Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
  » Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Diritto di cronaca
Stampa

Tribunale
di Roma.

L’identità
personale
lesa dalla
falsità di
una notizia

di Sabrina Peron


avvocato in  Milano


Nella sentenza (n. 16669/2008) decisa dalla prima sezione civile del  Tribunale di Roma, viene in rilievo la tutela del diritto all’identità personale, quale diritto costituzionalmente garantito (art. 2 Cost.) e che può venire leso anche in assenza di lesioni al decoro e/o alla reputazione della persona. Secondo il Tribunale, nel caso di specie, la falsità della notizia pubblicata (che indicava una famosa attrice come una donna di grande fascino ed attrazione anche per aver fatto ricorso ad interventi di chirurgia estetica) ha dato luogo alla lesione del diritto all’identità personale; quest'ultima da intendersi come la proiezione del sé nel sociale e come diritto del singolo individuo ad essere descritto e rappresentato così com’è, senza alcun stravolgimento della sua personalità agli occhi del pubblico. In particolare, secondo il Tribunale di Roma, la lesione all’identità personale si sostanzia in una violazione del requisito della verità, anche solo putativa, che pur non dando luogo alla commissione di un reato, può ugualmente produrre un danno ingiusto (danno ingiusto che è presente in ogni lesione di un diritto della personalità) che, come tale, deve essere risarcito.


La Mondadori è stata condannata al pagamento di 7.500 euro (a titolo del risarcimento del danno non patrimoniale) e di metà delle spese legali per  7.500 euro. (da: http://www.personaedanno.it, che pubblica anche la sentenza)


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com