Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Friuli Venezia Giulia, la Consulta boccia il contratto giornalistico per gli uffici stampa della Regione. Secondo la Corte Costituzionale, la norma varata dalla Giunta allora guidata da Debora Serracchiani è in contrasto con la Carta, fra le altre ragioni, perché viola il principio generale che affida alla contrattazione collettiva il trattamento economico dei dipendenti pubblici. - IN CODA nota di Pierluigi Franz

TESTO IN http://www.fnsi.it/friuli-venezia-giulia-la-consulta-boccia-il-contratto-giornalistico-per-gli-uffici-stampa-della-regione


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


NOTA DI PIERLUIGI FRANZ


12.4.2019 - Con sentenza n. 81 di ieri (11 aprile 2019) redattore il professor Prosperetti, scaricabile dal sito https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2019&numero=81 , la Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità dell'art. 1, c. 3, della legge della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia 09/02/2018, n. 5, riguardante l'applicazione del contratto nazionale di lavoro giornalistico nelle more dell'attuazione dell'art. 9, comma 5, della legge n. 150 del 2000 per il personale iscritto all'albo dei giornalisti che presta servizio presso gli uffici stampa istituzionali delle amministrazioni del comparto unico del Friuli-Venezia Giulia e degli enti del Servizio sanitario regionale. Quasi contemporaneamente pochi giorni fa il Parlamento ha approvato la legge 28 marzo 2019 n. 26 di conversione con modificazioni del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni. (Gazzetta Ufficiale n.75 del 29-3-2019) e in particolare l'art. 25-bis (Disposizioni contrattuali per il personale addetto alle attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni). Tale norma, entrata in vigore il 30 marzo 2019, prevede testualmente che: "All'articolo 9, comma 5, della legge 7 giugno 2000, n. 150, é aggiunto, in fine, il seguente periodo: "Ai giornalisti in servizio presso gli uffici stampa delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e di Bolzano, in via transitoria, sino alla definizione di una specifica disciplina da parte di tali enti in sede di contrattazione collettiva e comunque non oltre il 31 ottobre 2019, continua ad applicarsi la disciplina riconosciuta dai singoli ordinamenti". La Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia, come é noto, é una delle cinque Regioni a Statuto speciale. QUESITO: la sentenza di ieri della Consulta, essendo successiva, che effetto avrà sulla nuova norma di legge statale in vigore dal 30 marzo 2019 (ma ignorata nella decisione n. 81/2019), che sembra congelare il contratto di lavoro giornalistico per chi lavora nell'ufficio stampa del Friuli-Venezia Giulia fino al 31 ottobre 2019?


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com