Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

CORTE COSTITUZIONALE: AMMESSO L'ORDINE NAZIONALE DEI GIORNALISTI NEL GIUDIZIO DI COSTITUZIONALITA’ sulla legittimità delle norme in materia di diffamazione a mezzo stampa, che puniscono con il carcere il giornalista e il direttore responsabile.
Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti (CNOG) potrà intervenire nel giudizio costituzionale sulla legittimità delle norme in materia di diffamazione a mezzo stampa, che puniscono con il carcere il giornalista e il direttore responsabile

26.2.2020 - D IFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA E CARCERE PER I GIORNALISTI: AMMISSIBILE L’INTERVENTO DELL’ORDINE NAZIONALE NEL GIUDIZIO DI COSTITUZIONALITA’


Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti (CNOG) potrà intervenire nel giudizio costituzionale sulla legittimità delle norme in materia di diffamazione a mezzo stampa, che puniscono con il carcere il giornalista e il direttore responsabile.


Lo ha stabilito la Corte costituzionale con l’ordinanza n.37 depositata oggi(relatore Francesco Viganò) dichiarando ammissibile la richiesta diintervento dell’Ordine nel giudizio di costituzionalità sulle norme chepuniscono con il carcere il reato di diffamazione a mezzo stampa. La causasarà discussa in udienza pubblica il prossimo 21 Aprile 2020.L’ordinanza ribadisce che, in base alle norme integrative sui giudizi davantialla Corte, l’intervento del terzo deve essere giustificato da “un interessequalificato, inerente in modo diretto e immediato al rapporto dedotto ingiudizio”. Tale interesse non è di per sé insito nella posizione di rappresentanza istituzionale della professione giornalistica, rivestita dalCNOG.A legittimare l’intervento del CNOG è la sua competenza a decidere sui


ricorsi in materia disciplinare. La legge stabilisce infatti che le condannepenali che comportano interdizione dai pubblici uffici determinanoautomaticamente la cancellazione o la sospensione del giornalista dall’albo,mentre in ogni altro caso di condanna penale è previsto che il CNOG inizil’azione disciplinare qualora il fatto offenda il decoro e la dignità professionali ovvero comprometta la reputazione del giornalista o la dignità dell’Ordine. Pertanto, da un’eventuale condanna penale del giornalista edel direttore responsabile imputati nel procedimento da cui è nata laquestione di costituzionalità deriverebbero specifiche conseguenze inordine all’avvio dell’azione isciplinare, riguardanti la sfera dei poteri delCNOG e aventi ad oggetto, “in modo diretto e immediato”, lo specificorapporto giuridico sostanziale dedotto in quel giudizio (la pretesa punitiva statale nei confronti degli imputati).


Roma, 27 febbraio 2020 - Palazzo della Consulta, Piazza del Quirinale 41 Roma - Tel. 06.46981/06.4698224/06.4698376


TESTO IN https://www.cortecostituzionale.it/documenti/comunicatistampa/CC_CS_20200227130959.pdf





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com