Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
  » Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Recensioni
Stampa

In libreria dal 20 gennaio. Ghisolfi ha trasformato in un libro le storie dei banchieri “vicini di banco”.

di Piero Dadone/lastampa

6.1.2018 - "A sette anni sentii mio padre lamentarsi per un fido non concessogli dalla Cassa di Risparmio di   Fossano:   decisi   che   sarei   diventato   presidente   di   quella   banca",  così  Giuseppe   Ghisolfi nell'introduzione del suo libro "Banchieri" che uscirà il 20 gennaio edito da Aragno. E in effetti lo diventò quarant'anni dopo e lo è tuttora, sedendo anche nel Comitato esecutivo dell'Abi, il gotha dei banchieri italiani. Gli è andata bene, ma a saperlo poteva puntare ancora più in alto, ad esempio proporsi di diventare Papa, visto che frequentò le medie nel seminario di Fossano, dopo aver avuto come maestra alle elementari la cognata di Claudio Villa. Ma non è detto che qualcosa di simile non gli riesca, visto che in Vaticano è ben introdotto come Cavaliere dell'Ordine di Malta e del Santo Sepolcro. "Non scherziamo nemmeno sul tema", afferma sorridendo dalla sua casa di Bra dove sta già scrivendo il sequel "I nuovo mecenati". Insegnante, giornalista, anchorman, banchiere ora scrittore, il piccolo Beppe di Grinzano ne ha fatta di strada.



Del suo "Manuale di educazione finanziaria" ha venduto 50.000 copie, quanto le ha reso?



"Parecchio, ma non è il caso di precisare".



Ora questo volume di 550 pagine, con le biografie autorizzate di 35 tra i principali banchieri italiani del momento.



Come li ha convinti?



"Con molti di loro ci vediamo due volte al mese alle riunioni dell'Abi, mi conoscono e hanno fiducia in me anche come giornalista e scrittore. Per primo ho avuto l'assenso di Gian Maria Gros-Pietro, presidente di Intesa Sanpaolo e poi di tutti gli altri. Nessuno mi ha detto di no. Li intervistavo uno alla volta in un angolo del salone dell'Abi dopo le riunioni". Si tratta di biografie scritte di loro pugno, dai protagonisti, o di interviste, sul contenuto delle quali Beppe mantiene il più assoluto riserbo. Ci ha permesso di leggere soltanto  'introduzione, che equivale alla sua autobiografia.



"Partendo dalla Cassa di Risparmio di Fossano sono arrivato a Roma" afferma in prima pagina. A metà della terza una rivelazione: l'avvocato Giovanni Agnelli seguiva Telecupole: "La conosco bene, quando sono a Torino guardo il suo telegiornale, le sue interviste sono sempre pungenti", avrebbe detto a Ghisolfi ai tempi in cui dirigeva l'emittente di Cavallermaggiore. Per saperne di più su Antonio Patuelli, Giovanni Bazoli, Letizia Moratti, Luigi Abete, Ennio Doris, Alessandro Profumo, Domenico Siniscalco, Gabriele Galateri, Fabrizio Palenzona e altri 26 vip del mondo bancario bisognerà leggere il libro. Che nessuno prima di Beppe era mai riuscito a scrivere.



 



 



 


 







Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com