Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Corriere della Sera. Morto a 69 anni Gigi Zazzeri, il giornalista che credeva alle lotte civili.

di Francesco Cevasco/corrieredellasera

14.3.2019 - Troppo giovane per morire, Gigi Zazzeri se n'è andato. Aveva sessantanove anni. Ha lasciato tracce dappertutto. Nei giornali di carta, nelle televisioni, nei portali web. Aveva un solo difetto: lavorava, lavorava, lavorava. E di far carriera gliene importava poco o nulla. Infatti lo hanno amato tutti: al Corriere, alla Stampa, a Repubblica, all'Europeo, a Mediaset e in mille posti ancora. Sapeva organizzare un'inchiesta sul Libano che stava esplodendo come una comparsata della sosia di Belen a una trasmissione televisiva. Ma la cosa che gli riusciva meglio era scrivere: infatti gliel'hanno fatto fare pochissimo. Resta mitico un suo articolo (era il 1986) in cui canzonava i sciuri e le sciure che andavano al concerto di Lucio Dalla soltanto per esibire se stessi. Sapeva anche, con discrezione, occuparsi di chi era in difficoltà. Ma gli piaceva pure esibire la sua spider giapponese, il vecchio flipper restaurato all'ingresso della casa che condivideva con la compagna Valentina Crepax, la sua abilità a confezionare cocktail (sul tema ha scritto anche un libro). E amava le giuste cause di oggi e di ieri: nipote di quel Guelfo Zamboni, console generale d'Italia nella Grecia occupata dai nazisti che salvò centinaia di ebrei, Zazzeri era sempre pronto a partecipare a ogni sensata battaglia civile. E lo faceva con forza ma anche con l'understatement che ha segnato tutta la sua vita. Era talmente signore che faceva passare quasi inosservati i calzini e i gilet rossi che spesso indossava. E gli si perdonava tutto: persino l'acre odore delle sigarette Winston che gli facevano molta compagnia.


 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com