritto d'autore e commercio elettronico. Completerà la prima parte un ciclo di lezioni che verteranno sui sondaggi online.


La seconda parte del Master, in collaborazione con la web tv MyVideos, tratterà le tematiche connesse alla produzione di videoservizi giornalistici. Vi saranno poi lezioni ed interventi sulla comunicazione in video, sull’ideazione e realizzazione di inchieste, documentari, di servizi televisivi di infotainment, e di servizi videogiornalistici. Seguirà una ampia parte pratica di esercitazioni, che avrà l’obbiettivo di fornire competenze specifiche nell’area videomaking, includendo nozioni di riprese e montaggio video tramite l’uso dei principali software applicativi (Adobe Premiere Pro).


Il Master prevede 80 ore di didattica frontale e 40 ore di esercitazioni pratiche in redazione (La Voce d’Italia, MyVideos e News Italia Press). Agli studenti più meritevoli saranno proposti stage e collaborazioni professionali, anche presso le aziende sponsor del Master, grazie alla partnerhip con Talent Finder, azienda leader nella ricerca e selezione del personale.  Il Master si terrà a Milano, nella sede della prestigiosa Fondazione Cova, centro di formazione professionale accreditato dalla Regione Lombardia e certificato UNI EN ISO 9001:2000, in corso Vercelli 22 (MM linea 1 rossa fermata Conciliazione-Pagano; tram 16-29-30; bus 61-67), ed avra' la durata di tre mesi (inizio il 18 marzo, e termine il 29 maggio 2008). Le lezioni, della durata di tre ore, si terranno ogni martedi' e giovedi', con esclusione dei giorni festivi, dalle 19 alle 22.


            I moduli prevedono l’acquisizione di competenze di base relative alle seguenti materie: diritto d’autore (legge 633/1941); diritto di cronaca; diritto dell’informazione; par condicio (legge 28/2000), diritto della comunicazione; privacy e giornalismo (D.Lgs. 196/2003); l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e il Roc (legge 249/1997); cyber-reati (legge 547/1993); profili penali della diffamazione a mezzo stampa (legge 69/1963) e giurisprudenza; deontologia professionale e doveri del giornalista; registrazione di testate online; l’Albo e l’Ordine dei giornalisti; l’ufficio stampa; la comunicazione istituzionale nella pubblica amministrazione (legge 150/2000); diritto di acceso agli atti (legge 241/1990, legge 15/2005, legge 80/2005 e DPR 184/2006), difensore civico e Mediatore europeo; segreto di stato, l'ordinamento del sistema di informazione e di sicurezza, le informazioni classificate e il nulla osta sicurezza (legge 124/2007); la pubblica informazione nelle forze armate; comunicazione e l’informazione delle organizzazioni e delle istituzioni internazionali; comunicazione politica e par condicio; comunicazione aziendale; psicologia della comunicazione; sondaggi online; ricerca delle fonti in rete e scrittura online (webwriting); gestione  e organizzazione di un quotidiano e di un’agenzia stampa online; tracciabilità delle notizie e dei video, lndicizzazione delle notizie e motori di ricerca; videogiornalismo e videocomunicazione; realizzazione di inchieste e documentari; ideazione e realizzazione di servizi videogiornalistici; ideazione di servizi televisivi di infotainment; tv digitale interattiva mobile e web tv; problematiche connesse alla circolazione video su internet; nozioni di riprese e montaggio video con prove pratiche.


            Il Master si avvarrà, tra gli altri, di interventi di giornalisti, esperti di comunicazione e delle materie trattate, che condivideranno la loro esperienza durate le lezioni che avverranno sotto forma di dibattito-incontro. È attesa inoltre la presenza di esponenti delle istituzioni.


 


All’interno del Master, sono previsti i seguenti interventi:


 



            L’elenco dei partecipanti è indicativo, e non è definitivo, né completo, ed è soggetto a variazioni per motivi didattici o di impegni istituzionali degli ospiti. Il Coordinamento didattico del Master si riserva, pertanto, di apportare modificazioni e/o integrazioni, comunicandolo per tempo agli studenti via email, e attraverso il sito internet dell’organizzazione.


 


Supporto didattico


            La didattica sarà svolta in modalità “blended” (frontale e online), anche attraverso l’utilizzo di una piattaforma di e-learning per la formazione a distanza (FAD). Ai partecipanti verrà consegnata la dispensa del Master (circa 700 pp.), relativa alle materie ed agli argomenti che saranno trattati durante il corso. La dispensa sarà fruibile anche il formato digitale Adobe Acrobat pdf. Saranno rese disponibili, in formato digitale (powerpoint, pdf e word), anche le slide realizzate a supporto dei docenti e degli ospiti che interverranno, e ogni altro materiale utilizzato a supporto dell’attività didattica durante lo svolgimento del Master. Ai partecipanti, verrà consegnata anche l’ultima edizione aggiornata della pubblicazione “Privacy e giornalismo – Diritto di cronaca e diritti dei cittadini” pubblicata, a cura di Mauro Paissan, dal Garante per la protezione dei dati personali, ed altri testi che verranno resi disponibili, sia in versione digitale, sia cartacea. Per la parte video, verrà messo a disposizione il software Adobe Premiere Pro in versione trial, ed altro software freeware per il videoediting, oltre alll’encoder per la trasformazione dei video nel formato standard per internet FLV.


 


Seminario di studio al Quartier Generale della NATO, alla Commissione europea ed al Parlamento europeo a Bruxelles (1)


            All’interno del Master, il 9 e 10 aprile è prevista una sessione di studio speciale a Bruxelles, relativa al modulo di comunicazione e informazione delle organizzazioni e istituzioni internazionali. La trasferta nella capitale belga si colloca all’interno del Programma EuropaItalia “Altiero Spinelli”, in collaborazione con il Parlamento europeo, e prevede la partenza in aereo con volo Alitalia il 9 dall’aeroporto di Linate, con arrivo all’aeroporto Brussells International, e sistemazione in hotel di categoria ***/****), e rientro il giorno successivo.


            La visita è finalizzata ad una maggior conoscenza delle finalità e degli scopi delle Istituzioni governative internazionali (Comunità europea, Unione europea e NATO) delle quali l’Italia fa parte.


            Il programma prevede una sessione informativa presso il Quartier Generale della NATO a Bruxelles (in attesa di conferma da parte delle autorità militari della NATO), durante la quale verrà illustrata la politica dell’Alleanza atlantica, la sua storia, le sue finalità, la struttura e i Paesi che oggi ne fanno parte, i rapporti con Russia e Ucraina, e le politiche di allargamento. Il seminario presso il Quartier Generale della NATO verterà sull’importanza dell’alleanza euro-atlantica e sul dialogo tra i Paesi del mediterraneo, oltre che sulle politiche di difesa contro il terrorismo, i trattati per la sicurezza, la gestione delle crisi, le missioni di peace-keeping, il controllo democratico delle forze armate, e altri aspetti delle relazioni civili-militari.


            La visita al Quartier Generale della NATO è in attesa di conferma da parte della preposta Public Diplomacy Division. In caso di esito negativo, il programma verrà integrato dall’organizzazione con altre attività formative a Bruxelles (2).


            Durante la prima giornata, è previsto un incontro con il Vicepresidente della Commissione europea, e Commissario per la giustizia, la libertà e la sicurezza, on. Franco Fattini (giornalista), per il quale si attende di conoscere la disponibilità, in base agli impegni istituzionali. Sono previsti anche incontri con alcuni deputati italiani al Parlamento europeo. Tematiche principali dell’incontro con il Vicepresidente della Commissione europea e con gli eurodeputati italiani al Pe (hanno già confermato la loro disponibilità l’on Lilli Gruber, l’on. Monica Frassoni, l’on. Antonio Panzeri, l’on. Enrico Speroni l’on. Mario Mauro, vicepresidente del PE) saranno la politica estera dell’Unione europea, la sua storia e le modalità di funzionamento dell’Istituzione.


            La visita al Parlamento europeo comprende un'introduzione generale sul ruolo e il funzionamento dell’Istituzione, seguita da un dibattito con uno o più deputati (i partecipanti saranno divisi in gruppi).


            Il programma comprende una visita degli edifici e dell'emiciclo del Parlamento europeo, e della sala stampa, con illustrazione delle modalità di comunicazione ed informazione a disposizione dei giornalisti (verranno anche illustrate le modalità per richiedere l’accredito stampa permanente).


            E’ prevista una visita in tribuna per assistere dal vivo ai lavori dell'Aula del Parlamento europeo riunito in seduta plenaria. Alcuni partecipanti potranno inoltre assistere ad una seduta di una Commissione.


            L’iscrizione al Master da diritto alla partecipazione senza alcun costo aggiuntivo. Saranno a carico dell’organizzazione le spese generali, il volo aereo A/R Milano-Bruxelles-Milano, il pernottamento e la prima colazione in hotel, gli incontri alla NATO, alla Commissione europea, ed al Parlamento europeo, ed una visita guidata alla città (Grand Place, Atomium e Mannequin Pis), nei limiti del tempo disponibile.


 


Ammissione ed iscrizione


Il numero dei posti è limitato, previa preiscrizione e selezione in base a curriculum vitae et studiorum, ed in seguito ad un colloquio attitudinale e motivazionale.


            La conoscenza di base del computer (sistema operativo Windows e/o MacIntosh) e dei browser internet è indispensabile per l’iscrizione al Master (il possesso della certificazione European Computer Driving Licence -  ECDL e di un computer, l’attività giornalistica, di ufficio stampa o di comunicazione, costituiranno titolo preferenziale per l’ammissione, così come il possesso di una laurea).


            La conoscenza di nozioni di base di ripresa e montaggio video, e l’utilizzo di applicazioni per il videoediting, quali Adobe Premiere Pro o Final Cut, costituiranno altresì titolo preferenziale per l’ammissione al Master.


Il Master è rivolto essenzialmente a professionisti del settore della comunicazione, giornalisti e non, e a giovani laureati; tuttavia l’ammissione potrà essere estesa anche non laureati in possesso di titoli culturali equivalenti, previa valutazione del curriculum vitae et studiorum da parte del Coordinamento del Master.


Il costo di iscrizione è di 1.200 euro (esente iva, ex art. 10, comma 1, n. 20, del D.P.R. 633/1972). Per gli studenti universitari, in virtù delle convenzioni stipulate con l’Università degli Studi di Milano, con l’Università degli Studi di Bergamo, con il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi dell’Insubria, con la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Torino, e con il Collegio di Milano, sono previste borse di studio a copertura parziale dei costi (il costo per gli studenti è di 900 euro, previa presentazione di idonea documentazione attestante l’iscrizione per l’anno accademico 2007/8).


 


Certificazione conseguita


            Agli studenti che avranno frequentato il monte-ore minimo previsto (80%), al termine del Master verrà rilasciato un Certificato di frequenza per gli usi consentiti dalla legge.


            Gli studenti-lavoratori sono invitati a segnalare tempestivamente la loro condizione, onde permettere al Coordinamento di tenerne debitamente conto ai fini della frequenza.


            E’ possibile ottenere la conversione del Master in CFU da parte del proprio Ateneo, ai sensi dell'art. 5, comma 7°, del Decreto 3 novembre 1999, n. 509 del Ministero dell'Università e della ricerca scientifica (Regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei), pubblicato nella G.U. n. 2 del 4 gennaio 2000.


 


Termini e modalità di iscrizione


Per pre-iscriversi, inviare il proprio curriculum vitae et studiorum entro il 29 febbraio al seguente indirizzo email: formazione@innovazioneculturale.it


            Per iscriversi, è necessario effettuare il pagamento della quota, ed inviare via fax al n. 0270030075, entro e non oltre il 15 marzo, la scheda allegata, unitamente alla fotocopia di un proprio documento di identità con foto (passaporto o carta di identità) valevole almeno fino all’11 aprile 2008 (necessario per la prenotazione dei voli aerei per Bruxelles, e per l’accreditamento al Pe ed alla NATO). In caso di mancato invio dei documenti richiesti entro i termini tassativamente indicati, l’organizzazione non garantisce l’effettiva partecipazione al seminario di studio a Bruxelles.


E’ possibile effettuare il pagamento dell’iscrizione al Master con bonifico bancario, vaglia postale o telegrafico o con il sistema gratuito PayPal mediante carta di credito. Le coordinate sono reperibili all’indirizzo internet http://www.innovazioneculturale.it/coordinate.asp


 


Per informazioni: dott. Alberto Valt - segreteria Master tel. 0230911049/0287391408


alberto.valt@innovazioneculturale.it - www.innovazioneculturale.it


 


 


Segreteria corsi Fondazione Cova tel . 0248005104-5651 cfp@scuolacova.it - www.scuolacova.it


           


 


            (1) L’organizzazione non risponde di eventuali danni a cose e/o persone che potessero insorgere durante lo svolgimento del programma indicato durante la sessione a Bruxelles. Si rammenta inoltre ai partecipanti, che, in caso di necessità, è possibile usufruire gratuitamente dell’assistenza sanitaria belga, previa esibizione della propria tessera sanitaria/carta nazionale o regionale dei servizi.


            Qualora la sessione formativa a Bruxelles dovesse essere annullata a causa di forza maggiore, per motivi non dipendenti dall’organizzazione, gli iscritti avranno diritto a partecipare ai seminari successivi.


            (2) Il programma, che verrà dettagliato successivamente, comunicato ai partecipanti via email, e reso disponibile via internet,  è in linea di massima così articolato:



  • 9 aprile 2008 – h. 7.10 partenza per Bruxelles dall’aeroporto Milano Linate con il volo Alitalia AZ 148

  • h. 8.50 arrivo  all’aeroporto Brussells International

  • Sistemazione in hotel di categoria ***/**** con pernottamento e prima colazione

  • h. 12.00 procedura di ingresso al Parlamento Europeo

  • h. 12.30 pranzo al ristorante del Parlamento europeo e shopping nei negozi riservati all’interno del Parlamento europeo

  • h. 15.00-15.45 visita alla sala stampa del Parlamento europeo

  • h. 15.30-17.00 (1° gruppo) incontro con l’on. Enrico Speroni - introduzione alle istituzioni

  • h. 17.00-18.30 (2° gruppo) incontro con l’on. Monica Frassoni - introduzione alle istituzioni

  • h. 17.00-18.00 (1° gruppo) 18.30-19.30 (secondo gruppo) Tribuna del Parlamento europeo – votazioni dell’aula in sessione plenaria

  • Serata libera o alla Grand Place

  • 10 aprile visita al punto di informazioni EuropeAid della Commissione Europea, shopping e visita di Bruxelles (Atomium, Grand Place, e Mannequin Pis) o, seminario al Quartier Generale della NATO (in attesa di conferma da parte della Public Diplomacy Division)

  • h. 19.30 rientro dall’aeroporto Brussells International con il volo Alitalia AZ 153

  • h. 21.05 arrivo all’aeroporto Milano Linate





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com