Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

IL SOLE 24 ORE. L'ASSEMBLEA DEI SOCI APPROVA IL BILANCIO 2018: L'Ebitda è risultato in miglioramento di 18,2 milioni (da -8,6 a +9,5 milioni), l'Ebit di 22,5 milioni (da -21,9 a +0,5 milioni) e il risultato netto in miglioramento di 18,4 milioni (da -19,7 a -1,3 milioni). La posizione finanziaria netta del gruppo è passata da un saldo negativo di 34,9 ad uno di 38,3 milioni di euro tra l’inizio dell’anno e lo scorso 31 marzo.Tamburini anche direttore editoriale. OK ALL'AZIONE DI RESPONSABILITA' CONTRO GLI EX VERTICI CON IL  SI' DI CONFINDUSTRIA. IN CODA L'INTERVENTO DEL CDR DEL QUOTIDIANO: L'AZIENDA E' "ANCORA MALATA".

Milano, 30 aprie 2019 - L'assemblea dei soci del Sole 24 Ore ha approvato a maggioranza il bilancio di esercizio 2018 del gruppo editoriale (in https://www.gruppo24ore.ilsole24ore.com/media/3804/comunicato-stampa-assemblea-30-aprile-2019.pdf ). Il bilancio e' stato approvato con il voto favorevole del 67,1317% del capitale sociale della societa'. Al voto sul bilancio era presente in assemblea il 67,138% del capitale sociale. Nel 2018, il gruppo editoriale ha registrato ricavi consolidati pari a 211,3 milioni che si confrontano con un valore riesposto pari a 222,1 milioni del 2017 (-10,7 milioni di euro, pari al -4,8%). L'Ebitda è risultato in miglioramento di 18,2 milioni (da -8,6 a +9,5 milioni), l'Ebit di 22,5 milioni (da -21,9 a +0,5 milioni), e il risultato netto in miglioramento di 18,4 milioni (da -19,7 a -1,3 milioni). L'assemblea dei soci ha anche approvato a maggioranza la relazione sulla remunerazione.  (RADIOCOR)

. OK ALL'AZIONE DI RESPONSABILITA' CONTRO GLI EX VERTICI CON IL  SI' DI CONFINDUSTRIA - TESTO IN http://www.affaritaliani.it/mediatech/sole-24-ore-con-si-confindustria-ok-soci-azione-responsabilita-602196.html

30.4.2019 - Sole 24 Ore: la posizione finanziaria netta del gruppo Sole 24 ore è passata da un saldo negativo di 34,9 ad uno di 38,3 milioni di euro tra l’inizio dell’anno e lo scorso 31 marzo. - TESTO IN https://www.primaonline.it/2019/04/30/288511/sole-24-ore-posizione-finanziaria-netta-nei-3-mesi-a-383-milioni-pesano-oneri-non-ricorrenti-per-le-uscite-incentivate/



  • §§§§§§§§§§§§§§§§§


Il Sole 24 Ore: intervento del cdr del quotidiano in assemblea.


Milano, 30 aprile 2019. - 'Altri hanno parlato, e meglio, dei buoni risultati del bilancio 2018. Sarebbe ingeneroso non riconoscere i risultati ottenuti. Certo e' la migliore perdita da molti anni a questa parte, con l'eccezione dei conti ampiamente drogati dalla vendita della formazione (sulla quale torneremo) del 2017. E tuttavia si tratta ancora di una perdita. Che pero' testimonia almeno che non e' cosi' automatico, come avvenuto qua dentro per troppo tempo, bruciare valanghe di denaro con l'attivita' editoriale. Il Sole 24 Ore e' pero' ancora malato. Una cura da cavallo ne ha impedito il decesso. Pero' l'ultima riga del conto economico sta li' a dimostrare che la strada da fare e' ancora molta. L'andamento e' certo migliorato, ma i segnali di allarme restano: i ricavi calano (10 milioni in un anno), la posizione finanziaria si aggrava. La straordinarieta', in negativo, di alcune poste non e' significativa: nulla e' piu' ordinario, dimostra la nostra storia, degli oneri non ricorrenti. Aree storicamente baluardo della redditivita' del gruppo, come Il Tax and Legal segnano pesantemente Il passo. La marginalita' positiva costruita nell'ultimo anno, che oggi permette di generare un po' di cassa, e' stata ottenuta solo attraverso una manovra imponente sui costi. Su quello del lavoro, certo, con l'applicazione di ammortizzatori sociali a tutti i dipendenti, in particolare alle colleghe e ai colleghi grafici e poligrafici con i quali tutti giorni facciamo Il giornale (nell'Area Publishing Il calo del solo costo del lavoro e' quasi equivalente alla diminuzione complessiva dei ricavi dell'Area), ma anche su quelli operativi e diretti. Il solo taglio di questi ultimi e' quasi doppio del calo dei ricavi diffusionali del quotidiano. Con Il rischio, quanto all'esasperazione del tema tagli, di iniziare a compromettere la qualita' dei prodotti di punta. Le persistenti difficolta' pero' non sono inspiegabili o, comunque, da ascrivere all'ineluttabilita'. Qualcuno ricorda un prodotto editoriale di successo lanciato nel 2018 (potremmo pero' risalire piu' indietro)? Qualcuno ricorda anche solo il lancio di un prodotto editoriale? Solo restyling dovuti in larga parte a ragioni di taglio dei costi e presentate come svolte epocali. Anche le testate lanciate anni fa, a elevato affollamento pubblicitario, sono in difficolta'. L'assenza di leadership, favorita anche dalla continua turbolenza dei vertici aziendali e redazionali che rende impossibile da tempo qualsiasi continuita', si paga su piu' fronti. Nell'individuazione di business complementari a quello editoriale, per esempio. E su quest'ultimo punto quanto si sconta la decisione di vendere l'Area formazione (dopo tutto il software), con ricavi in crescita, e formula da poco copiata, con gli stessi manager oltretutto, da nostri concorrenti. Una riflessione a questo punto e in chiusura sull'identita' del giornale. E il contesto, e' solo apparentemente improprio, visto che profilo preciso e capacita' di intervento forte continuano a rappresentare elemento distintivo imprescindibile nel confuso panorama dell'informazione del nostro tempo. Non puo' allora che suscitare preoccupazione un giornale che stenta ad assumere posizioni chiare e argomentate sui temi che piu' di altri gli appartengono e dovrebbero caratterizzarlo'. Questo l'intervento del cdr del quotidiano Il Sole 24 Ore in occasione dell'assemblea degli azionisti del gruppo editoriale, in relazione al primo punto all'ordine del giorno, ovvero l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2018.  (RADIOCOR)


.ARGOMENTI CORRELATI IN  https://www.gruppo24ore.ilsole24ore.com/media/3796/com-art-114-tuf_agg-to-31032019.pdf





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com