Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

EDITORIA. CDR DI ASKANEWS: "ABETE FERMI PERICOLOSO MECCANISMO DI CIG ED ESUBERI".


Roma, 12 marzo 2018.  - "L'editore dell'agenzia Askanews Luigi  Abete fermi il pericoloso meccanismo che ha messo in moto con la  richiesta unilaterale di cassa integrazione al 70% e 58 esuberi fra il personale giornalistico. Esistono diversi sviluppi rilevanti di cui è  doveroso tenere conto e il Cdr ha ripetutamente manifestato  disponibilità a dialogare su soluzioni praticabili, per salvaguardare  il lavoro dei giornalisti e il futuro dell'agenzia". E' quanto scrive, in una nota, il Cdr di Askanews.  "L'azienda ha scritto poco più di due settimane fa che 'la commessa pubblica è una risorsa fondamentale per poter garantire gli attuali livelli occupazionali di Askanews'. Allora - prosegue il Cdr- si diail tempo di verificare le prospettive che, a breve, si andranno a definire su questo versante, piuttosto che procedere su un percorso unilaterale dalle tante incognite che metterebbe gravemente repentaglio la sopravvivenza di Askanews, oltre ad esasperare redazione già duramente provata". Il Cdr, dice ancora, "prende atto di come l'editore Abete, presidente di Bnl, abbia ancora questa mattina ribadito in un intervento la responsabilità che implica il ruolo di imprenditore e il dovere difare investimenti per contribuire alla crescita del Paese. Principi assolutamente condivisibili, ma che alla prova dei fatti non trasferisce nella gestione delle sue aziende" e auspica che "tutta compagine azionaria intervenga quantomeno per riportare il dialogo subinari di ragionevolezza, ricordando che in questi anni il contributoe il senso di responsabilità dei giornalisti non è mai mancato." (AdnKronos)






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com