Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Editoria USA. Dipendenti del Washington Post a Bezos: viviamo condizioni "inique" e chiediamo "equità". I firmatari della lettera contestano anche le pressioni che l'editore eserciterebbe per ottenere "il diritto di licenziare indiscriminatamente".



Roma, 15 giugno 2018. - Oltre 400 dipendenti del Washington   Post hanno firmato una lettera aperta indirizzata al   proprietario del giornale, il fondatore di Amazon Jeff Bezos.  Chiedono "equita'" su paghe, benefit e congedi familiari.  I dipendenti esordiscono dicendo di essere "estremamente  grati" a Bezos per essere intervenuto e aver acquistato il  Washington Post nel momento in cui "il tradizionale modello dei  media stava collassando". Affermano anche di aver "dato tutto"  per seguire la strada indicata dal nuovo proprietario. Una  strada che sta dando risultati: "Solo nello scorso anno, il  Post ha raddoppiato gli abbonamenti digitali e aumentato il  traffico online di oltre la meta'".  Le parole al miele, pero', finiscono qui: "Tutto quello che   chiediamo e' equità per ogni dipendente che ha contribuito a  questo successo". I lavoratori protestano contro la proposta di  un incremento salariale di soli 10 dollari a settimana, cioe'  lo 0,6% dello stipendio medio e la metà del tasso di   inflazione. Una proposta descritta come "ingiusta" e  "scioccante" per chi si batte per la democrazia. "Ingiusta"  viene anche definita la scelta di rifiutare il miglioramento di  benefici pensionistici. Un no che sottolineerebbe come Bezos  "dia poco peso alla sicurezza finanziaria futura dei suoi  dipendenti". I firmatari della lettera contestano anche le pressioni che l'editore eserciterebbe per ottenere "il diritto di licenziare  indiscriminatamente". Una concessione che, se ottenuta,  potrebbe penalizzare "i dipendenti piu' anziani e le  minoranze". Il documento si chiude con un appello esplicito a  Bezos: "Il Post non e' solo un'impresa commerciale. Ma anche se  lo fosse, questa sarebbe l'occasione di dimostrare che apprezzi  i tuoi dipendenti. Fai vedere al mondo che non solo puoi aprire  la strada alla creazione di ricchezza, ma che sai anche come   condividerla con le persone che ti hanno aiutato a ottenerla". (AGI)



 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com