Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Lutto nel giornalismo calabrese, morto Paolo Pollichieni, direttore del sito di informazione “Corriere della Calabria”. La scomparsa dopo un delicato intervento chirurgico a Padova.

CATANZARO, 7 maggio 2019. - Lutto nel giornalismo calabrese. Si è spento all’età di 62 anni, Paolo Pollichieni, direttore del sito di informazione “Corriere della Calabria”. Pollichieni, da tempo malato, è morto all’ospedale di Padova dov’era ricoverato in seguito a un delicatissimo intervento. Pollichieni, nella sua lunga carriera, è stato corrispondente per l’agenzia Ansa, caposervizio della redazione di Reggio Calabria della “Gazzetta del Sud”, dal 2007 fino al 2010 direttore del quotidiano “Calabria Ora”, e direttore editoriale dell’agenzia “Il Velino”. Pollichieni, originario di Locri, era particolarmente apprezzato per le sue doti di cronista di nera e di giudiziaria e per la sua capacità di analisi della complessa realtà calabrese. Pollichieni lascia la moglie e due figli. - testo in https://www.quotidianodelsud.it/calabria/societa-cultura/2019/05/06/lutto-giornalismo-calabrese-morto-paolo-pollichieni-scomparsa



  • §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


Giornalisti: morto Paolo Pollichieni, commenti.


CATANZARO, 7 AGGIO 2019. - "Con profondo sconcerto e incredulita' apprendo della prematura scomparsa di Paolo Pollichieni, professionista per il quale ho sempre nutrito stima sincera e di cui fatico a pensare che non sia piu' tra noi". E' quanto afferma, in una nota, il sindaco Mario Occhiuto. "Fuori da ogni retorica, Paolo era davvero quel che si dice un cronista di razza - aggiunge Occhiuto - capace di raccontare sia fatti di politica che di 'ndrangheta, per esempio, col piglio di chi sa veramente il mestiere. Non a caso era un riferimento di credibilita' per gli stessi amministratori che finivano nella sua lente di ingrandimento o nelle sue interviste. Mancheranno le disamine e le attente analisi critiche, in particolare sulla realta' calabrese. Il mio pensiero, oltre che alla moglie ai figli, attorno a cui ci stringiamo, va all'editore del Corriere della Calabria, Paola Militano, e ai tanti cronisti che si sono alternati nelle redazioni da lui dirette, perche' in Paolo Pollichieni hanno potuto trovare un padre che lascia nei suoi insegnamenti una bussola da seguire".*** "In una notte di maggio se ne va uno dei giornalisti piu' acuti ed influenti della Calabria, un uomo, Paolo Pollichieni, che ha saputo raccontare il mondo racchiuso nei confini della nostra regione, riuscendo sempre a dare una lettura profonda dei fatti". Cosi', in una nota, Confcooperative Calabria "esprime il proprio cordoglio alla famiglia del direttore Pollichieni, a tutti i colleghi e gli amici che gli sono sempre stati accanto, all'editore e alla cooperativa News&Com con cui ha sviluppato gli ultimi progetti editoriali. La Calabria perde una penna eminente, il mondo del giornalismo uno dei suoi protagonisti". *** "Con Paolo Pollichieni - dichiara il presidente degli industriali calabresi Natale Mazzuca - scompare un giornalista di razza, acuto, brillante ed attento. Con il Corriere della Calabria, di cui era direttore, trasformando il settimanale di inchiesta ed approfondimento in un giornale online, ha anticipato, insieme alla sua redazione, il modo di fare giornalismo sul web, al punto da farlo diventare un riferimento importante per l'opinione pubblica, per chi volesse aggiornarsi in tempo reale, approfondendo tematiche legate allo sviluppo del territorio. Gli industriali calabresi - conclude Mazzuca- si uniscono al cordoglio della famiglia, dei giornalisti ed operatori della redazione del giornale e dell'editore Paola Militano". *** "Con la morte di Pollichieni, la Calabria e il giornalismo calabrese - afferma l'ex parlamentare Costantino Fittante - perdono una voce libera sempre attenta alle problematiche che affliggono la nostra regione e impegnato nel dare un fattivo contributo alla domanda di sviluppo dei territori e di istituzioni efficienti e trasparenti. Ci manchera' e lo ricorderemo come persona e come giornalista. Sincere condoglianze alla famiglia e ai giornalisti calabresi e in particolare a quelli del Corriere della Calabria ai quali non possiamo che chiedere di proseguire la sua opera come espressione migliore per onorarlo". ***"Ci lascia un grande giornalista, capace di raccontare le contraddizioni di una regione difficile. Cronista di valore e direttore coraggioso, Paolo Pollichieni ha allevato generazioni di giovani talenti dell'informazione. Spetta a loro adesso continuare il lavoro di Paolo". E' quanto afferma il presidente della Camera di Commercio di Cosenza, Klaus Algieri. "Ci sentiremo tutti - aggiunge Algieri - orfani di una firma autorevole. Ci mancheranno i suoi articoli e la sua rubrica. Mi unisco al cordoglio della famiglia, della redazione del Corriere della Calabria e dell'editore Paola Militano". *** "Con la scomparsa di Paolo Pollichieni - afferma Alberto Statti, presidente di Confagricoltura Calabria - se ne va una parte di Calabria migliore. Quella vera che ha raccontato senza filtri e senza timori reverenziali trasmettendo l'essenza piu' profonda della nostra terra. Mi stringo al dolore della famiglia e rivolgo un abbraccio carico di stima e vicinanza a tutti i componenti della redazione del Corriere della Calabria ed all'editrice Paola Militano". ***"La scomparsa di Paolo Pollichieni lascia un vuoto enorme nel mondo dell'informazione calabrese". Cosi' Michele Sapia, segretario generale di Fai Cisl Calabria. "Il suo modo di raccontare la nostra regione con le sue contraddizioni e le sue potenzialita' - sostiene Sapia - lo rendevano uno dei protagonisti piu' coraggiosi che abbiano attraversato la storia recente de giornalismo calabrese. A nome mio e di Fai Cisl Calabria esprimo vicinanza alla famiglia, alla redazione del Corriere della Calabria e all'editrice Paola Militano per la perdita di una figura cosi' importante". "Provo sincera emozione per la scomparsa di Paolo Pollichieni, direttore del 'Corriere della Calabria'. Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Vincenzo Pasqua. "In questi anni di impegno istituzionale e politico - prosegue Pasqua - ho avuto modo di conoscerlo e di apprezzarne il profilo umano e la grande professionalita'. Paolo Pollichieni e il suo giornale hanno certamente esercitato un ruolo importante nel panorama dell'informazione regionale, con servizi e approfondimenti che sono comunque risultati un contributo importante per il dibattito civile e politico in Calabria. Porgo il mio cordoglio alla moglie, signora Giovanna Cannizzaro, e ai figli Pietro e Luciano, unendomi al loro dolore". *** "La scomparsa di Paolo Pollichieni rappresenta una grave perdita per il giornalismo calabrese che vedeva in lui un punto fermo nella garanzia di un'informazione realmente legata all'interesse collettivo". Cosi' il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo. "Ci mancheranno le sue critiche costruttive - prosegue Abramo - i suoi appunti e le sue rigorose analisi di stampo politico e sociale che hanno contribuito a tenere sempre alto il livello di attenzione dell'opinione pubblica su temi fondamentali. Grazie alla sua esperienza pluriennale da caposervizio e direttore di testate e agenzie di stampa, Pollichieni e' stato una vera guida per tanti Giornalisti calabresi ai quali manchera' la sua voce libera, democratica e pluralista. Ai familiari desidero esprimere la piu' sentita vicinanza e il mio profondo cordoglio insieme a quello dell'intera amministrazione". *** "La notizia dell'improvvisa scomparsa del direttore del Corriere della Calabria mi ha lasciato profondamente addolorato e senza parole anche per il rapporto di profonda stima ed amicizia che ci legava dai tempi della mia elezione nel lontano 1995 a Consigliere regionale della Calabria". Lo afferma, in una nota, il presidente del Parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra. "Chi come me ha avuto il piacere di conoscerlo - prosegue Pappaterra - puo' sicuramente affermare che la sua scomparsa costituisce una grande perdita per il giornalismo calabrese difficilmente colmabile. Le sue doti umane e professionali che hanno accompagnato il suo lavoro rappresentano una testimonianza che va solo custodita e possibilmente trasmessa. Rigore assoluto nel suo lavoro senza mai rinunciare o deviare da una deontologia professionale che per Paolo era un valore irrinunciabile. Capacita' di analisi straordinarie condotte con serieta' arrivando spesso a giudizi critici, a volte anche sferzanti quando li riteneva necessari, ma sempre con l'obiettivo di far crescere la nostra terra". "Nelle interviste - sostiene ancora Pappaterra - esprimeva lucidita' e rispetto dell'interlocutore che aveva davanti senza mai essere banale. Esprimeva doti di grande umanita', generosita' ed empatia soprattutto con i suoi collaboratori che gli hanno consentito di allevare una leva di giovani professionisti che rappresentano il futuro del giornalismo calabrese e spero nazionale. Alla famiglia ed ai Giornalisti del Corriere della Calabria rinnovo le mie piu' sincere e sentite condoglianze e la mia vicinanza. A Paolo un saluto carico di dolore e di tristezza, mescolati a sentimenti di gratitudine per la straordinaria esperienza che lascia in eredita' al mondo del giornalismo e a tutti noi". *** "Con la scomparsa di Paolo Pollichieni il giornalismo calabrese perde una figura di rango. Paolo ha dimostrato nei lunghi anni di carriera di essere stato un giornalista di razza, caparbio, preparato e, soprattutto, libero". Lo afferma, in una nota, Giovanni Puccio, responsabile organizzativo regionale del Pd. "Una liberta' che ha voluto ritagliarsi anche piu' recentemente - prosegue Puccio - affrontando in prima persona sfide editoriali importanti che, a loro volta, hanno consentito la formazione di nuove leve di capaci Giornalisti e la nascita di altre prestigiose firme. Alla famiglia, la moglie e i due figli, e alla sua redazione giungano la vicinanza e le condoglianze del Partito Democratico calabrese". *** "I segretari generali regionali Alessandra Baldari (Fp Cgil), Luciana Giordano (Cisl Fp) ed Elio Bartoletti (Uil Fpl) - e' detto in un comunicato unitario - esprimono il loro cordoglio per la grave perdita di Paolo Pollicheni, giornalista di grande spessore, sempre attento ai problemi della Calabria e del mondo del lavoro a cui non ha mai lesinato spazio e rilievo nel suo lavoro quotidiano. Condoglianze alla famiglia e a tutti i componenti della redazione del Corriere della Calabria". *** "Rivolgo alla famiglia ed ai colleghi de 'Il Corriere della Calabria' - afferma Antonio Marziale, garante per l'infanzia e l'adolescenza della Regione - i miei piu' sentiti sentimenti di cordoglio per la scomparsa del direttore Paolo Pollichieni. Paolo e' stato un amico e non ha mai mancato di sostenere le rivendicazioni del mio ufficio a vantaggio dei bambini piu' sfortunati. Lo ricordero' sempre con affetto e stima per il coraggio e la franchezza che hanno sempre contraddistinto le convinzioni di cui era portatore". (ANSA).





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com