Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

TAGLIO DELLE PENSIONI D'ORO. Lettera di Michele Carugi ai membri M5S della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati: "Non mi era capitato mai finora di vedere parlamentari che si accingono a far passare una legge assurda e iniqua e nello stesso tempo andarne fieri in modo arrogante e pubblicizzarla mentendo".


4.10.2018 - Essendo anziano, nella vita ho visto anche leggi approssimative o ingiuste o incostituzionali. Ho visto anche personaggi coinvolti in  truffe e furti e azioni compiute in malafede. Non mi era capitato mai però finora di vedere parlamentari che si accingono a  far passare una legge assurda e iniqua andarne fieri in modo arrogante e pubblicizzarla mentendo come avete fatto voi membri del M5S della commissione lavoro con questa dichiarazione:



"Siamo soddisfatti che l'Aula abbia votato per la calendarizzazione urgente della nostra proposta sul taglio delle pensioni d'oro. Siamo convinti che sia assolutamente una priorità per questo Paese: si tratta di una vera ingiustizia mai sanata dai precedenti governi e che solo il Movimento 5 Stelle ha portato all'attenzione del dibattito politico, sin da quando è in Parlamento. Ora che siamo al Governo è arrivato il momento di porre fine a questi insensati privilegi...Sono anni che lottiamo contro ogni spreco e privilegio e per questo veniamo continuamente attaccati dalle opposizioni. Non ci stupisce però che le proteste arrivino proprio da quella vecchia politica che ha ripetutamente dimostrato di non essere in grado di capire le vere necessità dei cittadini - proseguono -. Questa è una misura di puro buon senso, un atto di civiltà: essere contrari a questo provvedimento significa non capire che è arrivato il momento di ristabilire un po' di equità sociale in questo Paese".



Evidentemente il vostro limite oltre il quale vi vergognate delle vostre azioni è molto in là, se riuscite a non arrossire mentre mettete le mani sui contributi anche di quei pensionati i quali, al contrario di quanto spacciate ai cittadini, si sono pagata tutta la propria pensione e se la vedranno tagliare, accomunati nello stesso mazzo con coloro i quali non lo hanno fatto, a causa del meccanismo fantasioso e stolido che è stato inserito nella legge presentata da D'Uva e Molinari.



Anziché ristabilire equità sociale, parole con le quali a torto vi sciacquate la bocca, questa legge creerà ulteriore iniquità andando a colpire anche le pensioni che sono state calcolate in modo integralmente retributivo perché le leggi dello Stato hanno vietato il calcolo contributivo (nella consapevolezza che avrebbe innalzato la pensione) e tutti coloro i quali sono stato costretti per ragioni indipendenti dalla loro volontà (ristrutturazioni aziendali, messe a riposo forzate, esodati) a pensionarsi per anzianità anziché per vecchiaia. E chi è contrario a questo provvedimento non è, come voi volete far intendere in modo maligno, contro l'equità sociale, ma contro l'inadeguatezza e la ingiustizia di come esso è concepito e contro il modo indecente con il quale viene propagandato. L'andare fieri di questa operazione squallida vi dipinge come cinici e opportunisti politici della peggior leva.



Anche i membri della Lega che leggono in copia si stanno sporcando le mani nella stessa maniera, come tutti coloro che contribuiranno a far passare la legge dissennata, ma almeno evitano di andare pubblicamente fieri di quello che, per alcune migliaia di pensionati è un vero e proprio furto di contributi accantonati lavorando e pagando le tasse. Se ne stanno zitti, probabilmente vergognandosi dell'indecenza che stanno portando avanti. Quanto di sporco vi accingete a fare stride poi con il superamento della legge Fornero, ripristinando le pensioni anticipate. Come conciliate in voi stessi, la penalizzazione di chi si è pensionato per anzianità in passato con l'incentivo a pensionarsi per anzianità per gli attuali lavoratori in servizio? Anziché andare pubblicamente orgogliosi della schifezza incivile che state per votare, dovreste impegnarvi seriamente a modificarla secondo criteri di reale equità, saluti, Michele Carugi


 







Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com