Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Sandro Mayer, addio al giornalista garbato di Ballando. Direttore di Gente per 20 anni. Cordoglio da Salvini a Costanzo.

di Nicoletta Tamberlich/ANSA


ROMA, 30 novembre 2018. - E' morto stanotte a Roma, all'ospedale Fatebenefratelli, il giornalista Sandro Mayer scrittore e volto familiare della tv. E' mancato a pochi giorni dal 78esimo compleanno, che avrebbe festeggiato il 21 dicembre. Direttore da molti anni del settimanale DiPiu' e DiPiu'tv, da diverse stagioni ricopriva anche il ruolo di opinionista su Rai1 a Ballando con le Stelle, lo show di Milly Carlucci, dove sarebbe tornato anche nella prossima edizione, al via il 9 marzo 2019. Era nato a Piacenza nel 1940. Lascia la moglie Daniela, conosciuta quando era giovanissimo ed era andato a Londra per imparare l'inglese, e la figlia Isabella. Laureato in scienze politiche, nella sua lunga carriera giornalistica e' stato direttore di riviste come "Dolly", "Novella 2000" ed "Epoca" fino al 1983 quando ha assunto la guida di "Gente" che ha mantenuto per vent'anni. Ha lavorato inoltre come autore e regista di teatro. A Ballando con le stelle, dove oltre a giudicare i concorrenti, seduto su un trono dorato, si lanciava lui stesso in balli sfrenati. "Caro Sandro, sei stato il fratello saggio, un consigliere, un affettuoso, amorevole e prezioso compagno di viaggio e di vita. Non riesco a crederci. Mi hai spezzato il cuore. Il mio affetto e la mia stima per te non finiranno mai". E' il commovente saluto di Milly Carlucci su Twitter. Se Mara Venier pubblica una foto di lei insieme a Mayer su Instagram, a salutare il giornalista anche il vicepremier Matteo Salvini: "Buon viaggio a #SandroMayer, giornalista e direttore di successo che si e' sempre dimostrato corretto, preciso e rispettoso, in un mondo in cui queste doti sono ormai rare. Grazie di tutto amico mio". "Sono profondamente addolorato per la morte di Sandro Mayer con il quale ho lavorato molti anni. Tra noi c'era una lunga e solida amicizia", con queste parole Maurizio Costanzo ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa del giornalista. Sui social si riversa il cordoglio di chi lo aveva conosciuto o semplicemente seguito e ammirato per il suo lavoro. E' stato una persona garbata e gentile, in molti si stringono attorno alla moglie e alla figlia. Tanti i messaggi della famiglia di Ballando: Selvaggia Lucarelli, lo ricorda con parole significative: "E' morto un amico e l'ultimo vero direttore/manager rimasto". Scrive Carolyn Smith, giudice di Ballando: "Sono senza parole. Accogliere la notizia che e' mancato un amico e un volto storico di Ballando con le Stelle e un grande giornalista di Di Piu'. RIP Sandro", Ivan Zazzaroni: "Addio, Sandro. Addio alla tua educazione, alla tua gentilezza, al tuo amore per il lavoro, a quel modo tutto #Mayer di sottolineare i sentimenti, alla tua leggerezza, anche alle "sorprese" per le quali ti prendevamo in giro. Mancherai a me e alla squadra". Parole di affetto anche da Simona Ventura: "Nessuno come Sandro Mayer ha saputo, in questi anni, raccontare il nostro Paese. Dissacrante e profondamente cattolico, ironico, intellettuale e includente, ha sempre precorso i tempi. Caro Direttore, ci mancherai!".






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com