Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Editoria. Gb: gruppo Mirror acquista storico rivale Express. Tabloid di sinistra scala tabloid di destra. Ma non lo cambierà.


LONDRA, 9  febbraio 2018. - Storico cambio di casacca nella  proprieta' della stampa popolare britannica: il gruppo Trinity   Mirror, editore dell'unico tabloid filo-laburista del Regno, il   Daily Mirror (col suo domenicale Sunday Mirror), ha formalizzato   oggi l'acquisizione delle quote di controllo del tradizionale   rivale Daily Express, ultra-euroscettico e negli ultimi anni   simpatizzante dell'Ukip di Nigel Farage. L'operazione, dal costo annunciato di 126,7 milioni di sterline, consente a Trinity Mirror di incamerare tutti gli asset editoriali della Northern & Shell del magnate Richard Desmond: il Daily Express e lo sguaiato Daily Star, con i rispettivi domenicali, nonche' tre rotocalchi di gossip. Non si  annuncia comunque alcun cambiamento di linea editoriale, legata  a doppio filo ai lettori di riferimento: "Il Mirror restera' di  sinistra e l'Express di destra", ha chiarito Simon Fox,   amministratore delegato della societa' acquirente.   Fino a mezzo secolo fa, Mirror ed Express erano i giornali   piu' popolari del Regno, con ben 8 milioni di copie tirate  complessivamente. Oggi, insieme, arrivano a stento al milione,  per effetto del declino della carta (pur meno sensibile   sull'isola rispetto ad altri Paesi europei), oltre che per il   sorpasso subito dai due attuali tabloid di punta del Paese: il  Sun di Rupert Murdoch e il Daily Mail, entrambi destrorsi.   Secondo David Sillito, commentatore Bbc di questioni di   editoria, la fusione va intesa in sostanza come un'operazione   difensiva, di pura ottimizzazione di costi, per cercare di   "sopravvivere alla fase di transizione" del settore verso un   approdo di cui non s'intravvedono ancora i contorni. (ANSA)



 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com