Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Sabato, 23 giugno 2018, alla Società Economica di Chiavari (GE), ore 11, (in Via Ravaschieri 15), CONVEGNO SUL FUTURO DEI GIORNALISTI. Moderatore dei lavori sarà Enrico Campagnoli, direttore responsabile di Tribuna Stampa 2.0. Sarà presente Alberto Spampinato direttore di Ossigeno.


13.6.2018 - Un convegno sul futuro dei giornalisti, con la partecipazione di esponenti nazionali dell'Ordine dei Giornalisti e della FNSI, avrà luogo presso la Società Economica di Chiavari (GE), sabato 23 giugno alle ore 11, organizzato da Tribuna Stampa, che sin dal 1965, ovvero dalla costituzione dell'Ordine, ha rappresentato i pubblicisti, ovvero i giornalisti che non svolgono esclusivamente questa professione. Oggi la versione digitale, Tribuna Stampa 2.0, è espressione della Federazione Nazionale Giornalisti Pubblicisti Italiani (FNGPI). Il convegno è aperto al pubblico perché intendedosi aprire con questo convegno un dibattito sul rinnovamento del quadro normativo, nel quale i giornalisti andranno operare, questo dibattito non poteva non coinvolgere tutti i cittadini, essendo un'informazione completa ed indipendente elemento essenziale per lo sviluppo del Paese. Aperto da un cenno di benvenuto del sindaco di Chiavari, Marco Di Capua, e del presidente della Società Economica, Francesco Bruzzo, il convegno di rilievo nazionale si svolge per un motivo quasi simbolico a Chiavari nella sede (di Via Ravaschieri 15), della Società Economica in quanto in un certo senso culla del pubblicismo, grazie al ruolo svolto da un compianto presidente della Società Economica, Antonio Garbarino, per anni vicepresidente dell'Ordine nazionale dei Giornalisti con Guido Gonella presidente.





Il disagio nel quale si dibatte la categoria, la necessità di colmare un distacco fra l'operatore e l'utente dell'informazione, oltre all'inadeguata rappresentaza dei pubblicisti, hanno suggerito per il convegno tre temi.Il primo tema riguarda i possibili rischi dopo il 25 maggio scorso, ovvero dopo l’entrata in vigore del Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (General Data Protection Regulation), per determinate categorie, come per esempio i giornalisti. Senza la pubblicazione del Decreto Legislativo in itinere, che renda operative in Italia le deroghe e le esenzioni, che lo stesso Regolamento consente per svariate categorie, i giornalisti, le associazioni di pubblico interesse, come le associazioni di Volontariato di Protezione Civile, ed altri gruppi potrebbero essere a rischio. Al riguardo, oltre ad esperti del settore, per le similitudini intercorrenti, interverrà il presidente della Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile, Patrizio Losi.





Il secondo tema è centrale per il futuro della nostra professione e riguarda il quadro normativo, che potrebbe regolare la nostra attività, dopo un’eventuale abolizione od una modifica della legge istitutiva dell’Ordine e le modalità della partecipazione dei pubblicisti, che sono larga maggioranza dei giornalisti italiani,  ad un'eventuale proposta di modifica. Sarà considerata in particolare la legge n.4 del 2013 che potrebbe applicarsi ai giornalisti in caso di abolizione della legge istitutiva ed ipotesi di modifica. Parteciperanno fra gli altri al dibattito Gino Falleri, Vice Presidente OdG del Lazio, Assunta Currà, Vice Presidente Associazione Lombarda Giornalisti, Angelo Baiguini Consigliere Nazionale dell’OdG, Franz Foti, Consigliere Nazionale FNSI.





Il terzo tema riguarda la ricerca di un modo concreto per i pubblicisti d’essere solidali con i colleghi oggetto di intimidazione, ovvero riguarda la ricerca di un modo concreto di tutelare la libertà d'informazione e la possibilità di contrastare fenomeni di altissima pericolosità sociale. Alberto Spampinato, direttore dell'associazione Ossigeno per l'informazione, e testimonianze al proposito, potrebbero indurre la FNGPI alla ricerca di forme di collaborazione con questa organizzazione. Grazie al fatto di venirne a conoscenza per loro presenza  anche nell’attività non giornalistica, i giornalisti  pubblicisti avrebbero la possibilità di segnalare  alla Direzione Investigativa Antimafia (DIA), fatti e circostanze, che alimentino il ragionevole dubbio della presenza sul territorio di quanto il Codice Penale all'articolo 416 bis associazione di tipo mafioso, anche di tipo non tradizionale. Ciò potrebbe costituire un’importante e penetrante azione preventiva avverso l'intimidazione di colleghi e particolarmente utile per combattere un fenomeno di altissima pericolosità sociale.





Moderatore del convegno sarà Enrico Campagnoli, direttore responsabile di Tribuna Stampa 2.0





Enrico Campagnoli - 335 6276299





 





 





 





 





 





 





 





 





 





 





 





 





 





 





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com