Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

L’uccisione a colpi d’arma da fuoco a Bangalore (India meridionale) della giornalista ed attivista sociale Gauri Lankesh ha suscitato commozione in tutta l’India e generato proteste e vive polemiche politiche.


NEW DELHI, 6 settembre 2017.  - L’uccisione a colpi d’arma da fuoco a Bangalore (India meridionale) della giornalista ed attivista sociale Gauri Lankesh ha suscitato commozione in tutta l’India e generato proteste e vive polemiche politiche. «Fatta tacere la voce del coraggio», sottolinea oggi la tv 'all news' Ndtv, mentre parenti ed amici ricordano l’impegno della vittima a difesa del pensiero secolare e la sua contrarietà ad una induizzazione del Paese. La giornalista, che curava il settimanale 'Lankesh Patrikè, è stata aggredita mentre rientrava a casa da un commando che le ha sparato sette colpi di pistola, quattro dei quali andati a segno. Il governatore di Karnataka, Siddaramaiah, ha ordinato la costituzione di un team di investigatori, guidato da un Ispettore generale ed ha attribuito l’omicidio a «criminalità organizzata». Tesi però respinta da colleghi giornalisti e da responsabili di partiti di opposizione che, ricordando l’uccisione nel 2015 dello scrittore razionalista M.M. Kalburgi, hanno chiesto che si segua la pista dei fondamentalisti indù. Ha sostenuto questo anche il vicepresidente del partito del Congresso, Rahul Gandhi, secondo cui «chiunque parla contro l'ideologia del Bjp (al governo) o del (movimento di destra) RSS è sottoposto a pressioni, picchiato, attaccato ed anche ucciso». Da parte sua, dopo aver condannato l’omicidio, il ministro dei Trasporti (Bjp), Nitin Gadkari, ha replicato che «dire che l'uccisione di Gauri Lankesh sia opera di gente che condivide la nostra ideologia è sbagliato e ingiusto».(ANSA).





 




 



 



 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com