Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:


Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

MAFIA: MANIFESTAZIONI IN RICORDO DEL GIORNALISTA MARIO FRANCESE ASSASSINATO 40 ani fa dalla mafia. L'Ordine dei Giornalisti di Sicilia lo ricorda "come uomo vivo e libero, come cronista lucido, scrupoloso e profetico, che tentò di opporsi al sanguinario strapotere dei corleonesi". Una commemorazione che coincide con la ventiduesima edizione del premio di giornalismo "Mario e Giuseppe Francese": i vincitori di quest'anno sono Lucia Goracci, Paolo Borrometi e, alla memoria, Alessandro Bozzo.


PALERMO, 25 gennaio 2019.  - Sono trascorsi quarant'anni dal 26 gennaio 1979, quando Mario Francese fu colpito da tre proiettili sparati da mano mafiosa. L'Ordine dei Giornalisti di Sicilia lo ricorda "come uomo vivo e libero, come cronista lucido, scrupoloso e profetico, che tento' di opporsi al sanguinario strapotere dei corleonesi". E stamane il giornalista e' stato ricordato a Palermo dagli studenti della scuola media 'Antonino Pecoraro' che hanno dato vita a una catena umana proprio in piazza Mario Francese, attorno alla targa dedicata alla memoria del cronista che e' stato abbracciato idealmente. Gli studenti hanno esibito dei cartelli con la scritta "Per Mario" e altri manifesti con l'hashtag "Io sto con Borrometi", esprimendo vicinanza al giornalista siciliano in questi giorni vittima di minacce. Una commemorazione che coincide con la ventiduesima edizione del premio di giornalismo "Mario e Giuseppe Francese": i vincitori di quest'anno sono Lucia Goracci, Paolo Borrometi e, alla memoria, Alessandro Bozzo. Lucia Goracci, dopo anni da inviata per RaiNews sui fronti piu' caldi del pianeta e', dal 2017, corrispondente della Rai dalla Turchia: per lei il riconoscimento intitolato ai Francese arriva dopo i premi intitolati a Ilaria Alpi (2011), Luigi Barzini (2012) e Maria Grazia Cutuli (2013). A Lucia Goracci andra' il premio "Mario Francese".





Il modicano Paolo Borrometi, che pochi giorni fa ha ricevuto nuove minacce di morte nella redazione di Tv2000, dove lavora, vive sotto scorta dal 2014 dopo le tante intimidazioni ricevute per le sue inchieste che hanno svelato soprattutto gli affari sporchi delle cosche della Sicilia orientale. Borrometi ricevera' il premio "Giuseppe Francese", riservato a un giornalista Under 36 (l'eta' del figlio di Mario Francese quando mori'). Alessandro Bozzo, calabrese, redattore di Calabria Ora, ha lavorato per vent'anni in provincia di Cosenza per far luce sul malaffare e gli intrighi della sua terra. Vessato, sottopagato, isolato, si e' tolto la vita nel 2013. A Bozzo e' stato assegnato il premio "Giuseppe Francese" alla memoria, istituito proprio in questa occasione. Domani, nella ricorrenza dell'anniversario, la giornata si aprira' alle ore 8.15 con un momento di ricordo in viale Campania, luogo dell'agguato mafioso contro Mario Francese, alla presenza del presidente nazionale dell'Ordine dei giornalisti, Carlo Verna. La cerimonia del premio intitolato al cronista di giudiziaria del Giornale di Sicilia e a suo figlio - e organizzata dall'Ordine in collaborazione con Libera e con l'associazione Uomini del Colorado - si terra' a partire dalle ore 10, al teatro Santa Cecilia di Palermo, e sara' presentata da Salvo La Rosa e Lidia Tilotta.





Per chi non potra' essere fisicamente presente, sara' possibile seguire la diretta in streaming sulla pagina Facebook dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia. In contemporanea a Siracusa, citta' natale di Mario Francese, i colleghi delle sezioni provinciali dell'Assostampa e dell'Unci si ritroveranno davanti alla targa che ricorda Francese nei pressi della ex Casina Cuti (parco archeologico della Neapolis), alla presenza di autorita' civili e religiose e degli studenti di alcune scuole cittadine. Sempre a Siracusa, alle ore 17.15, sara' celebrata una messa nella chiesa di Sant'Angela Merici. Il titolo della manifestazione che si svolgera' al teatro Santa Cecilia di Palermo e' "40 anni dopo, tra cronaca, storia e rivoluzione web", tema sul quale si confronteranno in un dibattito sul palco Carlo Verna, presidente nazionale dell'Ordine dei Giornalisti, il generale Giuseppe Governale, direttore della Direzione Investigativa Antimafia, i Giornalisti Felice Cavallaro, Salvatore Cusimano, Gaetano Savatteri, Giulio Francese, presidente dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia e i vincitori del Premio. Nel corso dell'evento saranno illustrati i risultati di un sondaggio nazionale dell'istituto di ricerca Demopolis su "Come si informano le nuove generazioni", dati gia' anticipati martedi' scorso a Roma, nel corso della presentazione del premio, promossa dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti.





Saranno anche consegnati i riconoscimenti agli studenti delle scuole che hanno partecipato alla sezione a loro dedicata del premio. Dodici gli istituti che hanno preso parte al concorso: nove di Palermo, l'istituto salesiano "Don Bosco Ranchibile", l'istituto tecnico industriale "Vittorio Emanuele III", il liceo artistico "Damiani Almeyda", il liceo classico "Vittorio Emanuele II", il liceo classico internazionale "Giovanni Meli", il liceo psicopedagogico "Regina Margherita", il liceo scientifico "Benedetto Croce", il, liceo scientifico "Galileo Galilei" e la scuola secondaria di primo grado "Antonino Pecoraro" di Palermo, oltre al liceo classico linguistico "Bonaventura Secusio" di Caltagirone, al liceo classico "Ruggero Settimo" di Caltanissetta e al liceo classico "Tommaso Gargallo" di Siracusa. Il tema dei loro progetti e' stato "L'informazione che vorrei". La commissione esaminatrice e' composta dai giornalisti Maria Pia Farinella, Tano Gullo, Egle Palazzolo e Alessandra Turrisi. Al premio "Mario e Giuseppe Francese" parteciperanno anche l'attore Salvo Piparo e, con un intermezzo musicale, Ciccio Leo Feat e Simona. (ITALPRESS).






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com