Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Cassazione (sezione lavoro): é illegittimo il taglio delle pensioni introdotto dalle Casse di previdenza privatizzate senza una specifica norma di legge. La decisione n. 9864/2019 si aggiunge alle 37 sentenze tutte a senso unico e con motivazioni pressoché identiche tra loro, di cui otto nel solo periodo compreso tra il 10 dicembre 2018 e il 24 gennaio 2019.

9.4.2019 - La Sezione Lavoro della Cassazione con sentenza n. 9864 del 9 aprile 2019 (udienza del 18 dicembre 2018, Presidente Antonio Manna, relatore Umberto Berrino), scaricabile dal sito http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20190409/snciv@sL0@a2019@n09864@tS.clean.pdf , ha definitivamente respinto un ricorso della Cassa di Previdenza ed Assistenza dei Dottori Commercialisti, ribadendo per l'ennesima volta che é illegittimo il cosiddetto "contributo di solidarietà" applicato sui propri trattamenti pensionistici senza una specifica norma di legge. Questo principio può essere quindi considerato ormai "diritto vivente" di portata generale, valido cioé anche per tutte le altre Casse di previdenza privatizzate proprio per gli univoci principi giuridici costantemente affermati negli ultimi anni dalla Suprema Corte. La decisione n. 9864 si aggiunge infatti alle 37 sentenze tutte a senso unico e con motivazioni pressoché identiche tra loro, di cui otto nel solo periodo compreso tra il 10 dicembre 2018 e il 24 gennaio 2019 (cioé le sentenze n. 31875 del 10 dicembre 2018, n. 32595 del 17 dicembre 2018, n. 20 del 3 gennaio 2019, n. 180 dell'8 gennaio 2019, n. 423 dell'8 gennaio 2019, n. 603 del 14 gennaio 2019, n. 982 del 16 gennaio 2019, e n. 2018 del 24 gennaio 2019).





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com