Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

EDITORIA. VITO CRIMI: "IL GOVERNO DIFENDE IL PLURALISMO, IL 30% DEL FONDO A 5 TESTATE ERA UNA DISTORSIONE. Il Fondo per il sostegno al pluralismo non è stato minimamente scalfito, e anzi quest'anno aumenta per via dell'extragettito del canone Rai. Quello che succederà alla fine dei 3 anni lo vedremo al termine dei 3 anni".

Roma, 9 maggio 2019. - "Promuovere, sostenere e tutelare il pluralismo, che è il fondamento sul quale si basa le democrazia, è l'obiettivo che muove il governo, ma per garantire la sostenibilità del mercato è importante ridefinire i criteri per la distribuzione pubblicitaria. E' legittimo chiedersi se il sistema di finanziamento pubblico come era ora concepito garantisca il corretto funzionamento o non costituisca esso stesso una fattore di ulteriore condizionamento". Lo dice il sottosegretario con delega all'EDITORIA Vito Crimi, risponendo al question time in commissione alla Camera. "Nel provvedimento di abolizione che è stato disposto in modo progressivo e graduale, ma lasciando un tetto di 500mila euro di contributo: oggi chi percepirebbe un contributo di 500 mila euro o meno avrà una moratoria per 3 anni che consentirà di individuare nuove forme di sostegno al pluralismo". Secondo Crimi bisogna garantire "non un sostegno alle testate ma al pluralismo, perché esistano più testate. Ci tengo poi a sottolineare che il fondo per il sostegno al pluralismo non è stato minimamente scalfito, e anzi quest'anno aumenta per via dell'extragettito del canone Rai. Quello che succederà alla fine dei 3 anni lo vedremo al termine dei 3 anni, noi vogliamo evitare abusi, che il 30% di tutto il fondo fosse destinato a 5 testate era una distorsione".(9Colonne)


EDITORIA. CRIMI: IL "FONDO PER IL SOSTEGNO AL PLURALISMO NON E' STATO SCALFITO". - ROMA, 9 maggio 2019. - "L'EDITORIA locale è da tutelare, ma si devono trovare anche nuove forme di sostegno al pluralismo dell'informazione, non il sostegno alle testate perche' continuino ad esistere ma il sostegno al pluralismo perche' esistano piu' testate". Lo ha detto il sottosegretario con delega all'EDITORIA, Vito Crimi, nel corso di un'audizione in commissione Cultura alla Camera. "Il fondo per il sostegno al pluralismo non e' stato minimamente scalfito anzi mi sono opposto - ha aggiunto Crimi - e quest'anno aumenta con l'extra gettito del canone Rai". (ITALPRESS).


EDITORIA. CRIMI: "IL GOVERNO DETERMINATO A SOSTENERE IL PLURALISMO". - ROMA, 9 maggio 2019. - "Il governo e' fortemente determinato a promuovere e sostenere il pluralismo, l'indipendenza e la liberta' di stampa. Per garantire l'autosostenibilita' del mercato e' importante rideterminare anche i criteri per la redistribuzione pubblicitaria". Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'EDITORIA, Vito Crimi, nel corso di un'audizione in commissione Cultura alla Camera. (ITALPRESS).


EDITORIA. CRIMI: DISPONIBILI 4 MLN DA RISORSE 2017-2018 PER PROGETTI INNOVATIVI. - Roma, 9 maggio 2019 - "Nel Fondo per il pluralismo e l'informazione ci sono finanziamenti destinati a progetti innovativi: 2 milioni di euro per ognuno degli anni 2017 e 2018. I fondi per questi due anni non sono stati utilizzati, e sono quindi comunque risorse disponibili, che intendiamo mettere a disposizione per progetti innovativi". Lo ha riferito il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Informazione e all'Editoria, rispondendo in question time in commissione Cultura alla Camera a un'interrogazione di Paolo Lattanzio (Movimento 5 stelle). "Una delle idee già pronta sul tavolo - ha aggiunto - e sulla quale stiamo lavorando, ma ce ne potranno essere altre, riguarda l'innovazione digitale e sociale". Crimi ha parlato in particolare di un progetto per la fruizione dei siti di informazione per gli ipovedenti e altre categorie svantaggiati. (Public Policy)


 


 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com