Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

ADDIO A ENZO BETTIZA, RACCONTÒ LA FINE DEL COMUNISMO. EDITORIALISTA E COMMENTATORE DELLA STAMPA. GLI ANNI DEL CORSERA E DEL GIORNALE CON INDRO MONTANELLI. ERA NATO NEL 1927 A SPALATO IN DALMAZIA. (IN CODA ARTICOLI DI CAZZULLO E CARIOTI)

DI ALESSANDRO GALAVOTTI/ANSA


TORINO, 28 LUGLIO 2017. - PER LUI CHE ERA ESULE LA PAROLA "ERA IL SOLO MODO - DICEVA - PER DIFENDERE LA PROPRIA IDENTITÀ". E DI PAROLE ENZO BETTIZA, "PROTAGONISTA DEL GIORNALISMO ITALIANO E SCRITTORE FINISSIMO" COME LO DEFINISCE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SERGIO MATTARELLA, NE HA FATTE SCORRERE A FIUMI PER "RACCONTARE CON INTELLIGENZA, PERSONALITÀ E STILE IMPECCABILE - SOTTOLINEA ANCORA IL CAPO DELLO STATO - I PROFONDI MUTAMENTI DELL'EUROPA CONTEMPORANEA". UOMO DI CULTURA A TUTTO TONDO, È MORTO OGGI A NOVANT'ANNI COMPIUTI, LASCIANDO "UN GRANDE VUOTO - SOTTOLINEA IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE CULTURA A PALAZZO MADAMA, SENATORE PD ANDREA MARCUCCI - PER GENERAZIONI DI LETTORI".


ORIGINARIO DI SPALATO, DOVE ERA NATO NEL 1927 DA UNA FAMIGLIA RICCA, UN NONNO INDUSTRIALE DEL CEMENTO, BETTIZA CONOBBE ANCHE LA FAME. "SONO STATO CONTRABBANDIERE E VENDITORI DI LIBRI A RATE - RACCONTA IN UNA DELLE SUE ULTIME INTERVISTE AL QUOTIDIANO LA REPUBBLICA -. DIVENNI PERFINO COMUNISTA". QUEL COMUNISMO POI RIPUDIATO CHE PER LUI - L'ESORDIO NEL GIORNALISMO AL SETTIMANALE EPOCA PRIMA DI DIVENTARE CORRISPONDENTE DEL QUOTIDIANO LA STAMPA DA VIENNA E DA MOSCA - DIVENNE QUASI UNA OSSESSIONE. "BISOGNAVA COMBATTERLO COME IL PEGGIORE DEI MALI - SOSTENEVA -. NE CONOSCEVO I MECCANISMI, VI ADERII E ME NE DISTACCAI PREVEDENDONE GLI EFFETTI".    "INTELLETTUALE E SCRITTORE DI GRANDE FINEZZA, CIVILE INTERLOCUTORE DI DIBATTITI STORICO-POLITICI", COME LO RICORDA IL PRESIDENTE EMERITO DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO, BETTIZA PASSÒ POI AL Corriere DELLA SERA, PER IL QUALE LAVORÒ PER DIECI ANNI SEMPRE COME CORRISPONDENTE DALL'ESTERO. DAL 1974 AL 1983 L'AVVENTURA AL GIORNALE, CHE FONDÒ CON INDRO MONTANELLI, "UNA PARTE DELLA MIA VITA", SOSTENEVA. E, IN MEZZO, L'IMPEGNO POLITICO: SENATORE DAL 1976 AL 1979 PER IL PARTITO LIBERALE, RAPPRESENTATO ANCHE AL PARLAMENTO EUROPEO FINO ALL'ADESIONE AL PARTITO SOCIALISTA ITALIANO, NON HA MAI RINUNCIATO ALL'INDIPENDENZA E ALLA LIBERTÀ NELLA PROFESSIONE. "NON VOLENDO NULLA DAL POTERE E NON POTENDO CEDERE NULLA AL POTERE - LA SUA POSIZIONE AL RIGUARDO - POSSO DIRE DI ESSERE STATO LIBERO".    A METÀ DEGLI ANNI NOVANTA IL RITORNO ALLA STAMPA, DI CUI ERA TUTTORA EDITORIALISTA E COMMENTATORE POLITICO. AUTORE DI NUMEROSI LIBRI, HA VINTO NEL 1996 IL PREMIO CAMPIELLO CON ESILIO, MEMORIA DELLA SUA GIOVENTÙ IN DALMAZIA. NELLA SUA NARRATIVA, RICORDA OGGI IL CAMPIELLO RENDENDOGLI OMAGGIO, "LA DIMENSIONE MEMORIALE (EGEMONE IN ESILIO) SI CONIUGA CON LA CONOSCENZA A VOLTE INTERSTIZIALE DEI MECCANISMI SEGRETI DELL'ESERCIZIO DEL POTERE (ESEMPLARI IN QUESTO SENSO I ROMANZI'POLITICI' IL MISTERO DI LENIN, 1982, LA CAVALCATA DEL SECOLO, 2000, E IL RECENTE LA DISTRAZIONE, 2013, VENATO DI PALINODIA AUTOBIOGRAFICA).


 "MOLTI PENSANO CHE LA VECCHIAIA SIA UNA SPECIE DI SALVADANAIO DA CUI PRENDERE LE ULTIME MONETE DI SCAMBIO CON LA VITA. PER COME LA VEDO IO - SOSTENEVA BETTIZA - È LA STAGIONE CHE CI PREPARA ALL'INCONTRO CON IL NULLA. I MILLE PERCHÉ DELLA VITA FINISCONO LÌ. IN QUELL'APPUNTAMENTO. NON SAI COSA C'È. NON SAI CHI ARRIVA. ECCO, SE PENSO ALLA MIA SCRITTURA, AI MIEI ROMANZI, ALLE MIE STORIE, SO CHE TUTTO È NATO DA QUESTO ENIGMA".  (ANSA).


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


28.7.2017 - Aveva 90 anni. Morto Enzo Bettiza, il lungo esilio di un intellettuale mitteleuropeo. Nato a Spalato nel 1927, inviato e corrispondente del «Corriere» e di altre testate, finissimo letterato. Comunista da giovane, divenne uno dei critici più spietati dell’Urss. - di Antonio Carioti/corriere.it - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23657


.................................ù





1927-2017 - Morto Enzo Bettiza, il cosmopolita che previde il crollo dell’Urss. Addio al grande autore nato a Spalato in una famiglia italiana. Inviato e corrispondente del «Corriere» e di altre testate, fu un critico spietato della ideologia comunista  - di Aldo Cazzullo/corriere - TESTO IN http://www.corriere.it/cultura/17_luglio_28/morto-enzo-bettiza-penna-cosmopolita-2b03b5fe-73c5-11e7-a3f5-e19bfc737a80.shtml
- L’ultima intervista: «Montanelli? Ammirava il Pci» di Aldo Cazzullo
- Dietro l’invasione il vuoto (dal «Corriere» del 22 agosto 1968) di Enzo Bettiza





 



 



 



 



 



 


 


 


 


 


 


 


 


 


 








Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com