Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Giornalisti. Francesco Lollobrigida (FdI): "Il Governo chiarisca sul futuro dell'Inpgi". "Il presidente Meloni ed io abbiamo depositato alla Camera una interrogazione al governo per sapere quali urgenti iniziative intenda assumere in merito alla grave crisi dell'istituto previdenziale per i giornalisti, in particolare per la tutela di tutti gli iscritti". "Trovare in tempi rapidi soluzioni adeguate". SLITTA DI POCHE ORE L'APPRODO IN AULA DEL DL CRESCITA: attesi gli emendamenti per INPGI e Cassa ragionieri. IN CODA/Lorusso: va scongiurato il commissariamento dell'Inpgi.

ROMA, 3 giugno 2019 - "Il presidente Meloni ed io abbiamo depositato alla Camera una interrogazione al governo per sapere quali urgenti iniziative intenda assumere in merito alla grave crisi dell'istituto previdenziale per i giornalisti, in particolare per la tutela di tutti gli iscritti". Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida, a proposito delle gravi difficolta' economiche in cui versa l'Inpgi. "Nella relazione sull'attivita' finanziaria dell'istituto redatta dalla Corte dei conti si prevede per la chiusura dell'anno in corso un debito pari a 181 milioni di euro e si evidenzia come l'Inpgi, in base alle 'proiezioni del nuovo bilancio tecnico riferito al periodo dal 2018 al 2067, non sia in grado di mantenere la solvibilita' prospettica, esaurendo il proprio patrimonio gia' nel 2028'. Tradotto: se non si troveranno in tempi rapidi soluzioni adeguate, si rischia di impedire nel giro di pochi anni il pagamento delle pensioni, danneggiando tutti coloro che per anni hanno versato e da anni versano i contributi previdenziali. Il governo dica chiaramente che cosa intende fare, se qualcosa intende farlo, a difesa di questi contribuenti", conclude Lollobrigida. (ANSA)



  • §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


DL CRESCITA, SLITTA L'APPRODO IN AULA. IPOTESI DI NUOVI EMENDAMENTI DELLA MAGGIORANZA. E' atteso un pacchetto di misure sulle casse previdenziali, con due interventi specifici per integrare la platea dell'Inpgi con i comunicatori e quella della Cassa ragionieri con gli amministratori di condominio.


Roma 3 giugno 2019. - Il dl Crescita, in questo momento all'esame delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, sarebbe dovuto arrivare domani in aula a Montecitorio per la discussione generale, come stabilito dalla capigruppo. Ma nell'ufficio di presidenza di oggi della V e VI commissione - preso atto del fatto che non si riuscirà a chiudere l'esame entro stasera - si è deciso che la discussione in assemblea dovrà slittare nel tardo pomeriggio di mercoledì, intorno alle 18. Si tratta però di una data indicativa, viene riferito, poiché è possibile che i lavori nelle commissioni riunite richiedano più tempo. Sulle nuove proposte di modifica dei relatori arrivate oggi, d'altronde, si attendono i pareri e i subemendamenti. Anche oggi i lavori procedono con accantonando la maggior parte degli emendamenti presentati dai gruppi di maggioranza. Sono stati approvati tre emendamenti inizialmente presentati dai relatori, che si limitano a precisare rimandi normativi. E' però possibile che arrivi, probabilmente domani, un nuovo pacchetto di misure della maggioranza (da parte dei relatori o del Governo). Sullo sfondo rimangono infatti la questione della norma 'Salva Roma' (su cui le nuove proposte dei relatori non intervengono), l'intervento della Lega su Carige per ora accontanto (con la possibilità di trasformare le Dta in credito d'imposta in caso di aggregazioni bancarie sotto il limite dei 30 miliardi di attivo), le polemiche per la norma del dl (che ha già incassato il parere negativo di Arera) a sostegno della continuità del servizio di Alitalia, per la quale si prevede di attingere ai fondi della Cassa per i servizi energetici e ambientali, per complessivi 650 milioni di euro. E' inoltre atteso un pacchetto di misure sulle casse previdenziali, con due interventi specifici per integrare la platea dellInpgi con i comunicatori e quella della Cassa ragionieri con gli amministratori di condominio. (Public Policy)


.................................


Giornalisti. Lorusso: va scongiurato il commissariamento dell'Inpgi. Segretario della Fnsi: "Il Governo punta al taglio delle prestazioni".


TORINO, 3 giugno 2019. - "Un eventuale commissariamento dell'Inpgi va assolutamente scongiurato. Un commissario avrebbe infatti poteri che il cda dell'Inpgi non ha mai voluto usare, come quello di tagliare le pensioni sopra i 200mila euro. L'impressione e' che il governo voglia iniziare da una categoria piccola a fare cio' a cui mira in generale: ricalcolo delle pensioni e taglio delle prestazioni". Così il segretario generale della Fnsi Raffaele Lorusso, all'assemblea annuale dell'Associazione Stampa Subalpina, questa sera a Torino. "Anche in queste ore, nelle quali si lavora per portare a casa un emendamento che consentirebbe all'Inpgi di ampliare la propria base contribuiva - ha rimarcato Lorusso - c'e' chi lavora contro. Che la nostra categoria sia sotto attacco e' sotto gli occhi di tutti. Esiste un pregiudizio negativo di una parte dell'attuale governo sulla nostra professione". "Se lo scenario e' questo - ha aggiunto - dobbiamo cercare di fare massa critica, trovando sponde nella societa' civile e nella politica. Se non ci riusciremo, consegneremo la democrazia di questo Paese a una dimensione che oggi non conosciamo". (ANSA).


 §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


26.5.2019 - INPGI. La determinazione/relazione n. 55/2019 sulla gestione finanziaria dell'esercizio 2017 trasmessa il 23/5/2019 dalla sezione del controllo sugli enti della Corte dei Conti al Parlamento. La valutazione dei giudici contabili (I risultati dell'esercizio 2017 fotografano un quadro in deciso e assai preoccupante peggioramento) impone al Parlamento e al Governo il salvataggio della Fondazione in tempi rapidi allargando la base contributiva ai comunicatori. Queste le conclusioni dei giudici contabili: "Il quadro che emerge dai risultati del 2017 è reso, dunque, ancor più preoccupante dall'andamento prospettico della gestione ed impone agli organi di amministrazione dell’Inpgi, come raccomandato nei precedenti referti, di porre responsabilmente in essere ulteriori interventi per rimediare ad una situazione che, altrimenti, rischia di compromettersi definitivamente, non mancando di monitorare costantemente gli eventuali scostamenti tra le ipotesi adottate nei calcoli attuariali e le effettive dinamiche, in modo da consentire eventuali interventi tempestivi ed efficaci. A giudizio di questa Corte, infine, non è compatibile con le ristrettezze finanziarie della Fondazione l'assunzione di impegni straordinari, che, del tipo dei finanziamenti al fondo ex Fissa, che possano riflettersi sui precari equilibri della gestione istituzionale" (PRESIDENTE Enrica Laterza, ESTENSORE Vincenzo Busa). IN CODA l'intera relazione/determinazione. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=26526


............................


29.5.2019 - INPGI. GOVERNO e PARLAMENTO: FATE IN FRETTA! Bisogna salvare le pensioni dei giornalisti. E' urgente un intervento legislativo per salvare le pensioni dei giornalisti sulla scia di quanto negli anni passati è stato fatto per Inpdai, Ipdap ed Enpals incorporati nell'INPS. Per l'Inpgi a questo punto le soluzioni normative sono tre: a) salvezza con l'allargamento della base contributiva ai comunicatori; b) salvezza con il ripristino della veste pubblica dell'Istituto con la garanzia statale degli assegni; c) salvezza con l'inserimento dell'Istituto nell'Inps come Fondo speciale sull'esempio del Fondo Volo. Non ci sono altre alternative. Il silenzio della Fnsi è incomprensibile e agghiacciante. L'Inpgi non interessa? - commento di Pierluca Danzi. - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=26536


 §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com