Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Rcs: ebitda raddoppiato (84,4 milioni di euro) e giornalisti dei Periodici in cassa integrazione. Nonostante i risultati economici favorevoli, la cassa integrazione per i giornalisti Rcs Periodici continua. Ecco il botta e risposta tra CdR e azienda.




17.12.2017 - Il Comitato di Redazione di Rcs Periodici ha espresso soddisfazione per gli obiettivi raggiunti dal Gruppo (Ebitda a 84,4 milioni di euro, più che raddoppiato rispetto al 2016, efficienze per 47,8 milioni di euro, utile netto positivo a 19,8 milioni di euro, indebitamento finanziario, significativamente ridotto, a 335,1 milioni di euro) sottolineando che trova assolutamente anacronistico il regime di cassa integrazione al 19,5% - che grava pesantemente sui nostri stipendi - considerato il favorevole cambio di passo economico dell'azienda.





E l’azienda che cosa risponde?   “La marginalità conseguita in questi trimestri serve prioritariamente a riequilibrare i conti del Gruppo appesantiti da oltre 330 milioni di debiti, imputabili alle precedenti gestioni. Per l’area dei Periodici tutte le previsioni per il prossimo anno vedono un mercato in flessione sia per i ricavi editoriali sia quelli pubblicitari. Ovviamente non accetteremo passivamente questa tendenza e punteremo a sviluppare i nostri fatturati e migliorare la redditività delle nostre testate anche con nuove iniziative. Ciò nonostante è fondamentale tenere sotto controllo tutte le voci di spesa ad iniziare dal costo del lavoro che ha raggiunto valori rilevanti, anche raffrontato a quello di altre case editrici di periodici con produttività e redditività maggiori”.





 Ma è chiaro a tutti, sottolinea il CdR all’azienda che “la marginalità conseguita in questi trimestri serva a riequilibrare i conti del Gruppo”, dell’intero Gruppo, appunto, e non della sola Periodici. Sappiamo bene che il mercato è in flessione da tempo per i periodici e, in questo momento, ancora di più per i quotidiani. Sappiamo anche che sta nella responsabilità e nella capacità editoriale e imprenditoriale ritrovare la strada del successo. E che per ottenere questo risultato occorra far leva sulla qualità delle testate e sul lavoro dei giornalisti e non ripiegare sulla scontata strategia del taglio del costo del lavoro.





Come è possibile che il costo del lavoro giornalistico in Rcs Periodici “abbia raggiunto valori rilevanti”? Vi ricordiamo che: in questi ultimi anni sono usciti da Rcs Periodici, a vario titolo, almeno una trentina di colleghi; i premi di produzione per i giornalisti sono bloccati dal 2014 (ma non per i manager), così come qualsivoglia politica retributiva e contratti integrativi. A questo si aggiungono stati di crisi ininterrotti dal 2009, due anni di contratto di solidarietà difensiva (2014-2016) al 30 per cento e due anni di cassa integrazione (2016-2018) dal 25 al 19,5 per cento. Ci aspettiamo di più, una visione editoriale e imprenditoriale che dia finalmente nuova linfa e rinnovato slancio ai nostri giornali. Crediamo anche nella capacità del Gruppo di recuperare redditivita e produttività, nel solco della grande tradizione di Rcs di cui siamo orgogliosi. Chiediamo nuovi progetti dal luglio 2016 ma ancora non abbiamo visto niente, a parte qualche allegato. Noi siamo pronti, ma non all'ennesima e miope politica dei tagli sul costo del lavoro.  - Comitato di redazione Rcs Periodici 





§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§





EBITDA IN https://www.money.it/Cos-e-EBITDA-significato-calcolo  OPPURE IN http://dizionarioeconomico.com/ebitda






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com