Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Cambia volto il mondo della radiotelevisione parmigiana. Nasce '12 Tv Parma', che potrà essere vista sul canale 12 del digitale terrestre.


BOLOGNA, 11 maggio 2018. - Da domani cambia volto il mondo della radiotelevisione parmigiana. Nasce '12 Tv Parma' la tv dei parmigianì e potrà essere vista sul canale 12 del digitale terrestre. '12 Tv Parma' nasce dall’unione di 12Teleducato e Tv Parma, le due emittenti attive in città negli ultimi quarant'anni. Il canale nasce dall’esperienza imprenditoriale del Gruppo Gazzetta di Parma, l’editore di Radio TV Parma che fa capo all’Unione industriali di Parma e dalla famiglia Allodi, storico editore di Teleducato, e da Trmedia, il più grande soggetto televisivo dell’Emilia Romagna di cui è editore Coop Alleanza 3.0. Il palinsesto di 12 Tv Parma offrirà fin dall’inizio agli spettatori il meglio delle produzioni delle due storiche emittenti; in particolare la prima serata vedrà la programmazione di Bar Sport il lunedì; di Parma Europa il martedì cui seguirà in seconda serata Calcio e Calcio; di Terrae il mercoledì cui seguirà fino al 30 maggio Il cuoco perfetto; di Palla in tribuna TV e Lettere al Direttore il giovedì; di Buone cose il venerdì; del tradizionale appuntamento con le Commedie dialettali il sabato, e di Consumatori la domenica. Nuovi programmi saranno introdotti dopo l’estate, così come nuove dotazioni tecnologiche che miglioreranno la visione dell’emittente. «Domani è un giorno importante per la nostra città e la nostra provincia - dichiarano Giovanni Borri e Matteo Montan, rispettivamente presidente e ad del Gruppo Gazzetta di Parma - Finalmente dopo anni si è riusciti a realizzare un progetto a lungo accarezzato e che ha tutto il senso del mondo per un territorio come il nostro: dare ai telespettatori ed al sistema economico e produttivo una televisione unica e più forte». «L'informazione è indispensabile per le nostre comunità, permette partecipazione che alimenta senso civico e consapevolezza - commenta Edwin Ferrari, Presidente di TRMedia. - questa funzione è onerosa, non aiutata sufficientemente dallo stato e non a caso posata sulle spalle di istituzioni e soggetti collettivi che hanno a cuore il tessuto delle comunità stesse. Cooperazione e industriali di Parma sono giunti alla medesima conclusione: una forte emittente locale è una leva importante per il territorio e il suo sviluppo. Questa è una notizia importante». «Siamo particolarmente soddisfatte del progetto di fusione, che è la miglior opportunità per continuare a raccontare, nel rispetto della tradizione dei quarant'anni delle due emittenti, la storia delle famiglie di Parma e provincia, dai singoli cittadini a tutte le realtà del territorio come imprese e associazioni - aggiungono Daniela e Michela Allodi - Con questa scelta siamo ancor di più al loro fianco e più forti per guardare al futuro con maggiore fiducia».(ANSA).






 


 



 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com