Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

INPGI: Durigon convoca domani 22 un tavolo per "avviare un confronto sull'attuale situazione delle Casse di previdenza private, con particolare riferimento alla situazione dell'Inpgi". Invitati i vertici di tutti gli Enti dei professionisti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria Vito Crimi ed esponenti del Ministero dell'Economia.

ROMA, 21 marzo 2019 - Il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon ha convocato per domani pomeriggio, alle ore 16, un tavolo per "avviare un confronto sull'attuale situazione delle Casse di previdenza private, con particolare riferimento alla situazione dell'Inpgi". A quanto risulta all'ANSA, sono stati invitati i vertici di tutti gli Enti dei professionisti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria Vito Crimi ed esponenti del Ministero dell'Economia. L'iniziativa del sottosegretario di via Veneto segue di pochi giorni lo stop della Camera all'emendamento della Lega (primo firmatario Massimiliano Capitanio) al cosiddetto 'Decretone', che mirava ad ampliare la platea degli associati all'Inpgi, includendo dal 2020 i comunicatori pubblici e privati, dipendenti e free-lance. Con l'intento di affrontare le sorti dell'Istituto dei giornalisti, in calo di iscrizioni a causa del perdurare della crisi del settore editoriale, Durigon ha deciso di incontrare tanto la presidente Marina Macelloni, quanto i vertici delle altre Casse private; tra i punti che dovrebbero esser discussi anche la possibilita', caldeggiata dagli Enti, di poter rinvigorire le misure assistenziali rivolte ai professionisti iscritti, attingendo alle loro riserve patrimoniali, utilizzando, cioè, cifre che raggiungano anche la soglia del 5% dei rendimenti da investimento ottenuti. Al tavolo voluto da Durigon prenderà parte anche Crimi, che nelle scorse ore si era detto contrario alla "accelerazione" impressa dall'emendamento di Capitanio ed aveva annunciato di voler trattare la questione dell'Inpgi in un tavolo separato, nell'ambito degli Stati generali dell'editoria, che si apriranno lunedi' 25 marzo, a Roma. "Apprezzo molto la scelta di Durigon di chiamare in tempi rapidi a raccolta tutte le Casse, per affrontare, tra l'altro, la situazione dell'Inpgi. Sono certa - dichiara Macelloni - che, in un contesto di sistema, si possa individuare la soluzione giusta". Attualmente, secondo le cifre diffuse dalla stessa presidente dell'Istituto, "a fronte di 35.000 giornalisti iscritti all'Inpgi1 (la gestione principale, che comprende il personale dipendente, ndr), gli attivi che versano contributi sono circa 15.000, e ad altri 7.000 colleghi paghiamo ammortizzatori sociali". (ANSA).




  • §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§



20.3.2019 - Sull'INPGI si profila uno scontro M5S-Lega (protagonisti due sottosegretari). - VITO CRIMI (M5S): "Via a un tavolo separato per una soluzione rapida ma complessiva. Accelerare con un emendamento non è stato correttissimo". CLAUDIO DURIGON (Lega): "Subito un tavolo tecnico sulle Casse di previdenza. Trattativa al Ministero del Lavoro anche su investimenti e fondo di solidarietà". MASSIMILIANO CAPITANIO (deputato della Lega): "Ampliare la platea dei contribuenti è il nostro impegno. Con il mio emendamento al decretone, condiviso trasversalmente, non ho voluto dare alcuna accelerazione impropria". - TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=26149

 

 




Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com