Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Alla Corte Costituzionale l'art. 18 dello Statuto dei lavoratori, ma per una questione legate alle modifiche di quattro anni fa. Che succede se un dipendente viene licenziato e il giudice ordina all'azienda di liquidargli provvisoriamente delle somme, ma alla fine del giudizio il lavoratore perde definitivamente la causa?

di Pierluigi Franz


Che succede se un dipendente viene licenziato e il giudice ordina all'azienda di liquidargli provvisoriamente delle somme, ma alla fine del giudizio il lavoratore perde definitivamente la causa? Il datore di lavoro ha in questo caso sempre diritto a farsi rimborsare quanto ha già anticipato anche se nel frattempo (cioè nel periodo in cui il processo é andato avanti prima del verdetto definitivo della Cassazione) non ha più impiegato il dipendente che si era dichiarato comunque disponibile a prestare ugualmente la sua attività lavorativa? Sarà ora la Corte Costituzionale a dover rispondere a questi delicati interrogativi che riguardano migliaia di casi analoghi pendenti in tutta Italia. La questione giuridica coinvolge direttamente l'art. 18 dello Statuto dei lavoratori nel testo modificato quattro anni fa dalla legge n. 92. Secondo il giudice Giorgio Flaim del tribunale di Trento tale norma violerebbe infatti il principio di uguaglianza sancito dall'art. 3 della Costituzione nella parte in cui attribuirebbe, irragionevolmente, natura risarcitoria,  anzichè retributiva, alle somme di denaro che il datore di lavoro é tenuto a corrispondere in relazione al periodo intercorrente dal verdetto con cui il licenziamento venga annullato con condanna provvisoriamente esecutiva dell'azienda alla reintegrazione nel posto di lavoro fino all'effettiva ripresa dell'attività lavorativa o fino al verdetto con cui venga riformata la prima decisione.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§                                        



Atto di promovimento davanti alla Corte Costituzionale ORDINANZA N. 253  IN http://www.gazzettaufficiale.it/atto/corte_costituzionale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-12-21&atto.codiceRedazionale=16C00348





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com