Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Editoria: dal 28 maggio al 4 luglio Stati generali con incontri pubblici. "La seconda fase degli Stati generali - dichiara in una nota il sottosegretario all'Informazione e all'Editoria Vito Crimi, in quota Movimento cinque stelle - e' di fatto un confronto libero, aperto e senza filtri fra gli attori che operano all'interno della filiera, i quali potranno intervenire in prima persona per presentare le proprie proposte e condividere valutazioni di merito. Auspico che le polemiche vengano evitate".

Roma, 29 aprile 2019. - Da martedi' 28 maggio a giovedi' 4 luglio gli Stati generali dell'Informazione e dell'Editoria proseguiranno con la seconda fase del loro percorso di consultazione, con incontri, tavoli di lavoro e dibattiti pubblici aperti ad operatori e categorie del settore che si svilupperanno nell'arco di un mese. Ogni sessione sara' dedicata all'approfondimento di un tema particolare, relativo ad una specifica categoria, e consentira' a professionisti ed operatori di illustrare e condividere personalmente le proprie idee e proposte a beneficio del pubblico dibattito. "La seconda fase degli Stati generali - dichiara in una nota il sottosegretario all'Informazione e all'Editoria Vito Crimi, in quota Movimento cinque stelle - e' di fatto un confronto libero, aperto e senza filtri fra gli attori che operano all'interno della filiera, i quali potranno intervenire in prima persona per presentare le proprie proposte e condividere valutazioni di merito. Auspico che le polemiche vengano evitate, per lasciare spazio agli intenti propositivi e costruttivi di cui adesso abbiamo bisogno. La mia speranza e' quella di superare i pregiudizi e collezionare elementi reali e concreti che ci consentano di pervenire in breve tempo alla piu' efficace riforma del settore possibile". Gli incontri si terranno a Roma, in orario mattutino, nelle sale polifunzionale e monumentale della presidenza del Consiglio dei ministri, nonche' presso la nuova Aula dei Gruppi parlamentari della Camera. Il calendario e' indicativamente così definito: martedi' 28 maggio, agenzie di informazione; giovedi' 30 maggio, distributori e associazioni di edicolanti; martedi' 4 giugno, nuove categorie professionali; giovedi' 6 giugno, direttori tg e radio; martedi' 11 giugno, intermediari per la raccolta pubblicitaria; giovedi' 13 giugno, sindacati di categoria; martedi' 18 giugno, Agcom - Corecom; giovedi' 20 giugno, editori; giovedi' 27 giugno, direttori giornali; martedi' 2 luglio, stampa online; giovedi' 4 luglio, giornalisti. Il giorno 6 maggio, informa ancora la nota, saranno pubblicati maggiori dettagli al riguardo degli eventi in programma, per ognuno dei quali sara' poi possibile procedere con l'accredito online. Si ricorda che e' attualmente attiva la consultazione online sul sito del dipartimento per l'Informazione e l'Editoria, grazie alla quale chiunque (cittadini e categorie interessate) puo' gia' adesso sottoporre le proprie idee, proposte, valutazioni sui piu' diversi temi che riguardano il settore. La consultazione terminera' il prossimo 13 maggio. (Nova)

 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com