Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

"Il Giomo" fa controllare per settimane da una guardia giurata il suo corrispondente da Legnano per verificare il rimborso spese chilometrico. Così scatta il licenziamento per 40 euro. Il provvedimento impugnato davanti al Tribunale del Lavoro, mentre il Cdr ha dato parere negativo sulla misura. L'azienda ha dichiarato esuberi tra i corrispondenti del quotidiano.

 


Milano, 23 febbraio 2018 - "Il Giorno" ha licenziato per giusta causa il suo corrispondente da  Legnano in servizio dal 2000.  L'Azienda sostiene di aver appostato (senza pedinamento) per settimane sotto il palazzo di residenza  del giornalista un investigatore privato per controllare gli orari di entrata e uscita da casa e da qui avrebbe poi mosso  a Davide Gervasi l'addebito,  ovvero l'aver  il cronista richiesto indebitamente - a loro dire - cinque giornate di rimborso spese chilometrico, per un totale di 40 euro, regolarmente autorizzato dal mio responsabile di redazione. Le cinque giornate sono il 18 e 19 settembre, il 7, il 21 e il 22 novembre 2017. Attraverso l'avvocato Andrea Ottolini il corrispondente  ho subito avviato la procedura per l'impugnazione del licenziamento, sia per la sua fondatezza, sia per la sua assurdità, sia per la sua genericità. Il Cdr de Il Giorno ha preso posizione sulla incredibile vicenza cin questa lettera notificata i vertici aziendali: "In merito alla decisione dell'Azienda, comunicataci in data lunedì 19 febbraio 2018, di procedere al licenziamento per giusta causa del collega corrispondente ex art.12 Cnlg Davide Gervasi in servizio presso l'edizione di Legnano a decorrere da giovedì 22 febbraio c.a., il Comitato di redazione de Il Giorno esprime forti perplessità circa: il ricorso ad un investigatore privato che ha controllato l'ingresso dell'abitazione del collega per verificarne gli orari di ingresso e uscita; pur non avendo svolto attività di pedinamento, ciò costituisce un inaccettabile precedente che lede sia il diritto alla riservatezza che la libertà di movimento del collega, sia la tutela inderogabile delle fonti giornalistiche; la sproporzione del provvedimento di licenziamento per giusta causa rispetto alle contestazioni rivolte al collega; la concomitanza del licenziamento per giusta causa del collega con l'annuncio dell'Azienda di dichiarare esuberi tra i corrispondenti ex art.12 del Cnlg de Il Giorno. Per tali motivi, sebbene senza entrare nel merito degli addebiti rivolti al collega, il Cdr de Il Giorno esprime parere negativo al licenziamento per giusta causa del corrispondente ex art.12 Cnlg Davide Gervasi. Distinti saluti, Il Cdr de Il Giorno".





 


 


 



 


 


 




 


 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com