Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

TUSCIA. Nell'Ufficio stampa del Comune e dell'Amministrazione provinciale di Viterbo lavorano impiegate non iscritte all’Ordine dei Giornalisti in violazione della legge 150/2000.


11.9.2017 - Prosegue l’indagine avviata dall’Associazione Stampa Romana, il sindacato dei giornalisti, per verificare l’applicazione della legge sugli Uffici Stampa negli enti pubblici viterbesi. Dopo il Comune capoluogo finisce nel mirino l’Amministrazione provinciale dove tale incarico è stato affidato a due impiegate non iscritte all’Ordine dei Giornalisti. Si ricorda che la legge 150 del 2000 stabilisce che a svolgere il ruolo di addetto stampa negli enti pubblici possono essere solo gli iscritti all’Albo dell’OdG. Un primo contatto con l’Amministrazione di Palazzo Gentili, sede della Provincia di Viterbo, ha mostrato l’intenzione dei dirigenti a regolarizzare la posizione ma per averne conferma bisognerà attendere l’elezione del nuovo presidente che ci sarà il prossimo 17 settembre. Altrimenti Stampa Romana è pronta all’azione legale. Stesso discorso per il Comune capoluogo dove il sindaco, in sostituzione dell’addetta stampa - regolare ed effettiva, assente per maternità - ha affidato l’incarico a una impiegata che non risulta iscritta all’Ordine dei Giornalisti. Anche in questo caso il massimo responsabile dell’amministrazione municipale si è detto disposto a provvedere secondo legge ma a oggi, dopo la lettera inviatagli per via ufficiale e dopo un primo colloquio verbale, nulla pare muoversi. Il Comune di Acquapendente addirittura ha affidato l’incarico della comunicazione istituzionale e ufficio stampa a un’associazione temporanea d’impresa composta dalla Openoikos di Fabrizio Pieri e da Asd Nuova Tuscia Acsi di Gaetano Alaimo. Il primo non è iscritto all’Odg, il secondo è direttore di un giornale on line contravvenendo così entrambi alla legge 150 del 2000. Stampa Romana chiede l’annullamento dell’incarico e l’apertura di un nuovo bando e a tale proposito nei prossimi giorni s’incontrerà con il primo cittadino aquesiano.


Gianni Tassi, fiduciario ASR Viterbo



 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com