Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
  » Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Recensioni
Stampa

Un secolo di sentenze su 1.203 parolacce. Sono i numeri del “Dizionario giuridico degli insulti”, il primo libro italiano che offre uno sguardo d’insieme sui pronunciamenti dei tribunali in merito ai reati di ingiuria, oltraggio e diffamazione. Reati che comportano pene rilevanti: multe fino a 12mila euro e carcere fino a 5 anni. Il dizionario scritto da Giuseppe D’Alessandro, avvocato cassazionista siciliano, può essere utile non solo ai giuristi e ai linguisti, ma anche ai sociologi e ai giornalisti e blogger. Prefazione di Vito Tartamella.


6.2.2017 - Un secolo di sentenze su 1.203 parolacce, da “A fess ‘e mammeta” a “Zozzo”. Sono i numeri del “Dizionario giuridico degli insulti”, il primo libro italiano che offre uno sguardo d’insieme sui pronunciamenti dei tribunali in merito ai reati di ingiuria, oltraggio e diffamazione. Reati che comportano pene rilevanti: multe fino a 12mila euro e carcere fino a 5 anni.



Il dizionario (A&B editrice, 196 pagg, 18 €), scritto da Giuseppe D’Alessandro, avvocato cassazionista siciliano, può essere utile non solo ai giuristi e ai linguisti, ma anche ai sociologi (per capire come cambia la percezione delle offese nel corso delle epoche) e ai giornalisti e blogger, per sapere quali parole possono o non possono usare nel criticare un personaggio pubblico.



Per esempio, si può scoprire che è stato condannato chi ha usato i termini faccendiere, inqualificabile, modesto, politicante, scalmanato, sciagurato, sconcertante, specioso, strampalato. Mentre è stato assolto chi ha usato le espressioni crumiro, dittatore, esaurito, fanatico, fazioso, incauto, inciucio, lacché, lottizzato, nepotismo, pazzo, retrivo, risibile, ruffiano (ma solo in senso metaforico), sanguisuga, sobillatore, sprovveduto, stravagante, superficiale, trombato, trombone, zelante e zombie.



Ma attenzione, avverte nella prefazione Vito Tartamella, esperto di turpiloquio: “non c’è alcuna garanzia che, usando questi termini, la passerete liscia. Dipende dal tono che usate, dalle argomentazioni che adducete, dalla sensibilità del giudice. Perché ogni insulto è un caso a sé e va valutato nel contesto in cui viene usato”. Come cantava don Basilio nel “Barbiere di Siviglia”, “la calunnia è un venticello”. Per saperne di più: www.parolacce.org/2017/02/06/giudizi-tribunale-insulti/





 





 





 





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com