Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Editoria: chiude La Citta', 'si certifica morte annunciata'. A Salerno incontro di giornalisti: 'Ci sono stati grandi assenti'. Bruciati 20 posti di lavoro.


SALERNO, 20 febbraio 2019 - "Oggi si e' certificata una morte annunciata. Ci giungono voci e indiscrezioni relative all'apertura di un nuovo giornale. Se questa ipotesi dovesse prendere corpo i lettori devono sapere che non e' un progetto che ci vede partecipi. Noi non ci siamo". Cosi' la giornalista Clemy De Maio, componente del cdr e segretario provinciale del Sucg, commenta la vicenda del quotidiano salernitano La Citta'. Questa mattina i dipendenti del giornale hanno incontrato la stampa negli spazi della Fondazione Menna per informare i lettori della cessazione delle pubblicazioni e dell'avvenuta firma al tavolo sindacale per la cassa integrazione straordinaria. L'incontro e' stato preceduto da un intervento del presidente della Fondazione Claudio Tringali: "Abbiamo assistito a una vera e propria serrata da parte dell'azienda con i giornalisti che, senza alcun preavviso, hanno trovato le porte della redazione chiuse, perdendo cosi' il lavoro con umiliazione e una totale mancanza di rispetto". Clemy De Maio ha ricordato che "l'8 marzo questo giornale avrebbe compiuto 23 anni. In questo periodo siamo riusciti a diventare una comunita'. Invece agli imprenditori Vito Di Canto e Giovanni Lombardi sono bastati poco piu' di due anni per distruggerlo. Non e' un caso". "Siamo di fronte a un piano preordinato passato per l'esternalizzazione di settori, strategie suicide e mortificazioni", ha aggiunto De Maio rivolgendo pesanti critiche al direttore amministrativo Pino Carriero e al direttore responsabile Antonio Manzo. "La societa' civile e' sempre stata al fianco di questa dolorosa vertenza. Ma ci sono stati grandi assenti - ha stigmatizzato Vito Bentivenga del cdr - Mi riferisco a una parte del mondo delle imprese. Inoltre di questa vicenda e' stata informata fin dall'inizio la Prefettura, compreso della chiusura e della messa in liquidazione della societa'. A fronte della perdita di 20 posti di lavoro ci si aspettava almeno la convocazione di un tavolo di trattative. Constatiamo con grande rammarico che questo non e' avvenuto e non e' un buon segnale per le altre vertenze del territorio". Il sindacato Sucg, come ribadito dal segretario regionale Claudio Silvestri, "si opporra' in tutte le sedi al tentativo di riportare il giornale in edicola senza gli attuali dipendenti". Silvestri ha poi rivolto un appello ad altri imprenditori affinche' "possano rilevare la testata". (ANSA).





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com